Dysbacteriosis, sintomi e trattamento della disbiosi intestinale
medicina online

Disbiosi intestinale

contenuto:

Disbiosi intestinale La disbiosi intestinale (sinonimo - disbiosi) è una sindrome clinico-clinica in cui si verificano cambiamenti persistenti nella composizione qualitativa e / o quantitativa dei microrganismi che vivono nell'intestino. Disturbi delle relazioni microbiche possono essere accompagnati da disturbi digestivi, immunitari e metabolici.

Va notato che nella medicina pratica il concetto generalmente accettato di "disbiosi" riflette il quadro del paesaggio microbico di un intestino estremamente grande. E i cambiamenti microbici dell'intestino tenue sono indicati con il termine "sindrome da crescita batterica in eccesso".

La questione della prevalenza di dysbacteriosis provoca un acceso dibattito tra gli specialisti. Alcuni credono che sia presente in quasi il 90% dei pazienti con profilo gastroenterologico. Altri negano ostinatamente la sua esistenza.

La disbacteriosi non è una malattia indipendente. Spesso è il risultato di altri disturbi (a volte abbastanza terribili).



Microflora normale

Tale attenzione mirata ai piccoli abitanti dell'intestino umano è dovuta al fatto che questi microrganismi hanno un effetto estremamente positivo sulla salute. Hanno molte funzioni benefiche. Quindi, utile microflora:

  • sintetizza vitamine (specialmente gruppo B), sostanze antitumorali, enzimi per la scomposizione di proteine ​​e zuccheri;
  • proteggere la mucosa intestinale da agenti infettivi, allergeni, microbi patogeni condizionatamente in eccesso;
  • attiva l'immunità:
  • neutralizza le tossine e i prodotti metabolici dannosi;
  • riduce il colesterolo;
  • stimola l'assorbimento delle sostanze desiderate (acqua, ferro, calcio, gas, vitamine E, D);
  • produce acidi grassi a catena corta, che garantiscono l'integrità della mucosa del colon.

Oltre ai microbi benefici (bifidobatteri, lattobacilli, ecc.), I microrganismi condizionatamente patogeni (Klebsiella, Proteus, Staphylococcus, Escherichia atipica, Serration, Enterobacter, Funghi simili ai lieviti, ecc.) Vivono nell'intestino. In una persona sana, il loro numero è strettamente limitato, quindi non danneggia. Ma con una diminuzione dell'immunità, dopo infezioni intestinali, stress, ecc. questi batteri e funghi insidiosi vengono attivati, iniziano a moltiplicarsi e hanno un effetto avverso, portando a sintomi clinici.

Cause di disbiosi

Ci sono un numero enorme di fattori che possono causare cambiamenti nella composizione della normale microflora intestinale. Alcuni di essi sono facilmente rimovibili, altri sono radicati nello stile di vita malsano della gente comune nelle grandi città, e ci vogliono anni di trattamento regolare per sbarazzarsi del terzo.

La comparsa di disbiosi intestinale può essere necessaria per:

  • assunzione di alcuni farmaci (antibiotici, lassativi, immunosoppressori, ormoni, psicotropi, secretolitici, adsorbenti, farmaci antitumorali, tubercolostatici, ecc.);
  • malattie infettive di diversa origine (malattie batteriche, fungine, parassitarie, virali);
  • malnutrizione (prodotti con conservanti, coloranti, stabilizzanti, alimenti con carenza di fibre, con un eccesso di proteine ​​o zuccheri facilmente digeribili, digiuno prolungato, alimentazione artificiale prolungata attraverso una vena, abuso di alcool);
  • presenza di eventuali malattie dell'apparato digerente (ulcera peptica, colecistite cronica, morbo di Crohn, cirrosi epatica , celiachia, pancreatite , ecc.);
  • malformazioni congenite o disturbi postoperatori tra gli organi digestivi (assenza di una valvola tra il colon e l'intestino tenue, condizione dopo la rimozione di una parte o di uno stomaco intero, sezioni intestinali, cistifellea, ecc.)
  • prolungamento psico-emotivo prolungato;
  • malattie allergiche;
  • immunodeficienze;
  • eccessivo sforzo fisico;
  • problemi ambientali (concimazione del suolo con prodotti chimici, inquinamento idrico e atmosferico da emissioni industriali, bonifica, ecc.);
  • un brusco cambiamento delle condizioni climatiche e geografiche.

Nei bambini, la dysbacteriosis è spesso promossa dalla prematurità, dall'allattamento artificiale precoce, dall'allattamento con miscele errate, infezioni intrauterine e malattie materne.

Sintomi di disbiosi

La dysbacteriosis intestinale non ha sintomi caratteristici specifici. Le sue manifestazioni sono identiche al quadro clinico di molti altri disturbi gastroenterologici. Quindi, i pazienti possono essere disturbati:

  • diarrea (feci liquide o pastose, che sono spesso schiumose e scarsamente lavate dalle pareti della toilette);
  • costipazione;
  • sedia instabile (la stitichezza persistente cambia la diarrea e viceversa);
  • un cambiamento nell'odore delle feci (diventa bruscamente putrido o aspro);
  • aumento della formazione di gas (i gas sono fetidi e inodori, clamorosi e non);
  • distensione addominale di varia intensità (è più pronunciato la sera, può essere aggravato dopo alcuni prodotti);
  • dolore addominale senza localizzazione costante (spesso associata a gonfiore, dopo lo scarico dei gas accumulati, scompaiono o diminuiscono significativamente):
  • eruzioni allergiche;
  • bruciore, fastidio e prurito all'ano (a causa della costante irritazione della mucosa con una feci liquide, che contiene molti acidi organici aggressivi);
  • aumento della fatica;
  • segni di carenza di vitamine e / o minerali (glassa, labbra screpolate, pelle secca e squamosa, unghie fragili, perdita di capelli, disturbi neurologici, gonfiore della lingua, insonnia, depressione, ecc.).

In alcuni pazienti la disbatteriosi non si manifesta e si trova solo in base ai risultati di studi batteriologici e di altro tipo. In questi casi, molto dipende dal livello di abilità di un particolare laboratorio.

Diagnosi di disbiosi

Sebbene gli scienziati abbiano sviluppato parecchi metodi che confermano la disbatteriosi, solo uno è attivamente utilizzato dai medici - seminando le feci (esame batteriologico) per la disbatteriosi. Questo metodo costoso per la tasca di un paziente ordinario, purtroppo, ha diversi inconvenienti significativi. Egli valuta un numero limitato di specie di microflora (non più di 15, quando più di 500 si trovano nell'intestino) dell'intestino crasso. Lo studio stesso è laborioso, quindi ci vogliono almeno 10 giorni. Non tutti i medici, inviando un paziente a questa analisi, spiegano chiaramente le regole per la sua raccolta e il successivo trasporto.

Per aumentare l'obiettività dello studio diagnostico, è necessario inviare la sedia raccolta con uno strumento sterile nello stesso contenitore sterile. Ora nelle farmacie per questo è possibile acquistare barattoli ermeticamente confezionati, i cui coperchi sono dotati di una spatola. Quindi le feci dovrebbero essere inviate al laboratorio entro le prossime 2 ore. Se ciò non è possibile, puoi metterlo in frigo, ma solo per 6 ore. Inoltre, il paziente non deve usare prodotti contenenti microbi vivi. Altrimenti verranno piantati e il vero paesaggio microbico sarà distorto.

Oltre alle feci, è possibile inviare aspirati batteriologici dal digiuno, pezzi della piccola mucosa intestinale (vengono prelevati durante le procedure endoscopiche) e raschiati.

Oltre alle colture per la diagnosi di disbiosi in alcuni centri clinici e di ricerca utilizzati:

  • coprogramma (il rilevamento della flora iodofila quando si esamina una feci al microscopio indica indirettamente la presenza di disbiosi);
  • test respiratori (idrogeno, con C-14-D-xilosio, con C-14-glicocolato) valutano la flora enterica;
  • campioni biochimici di feci (si osserva un aumento di enterokinase, fosfatasi alcalina);
  • valutazione del contenuto di skatole e indolo nelle urine;
  • cromatografia di sangue, feci, liquido enterico (registra sostanze associate alla vita della flora);
  • test molecolari (PCR).

classificazione

I medici praticanti usano diverse classificazioni di dysbacteriosis.

Molti di questi sono basati su caratteristiche quantitative. A seconda dei risultati della semina, la dysbacteriosis può variare da lieve (I) a grave (III - IV) grado. A volte il tipo di microrganismi che causano la disbatteriosi e il grado di compensazione sono annotati nella diagnosi.

Trattamento di Dysbacteriosis

Naturalmente, le principali misure terapeutiche per la disbiosi intestinale dovrebbero essere indirizzate alla malattia di base, che è stata la causa dei cambiamenti nel panorama microbico. Altrimenti, tutti gli sforzi saranno inefficaci e il miglioramento a breve termine sarà sostituito dalla ripresa dei sintomi.

Insieme a questo, dovrebbe essere effettuata la correzione dei disturbi della microflora esistenti. Questo compito ti aiuterà a risolvere:

  • terapia dietetica;
  • trattamento farmacologico;
  • fitoterapia.

Terapia dietetica

Trattamento di Dysbacteriosis I cambiamenti nell'alimentazione non possono essere l'unico effetto terapeutico, ma in combinazione con i farmaci, la terapia dietetica ha un innegabile effetto positivo sui microbi intestinali.

I pazienti sono vivamente consigliati di rimuovere dalla dieta o limitare significativamente tutti quei prodotti che influenzano negativamente i batteri intestinali benefici. Di norma, sono imbottiti con conservanti, emulsionanti, esaltatori di sapidità e altre "sostanze chimiche". Questi includono:

  • tutto il cibo in scatola industriale (pesce, verdura, carne, frutta);
  • latte condensato;
  • gelato;
  • bevande gassate prodotte dall'industria (Coca-Cola, ecc.);
  • circuiti integrati;
  • crostini con sapori;
  • la maggior parte delle caramelle;
  • alcuni mix di condimento;
  • zuppe, purè di patate, spaghetti istantanei, ecc.

Inoltre, è necessario eliminare le bevande e gli alimenti che contribuiscono alla formazione di gas:

  • pappe bianche (da semola, riso);
  • cottura;
  • pane bianco;
  • latte intero;
  • dolci;
  • uve;
  • rape;
  • le banane;
  • mele dolci;
  • bevande contenenti gas (comprese acque minerali, vini spumanti), ecc.

Tali pazienti dovrebbero mangiare più cibi ricchi di fibre. È un tipo di cibo per i microrganismi benefici, contribuisce alla loro riproduzione e resistenza alle influenze negative. Pertanto, è auspicabile che i pazienti includano certamente una quantità sufficiente nella loro dieta:

  • frutta (pesche, prugne, mele, agrumi, ecc.);
  • verdi (aneto, sedano, crescione e lr.);
  • bacche (fragole, ciliegie, ecc.);
  • meloni (anguria, zucca, zucca, ecc.);
  • verdure (rape, tutti i tipi di cavoli, barbabietole, carote, ecc.);
  • noci;
  • cereali (segale, grano saraceno, miglio, mais, avena, ecc.);
  • pane con grano intero e / o crusca;
  • legumi;
  • succhi non conservati con polpa.

Alcune piante contengono una produzione volatile - sostanze ad azione antibatterica e acidi organici che influenzano negativamente i rappresentanti di un'eccessiva flora patogena. Sono rafano, alloro, chiodi di garofano, pepe, cipolla, mirtillo rosso, aglio, cenere di montagna, albicocca, cumino, mirtillo, crespino, ribes nero, limone, alghe.

Prodotti a base di latte fermentato non pastorizzato con microflora viva (bifidobatteri e / o lactobatteri) e la mancanza di additivi aromatizzanti (bifidok, ecc.) Possono avere un effetto benefico. Sono venduti già pronti nelle farmacie e nei negozi di alimentari. Possono essere fatti autonomamente a casa, usando starter speciali ("Narine", "Evita", ecc.). Tali prodotti sono attribuiti alla nutrizione funzionale, che migliora le funzioni individuali e lo stato generale del corpo umano.

Terapia farmacologica

Le medicine devono essere prescritte rigorosamente individualmente, tenendo conto dell'età, delle malattie disponibili e dei risultati del sondaggio, e non alla cieca.

Se in un paziente vengono seminati batteri e / o funghi opportunistici in eccesso, devono prima essere eliminati. Se in questa fase cominci a raccogliere fondi con microrganismi benefici viventi, allora semplicemente non avranno nessun posto dove stabilirsi, perché tutte le "case" vuote sono occupate. Di conseguenza, un costoso farmaco in transito spazzerà attraverso l'intestino, senza alcun effetto. Pertanto, è necessario innanzitutto condurre un corso:

  • agenti antibatterici (intetrix, furazolidone, enterofurile, biseptolo, metronidazolo, nevigramone, ecc.);
  • batteriofagi (entertibacteriofagi, batteriofago staphylococcal, pyobacteriophage, batteriofagi coliproteina, ecc);
  • antibiotici (fluorochinoloni, cefalosporine, penicilline, macrolidi, aminoglicosidi, ecc.);
  • agenti antifungini (pimafucina, amfotericina M, nistatina, ecc.);
  • probiotici (sporobatteri, enterol, cereobiogen, baktisubtil, ecc.).

Di solito, uno dei gruppi elencati è selezionato. In situazioni più gravi, potresti aver bisogno di diversi corsi di farmaci di diversi gruppi. La tattica più ottimale si basa sulla scelta di un particolare farmaco in base al risultato della valutazione della sensibilità dei batteri seminati dalle feci del paziente a diversi farmaci. Molto spesso, i medici raccomandano i più innocui batteriofagi e le droghe sintetiche antibatteriche. La durata di un corso è di circa una settimana.

È meglio non lasciarsi trasportare dall'auto-trattamento, poiché tutti questi farmaci hanno effetti collaterali significativi. E il loro uso caotico incontrollato porta alla formazione della resistenza più forte (resistenza) nei microbi, che complica seriamente ulteriori trattamenti.

Dopo la distruzione della flora non necessaria o immediatamente (se solo un deficit di rappresentanti di qualsiasi microflora benefica è rilevato nei pazienti), si dovrebbe iniziare a prendere farmaci con bifidobatteri, coli e lattobacilli (probiotici).

Con una carenza di bifidobatteri, i pazienti sono consigliati bifinorm, biovestin, bifilong, bifidumbacterin, liquido o secco, euflorin B, bifiform, ecc.

Il deficit di Lactobacillus è compensato da normoflor, acilact, biobactone, acipol, gastrofarm, lactobacillus, lattoflor, lactobacterin liquido o secco, laminolact, ecc.

Se viene rilevata una diminuzione della crescita e lacto e bifidobatteri, possono essere raccomandati ecoflor, Linex, maltidophilus, bion-3, florin-forte, bilaminolact, polybacterin, ecc.

Disbiosi di Kolideficitny trattata con colibacterin, bifikolom, bioflora.

I medici stabiliscono la durata del trattamento individualmente, ma il corso più breve dovrebbe arrivare a 3 settimane.

Quando acquisti un probiotico, assicurati di familiarizzare con le sue istruzioni, che stabiliscono le condizioni di temperatura per la sua conservazione. Molti prodotti rimangono attivi solo quando sono in frigorifero.

Nello stesso periodo, i prebiotici possono essere aggiunti al trattamento - mezzo per stimolare la crescita e l'attività della microflora nativa del corpo. Non vengono distrutti se usati insieme agli antibiotici, migliorano la motilità intestinale, riducono la formazione di gas, rafforzano il sistema immunitario. Tali mezzi sono:

  • lattulosio;
  • Hilak Forte;
  • laktofiltrum;
  • eubikor;
  • mukofalk;
  • pantotenato di calcio;
  • fervital;
  • acido para-amminobenzoico;
  • lisozima.

Tutti i tipi di additivi biologici (BAA), che sono pieni di farmacie, possono anche avere una significativa attività prebiotica. Tali integratori alimentari devono contenere fibre alimentari, oligosaccaridi (galattoligosaccaridi, fruttooligosaccaridi, lattulosio), estratti microbici e vegetali, antiossidanti, lectine, polisaccaridi (chitosano, inulina, pectine, ecc.), Enzimi, acidi grassi insaturi.

La durata del trattamento prebiotico è determinata anche dalla specifica situazione clinica.

Medicina di erbe

Le proprietà curative delle piante possono essere utilizzate in trattamenti complessi. Nel caso di dysbacteriosis, le tasse ragionevolmente selezionate possono:

  • eliminare i microrganismi indesiderati;
  • ridurre la formazione di gas;
  • ridurre le contrazioni spastiche dell'intestino;
  • normalizzare le feci;
  • attivare i processi immunitari.

Origano, celidonia, ginepro, salvia, graviatat (rizoma), timo, betulla (foglie), mora (foglie), erba di San Giovanni, corda, eucalipto, argentea, badana del Pacifico possiedono proprietà antimicrobiche. Eliminano i batteri dannosi, a causa del contenuto di oli essenziali, tannino, composti fenolici.

Le piante fungistatiche e fungicide aiuteranno a combattere i funghi: ontano (frutto da seme), calamo (rizoma), menta piperita, violetta a tre foglie, droga veronica, mirtillo rosso, germogli di betulla, ribes nero (foglie).

I processi di fermentazione e la formazione di gas associato possono ridurre camomilla, lampone, rosa canina, salvia, menta, crespino, calendula, fragola, corniolo, steli di avena.

Le miscele di erbe con aneto, anice, coriandolo, finocchio, cumino, malva, farfaraccio, immortelle e dagile hanno un effetto antispasmodico e contemporaneamente carminativo.

I rizomi di gravilatus e burnet, corteccia di quercia, uccello ciliegia (frutto), highlander serpente, prugnolo (frutto), mirtillo (frutto), cavallo acetosa (rizoma) contribuiscono al consolidamento della sedia. Le tisane lassative contengono semi di lino, prugnolo (fiori), olivello spinoso (corteccia), senna (foglie), cavoli di mare (foglie), zhoster (frutti), funghi, more (frutti), foglie, ecc.

Gli effetti immunomodulatori possono avere ortica, fiordaliso blu (fiori), farfara, alpinista, erba di San Giovanni, gryzhnik liscio, deviasil (rizoma).

I preparati a base di erbe devono essere assunti per via orale o somministrati in clisteri sotto forma di decotti e infusi. Iniziare con una piccola quantità (in quanto i tè alle erbe possono provocare allergie), quindi, a condizione di una tolleranza adeguata, il volume giornaliero viene aumentato a un bicchiere. Si beve in tre dosi.

Prevenzione della disbiosi

Профилактические мероприятия, как правило, направлены на устранение причин дисбактериоза. Поэтому ими являются:

  • рациональная антибиотикотерапия (многие доктора советую вместе с антибиотиками принимать пребиотики);
  • адекватное питание;
  • своевременное выявление и терапия недугов пищеварения;
  • эпидемиологические меры в инфекционных очагах;
  • нормализация режима отдыха, психоэмоциональных нагрузок и труда;
  • грудное вскармливание и др.

| 18 gennaio 2014 | | 3.924 | Senza categoria
Lascia il tuo feedback