Cistite negli uomini: sintomi, trattamento, farmaci per la cistite
medicina online

Cistite negli uomini

contenuto:

La cistite è un'infiammazione delle pareti della vescica. Tipicamente, negli uomini, la cistite si verifica dopo 40 anni ed è una complicazione di varie altre malattie urologiche, in cui vi è ristagno nella vescica o penetrazione di infezione in esso.

Se tra le donne la cistite è comune, a causa delle caratteristiche dell'uretra, gli uomini raramente si ammalano: 6-8 casi per 1000 uomini e 100-200 casi per 1000 donne.



Perché gli uomini raramente soffrono di cistite?

Negli uomini, la cistite è relativamente rara a causa della particolare struttura del sistema urinario inferiore: hanno un'uretra lunga e contorta, che nella maggior parte dei casi impedisce la penetrazione dell'infezione direttamente nella vescica.

In condizioni normali, anche se l'infezione penetra nell'uretra, viene parzialmente svuotata con un flusso di urina e il resto viene distrutto dalle cellule del sistema immunitario prima che l'infezione raggiunga la vescica.

Negli uomini, la cistite nella maggior parte dei casi si verifica quando l'immunità diminuisce, si verifica la congestione nella vescica, o gli agenti infettivi entrano in gran numero.

Cause di cistite negli uomini

Cistite negli uomini Cistite acuta o cronica in un uomo si sviluppa più spesso a causa dei seguenti fattori:

  • radiazioni,
  • allergie,
  • malattie infettive dei reni, ureteri,
  • la presenza di infezioni genitali
  • immunodeficienze, nonché un declino generale dell'immunità dovuto alla presenza di un'altra malattia - ad esempio, diabete mellito o malattie del sangue,
  • penetrazione della vescica attraverso la linfa, il sangue o con la corrente urinaria di micobatterio tubercolosi o altri batteri, protozoi, virus,
  • ipotermia prolungata
  • sepsi,
  • prostatite, uretrite,
  • adenomi e cancro alla prostata,
  • flusso inverso di urina, quando nell'uretra inizia a muoversi turbolentemente,
  • lesioni traumatiche della vescica, compreso durante il suo cateterismo e altre procedure mediche,
  • fistola tra retto e vescica, ecc.

I patogeni più tipici della cistite:

  • Proteus,
  • E. coli
  • agenti patogeni delle infezioni urogenitali,
  • cocchi.



Tipi di cistite

Acuta e cronica

La natura della cistite della malattia è:

  • affilato,
  • cronica.

Cistite acuta è divisa in:

  • prima sorte
  • si verificano raramente (una volta l'anno o meno),
  • spesso si verificano (ogni anno da 2 volte e più spesso).

Dopo il recupero nella cistite acuta, tutti i parametri di laboratorio e i dati ottenuti con mezzi strumentali non differiscono dalla norma.

Cistite cronica a sua volta è i seguenti tipi:

1. Asintomatico (latente), che ha:

  • decorso stabile asintomatico (per identificare tale cistite è possibile solo sulla base di dati di studi endoscopici),
  • rari periodi di esacerbazione,
  • esacerbazioni 2 o più volte all'anno.

Il periodo di esacerbazione del flusso latente assomiglia a un quadro di cistite acuta o subacuta.

2. Cistite persistente. Solitamente esacerbati 2-3 volte l'anno, i dati ottenuti da esami strumentali e di laboratorio indicano la presenza di un processo infiammatorio.

3. Cistite interstiziale. La forma più grave di cistite cronica, caratterizzata da frequenti esacerbazioni, dolore quasi costante nell'area della vescica, cambiamenti progressivi nelle sue pareti.

È interessante notare che, quando si tratta di cistite acuta o cronica, il suo aspetto determina la natura dei cambiamenti identificati nella mucosa della vescica più della frequenza delle esacerbazioni durante l'anno.

Cistite primitiva e secondaria

Dalla natura della comparsa di cistite è:

  • primaria,
  • secondario.

La cistite primaria si presenta da sola e non è associata ad alcuna altra malattia. A sua volta, si distinguono i seguenti tipi di cistite primaria:

  • cistite acuta (infettiva, chimica, medicinale, tossica, termica, neurogenica, alimentare);
  • cistite cronica (infettiva, intarsio, radioterapia, ulcerativa neurotrofica, post-traumatica, involutiva, ecc.);
  • parassitaria.

L'infiammazione secondaria si sviluppa a causa di qualche altra malattia. Cistite secondaria sono:

  • origine della cistifellea (ad esempio, pietre, corpi estranei, lesioni traumatiche, tumori, anomalie dello sviluppo, interventi chirurgici alla vescica);
  • origine extracellulare (adenoma prostatico, malattie e lesioni della colonna vertebrale, prostatiti, stenosi dell'uretra, ecc.).

Cistite cervicale e diffusa

A seconda di quale parte della vescica è infiammata, si distinguono i seguenti tipi di cistite:

  • cistite cervicale (solo il collo della vescica è infiammato),
  • trigonite (triangolo della vescica infiammato, limitato alla bocca dell'uretere e all'apertura dell'uretra)
  • cistite diffusa (la parete della vescica è coinvolta nel processo di infiammazione).

Con la cistite cervicale, gli sfinteri della vescica si infiammano, il che si manifesta con la minzione dolorosa e l'incontinenza urinaria. Tra gli altri sintomi - frequente voglia di urinare.

Con la trigonite, l'infiammazione colpisce non solo gli sfinteri della vescica, ma anche la bocca dell'uretere, che è piena di complicazioni come il reflusso vescico-ureterale (l'urina viene rigettata nell'uretere e può raggiungere i reni, causando lo sviluppo di pielonefrite e congestione). Per il trigonite, i disturbi della minzione, la presenza di sangue e pus nelle urine sono caratteristici.

La cistite diffusa è caratterizzata da un'infiammazione totale della mucosa e sintomi tipici, che verranno discussi di seguito.

Catarrale e ulcerosa

A seconda di come cambiano la membrana mucosa e le strutture profonde, si distinguono i seguenti tipi di infiammazione nella cistite:

  • catarrale - mucoso solo iperemico,
  • emorragico - si osservano emorragie,
  • cistica - l'infiammazione è accompagnata dalla comparsa di cisti,
  • ulcere - ulcere compaiono sulle mucose,
  • flemmone - con la presenza di una grande quantità di pus,
  • gangrena - si osserva necrosi del tessuto vescicale,
  • altri tipi (ad esempio intarsio, interstiziale, granulomatoso).

Il tipo di infiammazione nella cistite dipende dalle proprietà del patogeno stesso e dallo stato delle difese del corpo. Nella cistite catarrale, i cambiamenti nella mucosa sono minimi rispetto ad altre forme. Per determinare uno o un altro tipo di infiammazione può solo endoscopicamente (ad esempio, con cistoscopia), seguita da una biopsia.

Rare forme di cistite

Le rare forme di cistite comprendono:

  • cistite nella schistosomiasi urogenitale (bilharciasis),
  • actinomicosi (danno alla vescica con il fungo appropriato),
  • Malakoplakyy - l'aspetto di molte placche e crescite sulla mucosa della vescica (e di alcuni altri organi), accompagnato da reazioni infiammatorie,
  • cistite che si verifica con porpora.

I principali sintomi della cistite negli uomini

A seconda che si tratti di cistite acuta o esacerbazione cronica, il decorso della malattia può essere lieve, moderato o grave.

Cistite acuta

I sintomi più caratteristici della cistite acuta:

1. Minzione:

  • doloroso,
  • difficoltà
  • con desideri frequenti e falsi,
  • osservato di notte.

2. Urina:

  • con sangue (ematuria terminale),
  • con pus (leucocituria),
  • nuvoloso,
  • a volte con un odore sgradevole.

3. Altri sintomi:

  • aumento della temperatura
  • debolezza generale
  • prestazioni ridotte
  • dolore nella regione sovrapubica, così come nel pene, nell'inguine, nello scroto,
  • incontinenza urinaria (con forma cervicale e trigonite),
  • bruciando nell'uretra,
  • dolori muscolari, articolari, dovuti a temperature elevate.

Cistite cronica

La cistite cronica si verifica meno rapidamente rispetto a quella acuta ed è generalmente caratterizzata da:

  • meno dolore
  • meno disfunzione urinaria,
  • il miglior benessere generale.

Cistite latente cronica può generalmente verificarsi impercettibilmente per il paziente e può essere diagnosticata solo da cambiamenti nei dati delle urine e cistoscopia. Ma la cistite interstiziale porta ad un aumento della minzione (quasi ogni ora), a un dolore persistente e persistente nella zona sovrapubica ea irritabilità, depressione, ansia e ridotta qualità della vita. Di solito, i pazienti affetti da cistite interstiziale subiscono più di un ciclo di trattamento antibiotico senza successo fino a quando non hanno una diagnosi accurata.

diagnostica

Esame di un urologo

La diagnosi preliminare si basa sui reclami del paziente, così come sui dati degli esami urologici, inclusi l'esame e la palpazione degli organi genitali esterni e un esame digitale della prostata attraverso la parete rettale. Già in questa fase, diventa chiaro se la cistite è associata alla presenza di adenoma, prostatite, orchiepididimite o meno.

Successivamente, il medico prescriverà un ulteriore esame di laboratorio e strumentale, che consente di identificare l'agente patogeno e chiarire la natura dell'infiammazione.

Test di laboratorio

1. Analisi generale delle urine. La cistite è caratterizzata dai seguenti cambiamenti nelle urine:

  • aumento dei leucociti (leucocituria),
  • la presenza di sangue (ematuria),
  • in alcuni casi - muco, cellule epiteliali desquamate, batteri, protozoi.

2. Emocromo completo . Il quadro ematico riflette la gravità della cistite e alcune delle sue caratteristiche (ad esempio, un aumento degli eosinofili nella cistite allergica, un aumento della VES e delle leucocitosi in caso di febbre).

3. Cultura batteriologica del contenuto dell'uretra e dell'urina. Con questo studio, viene rilevato l'agente eziologico della cistite e viene determinata la sua sensibilità agli antibiotici.

4. PCR - ricerca . È prescritto per sospette infezioni genitali. Con lo stesso scopo, lo scraping è fatto.

Uno studio più completo e approfondito può includere un immunogramma, un esame del sangue biochimico (urea, creatinina, composizione dell'elettrolita), un livello di antigene prostatico specifico, ecc.

Studi strumentali

Per chiarire la causa della cistite, gli uomini sono assegnati:

  • uroflussometria,
  • esame urodinamico completo,
  • cistoscopia,
  • Ultrasuoni della prostata, reni,
  • cistografia.

L'ecografia della vescica durante un'esacerbazione della cistite cronica o acuta non viene eseguita a causa dell'impossibilità di riempire al massimo l'urina di questo organo durante questo periodo.

Trattamento della cistite negli uomini

Il trattamento della cistite deve essere effettuato solo da uno specialista ambulatoriale o, in caso di dolore incessante, ritenzione urinaria acuta, cistite emorragica - permanentemente.

La maggior parte delle forme di cistite sono trattate in modo conservativo. Per l'intervento chirurgico negli uomini ricorre nei seguenti casi:

  1. Cistite gangrenosa Durante l'operazione, la vescica viene liberata dai tessuti necrotici, viene fornito un flusso adeguato di urina e, se necessario, viene prodotta la plastica.
  2. Cistite cronica causata da adenoma prostatico . Secondo le indicazioni, l'escissione di tutta la ghiandola prostatica o la sua parte viene effettuata, a seguito della quale il deflusso delle urine è normalizzato e l'infiammazione scompare.

Cistite acuta

consigliata:

  • riposo a letto nei primi giorni,
  • bevanda abbondante (2-3 litri al giorno),
  • esclusione dalla razione giornaliera di spezie, condimenti, alcol, caffè, piatti speziati,
  • rifiuto per il periodo di trattamento dal fumo,
  • antispastici (per esempio, no-shpa, papaverina),
  • decotti di erbe con effetti antisettici e antinfiammatori,
  • farmaci antibatterici (furagina, neri, oxacillina, tetraciclina, oletretina, ecc.) per 1-1,5 settimane.

Per ridurre il dolore prescritto dal medico, è possibile utilizzare il calore sull'addome inferiore (eccetto per la cistite emorragica e tubercolare), i bagni caldi, i microclimi con novocaina calda al 2%.

Cistite cronica

Per il successo del trattamento della cistite cronica, è necessario identificare ed eliminare le cause che causano e mantenere l'infiammazione. Ad esempio, eliminare il ristagno di urina, rimuovere le pietre, trattare la prostatite.

Gli antibiotici sono prescritti dopo aver identificato il patogeno e determinarne la sensibilità al farmaco.

Il trattamento locale è ridotto all'appuntamento dei lavaggi della vescica con soluzioni di furatsilina, nitrato d'argento per 2 settimane. Instillato (iniettato nella vescica) olio di olivello spinoso, emulsione di agenti antibatterici.

Dalla fisioterapia per il trattamento della cistite cronica usando UHF, ionoforesi, applicazioni di fango, induttotermia.

Caratteristiche del trattamento di alcune forme di cistite

  1. Cistite tubercolare Oltre ai farmaci anti-tubercolosi, vengono prescritte instillazioni di olio di pesce sterile, saluzid, PAS.
  2. Cistite alle radiazioni Il trattamento topico è integrato con l'instillazione di agenti stimolanti curativi. Se sono interessate ampie parti della mucosa, eseguono interventi di chirurgia plastica.
  3. Cistite interstiziale. Inoltre, il trattamento è completato dalla nomina di instillazioni di farmaci ormonali, antibatterici e antidolorifici. Un farmaco antinfiammatorio e antiallergico può essere somministrato all'interno.

Medicina di erbe

Per il trattamento della cistite sono tasse ampiamente utilizzate, che possono includere le seguenti piante: radice di calamo, erba di San Giovanni, melissa, tè del rene, poligono, uva ursina, finocchio, ortica, camomilla, rosmarino selvatico, equiseto, seta di mais, boccioli di betulla, lino, origano, eucalipto e alcuni altri.

Il ciclo di trattamento della cistite cronica è fino a 1,5 anni, alternando tè alle erbe tra loro ogni 2 mesi.

Complicazioni di cistite

Le complicanze più gravi della cistite sono l'insorgenza di reflusso vescico-ureterale (quando l'urina viene espulsa dalla vescica negli ureteri) e la pielonefrite. Forme gravi di cistite (ad es. Gangrena) possono portare a fistole e infiammazioni della cellulosa paravesica. L'infiammazione nello sfintere della vescica è talvolta accompagnata da ritenzione urinaria acuta.

Prevenzione della cistite negli uomini

Al fine di prevenire la comparsa di cistite negli uomini, è necessario:

  • mantenere l'igiene genitale,
  • evitare infezioni a trasmissione sessuale
  • non supercool
  • trattare tempestivamente l'adenoma, la prostatite o il cancro,
  • bere abbastanza liquido
  • rafforzare il sistema immunitario.

conclusione

Nonostante il fatto che la cistite negli uomini sia relativamente rara, è necessario ricordare che dopo 40 anni la situazione può cambiare a causa della comparsa di prostatite, adenoma prostatico o cancro alla prostata.

A causa del fatto che la cistite può essere completamente asintomatica per un lungo periodo, è necessario sottoporsi a regolari esami medici, compresa un'analisi completa delle urine.

Nella maggior parte dei casi, nelle fasi iniziali, la cistite risponde bene al trattamento e può essere sconfitta.


| 19 gennaio 2014 | | 14 147 | Senza categoria
Lascia il tuo feedback