Adenoma della prostata negli uomini: sintomi, trattamento, effetti della chirurgia per rimuovere la ghiandola prostatica
medicina online

Adenoma prostatico

contenuto:

L'adenoma della prostata è un tumore benigno che si sviluppa dallo stroma o dall'epitelio ghiandolare della prostata. Di per sé, l'adenoma non metastatizza, ma può eventualmente degenerare in adenocarcinoma (cancro prostatico).

Molti esperti, riferendosi ad adenoma prostatico, preferiscono usare il termine "iperplasia prostatica benigna" (DHBJ), sottolineando così la sua crescita policentrica sullo sfondo della pronunciata natura dishormonal dei cambiamenti che si verificano nella ghiandola prostatica.



Prevalenza della malattia

L'adenoma prostatico è una delle più comuni malattie urologiche negli uomini. In precedenza, era raramente trovato prima dell'età di 54 anni e di solito si verificava tra uomini di 57-60 anni.

Attualmente, la malattia è significativamente "più giovane". Ad esempio, i primi segni di iperplasia prostatica stanno comparendo sempre più all'età di 25 anni. Secondo i dati ottenuti durante l'autopsia dei morti da varie malattie, attualmente l'adenoma prostatico si manifesta fino a 30 anni nell'8%, fino a 50 anni - nel 50%, e dopo 80 anni più dell'80% degli uomini soffre di adenoma.

Si ritiene che in Cina, in Giappone, l'adenoma prostatico sia molto raro, e molto spesso in Nord America, Europa, Egitto e India.

Sfortunatamente, oggi la tendenza alla comparsa di adenoma nei giovani continua, così come un aumento del numero di casi di questa malattia nel suo complesso.

Escursione all'anatomia e caratteristiche del funzionamento della prostata

anatomia

In condizioni normali, la forma della ghiandola prostatica assomiglia a una castagna, la cui dimensione varia leggermente con l'età. A 30 anni ha 3x4 cm e pesa circa 16 grammi. La prostata è posizionata in modo tale che i suoi tessuti circondino l'uretra da tutti i lati (per questo motivo, nell'adenoma, la minzione normale soffre prima di tutto). I suoi "vicini" più vicini nella pelvi sono il retto e la vescica, quindi le malattie della prostata possono influenzare le condizioni generali e il funzionamento di questi organi.

In un neonato, la prostata pesa meno di 1 grammo e all'età di 30 anni aumenta di quasi 20 volte. Dopo 45-50 anni, le ghiandole prostatiche gradualmente si atrofizzano e vengono sostituite dal tessuto connettivo, di cui questa ghiandola è quasi completamente composta, a partire dai 65 anni di età.

Caratteristiche di funzionamento

La prostata è un organo ormone dipendente. La sua attività è controllata dal cosiddetto sistema ipotalamico-ipofisario-gonadico e il testosterone ormone maschile "risponde" principalmente per la sua normale crescita e funzionamento.

I cambiamenti ormonali più intensi nel corpo maschile iniziano dopo 40-45 anni, quando il testosterone diminuisce e l'estradiolo aumenta nel plasma. Questi cambiamenti stanno progredendo sempre più verso la vecchiaia. Durante questa ristrutturazione, sono possibili periodi di destabilizzazione dei livelli ormonali, che possono innescare lo sviluppo di adenoma.

Cause dell'Adenoma della prostata

La risposta esatta alla domanda sul perché si sviluppi l'adenoma prostatico, ad oggi, non darà nessuno degli specialisti coinvolti nello studio di questa malattia. Il fatto è che l'iperplasia della ghiandola si verifica negli uomini, sia con attività sessuale violenta e bassa, in fumatori e non fumatori, alcolisti e non bevitori.

Tuttavia, si osserva che l'età e il livello degli ormoni maschili influenzano notevolmente l'incidenza di adenoma. Anche fattori ereditari e uno stile di vita sedentario contribuiscono allo sviluppo dell'iperplasia (osservato nel 60% dei casi di adenoma). È stato inoltre rivelato che l'adenoma non si sviluppa negli uomini castrati, quindi la castrazione è stata suggerita in un momento come uno dei modi per trattare l'IPB.

Molti esperti ritengono che la causa immediata dello sviluppo dell'adenoma prostatico debba essere ricercata nella complessa interazione delle cellule della prostata tra loro, cambiando la loro sensibilità agli effetti degli ormoni, ecc.

Stadio della malattia a seconda dei sintomi

La medicina moderna identifica 4 fasi di sviluppo dell'adenoma prostatico.

Prima fase: forma compensata

Adenoma prostatico Aumentando gradualmente, la ghiandola prostatica inizia a comprimere l'uretra sempre di più, cosa che colpisce immediatamente la natura della minzione: l'urina inizia a emergere con difficoltà e flusso lento.

L'esperienza di resistenza costante al normale deflusso delle urine, i muscoli della vescica gradualmente ipertrofia, aumentando di volume al fine di letteralmente "spremere" l'urina.

I cambiamenti più caratteristici nella minzione di questo stadio sono:

  • più frequente
  • meno gratuito
  • non intenso come prima (il flusso di urina non sembra più una caratteristica parabola, ma cade quasi verticalmente).

Il sonno notturno viene gradualmente disturbato, poiché i pazienti devono alzarsi per urinare 2-3 volte a notte. Tuttavia, questo fatto di solito non è allarmante e viene facilmente spiegato da altri motivi, come l'insonnia, l'assunzione di liquidi, ecc.

Durante il giorno, la frequenza della minzione può rimanere la stessa, ma nella maggior parte dei casi, l'urina inizia a risaltare solo dopo un certo tempo di attesa (specialmente la mattina dopo il risveglio).

Man mano che la prostata aumenta e l'uretra si rafforza, compaiono i seguenti sintomi:

  • aumento della voglia di urinare durante il giorno
  • diminuzione della produzione di urina,
  • aumento dell'incidenza del desiderio insopprimibile di urinare (i cosiddetti impulsi imperativi),
  • partecipazione dei muscoli ausiliari: il paziente di volta in volta affatica lo stomaco all'inizio o alla fine della minzione per un migliore svuotamento.

Nonostante la presenza di questi sintomi, i reni e gli ureteri non cambiano, e le condizioni generali di chi soffre di adenoma possono rimanere stabili per molti anni senza segni significativi di progressione della malattia.

Tuttavia, anche in questa fase, può verificarsi periodicamente una ritenzione urinaria acuta.

Seconda fase: subcompensazione o violazioni periodiche

In questa fase, la vescica non viene completamente svuotata e la quantità di urina che rimane in essa dopo la minzione raggiunge 1-2 bicchieri.

I sintomi caratteristici di questo stadio sono:

  • aumento del volume della vescica
  • la necessità di sforzo durante l'intera minzione,
  • flusso di urina viene rilasciato in modo intermittente, ondulato,
  • a causa della presenza di periodi di riposo in cui l'urina non viene escreta, l'intero atto di minzione viene allungato per diversi minuti.

A causa della costante crescita del volume di urina rimanente nella vescica urinaria, i cambiamenti nella parte superiore del sistema urinario iniziano gradualmente a verificarsi:

  • gli ureteri si espandono,
  • Appaiono i segni di insufficienza renale.

Altri possibili sintomi in questa fase:

  • pelle secca,
  • sete
  • reni - una violazione della funzione dell'azoto e lo sviluppo della fase iniziale dell'insufficienza renale.

La terza fase: scompenso

A poco a poco, il corpo perde la sua capacità di resistere a quell'enorme quantità di urina, che viene costantemente lasciata a causa di un ingrossamento dell'adenoma prostatico. La vescica è troppo tesa, quindi praticamente non si restringe e non aiuta a espellere l'urina verso l'esterno, anche sforzandosi durante la minzione non aiuta molto.

In questa fase, la vescica assomiglia a un pallone pieno di liquido che raggiunge il livello dell'ombelico o anche più in alto.

Sintomi caratteristici di questa fase:

  • sensazione di desiderio costante di svuotare la vescica,
  • la comparsa di forti dolori nell'addome inferiore,
  • frequente escrezione di urina in gocce o in porzioni molto piccole.

A poco a poco, il corpo si adatta a questo stato e il dolore passa. L'urina è costantemente "gocciolante", che crea l'impressione di incontinenza. Tuttavia, questa situazione non è dovuta al fatto che la vescica non trattiene l'urina, ma perché semplicemente non può uscire in numero maggiore a causa di un grande adenoma. Questo fenomeno è noto come "ritenzione urinaria paradossa".

I cambiamenti si verificano anche nell'uretra superiore:

  • la funzionalità renale è significativamente compromessa, il che porta allo sviluppo di insufficienza renale scompensata,
  • espandi al massimo gli ureteri.

A causa della perdita della funzione di pulizia dei reni nel corpo gradualmente iniziano ad accumularsi scorie, che è accompagnato da:

  • perdita di appetito
  • vomito, nausea,
  • debolezza generale
  • odore caratteristico del corpo.

A causa della limitata assunzione di liquidi in questo periodo, i pazienti sperimentano costantemente sete, hanno secchezza delle fauci, raucedine. Da parte della psiche si notano apatia, depressione e ansia.

Quarta fase: terminale

Man mano che il processo patologico progredisce, si verificano fenomeni di insufficienza renale incompatibili con la vita: si verifica un netto disturbo dell'equilibrio idrico-elettrolitico, aumenta il contenuto di azoto nel sangue e la persona muore per uremia.

Complicazioni di adenoma prostatico

Anche nelle fasi iniziali, quando l'iperplasia della ghiandola prostatica è ancora relativamente piccola e la minzione è poco disturbata, occasionalmente può verificarsi una ritenzione urinaria acuta o può essere rilevata un'emorragia nelle urine (ematuria). In futuro, l'adenoma prostatico può essere complicato dalla formazione di calcoli o dall'aggiunta di un'infezione degli organi urinari. Prendi in considerazione alcuni tipi di complicazioni in modo più dettagliato.

Ritenzione urinaria acuta

La ritenzione urinaria acuta è una condizione in cui è assolutamente impossibile urinare quando la vescica è piena. Il più delle volte si verifica nella seconda e nella terza fase della malattia.

Cause di ritardo acuto nell'adenoma prostatico:

  • ipotermia,
  • abuso di cibo contenente spezie,
  • prendendo diuretici,
  • ritenzione urinaria prolungata,
  • costipazione,
  • affaticamento,
  • lunga permanenza in posizione sdraiata o seduta,
  • assunzione di alcol.

Tutte queste condizioni contribuiscono allo sviluppo di edema dei tessuti di una prostata già ingrossata, ecc.

Come manifestato:

  • nessuna urina durante la minzione,
  • dolore addominale inferiore (sopra il pube),
  • nella zona sovrapubica, l'aspetto di una "palla di bolle" - il rigonfiamento di una vescica straripante,
  • ansia, ansia da parte del paziente.

Molto raramente, la ritenzione urinaria acuta nell'adenoma passa da sola, quindi la vescica viene svuotata mediante cateterizzazione o intervento chirurgico.

ematuria

L'aspetto del sangue nelle urine con adenoma prostatico si verifica spontaneamente se il sanguinamento dalle vene dilatate si verifica nel collo della vescica o l'uretra viene danneggiata durante qualsiasi manipolazione (ad esempio, cateterizzazione).

L'ematuria può essere piccola, emergente solo al microscopio, o molto significativa, con la formazione di molti coaguli di sangue e conseguente tamponamento della vescica. In questo caso, la sofferenza da adenoma deve essere urgentemente operata.

Calcoli alla vescica

Si formano in quegli stadi dello sviluppo dell'adenoma, quando una quantità sufficientemente grande di urina rimane nella vescica. Un altro modo è la migrazione della pietra dal rene agli ureteri e l'impossibilità del suo rilascio attraverso il lume ristretto dell'uretra.

I sintomi di una pietra nella vescica:

  • minzione frequente,
  • dolori alla testa del pene, aggravati dal movimento, camminando e scomparendo in posizione orizzontale,
  • occorrenza intermittente del sintomo di "deposizione di un flusso di urina".

Complicazioni infettive

Questi includono:

  • pielonefrite,
  • epididimite,
  • prostatite,
  • cistiti ,
  • uretrite,
  • epididimoorchite, ecc.

Spesso lo sviluppo dell'infezione contribuisce alla congestione della vescica e alla cateterizzazione.

Lo sviluppo di insufficienza renale

È caratteristico del terzo stadio e dello stadio terminale dello sviluppo dell'adenoma ed è associato ad una diminuzione della produzione di urina da parte dei reni.

sintomi:

1. Stadio delle manifestazioni latenti : bocca secca intermittente, debolezza, con test - a volte una piccola violazione degli elettroliti del sangue.

2. Stadio di compensazione : aumento della minzione, cambiamenti nelle analisi del sangue (aumento del livello di urea, creatinina).

3. Fase di scompenso :

  • bocca secca
  • perdita di appetito
  • nausea,
  • vomito,
  • affaticamento,
  • debolezza generale
  • ridotta immunità, manifestata in un più severo corso di raffreddori comuni,
  • tremore del dito
  • contrazioni muscolari
  • dolore alle ossa e alle articolazioni
  • pelle secca
  • alitosi,
  • nel sangue - un aumento di urea, creatinina.

Stress, disturbi della dieta, esercizio eccessivo esacerbano le manifestazioni di insufficienza renale.

4. Terminal Terminal :

  • disturbo del sonno,
  • comportamento inadeguato
  • letargia,
  • labilità emotiva
  • l'odore di urina dal paziente,
  • pancia gonfia
  • diminuzione della temperatura (ipotermia)
  • prurito della pelle
  • pelle e viso di colore grigio-giallo
  • feci fetide
  • stomatite,
  • cambiamenti in quasi tutti gli organi interni e il sistema nervoso a causa degli effetti dell'intossicazione uremica.

In definitiva, l'insufficienza renale porta alla morte. L'unico modo possibile per prolungare la vita di un paziente è la terapia di sostituzione renale (emodialisi, dialisi peritoneale).

Diagnosi di adenoma prostatico

La diagnosi completa di adenoma viene effettuata sulla base dei dati dell'indagine del paziente, dell'esame urologico e di una serie di ulteriori metodi di analisi strumentale e di laboratorio.

intervista

Durante l'intervista, il medico chiede informazioni sui reclami e svolge anche un sondaggio secondo il questionario internazionale standardizzato IPSS sviluppato dall'OMS e la sua domanda di QOL, che valuta la qualità generale della vita. Contiene domande sulla frequenza e la natura della minzione, se fosse necessario sottoporsi a sforzi durante un tentativo di urinare, ecc.

Esame urologico

Oltre all'esame esterno degli organi genitali, include un esame obbligatorio della prostata attraverso il retto. Si svolge come segue:

  1. Prima di arrivare all'appuntamento con l'urologo, il paziente deve prima svuotare il retto.
  2. Alla reception, il medico metterà un guanto medico sterile, spalmerà il dito con la gelatina di petrolio e lo inserirà delicatamente nel retto.
  3. Inoltre, con movimenti dolci, eseguirà la palpazione (palpazione) della parete posteriore della prostata.

Quando l'adenoma ghiandola prostatica ingrandito, elastico, indolore.

Metodi di laboratorio

Diagnosi di adenoma prostatico Di norma vengono nominati: analisi delle urine generali, esami renali, analisi del sangue per la determinazione dell'antigene prostatico specifico, nonché esame istologico dei tessuti adenomatosi (se necessario).

Un'analisi generale dell'urina viene giudicata in base a possibili sanguinamenti, in associazione a un'infezione degli organi urogenitali, a segni di insufficienza renale.

I test renali sono anche importanti per rilevare insufficiente funzionalità renale. Particolare attenzione è rivolta al livello di creatinina e azoto residuo, che aumenta con la progressione dell'insufficienza renale.

Il livello di antigene prostatico specifico è determinato al fine di escludere il cancro alla prostata, che può essere osservato insieme ad adenoma. Nel cancro, il livello di questo antigene aumenta.

L'esame istologico viene eseguito mediante biopsia prostatica per escludere la possibilità di cancro.

Metodi strumentali

Più spesso per la diagnosi di adenoma prostatico vengono utilizzati i seguenti metodi:

1. Ultrasuoni . Dà un'idea del grado di ingrossamento della prostata, della sua struttura, identifica i noduli nella ghiandola, oltre a farsi un'idea della presenza di calcoli nella vescica e della quantità di urina residua. Viene eseguito nel solito modo, in cui il sensore viene posizionato sulla superficie anteriore dell'addome o posizionato nel retto (il cosiddetto esame transrettale - TRUS).

2. Metodi radiologici . Questi includono una radiografia e un'urografia escretoria. Quest'ultimo viene fatto usando il contrasto e consente di determinare l'espansione degli ureteri, della pelvi renale, cambiando la loro forma, la presenza di sporgenze (diverticoli) nella parete della vescica.

3. Uroflowmetry . Questo studio viene eseguito utilizzando un apparecchio speciale, che è un imbuto, che è collegato a un computer o un registratore. Un'ora prima della procedura, è necessario bere 1 litro di acqua pura non gassata e poi urinare nell'imbuto dell'apparecchio. Una curva viene disegnata sulla carta o sullo schermo del monitor, in base alla natura del quale il medico avrà un'idea del funzionamento dell'uretra e dello sfintere della vescica.

Secondo la testimonianza, vengono anche condotti altri studi di urodinamica, ad esempio:

  • urodinamica multicanale,
  • profilometria uretrale,
  • dinamica video,
  • "Pressione-flow".

4. Urethrocystoscopy . Consente di valutare visivamente la natura del restringimento dell'uretra e identificare possibili cambiamenti nella vescica.

I risultati ottenuti aiutano a determinare la tattica del trattamento, scegliendo il metodo più efficace per ogni caso specifico. Si ritiene che nel caso dell'adenoma prostatico, i seguenti risultati di studi di laboratorio e strumentali dovrebbero essere allarmanti:

  • простатспецифический антиген выше 1,4 нг/мл,
  • объем простаты свыше 40 см 3 ,
  • по опроснику IPSS более 7,
  • максимальная скорость потока мочи меньше 10 мл/с.

Лечение аденомы предстательной железы

В настоящее время не существует единого метода лечения гиперплазии простаты, потому что в каждом случае приходится учитывать многие факторы, например:

  • общее состояние и возраст пациента,
  • его согласие на операцию,
  • стадию аденомы,
  • сопутствующие заболевания,
  • степень нарушения уродинамики,
  • имеются ли признаки рака простаты,
  • возможности того или иного лечебного учреждения.

В целом, аденома простаты может лечиться как консервативно, так и оперативно. Использование того или иного метода лечения зависит от стадии развития аденомы:

  1. Первая стадия . Обычно на этом этапе гиперплазия предстательной железы лечится консервативным путем: назначаются медикаментозные средства, даются рекомендации по режиму и образу жизни — вести физически активный образ жизни, избегать употребления специй и прочих раздражающих продуктов, копченостей, исключить алкоголь, кофе. При возникновении затруднений мочеиспускания может быть рекомендована трансуретральная электрорезекция.
  2. Вторая стадия . Золотой стандарт оказания помощи на этой стадии — удаление аденомы с помощью операции, используя различные малоинвазивные и классические методики.
  3. Третья стадия . Здесь основные задачи — это обеспечение хорошего оттока мочи, чтобы снять азотемическую интоксикацию. В этом случае используют чрезкожную пункционную нефростомию, цистостомию и т. п. Далее нормализуют состояние печени, почек, сердечно-сосудистой системы, а потом решают вопрос о возможном дальнейшем оперативном лечении.

Медикаментозное лечение

Препараты, использующиеся для лечения аденомы, не приводят к ее полному исчезновению. Их необходимо применять длительно, регулярно, иначе аденома начнет прогрессировать. Обычно назначаются препараты следующих групп:

1. Лекарственные средства, расслабляющие тонус гладкой мускулатуры в области шейки мочевого пузыря и простаты, что приводит к ослаблению давления на уретру и облегчению оттока мочи наружу. Это α-адреноблокаторы длительного (пролонгированного) и короткого действия:

  • доксазозин,
  • празозин,
  • теразозин,
  • альфузозин,
  • тамсулозин и прочие.

2. Препараты, блокирующие превращение тестостерона в активную форму и тем самым уменьшающие объем простаты (блокаторы 5-α-редуктазы):

  • дутастерид,
  • финастерид.

3. Phytopreparations. Attualmente non vengono utilizzati preparati a base di erbe a causa della scarsa efficacia e della mancanza di comprovato effetto clinico in molti paesi europei sviluppati e negli Stati Uniti per il trattamento dell'adenoma. Tuttavia, in un certo numero di paesi, sono prescritti rimedi erboristici, che comprendono estratti di lipidosterolo, ad esempio, Serenoa repens, Pygeum africanum, ecc. Si ritiene che abbiano un'azione antinfiammatoria, riducano il gonfiore, bloccino la conversione del testosterone nella forma attiva e fermino la crescita dell'adenoma.

4. Fondi combinati. Allo stato attuale, il "gold standard" è l'assunzione congiunta di farmaci dei primi due gruppi per 3-4 anni. Ciò consente di migliorare quasi immediatamente la minzione e, dopo diversi anni, di ridurre il volume della ghiandola prostatica di un quarto.

In parallelo, il trattamento delle malattie concomitanti - cistite, prostatite, pielonefrite, uretrite.

Trattamento chirurgico

Sono metodi radicali per trattare l'adenoma prostatico e sono ampiamente usati in urologia. Questi includono:

1. Aprire l'adenomectomia . Può essere eseguito in vari modi, il più noto dei quali è adenomectomia transvezikurianaya. Attraverso un'incisione chirurgica convenzionale, viene fornito l'accesso alla ghiandola prostatica e la sua rimozione viene effettuata. Di norma, viene utilizzato in caso di impossibilità di utilizzare metodi meno traumatici.

2. Chirurgia endoscopica . Tutti vengono eseguiti con l'ausilio di speciali strumenti chirurgici introdotti direttamente nell'uretra sotto il controllo di apparecchiature video. Questi includono:

  • resezione transuretrale della prostata (TUR), che è il "gold standard" del trattamento chirurgico dell'adenoma - durante il suo passaggio attraverso l'uretra, un'incisione viene eseguita con uno strumento speciale e il tessuto prostatico viene asportato;
  • elettrovaporizzazione transuretrale - l'accesso alla prostata viene fornito anche attraverso l'uretra, e quindi con l'aiuto di una corrente, i tessuti vengono riscaldati ad alta temperatura ed evaporati, ei piccoli vasi sanguigni sono coagulati;
  • incisione transuretrale - viene praticata un'incisione nella zona dell'uretra prostatica, grazie alla quale il lume dell'uretra si allarga, questa operazione è efficace nel caso di un piccolo adenoma.

3. Embolizzazione delle arterie della prostata . Questa operazione viene eseguita da chirurghi vascolari e si riduce al fatto che le arterie della prostata sono bloccate con un polimero speciale, fornendo accesso a loro attraverso l'arteria femorale.

4. Cistotomia . È usato come fase intermedia del trattamento per alleviare gli organi del sistema urinario da quantità eccessive di urina accumulata in caso di emergenza e per eliminare l'intossicazione.

Sebbene il trattamento chirurgico sia il migliore e spesso l'unico metodo di trattamento efficace, esistono numerose complicazioni, tra cui:

  • incontinenza urinaria
  • formazione di aderenze nell'uretere o nella sua fusione,
  • minzione frequente,
  • conservazione di una quantità significativa di volume residuo di urina,
  • sperma nella vescica,
  • impotenza, ecc.

Metodi non operativi

I più famosi tra loro sono:

  1. Dilatazione del palloncino della prostata (l'area ristretta è dilatata con un palloncino).
  2. Stenting dell'uretra (un elemento sufficientemente elastico è inserito nella zona restringente, che impedisce il restringimento del lume dell'uretra).
  3. Coagulazione a microonde dei tessuti della prostata - coagulazione a microonde.
  4. Criodistruzione (congelamento del tessuto prostatico e loro successiva necrosi).
  5. L'evaporazione dei tessuti di una ghiandola iperplastica mediante ultrasuoni ad alta frequenza.
  6. Ablazione con ago transuretrale - piccoli aghi vengono posizionati nella prostata e quindi, agendo sulle onde radio, riscaldano e distruggono il tessuto prostatico.
  7. Rimozione del tessuto prostatico mediante laser.

Tutti questi metodi sono intermedi tra trattamento medico e chirurgico e sono utilizzati per il recupero relativamente rapido della minzione con minori effetti collaterali e una migliore tollerabilità.

Stile di vita

Chiunque soffra di adenoma della prostata si raccomanda di eseguire regolarmente esercizi speciali che migliorano la circolazione del sangue negli organi pelvici e prevenire la stasi del sangue, ad esempio "camminando sui glutei" per alcuni minuti.

Devi anche normalizzare il tuo peso e nella dieta quotidiana inserire alimenti ricchi di zinco e selenio - sardine, salmone, aringa, semi di zucca, grano saraceno e farina d'avena, olio d'oliva, sedano e pastinaca.


| 19 gennaio 2014 | | 9 220 | Senza categoria
Lascia il tuo feedback