Gastrite ipertrofica: sintomi, trattamento
medicina online

Gastrite ipertrofica

contenuto:

Gastrite ipertrofica La gastrite ipertrofica è una forma di infiammazione cronica della mucosa gastrica, caratterizzata da un'anomala crescita della membrana mucosa, dalla formazione di cisti e polipi su di essa. Questa forma di gastrite è molto comune negli ultimi anni e viene sempre più diagnosticata a persone di età diverse.



Tipi di gastrite ipertrofica

A seconda del tipo di deformazione della mucosa gastrica, si distinguono i seguenti tipi di gastrite ipertrofica:

  • Malattia di Menetria - caratterizzata dall'identificazione di enormi pieghe nella mucosa gastrica. È suddiviso in 3 forme: dispeptica, pseudo-tumorale e asintomatica.
  • Forma granulare - quando si diagnostica una cisti sulla mucosa.
  • Gastrite ipertrofica verrucosa - caratterizzata dall'identificazione di verruche sulla superficie della mucosa gastrica.
  • Gastrite poliforme - nella rilevazione di polipi sulla mucosa.

Le crescite sulla mucosa sono singole e multiple. A volte ipertrofei sono organizzati in gruppi.

Cause di gastrite

Al fine di aiutare una persona malata e prescrivergli un trattamento adeguato, il medico deve, prima di tutto, determinare la causa dell'insorgenza della gastrite. Considera le cause più comuni di infiammazione nello stomaco.

Helicobacter Pylori batterio

Oggi i medici considerano il batterio Helicobacter pylori una delle principali cause dello sviluppo del processo infiammatorio nello stomaco. Questa affermazione è solo a metà vera. Secondo le statistiche, nel 90% della popolazione questo batterio è presente nel succo gastrico, ma non tutte queste persone soffrono di gastrite. Da ciò possiamo concludere che di per sé l'Helicobacter pylori non causa infiammazione nello stomaco, ma è solo un fattore predisponente per lo sviluppo della patologia.

Il batterio entra nel corpo con cibo di scarsa qualità e, grazie al suo flagello, si muove liberamente attraverso lo stomaco. Avendo raggiunto la mucosa, Helicobacter pylori è attaccato alla superficie cellulare. Nel corso della sua attività vitale, il batterio inizia a secernere attivamente una sostanza che aumenta l'acidità dello stomaco, che a sua volta irrita fortemente la mucosa. La membrana mucosa in risposta all'irritante inizia a produrre attivamente gastrina, una sostanza che stimola la produzione di acido cloridrico. Il succo gastrico diventa più aggressivo per le membrane del tratto gastrointestinale, e il batterio Helicobacter, al contrario, si sente benissimo in questo ambiente, e ancora più stimola le cellule dell'organo a produrre acido cloridrico e pepsina.

riflusso

Questo motivo dello sviluppo del processo infiammatorio nello stomaco è associato a una violazione del movimento del contenuto dello stomaco attraverso il canale alimentare. Quando il reflusso si verifica negli esseri umani, il duodeno viene rigettato nello stomaco. Il principale pericolo per la mucosa gastrica è la bile, che ha la capacità di sciogliere lo strato protettivo di muco sulla superficie interna dello stomaco, consentendo in tal modo all'acido cloridrico di provocare gravi ustioni chimiche nello stomaco. Con questa patologia, la gastrite inizia a svilupparsi rapidamente.

Una delle cause più comuni di gastrite è l'aumento del nervosismo e dell'instabilità emotiva di una persona. A causa del costante stress mentale in una persona, il lavoro del sistema nervoso autonomo viene interrotto, il che può provocare lo sviluppo di malattie di molti organi e sistemi, compreso il canale alimentare.

Mancanza di dieta

Ad oggi, una violazione della dieta assume il ruolo principale e principale nello sviluppo delle malattie dell'apparato digerente. Effetti negativi sul corpo e malnutrizione e eccesso di cibo. Di grande importanza è la composizione della dieta quotidiana e l'aderenza alla dieta. Le persone che trascurano un pasto completo a favore degli spuntini hanno maggiori probabilità di sviluppare la gastrite.

Aumento dell'acidità dello stomaco

A stomaco vuoto, l'acidità dello stomaco è di circa 1,5-3,0 pH. Questo è un ambiente piuttosto acido che non consente alla microflora patogena di moltiplicare e secernere i prodotti della loro attività vitale. Lo stress frequente, l'abbandono di pasti completi, l'abuso di spezie, piatti speziati, spezie e caffè forte, così come l'assunzione di determinati farmaci possono causare un aumento patologico del livello di acidità nello stomaco, che è una via diretta allo sviluppo della gastrite.

I sintomi della gastrite ipertrofica

La gastrite ipertrofica è più comune nelle persone dai 30 ai 50 anni, tuttavia, ci sono stati casi in cui questa malattia è stata rilevata nei bambini piccoli. I principali sintomi di questa malattia sono:

  • dolori nella zona del carattere lamentoso dell'epigastrio, a volte con periodi di esacerbazione e attacchi di taglio;
  • bruciore di stomaco (questo sintomo è caratteristico della gastrite ipertrofica con elevata acidità o gastrite da reflusso);
  • nausea, salivazione eccessiva e vomito;
  • flatulenza e sensazione di dolore allo stomaco;
  • perdita di appetito, a volte fino alla sua completa assenza;
  • perdita di peso del paziente;
  • feci alterate;
  • pesantezza e disagio associati ai pasti.

Diagnosi di gastrite ipertrofica

L'esame generale del paziente non rivela segni visibili di infiammazione della mucosa gastrica e la presenza di aree ipertrofiche in essa. Tuttavia, a volte i segni clinici della gastrite possono manifestarsi così intensamente che il paziente è costretto a occupare una certa posizione per minimizzare il dolore. L'esame iniziale del paziente include:

  • raccogliendo la storia della malattia,
  • ispezione visiva della pelle e delle mucose visibili,
  • palpazione dell'addome.

Di regola, durante il dolore gastrite quando si preme sullo stomaco è localizzato nella regione epigastrica.

La ricerca obbligatoria nella diagnosi di gastrite in un paziente consiste nel determinare il livello di acidità dello stomaco. Questo può essere fatto in diversi modi, ma il più delle volte i gastroenterologi usano EFGDS (gastroduodenoscopia esofagea). Questo studio è caratterizzato dal rilevamento dello stomaco e del duodeno, seguito dal campionamento della bile. Se necessario, durante un paziente EFGDS è possibile eseguire una biopsia in parallelo (staccare un pezzo di crescita della mucosa) ai fini dell'esame istologico del materiale ottenuto.

Se per qualche motivo è impossibile sondare, al paziente viene prescritto un test acido. Questo test è il seguente: si consiglia al paziente di prendere 2 compresse di un preparato speciale e, dopo un certo periodo di tempo, spendere diversi campioni di urina. L'acidità delle urine, che è determinata in laboratorio, può approssimativamente indicare il livello di acidità dello stomaco.

Rilevazione di batteri Helicobacter pylori

Nella moderna gastroenterologia, ci sono diversi modi per identificare il batterio Helicobacter:

  • Analisi delle feci - con l'aiuto di speciali studi di laboratorio determina l'antigene del batterio Helicobacter nel corpo.
  • Test respiratorio: viene somministrato al paziente un farmaco con atomi di carbonio etichettati. Dopo un certo tempo, al paziente viene chiesto di respirare in un apparecchio speciale, che cattura il contenuto aumentato nell'aria espirata dei prodotti di scarto del batterio Helicobacter pylori.
  • La fibrogastroscopia è caratterizzata dall'esame della mucosa gastrica con l'aiuto di un apparato speciale con un sistema ottico all'estremità. Con l'introduzione del fibrogastroscopio nello stomaco, il display della membrana mucosa viene visualizzato sullo schermo del monitor. Oltre alla possibilità di una valutazione visiva dello stato della mucosa gastrica, il succo gastrico può essere assunto per ulteriori ricerche in laboratorio.

Trattamento della gastrite ipertrofica

Nella forma lieve della malattia può essere trattata in una clinica ambulatoriale. Nel periodo acuto della gastrite, al paziente viene prescritta una terapia sintomatica. Per ridurre il dolore e neutralizzare il processo infiammatorio nello stomaco, farmaci prescritti che aiutano a ridurre la produzione di acido cloridrico e ad esercitare un effetto protettivo sulla mucosa interessata. Tali farmaci includono antiacidi e bloccanti di pompa protonica (farmaci che bloccano i recettori responsabili della produzione di enzimi e acido cloridrico).

Gli antiacidi sono disponibili sotto forma di gel, compresse o sciroppi, che contengono una grande quantità di alluminio, calcio, sali di bismuto e magnesio. Entrando nella mucosa gastrica, tali farmaci neutralizzano l'acidità aumentata nello stomaco, avvolgendo l'intera superficie, in modo che le cellule del corpo possano riprendersi. Inoltre, gli antiacidi aiutano a ridurre l'attività patologica dei batteri Helicobacter pylori. Se viene rilevato un batterio Helicobacter, al paziente deve essere prescritto un ciclo di terapia antibiotica.

Con l'inefficacia dei metodi conservativi di trattamento e la progressione della gastrite solleva la questione della rimozione chirurgica delle escrescenze dalla mucosa o della resezione parziale dello stomaco.

Un prerequisito per il trattamento della gastrite ipertrofica è la compliance del paziente con una dieta delicata speciale.

Nella gastrite ipertrofica, il principio dell'alimentazione frazionata e frequente è molto importante (5-6 volte al giorno in piccole porzioni). In media, la massa della porzione accettata alla volta non deve superare i 400 grammi. I pazienti con questa forma di gastrite hanno bisogno di alimenti ricchi di proteine. Dopo l'intervento chirurgico, molti pazienti rifiutano completamente di mangiare, poiché molti di loro hanno paura del dolore.

Durante i primi 6 mesi dopo l'operazione sullo stomaco, il paziente deve mangiare solo la forma macinata. Un'attenzione particolare è rivolta alla temperatura del cibo consumato - i piatti non dovrebbero essere troppo caldi o freddi, in modo che il corpo non spenda risorse aggiuntive per il suo raffreddamento o riscaldamento.

Tali prodotti sono controindicati: cioccolato, caffè e tè nero forte, bevande alcoliche, salsicce, salsicce, uva, pesce e carne in scatola, condimenti e spezie piccanti, panna acida, pane nero, lardo, maiale, funghi, pesce grasso, prodotti da pasticceria, pane fresco

Consigliato: zuppe grattugiate, ricotta non acida, latte acido, formaggio magro e magro, tacchino bollito, coniglio, pollo senza pelle e grasso, carne magra (sotto forma di polpette), pesce magro, pane bianco di ieri, composte di frutta secca, baci, farina d'avena porridge, uova alla coque (non più di 1 pezzo al giorno), frittata di vapore da proteine.

Nonostante il fatto che i gastroenterologi raccomandino ai pazienti di usare prodotti a base di latte fermentato, durante i periodi di esacerbazione della gastrite, non bere kefir. Questa bevanda è piuttosto aspra e può ulteriormente irritare la mucosa gastrica danneggiata. È meglio sostituire kefir con ryazhenka o crema.

Un prodotto molto utile per la gastrite è una mela. Questo frutto è ricco di pectina, grazie al quale viene migliorato il lavoro dell'intero tratto digestivo. Nel periodo di mela acuta è meglio usare in forma cotta.

Inoltre, quando la gastrite gastroenterologi consiglia di bere latte con l'aggiunta di un cucchiaio di miele. Questo strumento è ottimo per la gastrite con un alto livello di acidità. Una condizione importante è usare la bevanda sotto forma di calore, è meglio prima di coricarsi. Il latte riduce l'acidità dello stomaco e avvolge la mucosa e il miele, grazie ai suoi microelementi e vitamine, ha un effetto antinfiammatorio sul corpo nel suo insieme.

prospettiva

Il decorso della gastrite ipertrofica può essere lungo e richiede al paziente di essere molto paziente e seguire tutte le raccomandazioni mediche. Durante il periodo di trattamento, sono possibili periodi di remissione stabile ed esacerbazioni del processo infiammatorio. Molto spesso, i medici osservano la transizione della gastrite ipertrofica alla forma atrofica. Anche in alcuni casi, possibili complicazioni sotto forma di sanguinamento gastrico.

Prevenzione della gastrite ipertrofica

La prevenzione della gastrite è la seguente:

  • nutrizione completa e razionale;
  • rifiuto di cattive abitudini;
  • trattamento tempestivo delle patologie dell'apparato digerente.

Ricorda che qualsiasi malattia è meglio prevenire che curare. Se sospetti una malattia dello stomaco, non esitare a contattare un medico-gastroenterologo.


| 29 novembre 2014 | | 7 871 | Malattie del tubo digerente