Osteoartrosi dell'articolazione dell'anca, trattamento della coxartrosi
medicina online

Osteoartrosi dell'articolazione dell'anca

contenuto:

La ragione più comune per il trattamento delle persone ai chirurghi ortopedici è che sono altre manifestazioni dell'osteoartrosi. La quota di artrosi dell'articolazione dell'anca (coxartrosi) rappresenta circa un terzo di tutti i reclami, e questi sono dozzine e centinaia di pazienti all'anno.



Cosa causa l'artrosi dell'anca?

Secondo le statistiche, la coxartrosi nella maggior parte dei casi si verifica nelle donne di età superiore ai 40 anni, ma per la pietra miliare di 60 anni tra quelle colpite da questo disturbo, il numero di uomini aumenta in modo significativo. Perché le donne sono colpite in primo luogo? È noto che i rappresentanti del gentil sesso non hanno altro che uomini, la struttura e la forma delle ossa del bacino. Il bacino femminile è diversamente inclinato, è più orizzontale, per così dire. Ciò è dovuto al ruolo della gestazione e alla nascita dei bambini. Tali caratteristiche anatomiche portano al fatto che l'articolazione dell'anca delle donne sperimenta quotidianamente più pressione di quanto non faccia negli uomini.

Altri fattori di rischio

Cos'altro porta allo sviluppo della coxartrosi?

  • Esercizio fisico significativo: duro lavoro fisico, nonché lavoro associato alla costante permanenza "in piedi" (venditori, guide, insegnanti) e agli sport professionali (sollevatori di pesi, maglioni, ginnasti).
  • Lesioni (caduta, colpo diretto).
  • Anomalie congenite dell'articolazione dell'anca (ipoplasia, displasia).
  • Dolore nella parte bassa della schiena. Si nota che in caso di dolore alla schiena unilaterale, il corpo è leggermente inclinato nella direzione del dolore. Quindi il corpo è "protetto" - allevia lo stress dai muscoli. Questa protezione ha un lato sbagliato: il carico sull'articolazione dell'anca opposta aumenta molte volte. Da questo carico esorbitante, la sua usura è molto più veloce di quanto avrebbe potuto essere con una schiena sana.
  • L'obesità. Questo è uno dei più importanti fattori di rischio per l'artrosi. Tra la fine del XX e l'inizio del XXI secolo, il sovrappeso divenne letteralmente il flagello della civiltà, causando una serie di problemi di salute. Questo è il motivo per cui negli ultimi decenni l'osteoartrosi viene diagnosticata più spesso.


Come capire che l'articolazione dell'anca fa male?

I pazienti possono essere disturbati da forti dolori quando si cammina nella coscia, nel gluteo, nell'inguine. Questi dolori possono irradiarsi (riflessi) nella parte bassa della schiena, posteriore, laterale o anteriore della coscia o del ginocchio. È caratteristico che a riposo, specialmente in posizione prona, questo dolore si riduce. Ognuno di questi casi è individuale, quindi una visita a un chirurgo ortopedico oa un reumatologo non dovrebbe essere posticipata in alcun modo, proprio come non si dovrebbe praticare l'autotrattamento.

ispezione

Sospettare che la presenza di un paziente affetto da coxartrosi possa essere già nella fase dell'esame. L'unico posto disponibile dove si può brancolare per la struttura dell'articolazione dell'anca è il terzo superiore della superficie laterale della coscia. La regione del cosiddetto grande trocantere si trova vicino (la sezione del femore). Ma l'infiammazione nell'area del grande spiedo non è la coxartrosi.

Non importa quanto l'articolazione dell'anca faccia male, l'aspetto dell'anca del paziente non cambia: questa struttura è profondamente nascosta nel muscolo. Ma è perfettamente chiaro che una persona zoppica camminando o trascinandosi dietro la gamba. Per diagnosticare la coxartrosi, è necessario eseguire alcuni test (manipolazioni), che comprendono la flessione, l'estensione delle gambe nell'articolazione dell'anca, la rotazione verso l'esterno e verso l'interno e molti altri. Il paziente informa il medico dei suoi sentimenti spiacevoli e sulla base di questi dati viene fatta una diagnosi preliminare.

Cos'altro può ferire i fianchi?

Le ragioni per il verificarsi del dolore in questa zona molto. Oltre al dolore causato dall'artrosi stessa, cioè dai cambiamenti distruttivi (distruttivi) nell'articolazione, ci sono almeno quattro ragioni per il dolore nell'area dell'anca. In primo luogo, può essere borsite (infiammazione della borsa articolare). Borse articolari, simili a sacchi di grasso e liquido, forniscono uno scivolamento dei tendini dei muscoli. I reclami di un paziente con borsite sono di solito associati a sensazioni di trazione, doloranti, aggravate in posizione prona sul lato del paziente. L'aumento del dolore si osserva quando la posizione del corpo cambia (quando si alza in piedi), e in uno stato stazionario (seduto a lungo, le gambe incrociate) e durante i movimenti attivi (salire le scale, correre).

La seconda causa di dolore, non correlata alle strutture ossee, può essere la tendinite (infiammazione dei tendini stessi). Terzo, cambiamenti locali (locali) nei tessuti circostanti (ad esempio, un ematoma dopo un livido). In quarto luogo, le fratture muscolari, per esempio, il gluteo medio. Ciò può verificarsi a causa di lesioni o sovratensioni fisiche. In quinto luogo, la deposizione di cristalli ("sabbia") di acido urico nell'area del tendine, se il paziente ha la gotta . Raramente, il dolore nell'area del grande spiedo si verifica in persone con malattie reumatologiche sistemiche (infiammatorie), come l'artrite reumatoide , l'artrite psoriasica e altre. Ecco perché è così importante spiegare dettagliatamente e dettagliatamente al medico la natura del dolore, il momento del suo verificarsi, la connessione con la ferita o lo stress, per ricordare se ci fosse un'ipotermia o una malattia infettiva. Infine, la formidabile condizione è asettica (cioè non purulenta) necrosi (distruzione) della testa del femore. Si manifesta con gli stessi segni della coxartrosi, viene diagnosticata solo mediante raggi X e viene curata, purtroppo, solo chirurgicamente. Questa condizione di solito si verifica sullo sfondo di abuso di alcol o uso continuo di glucocorticosteroidi (ad esempio, nelle stesse malattie infiammatorie sistemiche).

Studi di laboratorio e strumentali aiutano il medico a chiarire la diagnosi e selezionare il trattamento, tenendo conto delle caratteristiche di questo particolare paziente.

- Esami del sangue generali e biochimici. Questi studi aiuteranno il medico a valutare la gravità dell'infiammazione, confermare o negare la presenza di gotta (questo dirà il livello di acido urico nel sangue). I livelli di colesterolo, bilirubina, enzimi epatici ti permetteranno di scegliere il farmaco, tenendo conto del suo potenziale pericolo per questo paziente. Se si sospetta una malattia infiammatoria delle articolazioni (artrite reumatoide, artrite psoriasica), il medico prescriverà test chiarificatori - immunologici.

Osteoartrosi dell'articolazione dell'anca - Radiografia delle articolazioni dell'anca - il "gold standard" per la diagnosi di osteoartrosi. Per fare una diagnosi, è sufficiente eseguire una cosiddetta visione generale del bacino in una proiezione diretta. Il radiologo valuterà l'uniformità dei contorni delle ossa, la larghezza della distanza tra loro, determinerà la presenza di osteofiti - tubercoli e escrescenze che possono causare dolore. Inoltre, la radiografia del sondaggio mostra quanto siano simmetriche le ossa del bacino, perché è noto che una "distorsione" dell'anello pelvico, indipendentemente dalle cause, può essere una causa puramente meccanica dello sviluppo della coxartrosi. Utilizzando le radiografie, è possibile stimare approssimativamente la densità del tessuto osseo, per fare una conclusione preliminare sul pericolo di una frattura dell'anca. Se si intende introdurre nella cavità articolare lo scopo medico di qualsiasi farmaco, la radiografia aiuterà a determinare la possibilità di questa azione o controindicazione alla sua attuazione.

- Ultrasuoni delle articolazioni dell'anca. Può sostituire le radiografie? Piuttosto che sì. L'esame ecografico è più "soggettivo", cioè dipende dalle qualifiche e dall'esperienza del diagnostico, dalla sensibilità della macchina ad ultrasuoni, dall'angolo di installazione del sensore rispetto al giunto. In questo tipo di studio, le strutture morbide e non ossee dell'articolazione stessa, così come i muscoli che circondano l'articolazione, sono più visibili. Anche la quantità di fluido intraarticolare è ben definita, così come i cristalli di acido urico, il cui accumulo può essere la causa del dolore nell'articolazione dell'anca, ma non è direttamente correlato alla diagnosi di osteoartrite.

- Risonanza magnetica (MRI). Con l'aiuto di questo studio, è possibile esaminare letteralmente ogni millimetro dell'articolazione, determinare la quantità di fluido intra-articolare, la condizione della cartilagine articolare, il menisco, l'osso perineale (subcondrale). Anche le strutture extra-articolari sono chiaramente visibili: muscoli, vasi sanguigni e grasso sottocutaneo. Il metodo è accurato, sufficientemente informativo e, soprattutto, non invasivo, cioè non richiede la penetrazione di alcuna attrezzatura aggiuntiva nell'articolazione.

Quando hai bisogno di consigli da altri profili?

  • Neurologo Secondo le statistiche, oltre il 60% dei pazienti con una diagnosi di coxartrosi che si rivolgevano a un istituto medico lamentando dolore all'inguine e all'anca, sintomi radicolari sospetti all'inizio e, in alcuni casi, addirittura suggeriscono la presenza di un'ernia discale, è una diagnosi puramente neurologica. E viceversa: il mal di schiena, simile alla "radicolite", può essere una "maschera" della coxartrosi. In ogni caso, trascurare il consiglio di un neurologo non vale la pena.
  • Ginecologo Infiammazione dell'utero, aderenze nel bacino, compressione delle strutture circostanti mediante mioma in crescita - questi sono l'elenco minimo di cause che possono causare dolore all'inguine, aumentare con il camminare e avere segni che sembrano caratteristici dell'artrosi dell'articolazione dell'anca. La strategia più corretta in questo caso è quella di esaminare contemporaneamente le articolazioni dell'anca e gli organi pelvici.
  • Urologo In alcuni casi, il dolore all'inguine può essere dovuto alla patologia della ghiandola prostatica. Ha senso contattare questo specialista quando la diagnosi di coxartrosi non è stata confermata.

Trattamento dell'artrosi dell'anca

Il principio di base è un approccio integrato al trattamento di questa malattia. Ciò significa una combinazione di metodi medicinali con l'elaborazione non medicinale e dettagliata della "strategia" di trattamento insieme al paziente.

È importante convincere il paziente che l'aderenza alle raccomandazioni è la cosa principale che può fare per le sue articolazioni.

La terapia fisica per la coxartrosi comprende una serie di esercizi, esercizi su una cyclette e lezioni in una piscina con un istruttore di terapia fisica.

La lotta contro il piede piatto dovrebbe essere effettuata a qualsiasi età e indipendentemente dal tipo di cambiamento del piede: longitudinale, trasversale o misto. In ognuno di questi tre casi, esiste un serio pericolo di "palla di neve": un fenomeno in cui il dolore dell'articolazione del piede e della caviglia porta a ginocchia e menisco dolorosi e dolore alle articolazioni del ginocchio - per cercare di "risparmiare" la gamba, zoppicare, e, in definitiva, allo sviluppo dell'artrosi dell'anca!

Il momento più importante dell'intero programma di trattamento e riabilitazione è la normalizzazione del peso corporeo. Va ricordato che il peso di una persona è "calcolato" in anticipo sulla natura in base all'eredità, alla densità ossea, all'elasticità dei legamenti. L'uomo moderno non ha alcun motivo di indovinare quali sono i suoi parametri ideali: tutti calcoleranno tabelle e calcolatori! Rimarrà poco - "concordare" con il proprio appetito e mantenere il peso entro limiti accettabili.

Il prossimo metodo non farmacologico è la fisioterapia o la fisioterapia. Il principio di azione è quello di migliorare l'afflusso di sangue nella zona dell'articolazione danneggiata. Vengono utilizzate una varietà di tecniche: UHF, trattamento laser, trattamento con onde magnetiche, esposizione a freddo a breve termine (crioterapia), l'effetto di speciali correnti elettriche sui muscoli che circondano l'articolazione. Questi metodi di trattamento, da un lato, sono attraenti a causa della loro economicità relativa, d'altro canto, perché non c'è bisogno di drogarsi. Ma non bisogna mai dimenticare che non esistono droghe assolutamente innocue, e nemmeno procedure assolutamente innocue. Esistono una serie di limitazioni e controindicazioni per la fisioterapia: malattie oncologiche (comprese quelle che erano nel passato), ipertensione refrattaria (questa è chiamata "non compensata"), malattie della tiroide, malattie ginecologiche nelle donne e adenoma prostatico negli uomini. Fisioterapia con cautela prescritta per le malattie della pelle, ad esempio, con psoriasi e con segni pronunciati di infiammazione delle articolazioni. Inoltre, il paziente può avere una malattia reumatologica infiammatoria (sistemica). E in questo caso, le procedure fisioterapiche non solo non aiutano, ma sono anche abbastanza capaci di causare un peggioramento della malattia.

Terapia farmacologica

1) sollievo dal dolore. Per l'artrosi dell'articolazione dell'anca vengono utilizzati i cosiddetti analgesici "semplici", come il paracetamolo o i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Lo svantaggio principale di questo gruppo di farmaci è che non dovrebbero essere utilizzati per un lungo periodo, data l'ampia gamma di effetti collaterali. Prendendo per lungo tempo i FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), poche persone pensano al potenziale danno di questi farmaci. Possono causare alterazioni erosive e ulcerative della mucosa gastrica e dell'ulcera duodenale, danni renali, fegato e alcuni addirittura causare malattie del sistema cardiovascolare. Inoltre, vi sono prove che alcuni FANS stessi sono in grado di distruggere la cartilagine articolare.

2) Si ritiene che i farmaci con glucosamina o condroitina abbiano un marcato effetto analgesico e un minor rischio di effetti indesiderati. Pertanto, anziché i FANS convenzionali (nise, aertal, arcoxia), si raccomanda di prescrivere farmaci di questo gruppo (ad esempio, l'artrodarina).

3) condroprotettori. Questi includono prodotti combinati contenenti condroitin solfato e glucosamina. I più famosi di loro sono arthra, don, struktum. Questi farmaci sono presi per molto tempo, i corsi di trattamento durano diversi mesi con una pausa obbligatoria di diversi mesi. Rilascio del modulo - pillole, bustine (sacchetti) o capsule. È stato osservato che con un'efficienza sufficientemente elevata, i condroprotettori sono anche ben tollerati dai pazienti e non causano gravi effetti collaterali. Insieme alle droghe elencate, le farmacie spesso vendono integratori alimentari biologici - integratori alimentari. Questi fondi di solito costano molte volte meno dei condroprotettori, ma la loro efficacia e sicurezza non sono mai stati confermati da nessuno, il che significa che assumendoli a proprio rischio e pericolo, una persona può affrontare, nel migliore dei casi, l'inutilità di una pseudo-droga.

4) Recenti studi su larga scala hanno dimostrato l'efficacia del ranelato di stronzio per l'osteoartrite, che colpisce le articolazioni grandi. Nella rete di farmacie, è venduto con il nome "Bivalos". Questo rimedio rallenta i cambiamenti nel tessuto osseo e nella cartilagine articolare, cioè non solo aiuta a ridurre l'infiammazione, ma agisce a livello sottile, eliminando virtualmente la causa della malattia.

5) Preparazioni di acido ialuronico. I vantaggi indiscussi di questo gruppo di farmaci sono la lunga durata dell'effetto terapeutico. Farmaci sviluppati, il cui effetto dura da quattro mesi a un anno! Inoltre, questo farmaco non causa cambiamenti nella struttura dell'osso, a differenza degli agenti ormonali per la somministrazione intrarticolare. Questi ultimi sono usati raramente, la frequente introduzione di steroidi nell'articolazione dell'anca può causare necrosi asettica della testa del femore, pertanto non è raccomandata come metodo di trattamento di routine ora. Naturalmente, l'uso di ialuronati è anche privo del rischio di effetti dannosi sul tratto gastrointestinale, sul fegato e sui reni, come nel caso di assunzione di FANS all'interno.

Contro del trattamento:

  • la necessità di inserire l'ago direttamente nell'articolazione (esiste il rischio di infezione);
  • dopo l'introduzione dell'acido ialuronico è raro, ma c'è ancora una esacerbazione a breve termine del dolore, che è stato chiamato "attacco pseudo-gottoso"

Cosa c'è di meglio: trattamento locale o assunzione regolare di droghe?

I pazienti fanno spesso questa domanda. "Se mi fa male il ginocchio, devo curare il mio ginocchio, mi fa male l'anca - trattiamo la coscia, la strofiniamo, seguiamo i corsi di fisioterapia, se necessario, fai un'iniezione ... Perché ho intenzione di ingoiare qualsiasi chimica, e sì, non è economico?" La risposta che l'artrosi può colpire non solo le grandi articolazioni (ginocchio, anca), che soffrono in primo luogo, ma anche le articolazioni dei piedi, delle mani, della colonna vertebrale. E prendendo farmaci per ripristinare e rafforzare la cartilagine articolare, il paziente fa una sorta di "contributo al futuro" per tutte le articolazioni.

Riabilitazione. Per quanto tempo viene trattata la coxartrosi e per quanto tempo gli esercizi fisici sono impossibili?

Di solito questa domanda riguarda atleti e giovani con artrosi post-traumatica delle articolazioni. Dato che l'osteoartrosi è un processo cronico, cioè, una volta avviato, progredirà lentamente ma sicuramente, la risposta suggerisce se stessa. Questa malattia è stata curata per anni. Un approccio ragionevole allo sforzo fisico, eliminazione dei sovraccarichi, corsi alternati di terapia antinfiammatoria locale e sistemica (cioè assunzione di farmaci all'interno), supporto terapeutico - queste sono le regole che devono essere seguite per essere mobili in 30-40 anni chi non dipende, e continua semplicemente ad andare leggero.

Se il trattamento convenzionale non aiuta ...

In caso di persistente perdita di funzionalità, sindrome del dolore espressa, che non viene interrotta (non eliminata) da farmaci anti-infiammatori non steroidei o steroidi, viene sollevata la questione del trattamento chirurgico.

Come viene trattata chirurgicamente la coxartrosi? L'operazione è chiamata artroplastica dell'anca.

Sembra così Il chirurgo rimuove le strutture articolari danneggiate, prepara la "piattaforma" per l'installazione dell'endoprotesi e la posiziona in modo tale che l'articolazione artificiale "si alzi" chiaramente nello stesso punto in cui era precedentemente l'articolazione del paziente. La ferita viene suturata e dopo pochi giorni al paziente viene offerto di alzarsi e compiere diversi passaggi indipendenti. In assenza di complicanze e di un decorso postoperatorio regolare, dopo tre settimane il paziente si muove completamente in modo indipendente, la funzione dell'arto viene ripristinata.


| 16 gennaio 2014 | | 9 702 | Senza categoria
Lascia il tuo feedback


SRT -Song Re Tarantl: Il llegamento rotondo ha un ruolo marginale per quanto riguarda la coattazione dell'articolazione,più che altro permette l irrorazione della testa femore grazie ad un arteria presente all'interno del suo spessore

Porporato Veronica: Mi stai salvando il culo con esame di anatomia ( per accademia di belle arti) che ho domani di cui non sapevo dovessimo sapere i legamenti

Enza Rossi: Buongiorno, quando ti mettono una protesi anca questi legamenti rimangono ho vengono tolti ? Quali ? La protesi da cosa é stabilizzata cio é da cosa è tenuta a contatto con l acetabolo?