Herpes nelle donne: foto, sintomi, trattamento
medicina online

Herpes nelle donne: foto, sintomi, trattamento

contenuto:

Herpes nella foto delle donne L'herpes nelle donne è uno dei più comuni e ha le sue sfumature di infezione. La specificità del decorso di questa patologia è caratteristica sia dell'herpes genitale che dell'herpes sulle labbra. Nella vita, è l'herpes genitale che causa molti inconvenienti e comporta una vera minaccia per l'organismo nel suo complesso. Questa malattia è particolarmente pericolosa per le donne incinte, poiché nella maggior parte dei casi provoca gravi disturbi intrauterini, parto prematuro e liquido amniotico precoce.

L'herpes nelle donne influisce sui processi fisiologici del corpo - il ciclo mestruale, la gravidanza, il parto, l'allattamento e in particolare lo stato del sistema immunitario. I medici hanno da tempo dimostrato che una debole reazione protettiva del corpo rende una donna più suscettibile alle infezioni da herpes.



Le donne sono suscettibili alle infezioni da herpes alte?

Secondo le statistiche mediche, le donne hanno molto più probabilità degli uomini di avere l'herpes genitale. Ciò è dovuto al fatto che durante il contatto sessuale con un partner sessuale infetto, il virus entra nella mucosa della vagina e entra liberamente nelle cellule dell'epitelio.

La principale via di trasmissione di un'infezione da herpes è il contatto sessuale diretto. Molto meno spesso, ma ancora possibile, l'infezione si verifica durante l'uso di biancheria da letto, asciugamani, accessori da bagno e oggetti personali di una persona malata. Le recidive di infezione cronica da herpes sono più spesso esposte alle donne rispetto ai rappresentanti del sesso più forte.

Cause dell'herpes nelle donne

Di norma, l'attivazione del virus dell'herpes e la recidiva della malattia si verificano quando l'immunità si indebolisce. I seguenti stati contribuiscono a questo:

  • Nutrizione sbilanciata;
  • Mancanza di vitamine nella dieta;
  • Stress frequente;
  • Cattive abitudini (fumo, alcolismo, tossicodipendenza);
  • stanchezza;
  • Trattamento con alcuni farmaci;
  • Ipotermia o surriscaldamento del corpo.

Nelle donne, oltre alle suddette ragioni, si osserva una diminuzione delle difese dell'organismo durante le mestruazioni, la gravidanza e il parto.

È importante capire che la stessa mestruazione non è la causa di un indebolimento del sistema immunitario femminile. La diminuzione delle difese del corpo avviene per qualsiasi altra ragione, ma è il ciclo mestruale che è un tipo di fattore predisponente per l'attivazione del virus dell'herpes. Se una donna conduce uno stile di vita sano, mangia pienamente ed efficientemente, esegue semplici esercizi fisici, quindi una diminuzione delle difese del corpo è molto rara.

Molto spesso, la causa della recidiva di un'infezione erpetica è l'installazione di un dispositivo intrauterino o l'interruzione artificiale della gravidanza in tempi diversi. Uno dei fattori di rischio che contribuiscono all'esacerbazione dell'herpes è l'assunzione incontrollata di contraccettivi orali contraccettivi.

Caratteristiche del decorso dell'infezione da herpes nelle donne

Il corso di un'infezione di herpetic può esser diviso in parecchie fasi:

  • Il periodo prodromico - in questa fase cominciano ad apparire i primi sintomi: un aumento della temperatura corporea, un peggioramento del benessere generale, disagio nella regione perineale, prurito e bruciore durante lo svuotamento della vescica. Un po 'più tardi, il quadro clinico è completato da dolori nella regione lombare e nell'addome inferiore, una sensazione di formicolio nei genitali esterni, la comparsa di lesioni sui genitali sotto forma di bolle riempite con un liquido chiaro. Il periodo prodromico dura non più di 3 giorni.
  • La seconda fase dell'herpes è caratterizzata da un forte dolore delle vescicole, accompagnato da tagli nella regione perineale e grave prurito dei genitali. Di norma, le labbra, il perineo e la mucosa della vagina sono il luogo preferito di eruzione cutanea. Ci può essere un'eruzione intorno all'ano e sulla mucosa del retto. Entro la fine della seconda fase dell'infezione da herpes, le bolle si scuriscono. Dopo 4-5 giorni inizia la fase successiva.
  • Lo stadio della formazione di croste - è caratterizzato dallo scoppio di bolle, al posto del quale si formano ulcere. Queste ulcere letteralmente in un'ora diventano ricoperte di croste. Dopo una settimana, la pelle dei genitali e delle mucose della vagina e del retto viene completamente rigenerata. Con il normale funzionamento del sistema immunitario e l'assenza di focolai cronici di infezione, la ricorrenza dell'herpes di solito non si verifica.

L'infezione erpetica ricorrente si verifica in circa un terzo delle donne infette. Nel caso dell'herpes, che è localizzato sul viso (freddo sulle labbra), la probabilità di ricorrenza dell'infezione è osservata nell'80% dei casi.

Molto spesso in ginecologia ci sono forme atipiche della malattia. Secondo le statistiche, il 60% delle donne sperimenta un corso di herpes asintomatico, in cui non ci sono sintomi clinici. Questo è particolarmente vero per l'infezione da herpes cronica nel corpo. Alcuni anni dopo l'inizio dell'infezione, le recidive della malattia sono rare e si verificano senza segni clinici marcati, bolle individuali piene di liquido, segni di infiammazione della mucosa vaginale, gonfiore delle labbra e prurito possono verificarsi sui genitali.

Molte donne sono molto difficili per le recidive di infezione da herpes. Non sono nemmeno le sensazioni dolorose e le eruzioni cutanee sui genitali, ma la percezione psicologica della malattia come una malattia venerea. Le donne psicologicamente sensibili durante i focolai di infezioni erpetiche si ritirano, si irritano, soffrono di insonnia e rifiutano l'intimità sessuale con un partner.

Le donne inclini alla depressione dovrebbero rendersi conto che l'herpes genitale non è un ostacolo alla creazione di una famiglia felice, la cosa più importante è affrontare con competenza la prevenzione della recidiva della malattia. L'aiuto di uno specialista altamente qualificato consentirà al paziente di evitare danni agli organi interni durante nuovi focolai di infezione, e il mantenimento di uno stile di vita sano per una donna aiuta a dimenticare completamente l'herpes.

In ogni caso, che si tratti di una esacerbazione primaria di un'infezione da herpes o di una recidiva della malattia, una donna non dovrebbe auto-medicare, ma cercare aiuto medico il più presto possibile.

Metodi di diagnosi di infezione da herpes nelle donne

Herpes nella foto di sintomi delle donne Se si sospetta un'infezione da herpes, una donna dovrebbe consultare un medico il prima possibile. Una diagnosi tempestiva e una terapia adeguata aiuteranno a prevenire il ripetersi della malattia in futuro. Il più delle volte, per una diagnosi al medico, è sufficiente un esame visivo degli organi genitali esterni di una donna coperta da tipiche bolle herpetiche.

Quando si osserva dalla mucosa della vagina e della cervice negli specchi, si può vedere che le bolle con il liquido si trovano all'interno. Durante l'esame, il medico esegue simultaneamente una raccolta di strisci dalle superfici laterali della vagina e della cervice. Se eruzioni eretiche sono anche intorno all'ano, allora è necessario prendere uno striscio dalla mucosa rettale.

Molto spesso, un'infezione erpetica nella fase iniziale non si sviluppa in modo tipico. Inoltre, se una donna andava dal dottore nelle primissime fasi dello sviluppo dell'herpes, allora le bolle caratteristiche non possono apparire, quindi, nel corso dell'esame del paziente nella sedia ginecologica, può essere fatto un errore nella diagnosi. Per differenziare il virus dell'herpes nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, anche prima della comparsa dei segni caratteristici, a una donna viene prescritta una serie di studi aggiuntivi:

  • Isolamento del virus dell'herpes e sua tipizzazione su speciali mezzi nutrienti. Questo test è caratterizzato da un'elevata sensibilità (quasi il 100%). Il risultato dello studio è pronto in 2 giorni.
  • Rilevazione degli antigeni del virus dell'herpes nel sangue. Il vantaggio di questo metodo di ricerca è la velocità e il meno non è un alto contenuto informativo, solo il 70%.
  • Il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR) è uno studio altamente informativo con una sensibilità al virus dell'herpes superiore al 95%. Il risultato dell'analisi è pronto in 2 giorni.
  • ELISA (ELISA): questo metodo viene solitamente utilizzato per diagnosticare l'herpes neonatale (infezione nei neonati), poiché non è in grado di distinguere tra virus di tipo 1 e virus di tipo 2.

Per determinare il tipo di virus dell'herpes nel modo più accurato possibile, si consiglia di eseguire test sierologici più volte, con un intervallo di 5-6 giorni.

Complicazioni di infezione da herpes nelle donne

L'herpes genitale, trasferito da una donna con una reazione difensiva indebolita del corpo, può portare a danni agli organi interni e allo sviluppo di gravi complicanze. Gli organi più vulnerabili ai virus dell'herpes sono:

  • La vigilia della vagina e della sua mucosa;
  • La cervice, la cavità uterina e la mucosa interna;
  • Appendici dell'utero (ovaie e tube di Falloppio);
  • La membrana mucosa dell'uretra;
  • Ano e membrana mucosa del retto;
  • Vescica e ureteri

Con la sconfitta del virus dell'herpes degli organi di cui sopra, una donna sviluppa cistite , infiammazione dell'uretra, vaginite, colpite , endocervicite, ragadi dell'ano e della mucosa rettale. I medici hanno già dimostrato il rapporto tra recidiva di infezione erpetica e lo sviluppo del cancro cervicale.

Herpes nelle donne: trattamento

Il principale trattamento per le infezioni da herpes nelle donne è l'uso di farmaci antivirali basati sull'aciclovir. In parallelo, effettuano una terapia sintomatica mirata a fermare le sensazioni dolorose causate dalla comparsa di bolle e la prevenzione di possibili complicanze.

I farmaci a base di aciclovir sono i più efficaci per il trattamento dell'herpes, inoltre hanno un numero minimo di controindicazioni ed effetti collaterali. Farmaci come Aciclovir, Farmiciclovir, Atik possono anche essere usati per trattare l'infezione da herpes nei neonati, nelle donne incinte e nelle madri che allattano.

È molto importante consultare tempestivamente un medico e iniziare il trattamento nello stadio prodromico di un'infezione erpetica. Pertanto, è spesso possibile evitare l'eruzione sgradevole, la formazione di croste e lo sviluppo di complicanze della malattia.

Per alleviare il prurito e il dolore causato dalla comparsa di vescicole piene di liquido, alla donna vengono prescritti analgesici e antistaminici.

Con una ricorrente infezione erpetica durante la gestazione, una donna nelle ultime fasi della gravidanza mostra di assumere continuamente i preparati di aciclovir fino alla nascita. Questo è necessario per impedire la trasmissione di infezioni al feto nel processo di consegna in modo naturale.

Più tardi, nel periodo postpartum e durante l'allattamento al seno, a una donna viene prescritto Famciclovir o Valaciclovir.

Infezione da herpes in donne in gravidanza e in allattamento

Durante la gravidanza è molto importante rispettare tutti i tipi di misure per prevenire lo sviluppo o la recidiva dell'infezione da herpes. Questa infezione nel 50% dei casi causa anomalie dello sviluppo nel feto, a condizione che la gestante abbia già contratto l'herpes durante la gravidanza. Con un'infezione erpetica ricorrente durante il periodo di gravidanza, la probabilità di sviluppare complicanze e anomalie nel feto è del 10%.

Il virus dell'herpes simplex è il più pericoloso per l'embrione, in quanto ha una spiccata teratogenicità (una tendenza alla formazione di deformità congenite del feto). Nella sua attività teratogena, il virus è secondo solo al virus della rosolia.

Il rischio di trasmettere il virus dell'herpes dalla madre al feto aumenta con l'aumentare della durata della gravidanza e dipende anche dall'età della madre. Secondo i risultati delle statistiche, le madri infette sotto i 21 anni hanno diverse probabilità in più di trasmettere la malattia ai loro neonati, a differenza delle donne anziane.

Molto spesso il bambino viene infettato dal virus dell'herpes dalla madre durante il processo di consegna. Ed è molto importante in che modo nasce il bambino. È dimostrato che il rischio di trasmissione da una madre malata a un bambino diminuisce di oltre 5 volte durante il parto cesareo. È per questo motivo che le donne con infezioni erpetiche ricorrenti durante la gravidanza vengono offerte per dare alla luce un bambino attraverso un intervento chirurgico.

Secondo i dati statistici, l'infezione intrauterina del feto con il virus dell'herpes si verifica nel 5% dei casi, durante il passaggio del feto attraverso il canale del parto - nel 90% dei casi, dalla madre malata o dal personale infetto per contatto - nel 10% dei casi.

Se una donna incinta è stata infettata dal virus dell'herpes molto prima dell'inizio del concepimento e allo stesso tempo ha subito numerose recidive prima della gravidanza, è altamente probabile che il feto sia protetto in modo affidabile dall'infezione dagli anticorpi della madre. In rari casi, accade che gli anticorpi non affrontino la protezione del bambino o durante la gestazione del feto che la madre venga infettata da un nuovo ceppo del virus, quindi dal rischio di infezione del bambino in utero o durante gli aumenti del parto.

Molto spesso, la condizione del feto non è influenzata dal virus dell'herpes stesso, ma dal suo stato al momento della esacerbazione dell'infezione - un aumento della temperatura corporea, febbre, sintomi di intossicazione del corpo e danni agli organi interni nella malattia grave.

Se una donna ha un alto rischio di ricorrenza dell'infezione durante la gravidanza, i ginecologi ricorrono a una serie di azioni volte a prevenire l'infezione del feto:

  • La donna incinta e il suo coniuge sono sottoposti a esami del sangue più volte durante la gravidanza per determinare i titoli anticorpali nel sangue e per identificare il tipo di virus di entrambi i genitori;
  • Alcuni giorni (settimane) prima della data di nascita prevista, una donna conduce un esame approfondito del canale del parto e del vestibolo. Lo scopo di questo esame è di individuare eruzioni erpetiche tipiche che potrebbero non infastidire affatto una donna;
  • Quando viene rilevata un'infezione erpetica ricorrente, la futura madre viene trasferita in un reparto separato fino al momento della consegna, viene accuratamente esaminata e preparata per il parto;
  • Le nascite in questi casi vengono effettuate con taglio cesareo in anticipo, anche prima del momento della rottura del liquido amniotico o della rottura delle membrane fetali;
  • Immediatamente dopo il parto, il neonato viene isolato dalla madre fino a quando i sintomi dell'herpes scompaiono. In questo momento, alle donne puerperali viene somministrato un trattamento intensivo dell'infezione.

Tutti i casi di infezione con il virus dell'herpes delle donne incinte sono divisi in diversi gruppi, per ciascuno dei quali i medici adottano misure appropriate.

Se durante la gravidanza, meno di 1 mese prima della data di nascita prevista, la donna ha un focolaio di herpes, quindi il feto rischia di contrarre l'infezione. In questo caso, la consegna è possibile solo con un taglio cesareo. Il grado di danno agli organi del sistema riproduttivo è molto importante: se le vescicole caratteristiche dell'herpes appaiono sulla mucosa della cervice, allora anche un parto chirurgico non esclude il rischio di infezione del feto. Immediatamente dopo il parto in tali casi, il farmaco acyclovir viene somministrato per via endovenosa al neonato.

Se il primo focolaio di herpes genitale si verifica nel primo trimestre di gravidanza, quindi nel 90% dei casi, la donna mostra una interruzione artificiale della gravidanza. Tuttavia, se stiamo parlando della recidiva dell'infezione da herpes, il rischio di malformazioni congenite del feto è solo del 10%.

Se si osserva un'infezione erpetica ricorrente 1-2 settimane prima della data prevista di consegna, a una donna viene mostrato un taglio cesareo e, se necessario, la somministrazione endovenosa del farmaco Acyclovir al neonato. In questo caso, il rischio di sviluppare herpes in un neonato non supera il 5%. Dopo la nascita, i neonatologi controllano attentamente il bambino e, se viene rilevato un sintomo caratteristico di un'infezione herpetica, prescrivono un trattamento appropriato.

Se in passato una donna o il suo coniuge hanno avuto una recidiva di infezione da herpes, ma durante la gravidanza non sono stati osservati sintomi di herpes, allora il rischio di sviluppare questa malattia in un neonato è dello 0,1%. In questo caso, 2 settimane prima della data prevista di nascita, la donna viene analizzata mediante PCR e disinfezione del canale del parto con soluzione di iodonato. In assenza di recidiva dell'infezione, una donna è autorizzata a partorire per via fisiologica. Dopo la nascita, il neonato viene attentamente monitorato da specialisti e, se appropriato per l'individuazione dei sintomi di un'infezione herpetica, viene sottoposto a un trattamento appropriato.

Se non ci sono stati focolai di un'infezione erpetica nella storia della futura madre, quindi per prevenire l'infezione durante la gravidanza, è importante monitorare attentamente lo stato del proprio sistema immunitario ed evitare i rapporti sessuali accidentali.

Если уже после выписки из родильного дома у новорожденного появляются симптомы герпетической инфекции, то в течение трех недель ему показано внутривенное введение ацикловира в количестве 50 мг на 1 кг массы тела.

Возможна ли профилактика герпеса? Как уберечь себя от рецидивов болезни?

Одним из основных правил профилактики инфицирования вирусом герпеса, особенно генитальной формы, является соблюдение правил личной интимной гигиены и отсутствие беспорядочных сексуальных контактов. Оптимально, если женщине имеет одного постоянного полового партнера.

Важным методом профилактики передачи герпеса половым путем является использование презерватива и орошение слизистых оболочек наружных половых органов растворами антисептика (типа Мирамистина) после занятий сексом.

Одним из эффективных методов профилактики развития герпетической инфекции у женщин является вакцинация. Согласно данным статистики 75% женщин, которые прошли вакцинацию против вируса герпеса, занимаясь незащищенным сексом с инфицированным герпесом половым партнером, не заразились.

Конечно, для предотвращения любого вирусного заболевания, в том числе и генитального герпеса, женщина должна уделять больше внимания своему здоровью: укреплять иммунитет, правильно и сбалансированно питаться, долго гулять на свежем воздухе, заниматься простыми физическими упражнениями и избегать стрессовых ситуаций.


7 Октябрь 2014 | 14 307 | Malattie nelle donne
  • Кира | 4 Июль 2015

    Теперь я знаю как беречься от этой бяки. Значение данной статьи трудно переоценить. Grazie!

Lascia il tuo feedback