Adenoidi nei bambini: sintomi, gradi e trattamento delle adenoidi
medicina online

Adenoidi nei bambini

contenuto:

Adenoidi nei bambini

Adenoidi nei bambini

Adenoidi: una malattia abbastanza comune che si verifica con la stessa frequenza di quella di bambine e bambini di età compresa tra 3 e 10 anni (possono esserci lievi deviazioni dalla norma di età). Di norma, i genitori di questi bambini devono spesso "sedersi in ospedale", che di solito diventa la ragione per andare dai medici per un esame più dettagliato. È così che si trova l'adenoidite, perché una diagnosi può essere fatta solo da un otorinolaringoiatra - all'esame di altri specialisti (incluso il pediatra) il problema non è visibile.



Adenoidi: che cos'è?

Le adenoidi sono la tonsilla faringea localizzata nel rinofaringe. Ha una funzione importante - protegge il corpo dalle infezioni. Durante la lotta, i suoi tessuti crescono, e dopo il recupero, normalmente tornano alle loro dimensioni precedenti. Tuttavia, a causa di malattie frequenti e protratte, la tonsilla nasofaringea diventa patologicamente grande, e in questo caso la diagnosi è "ipertrofia adenoidea". Se, inoltre, vi è un'infiammazione, la diagnosi sembra già "adenoidite".

Le adenoidi sono un problema raro negli adulti. Ma i bambini soffrono abbastanza spesso della malattia. Riguarda l'imperfezione del sistema immunitario dei giovani organismi, che nel periodo di penetrazione dell'infezione funziona con maggiore stress.

Cause di adenoidi nei bambini

Le seguenti cause di adenoidi nei bambini sono le più comuni:

  • L'ereditarietà genetica - la predisposizione alle adenoidi è trasmessa geneticamente e in questo caso è causata da patologie nel dispositivo del sistema endocrino e linfatico (questo è il motivo per cui i bambini con adenoidite spesso hanno problemi associati come ridotta funzionalità tiroidea, sovrappeso, letargia, apatia, ecc.). d.).
  • Gravidanze problematiche, travaglio difficile - malattie virali trasferite dalla futura gestante nel primo trimestre, assunzione di droghe e antibiotici tossici durante questo periodo, ipossia fetale, asfissia del bambino e lesioni durante il parto - tutto questo, secondo i medici, aumenta le possibilità di che il bambino verrà in seguito diagnosticato con adenoidi.
  • Le caratteristiche di una tenera età - in particolare l'alimentazione di un bambino, i disturbi della dieta, l'abuso di dolci e conservanti e le malattie del bambino - in giovane età tutto ciò influenza anche l'aumento del rischio di adenoidite in futuro.

Inoltre, le probabilità di insorgenza della malattia aumentano le condizioni ambientali avverse, le allergie nella storia del bambino e dei suoi familiari, la debolezza dell'immunità e, di conseguenza, frequenti virus e raffreddori.

Sintomi di adenoidi nei bambini

Al fine di consultare un medico in tempo, quando il trattamento è ancora possibile in modo conservativo senza un'operazione psichica infantile traumatica, è necessario avere una chiara comprensione dei sintomi delle adenoidi. Possono essere come segue:

  • La respirazione difficile è il primo e sicuro segno quando un bambino respira costantemente o molto spesso attraverso la bocca;
  • Un naso che cola che preoccupa costantemente un bambino, e lo scarico è caratterizzato da un carattere sieroso;
  • Il sonno è accompagnato da russare e respiro affannoso, eventualmente soffocamento o attacchi di apnea;
  • Rinite e tosse frequenti (a causa del flusso di staccabile sulla parete posteriore);
  • Problemi di udito - otite frequente, deterioramento dell'udito (poiché il tessuto in crescita copre le aperture dei tubi uditivi);
  • La voce cambia: diventa rauco e nasale;
  • Frequenti malattie infiammatorie dell'apparato respiratorio, seni - sinusiti, polmoniti, bronchiti, tonsilliti;
  • Ipossia, che si verifica a causa della carenza di ossigeno dovuta alla respirazione persistente, e in primo luogo il cervello soffre (motivo per cui le adenoidi tra gli scolari causano anche una diminuzione delle prestazioni scolastiche);
  • Patologie nello sviluppo dello scheletro facciale - a causa della bocca costantemente aperta, si forma una specifica faccia "adenoide": un'espressione facciale indifferente, un overbite, allungamento e restringimento della mascella inferiore;
  • Deformità toracica - un lungo decorso della malattia porta all'appiattimento o addirittura alla depressione del torace a causa della piccola profondità di inalazione;
  • Anemia - si verifica in alcuni casi;
  • Segnali dal tratto gastrointestinale - perdita di appetito, diarrea o costipazione.

Tutti gli stati sopra riportati sono segni di adenoidi ipertrofiche. Se per qualche motivo si infiammano, si verifica l'adenoidite ei suoi sintomi possono essere i seguenti:

  • aumento della temperatura;
  • la debolezza;
  • linfonodi ingrossati.

Diagnosi di adenoidi

Ad oggi, oltre all'esame ENT standard, esistono altri metodi per il riconoscimento delle adenoidi:

  • L'endoscopia è il metodo più sicuro ed efficace per vedere la condizione del rinofaringe sullo schermo di un computer (la condizione è l'assenza di processi infiammatori nel corpo del soggetto, altrimenti l'immagine sarà inaffidabile).
  • Radiografia: consente di trarre conclusioni accurate sulla dimensione delle adenoidi, ma presenta degli inconvenienti: carico di radiazioni sul corpo di un piccolo paziente e basso contenuto informativo in presenza di infiammazione nel rinofaringe.

Precedentemente usato e il cosiddetto metodo di ricerca con le dita, ma oggi questo esame molto doloroso non è praticato.

Gradi di adenoidi

I nostri medici distinguono tra tre gradi della malattia, a seconda delle dimensioni della crescita della tonsilla. In alcuni altri paesi, vi è un adenoidi di grado 4, caratterizzato da una sovrapposizione completa dei passaggi nasali con tessuto connettivo. Lo stadio della malattia ENT determina durante l'ispezione. Ma i risultati più accurati sono la radiografia.

  • 1 grado di adenoidi: in questo stadio di sviluppo della malattia, il tessuto si sovrappone a circa 1/3 della parte posteriore dei passaggi nasali. Il bambino, di regola, non ha problemi di respirazione durante il giorno. Di notte, quando le adenoidi, a causa del sangue che scorre verso di loro, si gonfiano un po ', il paziente può respirare attraverso la bocca, tirando su col naso o russando. Tuttavia, in questa fase, la questione della rimozione non è ancora in corso. Ora le possibilità di affrontare il problema nel modo più conservativo sono le migliori possibili.
  • 1-2 gradi di adenoidi: tale diagnosi viene effettuata quando il tessuto linfoide copre più di 1/3, ma meno della metà della parte posteriore dei passaggi nasali.
  • 2 gradi di adenoidi - adenoidi allo stesso tempo coprono più del 60% del lume del rinofaringe. Il bambino non può più respirare normalmente durante il giorno - la sua bocca è costantemente divisa. I problemi del linguaggio iniziano - diventa illeggibile, appare nasale. Tuttavia, il grado 2 non è considerato un'indicazione per la chirurgia.
  • Adenoidi di grado 3 - in questa fase il lume del rinofaringe è quasi completamente bloccato dal tessuto connettivo troppo cresciuto. Il bambino sta vivendo un vero tormento, non riesce a respirare attraverso il naso, giorno e notte.

complicazioni

Adenoidi: una malattia che deve essere controllata da un medico. Dopo tutto, l'adozione di dimensioni ipertrofiche, il tessuto linfoide, il cui scopo iniziale è proteggere l'organismo dalle infezioni, può causare serie complicazioni:

  • Problemi di udito - il tessuto troppo cresciuto blocca parzialmente il condotto uditivo.
  • Allergie - adenoidi sono un terreno fertile ideale per batteri e virus, che, a sua volta, crea uno sfondo favorevole per le allergie.
  • Il calo delle prestazioni, l'indebolimento della memoria - tutto questo accade a causa della carenza di ossigeno nel cervello.
  • Sviluppo anomalo del linguaggio - questa complicazione comporta uno sviluppo patologico dovuto alla bocca costantemente aperta dello scheletro facciale, che interferisce con la normale formazione dell'apparato vocale.
  • Otite frequente - le adenoidi bloccano le aperture dei tubi uditivi, che contribuiscono allo sviluppo del processo infiammatorio, aggravate, inoltre, ostacolate dal deflusso della secrezione infiammatoria.
  • Raffreddori persistenti e malattie infiammatorie del tratto respiratorio - l'uscita del muco nelle adenoidi è difficile, ristagna e, di conseguenza, si sviluppa l'infezione, che tende a scendere.
  • Bedwetting.

Un bambino con diagnosi di adenoidi non dorme bene. Si sveglia di notte dal soffocamento o dalla paura del soffocamento. Tali pazienti più spesso dei loro coetanei non sono dell'umore giusto. Sono irrequieti, ansiosi e apatici. Pertanto, quando compaiono i primi sospetti di adenoidi, in nessun caso deve essere rinviata una visita all'otorinolaringoiatra.

Trattamento di adenoidi nei bambini

Esistono due tipi di trattamento della malattia: chirurgica e conservativa. Quando possibile, i medici cercano di evitare l'intervento chirurgico. Ma in alcuni casi non puoi farne a meno.

Il metodo prioritario oggi è ancora un trattamento conservativo, che può includere le seguenti misure in combinazione o separatamente:

  • Terapia farmacologica - l'uso di droghe, prima di utilizzare quale naso deve essere preparato: risciacquare accuratamente, pulire il muco.
  • Laser - è un metodo abbastanza efficace per trattare una malattia che aumenta l'immunità locale e riduce il gonfiore e l'infiammazione del tessuto linfoide.
  • Fisioterapia - elettroforesi, UHF, UFO.
  • L'omeopatia è il metodo più sicuro tra quelli conosciuti, ben combinato con il trattamento tradizionale (sebbene l'efficacia del metodo sia molto individuale - aiuta qualcuno bene, debolmente a qualcuno).
  • Climatoterapia: il trattamento in sanatori specializzati non solo inibisce la crescita del tessuto linfoide, ma ha anche un effetto positivo sul corpo del bambino nel suo complesso.
  • Ginnastica respiratoria e un massaggio speciale del viso e del collo.

Tuttavia, sfortunatamente, non è sempre possibile affrontare il problema in modo conservativo. Le indicazioni per l'operazione includono quanto segue:

  • Una grave violazione della respirazione nasale, quando il bambino respira sempre attraverso il naso, e di notte occasionalmente soffre di apnea (tutto questo è caratteristico delle adenoidi di grado 3 ed è molto pericoloso, perché tutti gli organi soffrono di mancanza di ossigeno);
  • Lo sviluppo di otite media, comportando una diminuzione della funzione uditiva;
  • Patologie maxillo-facciali causate dalla crescita delle adenoidi;
  • La degenerazione del tessuto in una formazione maligna;
  • Più di 4 volte adenoidite all'anno con terapia conservativa.

Tuttavia, ci sono una serie di controindicazioni all'operazione per rimuovere le adenoidi. Questi includono:

  • Malattie gravi del sistema cardiovascolare;
  • Disturbi del sangue;
  • Tutte le malattie infettive (ad esempio, se il bambino era malato di influenza, allora l'operazione può essere eseguita non prima di 2 mesi dopo il recupero);
  • Asma bronchiale;
  • Gravi reazioni allergiche.

Quindi, l'operazione per rimuovere le adenoidi (adenoectomia) viene eseguita solo a condizione di piena salute del bambino, dopo aver eliminato i minimi segni di infiammazione. L'anestesia è richiesta - locale o generale. Dovrebbe essere chiaro che l'operazione è una sorta di indebolimento del sistema immunitario di un piccolo paziente. Pertanto, per lungo tempo dopo l'intervento, dovrebbe essere protetto dalle malattie infiammatorie. Il periodo postoperatorio è necessariamente accompagnato dalla terapia farmacologica, altrimenti c'è il rischio di ricrescita del tessuto.

Molti genitori, anche con indicazioni dirette per adenoectomia, non sono d'accordo sull'operazione. Motivano la loro decisione dal fatto che la rimozione delle adenoidi indebolisce irrimediabilmente l'immunità del loro bambino. Ma questo non è completamente vero. Sì, per la prima volta dopo l'intervento, le forze protettive saranno significativamente indebolite. Ma dopo 2-3 mesi tutto tornerà alla normalità - le altre tonsille assumeranno le funzioni delle adenoidi remote.

La vita di un bambino con adenoidi ha le sue caratteristiche. Ha bisogno di visitare il medico ENT di volta in volta, più spesso di altri bambini a fare il bagno nasale, evitare malattie catarrali e infiammatorie, prestare particolare attenzione al rafforzamento dell'immunità. La buona notizia è che il problema potrebbe scomparire all'età di 13-14 anni. Con l'età, il tessuto linfoide viene gradualmente sostituito dal tessuto connettivo e la respirazione nasale viene ripristinata. Ma questo non significa che tutto possa essere lasciato al caso, perché se non guarisci e controlli le adenoidi, non dovrai aspettare complicazioni gravi e spesso irreversibili.


| 26 dicembre 2014 | | 4 164 | Malattie negli uomini