Atsekardol: istruzioni per l'uso, indicazioni, prezzo, recensioni di medici, analoghi di compresse Atsekardol
medicina online

Atsekardol istruzioni per l'uso

Atsekardol istruzioni per l'uso

Il farmaco Atsekardol è un agente anti-infiammatorio a base di acido acetilsalicilico.

Rilasciare la forma e la composizione del farmaco

Atsekardol è prodotto sotto forma di compresse di forma arrotondata biconvessa, rivestito con un colore bianco o giallastro. La composizione di una compressa del farmaco contiene il principio attivo principale - acido acetilsalicilico ed eccipienti: biossido di titanio, magnesio stearato, amido di mais, lattosio, olio di ricino, cellulosa microcristallina.

Indicazioni per l'uso

Le compresse di Acecardol hanno una gamma molto ampia di effetti terapeutici e sono prescritte ai pazienti per la prevenzione e il trattamento di tali condizioni:

  • Prevenzione dell'infarto del miocardio per le persone a rischio - pazienti con obesità, diabete, predisposizione genetica agli attacchi cardiaci, aterosclerosi e ipertensione, fumo di pazienti, anziani;
  • Angina pectoris ;
  • Aumento della viscosità del sangue e rischio di trombosi con le vene varicose degli arti inferiori;
  • Al fine di prevenire lo sviluppo di trombosi dopo interventi chirurgici e interventi sui vasi sanguigni - angioplastica, intervento di bypass aorto-coronarico;
  • Prevenzione dell'ictus ischemico con suscettibilità genetica o disturbi cerebrovascolari minori;
  • Al fine di prevenire il tromboembolismo polmonare dopo interventi chirurgici sul torace.

Il farmaco ha anche effetti antipiretici, analgesici e anti-infiammatori, quindi può essere prescritto come parte di una terapia complessa per il trattamento di pazienti con infezioni virali, processi infiammatori nelle articolazioni.

Controindicazioni all'uso di droghe

Il farmaco Atsekardol deve essere assunto sotto la stretta supervisione di un medico e solo per alcune indicazioni. Questo farmaco ha una serie di limitazioni e controindicazioni serie:

  • Aumento della predisposizione ereditaria all'ulcera gastrica;
  • Gastrite erosiva o corrosiva;
  • Asma bronchiale;
  • Tendenza a sanguinare;
  • Scarsa coagulazione del sangue;
  • emofilia;
  • Diatesi emorragica e vasculite;
  • Triade di Fernan-Vidal (combinazione simultanea di tali condizioni come intolleranza all'acido acetilsalicilico, poliposi nasale cronica e asma bronchiale);
  • 1 e 3 trimestri di gravidanza;
  • Periodo di allattamento al seno;
  • Età fino a 16 anni.

Istruzioni speciali

Le compresse di Atsekardol devono essere assunte con particolare cautela nei pazienti con tali condizioni:

  • Gravidanza nel 2 ° trimestre;
  • Gotta ;
  • Con l'uso simultaneo di metotrexato;
  • Quando carenza di vitamina K;
  • Ulcera peptica e ulcera duodenale nella storia;
  • Presenti fenomeni di insufficienza epatica o renale.

Durante il trattamento con farmaci a base di acido acetilsalicilico, gli esami del sangue devono essere assunti regolarmente, poiché questa sostanza contribuisce alla sua significativa diluizione. Con l'uso prolungato e incontrollato di acecardolo, esiste un alto rischio di sanguinamento interno.

Gli anziani dovrebbero assumere questo farmaco sotto la stretta supervisione di un medico, dal momento che il rischio di effetti collaterali è significativamente più alto rispetto ai pazienti più giovani.


Uso del farmaco durante la gravidanza e l'allattamento

In base alle recensioni di pazienti e medici, nonché a studi clinici condotti, è emerso che l'uso di farmaci a base di acido acetilsalicilico nel primo trimestre di gravidanza ha aumentato drasticamente il rischio di difetti nell'embrione, ovvero anomalie e difetti cardiaci e non chiusura del palato superiore.

L'uso di acecardolo nel 2 ° trimestre di gravidanza viene eseguito dopo una valutazione approfondita del rischio per il feto e dei benefici per la madre.

L'uso di farmaci a base di acido acetilsalicilico nel 3 ° trimestre è controindicato, in quanto ciò porta alla chiusura precoce del dotto aortico nel feto e aumenta il rischio di sanguinamento nella donna incinta e nel bambino. Inoltre, l'uso di Atsekardola 3 trimestre può portare a emorragie nel cervello del feto o provocare il parto prematuro.

Atsekardol e altri farmaci a base di acido acetilsalicilico sono in grado di penetrare nel latte materno e con esso nel corpo di un bambino, quindi il suo uso durante l'allattamento è rigorosamente controindicato. Se necessario, un ciclo di trattamento con questo farmaco deve essere trasferito a una donna in allattamento con alimentazione artificiale con latte artificiale.

Dosaggio e somministrazione

Le compresse di Acecardol e i suoi analoghi devono essere assunti per via orale durante i pasti o immediatamente dopo i pasti. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di effetti collaterali dal tratto digestivo. Le compresse vengono lavate con una quantità sufficiente di liquido. Al fine di ridurre l'irritazione della mucosa gastrica, le compresse di Atecardol possono essere assunte con il latte, ma ciò non è necessario.

Il dosaggio del farmaco e la durata del corso del trattamento sono determinati dal medico curante in base alle indicazioni. Ad esempio, per gli scopi profilattici dell'infarto miocardico, la dose giornaliera del farmaco non è superiore a 200 mg e i pazienti magri hanno bisogno di 100 mg di Atsekardola al giorno.

Per la prevenzione di infarto miocardico ricorrente o trattamento dell'ictus ischemico, al paziente vengono prescritti 300 mg del farmaco 1 volta in 2 giorni.

Al fine di prevenire lo sviluppo di effetti collaterali, il dosaggio specificato dal medico non deve essere superato da solo!

Effetti collaterali e overdose di droga

Con l'aumento dell'autodeterminazione o le pillole incontrollate prolungate, il paziente può manifestare i seguenti effetti collaterali e sintomi di sovradosaggio:

  • Lo sviluppo di reazioni allergiche cutanee - rash, orticaria , prurito e arrossamento della pelle;
  • Broncospasmo e altri disturbi della funzione respiratoria;
  • Debolezza, acufeni e vertigini;
  • Dolore allo stomaco, vomito, nausea;
  • Esacerbazione di gastrite e ulcera gastrica con rischio di emorragia massiva;
  • Edema di Quincke e shock anafilattico in rari casi;
  • Disfunzione epatica e funzione renale;
  • Sanguinamento vascolare;
  • Cambiamenti nel quadro clinico del sangue.

Interazione con altri farmaci

Le compresse di Atsekardola non possono essere combinate con farmaci del gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei, poiché ciò aumenta notevolmente il rischio di effetti collaterali e sintomi di farmaci da overdose.

Condizioni di vacanza nelle farmacie e deposito di droga

Atsekardol dispensato in farmacia senza prescrizione medica. La durata di conservazione del farmaco è di 2 anni dalla data di produzione, che è indicata sul cartone. Alla scadenza di questo periodo, le compresse non possono essere prese. Tenere la preparazione fuori dalla portata dei bambini, evitando la luce diretta del sole a una temperatura non superiore a 25 gradi.

Analoghi Atsekardol

Analoghi strutturali del principio attivo (acido acetilsalicilico): Aspikor, Aspirina, Aspirina Cardio, Acecadolo, Acido acetilsalicilico, CardiASK, Cardiomagnile, Kolpharite, Mikristin, Plydol 100, Plydol 300, Polokard, Taspir, Trombo ASTRA Asset, Aspirina .

Prezzo Atsekardol

Atsekardol compresse 50 mg, 30 pezzi. - da 17 rubli.

Atsekardol compresse 100 mg, 30 pezzi. - da 21 rubli.

Valutare Atsekardol su una scala a 5 punti:
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд (voti: 1 , voto medio 5.00 su 5)


Recensioni del farmaco Atsekardol:

  • | amore | 3 novembre 2015

    la normale coagulazione del sangue tollera bene il farmaco, il prezzo è accettabile. Grazie.

Lascia il tuo feedback