Difterite: foto, sintomi, prevenzione della difterite nei bambini e negli adulti
medicina online

Difterite: sintomi, trattamento nei bambini e negli adulti

contenuto:

Oggi una malattia come la difterite è diventata sempre più comune. Ciò è dovuto al fatto che l'immunizzazione della popolazione attraverso la vaccinazione obbligatoria è bassa a causa del frequente rifiuto delle giovani madri. Per questo motivo, è necessario che tutti conoscano i sintomi della difterite al fine di consultare prontamente un medico e ricevere un trattamento adeguato.

La difterite è una malattia infettiva acuta, che colpisce principalmente bambini e giovani. La mancata fornitura di cure mediche tempestive può essere fatale, principalmente a causa del soffocamento di una persona da film formati in gola.

Tale malattia come la difterite è stata conosciuta per il genere umano sin dai tempi antichi. Secondo le prove storiche sopravvissute, gli scienziati che vissero nel periodo dell'antichità descrissero la clinica di questa patologia in dettaglio. Tra i medici che hanno studiato la difterite, uno dei luoghi principali è occupato da Ippocrate e Galeno. Tuttavia, questo nome nosologico della malattia non ha ricevuto immediatamente. Tra i suoi sinonimi interessanti, che al momento hanno solo un significato storico, il più interessante è il "cappio del boia". L'attuale nome della malattia fu ottenuto solo nel 19 ° secolo, quando divenne chiaro agli scienziati francesi che il soffocamento da parte dei film è la principale causa di morte nella difterite (dalla parola greca "diphthera" - una membrana, pellicola).



Cause di difterite

L'agente eziologico della difterite è un batterio appartenente alla classe dei corinebatteri che sono microrganismi Gram-positivi. Questo microbo fu scoperto e descritto per la prima volta in preparazioni fatte con film di difterite nel 1883. Tuttavia, il pioniere di questo tipo di corinebatteri è Friedrich Löffler, che è riuscito a coltivare questo microbo in laboratorio. Un po 'più tardi, due noti microbiologi A. Yersen ed E. Roux identificarono la tossina difterica, che rese possibile la vaccinazione.

L'agente eziologico della difterite ha la forma di "manubri" e nella preparazione è disposto a coppie sotto forma di una lettera V. Il Corinebacterium non forma una spora, e quindi muore rapidamente nell'ambiente. Anche la capsula di questo microrganismo è assente.

Come si verifica l'infezione?

L'infezione umana si verifica per inalazione, goccioline trasportate dall'aria. La fonte dell'infezione è un paziente malato o portatore di flora patogena, in cui si nota la massima concentrazione di un microbo nelle mucose delle vie respiratorie. Di particolare pericolo sono le persone che portano la malattia in forma asintomatica. Sono anche pericolosi quei pazienti che guariscono dalla difterite. Si ritiene che il rilascio di batteri dalle membrane mucose del tratto respiratorio da parte del convalescente possa durare fino a 15-22 giorni dopo la riduzione (o la completa scomparsa) dei sintomi clinici. Occasionalmente, l'infezione può avvenire attraverso il contatto, attraverso oggetti domestici infetti o mani sporche. In questo caso, si verifica la difterite della pelle o delle mucose. Raramente si verificano infezioni casistiche da cibo, causate dalla colonizzazione attiva di prodotti alimentari come burro o latte da parte dei patogeni della difterite.

Chi può ottenere la difterite?

La suscettibilità alla difterite corinebatterica è così elevata che chiunque può essere infettato con probabilità quasi del 100%. Dopo l'immunizzazione o una precedente malattia, una persona sviluppa un'immunità permanente che previene la re-infezione. Per quanto riguarda i neonati, gli anticorpi materni proteggono in modo affidabile i loro corpi durante i primi sei mesi di vita.

Questo è interessante! La difterite si riferisce a quelle malattie che riflettono il livello di cultura della società umana. I ricercatori delle Nazioni Unite hanno dimostrato che le epidemie di difterite si verificano solo in quei paesi in cui le persone rifiutano la vaccinazione. Con l'osservanza di tutte le regole di immunizzazione, questa malattia può essere completamente superata.

Meccanismi di sviluppo della malattia

Come accennato in precedenza, l'agente causale della patologia descritta entra nel corpo, superando le barriere protettive delle mucose (cavità orale, occhi, tubo digerente). Inoltre, la riproduzione attiva dei corinebatteri si verifica nella regione del cancello d'ingresso. Dopo di ciò, l'agente patogeno inizia a produrre attivamente sostanze tossiche per il corpo che causano l'interruzione del lavoro di molti organi e tessuti. Inoltre, queste tossine causano la necrosi delle cellule dell'epitelio della mucosa (necrosi), seguita dalla formazione di un film fibrinoso. È fissato saldamente ai tessuti circostanti nelle tonsille e non è possibile rimuoverlo con una spatola durante l'esame del paziente. Per quanto riguarda le parti più distanti del tratto respiratorio (trachea e bronchi), qui non è saldamente saldato ai tessuti sottostanti, il che gli consente di separare e tappare il lume delle vie aeree, portando al soffocamento.

La parte della tossina che è entrata nel flusso sanguigno può causare un pronunciato gonfiore dei tessuti nell'area del mento. La sua laurea è un importante carattere diagnostico differenziale, che consente di distinguere la difterite da altre patologie.

I sintomi della difterite

Foto di difterite I sintomi della patologia descritta differiscono in modo significativo a seconda del percorso che il patogeno ha fatto entrare nel corpo. Va inoltre tenuto presente che esistono forme asintomatiche e oligosintomatiche della malattia, i cui segni nelle fasi iniziali sono estremamente difficili da riconoscere.

Nella forma classica della malattia (difterite orofaringea), che è registrata nel 90-95% dei casi, la persona ha i seguenti sintomi:

- improvvisamente la temperatura corporea aumenta, compaiono sintomi di intossicazione: forte mal di testa, affaticamento, debolezza. Un bambino è cattivo e può rifiutarsi di mangiare;

- a causa dell'effetto tossico delle tossine del corynebacterium sul sistema circolatorio, si sviluppa uno spasmo generalizzato di piccoli vasi. Clinicamente, si manifesta come una pelle pallida, a volte con una sfumatura di marmo. Inoltre, può svilupparsi un aumento dell'attività cardiaca, ma la pressione arteriosa può scendere a valori critici;

- caratterizzato da grave mal di gola. All'esame, le tonsille sono rosse, un po 'gonfie, e sulla loro superficie si trovano pellicole spesse di colore biancastro. Se provi a separarli con un cucchiaio o una spatola, troverai una superficie sanguinante sotto di loro. Tuttavia, non è possibile pulire la superficie delle tonsille con un semplice metodo "meccanico", poiché entro 20-24 ore si formano nuovi film al posto delle pellicole rimosse. È interessante notare che, a differenza di altri raid che possono essere trovati sulle tonsille, i film di difterite hanno le loro caratteristiche. Perfino i medici di Zemstvo notarono che se fossero stati collocati in un serbatoio con acqua, sarebbero affondati rapidamente;

- i linfonodi, che si trovano nella regione sottomandibolare, aumentano significativamente. Se si tenta di palparli, il paziente sentirà un forte dolore.

Nella maggior parte dei casi, le incursioni nella difterite sono limitate alle tonsille e non vanno oltre. Se si trovano in altre parti della cavità orale, allora stanno parlando di una forma comune della malattia, che ha una prognosi molto sfavorevole.

La variante subtossica della difterite differisce dalle forme della malattia sopra descritte. È caratterizzato da una maggiore gravità dei segni locali e generali della malattia, nonché dalla comparsa di un nuovo sintomo - gonfiore del tessuto adiposo sottocutaneo del collo, che a volte può essere unilaterale.

Di particolare pericolo è la variante tossica della difterite orofaringea, che nella maggior parte dei casi si sviluppa negli adulti. Può essere dovuto a una versione locale non curata della malattia e può verificarsi quasi immediatamente dopo l'infezione. Le sue manifestazioni sono le seguenti:

  • temperatura corporea molto alta (39 0 С e superiore), brividi e sudorazione significativi;
  • i mal di gola sono estremamente pronunciati, a volte possono essere inarcati;
  • i disordini del sistema nervoso si manifestano per forte agitazione, a volte per allucinazioni, idee deliranti;
  • raramente c'è un forte spasmo dei muscoli respiratori;
  • la pelle è rosa, solo con la forma agonale della malattia si può notare il pallore del viso;
  • la pressione sanguigna è bassa, la frequenza cardiaca è alta;
  • tonsille e mucose faringe rosso vivo, a volte con una tonalità viola. Nella grave infiammazione delle ghiandole palatine, possono essere così gonfie che chiudono quasi completamente l'ingresso della laringe.

A seconda della gravità del mento e dell'edema del collo, si distinguono questi stadi della forma tossica della difterite:

  • Fase 1: gonfiore raggiunge circa la metà del collo;
  • Fase 2: l'edema raggiunge il livello delle clavicole;
  • Fase 3: l'edema scende sotto la clavicola.

La difterite variante iper-tossica viene diagnosticata relativamente di rado. Nella maggior parte dei casi, sono affetti da persone il cui corpo è indebolito da eventuali patologie concomitanti (infezione da HIV, diabete, ecc.). In termini delle sue manifestazioni cliniche, assomiglia alla forma tossica della malattia, ma in questo caso, le complicanze degli organi interni, per esempio, DIC, sono caratteristiche. Con premature cure mediche, il paziente può morire già a 1 giorno dall'inizio della comparsa dei segni clinici.

La difterite del naso si riferisce alle varianti locali della malattia. È caratterizzato dai seguenti segni clinici: i sintomi di intossicazione sono lievi, la respirazione attraverso il naso è difficile, la secrezione di muco o di sangue. Se osservati nello specchio nasale, puoi vedere che ci sono erosioni sulla membrana mucosa, così come depositi membranosi, che sono facilmente rimossi. Abbastanza spesso, questa variante della difterite è combinata con il danneggiamento della mucosa degli occhi o della laringe.

La groppa di difterite è un tipo di malattia descritta nelle opere di molti classici della letteratura russa. Ricorda, con quale dedizione i dottori Zemstvo hanno risucchiato i film fibrinosi dalle gole dei bambini piccoli! Ci sono due forme di questa patologia:

  • localizzato. Il suo sinonimo è la difterite laringea;
  • comune. Questa forma è caratterizzata da lesioni di aree di necrosi fibrinosa delle parti inferiori del sistema bronco-polmonare.

La groppa difterite si sviluppa secondo certe leggi. Ci sono tre fasi principali della malattia, che si sostituiscono l'una con l'altra:

  • Disfonicheskaya. Caratterizzato da voci alterate: diventa rauco, appare una ruvida tosse hacking. Questi sintomi persistono in un paziente fino a 7 giorni.
  • Stenosi. La voce diventa appena udibile e la tosse è quasi silenziosa. La pelle del paziente è pallida, è irrequieto, si precipita a letto o nella stanza. La respirazione è così difficile che le aree pieghevoli del petto inspirano.
  • Asfiksicheskaya. La pelle diventa una sfumatura bluastra, la pressione sanguigna scende quasi a zero. Pulse a malapena rilevabile. La respirazione è frequente, superficiale. Con l'estinzione della coscienza possono apparire convulsioni .

Molto importante è il fatto che le fasi descritte della groppa della difterite sono più pronunciate nei bambini. Per quanto riguarda gli adulti, hanno le uniche manifestazioni di questa forma della malattia possono essere "raucedine" e una tosse hacking.

L'occhio difterite è estremamente raro. Può manifestarsi sia con un semplice arrossamento delle mucose, sia con la formazione di film caratteristici.

Diagnosi di difterite

Per stabilire la presenza di una malattia come la difterite in un paziente, è necessario eseguire il seguente programma di esami:

  • raccolta di reclami (molti di questi sono elencati sopra), familiarizzazione con la storia della malattia;
  • esame del paziente con misurazione obbligatoria della pressione arteriosa, frequenza cardiaca;
  • termometria;
  • consultazione del medico ENT con l'implementazione della laringoscopia. Questo metodo di ricerca mira a rilevare i film nella laringe e l'edema delle sue mucose;
  • semina una macchia dalle tonsille sui mezzi nutritivi. Allo stesso tempo, in pazienti con un quadro clinico caratteristico della malattia, così come in quelli che hanno comunicato con pazienti e portatori di batteri, la diagnosi è confermata anche quando si ottengono risultati di semina negativi;
  • esame del sangue clinico. Per la difterite è caratterizzata da un aumento del numero di leucociti, un aumento della VES, una diminuzione del numero di piastrine.

Come trattare la difterite?

Va ricordato che la condotta delle misure terapeutiche in caso di difterite su base ambulatoriale è vietata! Tutti i pazienti sono soggetti a ricovero ospedaliero obbligatorio.

Il principale farmaco volto ad eliminare l'agente eziologico dell'infezione è il siero anti-difterico, la cui modalità di somministrazione è determinata dall'età e dalla gravità delle condizioni del paziente. Prima di somministrare questo farmaco, è necessario eseguire un test cutaneo per rilevare se il paziente è allergico. Quando si ricevono risultati positivi dall'introduzione di rifiuti sierici.

La seconda direzione della terapia è la disintossicazione del corpo e il reintegro del bilancio idrico ed elettrolitico. Ciò porta ad una diminuzione della concentrazione di tossine nel sangue, migliorando l'attività del sistema cardiovascolare. Vengono utilizzate entrambe le soluzioni colloidale e cristalloide. Se la pressione arteriosa è instabile, possono essere utilizzati ormoni glucocorticosteroidi (ad esempio, prednisone).

Con la sconfitta della laringe, che minaccia l'edema e la conseguente asfissia, le inalazioni vengono eseguite utilizzando farmaci vasocostrittori e antistaminici (suprastin). Inoltre, ormoni endovenosi (prednisone, idrocortisone).

Se è impossibile correggere i disturbi respiratori a livello terapeutico, il paziente viene trasferito all'unità di terapia intensiva, dove viene fornito il monitoraggio 24 ore su 24. Se necessario, il paziente è collegato al ventilatore.

Lo scarico dall'ospedale viene effettuato solo a condizione che si ottengano risultati doppiamente negativi di seminare il muco dal naso e dalla gola. Se si ottengono risultati positivi, il paziente rimane in ospedale anche in assenza di qualsiasi segno della malattia. Dopo la dimissione, puoi immediatamente iniziare a lavorare in un team organizzato.

Nelle persone che sono riconosciute come portatori di batteri, viene eseguita una terapia antibiotica per riabilitare i focolai di infezione. Farmaci usati come clindamicina e cefalotina.

Prevenzione della difterite

Come accennato in precedenza, il modo principale per prevenire questa malattia è l'immunizzazione attiva della popolazione. Per fare questo, ai bambini viene dato il DPT secondo il programma di vaccinazione. Come per gli adulti, vengono somministrati ogni 10 anni il vaccino ADS-M.


| 30 settembre 2014 | | 18,423 | Senza categoria
Lascia il tuo feedback