Dove sono i linfonodi in una persona foto, dove sono i linfonodi
medicina online

Dove sono i linfonodi nell'uomo?

I linfonodi sono una parte importante del sistema linfatico del corpo umano e sono coinvolti nella produzione di anticorpi e cellule coinvolte nel sistema immunitario. Da tempo lo stato dei linfonodi, i medici sono stati in grado di giudicare la presenza di un processo infiammatorio nel corpo del paziente, poiché sono i primi a rispondere alla penetrazione dell'infezione.

Posizione dei linfonodi

Dove sono i linfonodi Molte persone, lontane dalla medicina, sono preoccupate per la domanda - dove sono i linfonodi? Infatti, il corpo umano ha una media da 450 a 1000 linfonodi, si trovano in tutto il corpo in piccoli gruppi, principalmente nei fuochi di passaggio dei principali vasi sanguigni. I nodi più grandi che sono i primi a rispondere alla presenza di infezione nel corpo sono i linfonodi cervicali, ascellari e inguinali.

Normalmente, la dimensione dei linfonodi varia da 1 a 2 cm, indolore al tatto. Con la malattia, la dimensione dei nodi aumenta e il paziente può provare sensazioni dolorose durante la palpazione.

Ogni linfonodo è responsabile per la salute degli organi situati vicino ad esso, che consente al medico di suggerire esattamente dove si trova il processo infiammatorio. Ad esempio, un aumento e la tenerezza dei linfonodi cervicali può indicare la presenza di un processo infiammatorio nel cervello o nel collo (mal di gola, faringite e altri). Un linfonodo ingrandito nell'inguine indica lo sviluppo di un processo infiammatorio negli organi pelvici.

Infiammazione dei linfonodi

Quando l'infiammazione dei linfonodi, i medici parlano di linfoadenite. La causa principale dell'infiammazione dei linfonodi è la penetrazione della microflora patogena nel corpo umano, che con il sangue e la linfa fluisce liberamente verso gli organi interni. Di norma, il processo infiammatorio è più spesso causato da stafilococchi e streptococchi.

La linfoadenite è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • febbre;
  • mal di testa;
  • muscoli doloranti e doloranti;
  • nausea;
  • debolezza generale e letargia.

La gravità del quadro clinico dipende in larga misura da quanto pronunciato il processo patologico. Nella linfoadenite ordinaria, il processo infiammatorio è localizzato solo in un determinato nodo, che a volte può essere suppurato.

Nella linfadenite distruttiva, il processo infiammatorio può estendersi oltre il nodo e diffondersi agli organi interni vicini. Con la progressione di un tale processo patologico nella maggior parte dei casi, si verificano complicanze come tromboflebiti e fistole.

È importante capire che in caso di infiammazione dei linfonodi è necessario consultare un medico il più presto possibile e in nessun caso non automedicare. La linfoadenite può essere una delle manifestazioni dell'oncologia, quindi è molto importante identificare e trattare tempestivamente la patologia.

Di norma, quando si rileva un processo infiammatorio nei linfonodi associati alla penetrazione di batteri patogeni nel corpo, al paziente viene prescritto un ciclo di terapia antibiotica ad ampio spettro. Se il pus si trova nei nodi, il paziente viene aperto con un focus patologico, quindi il linfonodo viene drenato.

Cause della linfoadenopatia

A volte i linfonodi possono crescere di dimensioni. Questa condizione contribuisce a una serie di ragioni:

  • Processi infettivi nel corpo: danni ai denti cariati, infezioni virali acute, infiammazioni gengivali, tonsilliti , polmoniti, tubercolosi .
  • Cancro - spesso solo un aumento dei linfonodi regionali può servire come primo sintomo clinico del cancro nel corpo.
  • Morsi di insetto - un aumento dei linfonodi in questo caso è osservato nelle persone soggette a reazioni allergiche.

Cancro dei linfonodi

Il cancro dei linfonodi è la malattia più grave e si sviluppa a causa dell'esposizione al corpo di agenti cancerogeni, che portano alla mutazione delle cellule e alla loro ulteriore trasformazione in atipica. Una delle varietà di oncologia del sistema linfatico è la linfogranulomatosi, una malattia caratterizzata dalla sconfitta di un linfonodo prima, dalla rapida progressione della patologia e dalla formazione di metastasi nei nodi adiacenti e negli organi adiacenti.

Trattamento linfonodale

Molte persone che hanno linfonodi ingrossati non hanno fretta di andare dal medico e stanno cercando di automedicare applicando pastiglie riscaldanti e compresse termiche. È importante capire che la conduzione di procedure termiche è assolutamente controindicata! I linfonodi ingrossati possono essere causati da un grave processo infiammatorio e persino da suppurazione, e il calore contribuisce alla diffusione di pus e batteri patogeni in tutto il corpo.

A seconda della causa, che ha causato dolore, gonfiore e gonfiore dei linfonodi, al paziente viene prescritto un trattamento: questi possono essere antibiotici, un ciclo di radioterapia o chemioterapia. Indipendentemente dalla causa del processo patologico, al paziente devono essere prescritte vitamine e immunomodulatori.


| 9 maggio 2015 | | 11 247 | endocrinologia
  • Galina. Nikitichna. | 28 settembre 2015

    Grazie per la risposta dettagliata, tutto è chiaro. 2015/09/27.

Lascia il tuo feedback


Francesco Liccardo: Io fra i tanti ne ho uno appena sotto le Costole non mi da fastidio ma il medico ha suggerito di toglierlo per evitare che si sviluppi in lunghezza il problema e che tutti quelli tolti (6) son ricresciuti nello stesso punto🤦‍♂️🤦‍♂️

Carolina Cc: Buonasera Dottore, tra qualche giorno devo togliere alcuni lipomi.. ma sono preoccupata perché ne ho più di 10, 8 su fianchi destro e sinistro, uno dorsale e sugli avambracci, su accordo del chirurgo toglieremo i piú dolorosi: su zona lombosacrale e dorsale, ma il problema é che nella 1 zona che ho citato i lipomi non si sentono sempre al tatto e servirà un'ecografia, il chirurgo ha paura di non trovarli senza quest'ultima, il mio pensiero é che non si riescano a trovare poiché si spostano.. secondo lei con l'ecografia andrà tutto bene? Lui dice che se lo ritrovo ci devo fare un segno ma si sposta e questo mi preoccupa però toccandoli ho molto dolore .. grazie Dottore

Lupi Marini: Ho 30 anni e mi esce spesso una grande palla rossa e dolorosa sotto l ascella cosa fare avolte piu piccole ma spariscono da sole ma ogni tanto si fa grandd e mi fa male ora ce lo ed e rossa e molliccia

Petro Dori: Buona sera..a Udine..dove poso rivolgermi...chirurgia dermatologia..sinceramente sono molto spaventata..soffro di fibromialgia..e ho gia dolori..una in.piu..non vorrei😳

Alessandro Marini: Salve Dottore, io ho una bozzetta larga circa 3 cm di diametro tra il cuoio capelluto (pochi capelli) e la fronte, comparì 3 anni fa come una possibile puntura di insetto o brufolo, era leggermente dolorosa, dopo un anno un dermatologo mi disse che è periostale e può rimuoverla solo il chirurgo o neurochirurgo e decisi di lasciarla stare lì. Dopo due anni è cresciuta leggermente e ho deciso di rimuoverla, a primavera ho fatto rx cranio dalla quale pare non sia attaccata all' osso (non risultano perforazioni ossee) e una ecografia dal quale esame risulta un ispessimento di tessuto adiposo/fibroso. Da chi devo andare per rimuoverla ? Un mese fa un altro dermatologo mi ha detto che secondo lui invece è attaccata all' osso senza neanche guardare gli esami, quindi sarebbe meglio un chirurgo, neurochirurgo o chirurgo plastico ?

Danko: Il mio non dà fastidio, ma di solito scompare dopo una settimana non so perché ... sembra una cosa temporanea credo sia un lipoma...

Lucia Di Miceli: Buona sera ho un lipoma localizzato alla base del collo. Il dermatologo mi ha detto che pur essendo una cosa benigna potrei rimanere paralizzata nel caso non fossi operata da un neurochirurgo di alto livello. Il lipoma attualmente ha la grandezza di una pallina da tennis. È veramente così rischioso? Rischio realmente di rimanere su una sedia a rotelle se dovessero toccarmi un nervo del collo.