Iniezioni di ampicillina: istruzioni per l'uso, prezzo, recensioni, analoghi di polvere per iniezione Ampicillina
medicina online

Istruzioni per l'iniezione di ampicillina per l'uso

Istruzioni per l'iniezione di ampicillina per l'uso

L'ampicillina è un antibiotico semi-sintetico del gruppo delle penicilline. È caratterizzato da un'ampia gamma di azione antibatterica contro la flora patogena gram-positiva e gram-negativa.

Rilascia forma e composizione

L'ampicillina viene prodotta sotto forma di polvere per preparare una soluzione di iniezione in dosi di 0,5 ge 1 g in un pacchetto di 10 flaconi.

Azione farmacologica

Farmacodinamica. Ampicillina è attivo contro i batteri gram-positivi - staphylococcus non formante penicillinasi, streptococchi, meningococco, gonococco, pneumococchi, enterococchi e maggior parte degli organismi Gram-negativi - Escherichia coli, Salmonella, Klebsiella pneumoniae e Haemophilus influenzae. Il farmaco non è resistente agli effetti della penicillinasi, pertanto non è efficace contro i ceppi che formano la penicillina. L'ampicillina viola la sintesi delle pareti delle cellule batteriche, riducendo così la resistenza della cellula batterica e causandone la morte.

Farmacocinetica. Quando iniettato, il principio attivo circola in alte concentrazioni nel sangue. La concentrazione massima di ampicillina nel sangue si nota già dopo 15 minuti con somministrazione endovenosa e dopo 30-60 minuti con somministrazione intramuscolare.

L'ampicillina penetra nei fluidi corporei e nei tessuti (nella bile la concentrazione di una sostanza può essere 4-100 volte superiore alla quantità di ampicillina nel sangue), incluso il latte materno. Non penetra la barriera emato-encefalica. Fino al 30% del farmaco può legarsi alle proteine ​​plasmatiche. La sostanza non è praticamente sottoposta a scissione ed è espulsa dal corpo nella sua forma originale.

La maggior parte dell'ampicillina iniettata viene escreta dai reni, piccole quantità - con la bile. Durante 12 ore, viene eliminato circa il 45-70% della dose somministrata di ampicillina. Con disturbi funzionali dei reni, la concentrazione di Ampicillina nel sangue aumenta, l'escrezione rallenta. Normalmente, l'emivita dell'ampicillina è di 60-120 minuti, nei pazienti con malattia renale questa cifra può raggiungere 12 ore. Con iniezioni ripetute, il principio attivo non si accumula nel corpo, il che consente un trattamento a lungo termine con un antibiotico.

Indicazioni per l'uso

L'ampicillina può essere utilizzata per il trattamento di varie malattie causate da batteri sensibili agli effetti dell'ampicillina. Vale a dire:

  • infiammazioni infettive delle prime vie respiratorie e del tratto respiratorio (otite media, faringite , sinusite, bronchite , polmonite, ascesso polmonare);
  • infezioni del sistema urogenitale e reni ( cistite , uretrite, pielite, pielonefrite, gonorrea );
  • infiammazione infettiva delle vie biliari ( colecistite , colangite);
  • febbre tifoide e paratifo;
  • pertosse
  • sepsi;
  • peritonite;
  • la meningite;
  • endocardite;
  • listeriosi;
  • malattie infettive dell'apparato muscolo-scheletrico;
  • infiammazione infettiva della pelle e dei tessuti molli.

Controindicazioni

Controindicazioni all'uso di ampicillina sono:

  • intolleranza individuale ai farmaci del gruppo della penicillina e altri agenti antibatterici beta-lattamici (carbapenemici e cefalosporine);
  • gravi disturbi funzionali del fegato;
  • gravi disturbi funzionali dei reni;
  • malattie dell'apparato digerente, compresa la colite, che si sono verificate durante l'assunzione di agenti antibatterici;
  • la leucemia;
  • mononucleosi infettiva;
  • Infezione da HIV;
  • periodo di allattamento al seno.

Dosaggio e somministrazione

La soluzione iniettabile di ampicillina viene somministrata per via intramuscolare o endovenosa (il metodo di iniezione è a getto o a goccia, a seconda della dose somministrata di ampicillina).

Ampicillina per via endovenosa

Per la somministrazione endovenosa, la dose singola raccomandata di ampicillina per gli adulti è di 0,25 - 0,5 g (frequenza di iniezione - ogni 4-6 ore), la dose massima giornaliera - da 1 ge 3 g In condizioni severe, il dosaggio può essere ridotto a 10 g. .

Per i neonati, la dose giornaliera è di 100 mg per 1 kg di peso corporeo, i bambini di età diversa - 50 mg per 1 kg di peso corporeo. Se necessario, le dosi possono essere raddoppiate.

Per la preparazione della soluzione iniettabile (per somministrazione endovenosa) una singola dose del farmaco (non più di 2 g) viene diluita in 5-10 ml di acqua per iniezione o soluzione isotonica di cloruro di sodio. Il farmaco viene somministrato lentamente (3-5 minuti). Se il dosaggio singolo prescritto di Ampicillina supera i 2 g, il farmaco viene somministrato per via endovenosa. La dose richiesta di ampicillina viene sciolta in acqua per preparazioni iniettabili (per 2 g di ampicillina 7,5 ml di acqua per preparazioni iniettabili). La soluzione antibiotica preparata viene aggiunta ad una soluzione isotonica di cloruro di sodio o soluzione di glucosio al 5% (125-250 ml). La miscela viene somministrata a gocce ad una velocità di 60-80 gocce al minuto. Quando somministrato ai bambini, la soluzione viene preparata con il 5% o il 10% di glucosio.

La soluzione di ampicillina viene preparata immediatamente prima della somministrazione, la dose giornaliera è divisa in 3-4 iniezioni. Il corso terapeutico è di solito 5-7 giorni. La durata del trattamento è determinata dal medico individualmente, in base alla gravità dell'infezione, alle condizioni generali, all'età e alle patologie associate del paziente, all'efficacia del trattamento. Se necessario, il trattamento viene continuato con la transizione alla somministrazione intramuscolare del farmaco.

Somministrazione intramuscolare di ampicillina

Per via intramuscolare, l'ampicillina viene somministrata in una dose di 0,25-0,5 g ogni 4-6 ore, la dose giornaliera è di 1-3 g Nelle infiammazioni infettive gravi, il dosaggio può essere sovrastimato fino a 10 g al giorno. La dose giornaliera massima non deve superare 14 g di ampicillina.

Il dosaggio per i neonati è di 100 mg per 1 kg di peso corporeo, per i bambini più grandi - 50 mg per 1 kg di peso corporeo. Nelle infezioni gravi, la dose è raddoppiata.

Per preparare la soluzione di iniezione, la polvere viene diluita con 2 ml o 4 ml di acqua per preparazioni iniettabili.

Effetti collaterali

L'ampicillina è generalmente ben tollerata. Ma a volte c'è lo sviluppo di effetti collaterali da vari sistemi del corpo.

Dal sistema nervoso (quando si usano dosi elevate del farmaco in pazienti con insufficienza renale):

  • mal di testa;
  • vertigini;
  • convulsioni ;
  • tremori;
  • neuropatia.

Dal sistema digestivo:

  • sintomi dispeptici (diarrea, nausea, vomito);
  • dolore addominale;
  • disbiosi intestinale;
  • colite;
  • bocca secca e un cambiamento nel gusto;
  • gastrite ;
  • enterocolite;
  • stomatiti;
  • glossitis.

fegato:

  • ittero colestatico;
  • epatite.

Reazioni allergiche:

  • rinite;
  • congiuntivite ;
  • eruzione cutanea, accompagnata da prurito;
  • orticaria ;
  • febbre;
  • dolori articolari;
  • eosinofilia;
  • porpora;
  • molto raramente - angioedema e shock anafilattico;

Reazioni locali:

  • prurito e gonfiore nel sito di iniezione;
  • iperemia.

I pazienti con un sistema immunitario indebolito dopo un trattamento prolungato con ampicillina possono sviluppare una superinfezione, causata da patogeni che non sono sensibili all'effetto del farmaco (alcuni batteri gram-negativi, funghi). Insieme all'adesione di un'infezione secondaria, possono svilupparsi disturbi reversibili del sistema ematopoietico (trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi, anemia emolitica).

Quando l'overdose di ampicillina ha un effetto tossico sul sistema nervoso (possibili allucinazioni, convulsioni), provoca indigestione (vomito o nausea, diarrea), infiammazione allergica (rash cutaneo). Se ci sono segni di sovradosaggio, il farmaco viene cancellato, l'emodialisi viene eseguita (se necessario), il trattamento sintomatico. Con lo sviluppo di shock anafilattico, è necessaria l'assistenza medica immediata.

Istruzioni speciali

Durante il trattamento con ampicillina, è importante tenere in considerazione i seguenti punti:

  • Prima di iniziare il trattamento, è necessario escludere una reazione allergica all'ampicillina;
  • è severamente vietato mescolare la soluzione di iniezione preparata con altri farmaci;
  • durante il corso del trattamento, deve essere effettuato un rigoroso monitoraggio della composizione del sangue periferico, delle funzioni renali ed epatiche;
  • per i pazienti con funzionalità renale compromessa, la dose giornaliera deve essere aggiustata riducendo la dose singola o aumentando il periodo di tempo tra le iniezioni;
  • in caso di concomitanti patologie allergiche (raffreddore da fieno, malattia asmatica dei bronchi e altri) l'ampicillina è prescritta in combinazione con farmaci desensibilizzanti;
  • L'ampicillina non influenza la velocità delle reazioni motorie e mentali, la capacità di controllare il trasporto e altri meccanismi; tuttavia, alcuni pazienti possono sviluppare effetti collaterali dell'ampicillina sul sistema nervoso centrale, pertanto il farmaco deve essere assunto con cautela nei confronti di persone che necessitano di concentrazione e attenzione quando si lavora con meccanismi pericolosi;
  • nel trattamento dell'ampicillina con somministrazione contemporanea di anticoagulanti e antibiotici del gruppo aminoglicosidico, il loro effetto terapeutico è migliorato;
  • L'ampicillina riduce l'effetto terapeutico dei contraccettivi orali;
  • L'effetto tossico dell'ampicillina aumenta con l'uso simultaneo di probenecid;
  • la combinazione di ampicillina con allopurinolo aumenta il rischio di una reazione allergica, manifestazioni cutanee cutanee;
  • l'uso simultaneo di ampicillina con β-bloccanti aumenta il rischio di shock anafilattico;
  • L'ampicillina è incompatibile con cloramfenicolo, clindamicina, tetraciclina, amfotercina, eritromicina, lincomicina, polimixina B, metronidazolo, acetilcisteina, metoclopramide, dopamina, eparina;
  • un trattamento prolungato o ripetuto con ampicillina può causare lo sviluppo e la crescita di una flora resistente resistente all'azione dell'agente antibatterico;
  • L'ampicillina è escreta nel latte materno, quindi l'allattamento deve essere interrotto durante la terapia;

Utilizzare durante la gravidanza

Il trattamento con ampicillina delle donne in gravidanza viene effettuato solo in situazioni in cui il beneficio atteso per la madre supera il rischio potenziale per il feto.

Termini e condizioni di conservazione

Immagazzinare la medicina in un posto protetto da umidità e luce del sole, difficile per bambini, a una temperatura non più in alto che 25 ° C.

analoghi

Gli analoghi strutturali dell'ampicillina sono farmaci:

  • Zetsu;
  • Penodil;
  • Standatsillin;
  • Pentreksil.

Prezzi per Iniezioni di ampicillina

Ampicillina in polvere per soluzione per somministrazione endovenosa e intramuscolare da 1 g, 1 pz. - da 14 rubli.

Valutare le iniezioni di ampicillina su una scala a 5 punti:
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд (voti: 2 , valutazione media 4,50 su 5)


Recensioni di iniezioni di ampicillina:

Lascia il tuo feedback