Ipotiroidismo: sintomi e trattamento
medicina online

ipotiroidismo

contenuto:

- Cause di ipotiroidismo acquisito
- Cosa succede nel corpo?
- gruppi a rischio
- I principali sintomi di ipotiroidismo acquisito
- Diagnosi di ipotiroidismo acquisito
- Trattamento dell'ipotiroidismo acquisito
- Previsione

- Le principali cause di ipotiroidismo congenito
- Cosa succede nel corpo con ipotiroidismo congenito?
- Sintomi di ipotiroidismo congenito
- Diagnosi e trattamento dell'ipotiroidismo congenito
- Previsione

Ipotiroidismo è una condizione del corpo caratterizzata da una carenza di ormoni tiroidei. L'insufficienza ormonale può essere primaria a causa della malattia della tiroide o secondaria, quando non ci sono cambiamenti patologici nella ghiandola stessa e la mancanza di ormoni dovuta all'azione di altri fattori. Si ritiene che l'ipotiroidismo primario si verifichi in quasi il 99% dei casi.

Ci sono ipotiroidismo:

  • congenita,
  • acquisita.

L'ipotiroidismo congenito è causato da ipoplasia o assenza della ghiandola tiroidea, quando gli ormoni tiroidei sono completamente assenti o la loro produzione è insignificante. In alcune situazioni, c'è un difetto genetico negli enzimi coinvolti nella formazione di questi ormoni, in conseguenza del quale l'assorbimento di iodio da parte delle cellule tiroidee è compromesso, un altro tipo di cambiamento genetico è una violazione della struttura della porzione proteica della tireoglobulina. In questi casi, la ghiandola tiroidea sintetizza molecole difettose di ormoni tiroidei attivi che non sono percepiti dalle cellule del corpo.

L'ipotiroidismo acquisito si sviluppa a seguito di patologie tiroidee insorte nel corso della vita di una persona. Ad esempio:

  • dopo la rimozione di una porzione della ghiandola tiroide per intervento chirurgico;
  • quando il suo tessuto viene distrutto da radiazioni ionizzanti (trattamento con preparati di iodio radioattivo, irradiazione degli organi del collo, ecc.);
  • dopo aver assunto alcuni farmaci: preparazioni al litio, beta-bloccanti, ormoni della corteccia surrenale, vitamina A in grandi dosi;
  • con carenza di iodio nel cibo e lo sviluppo di alcune forme di gozzo endemico.

Secondo il meccanismo di sviluppo distinguere l'ipotiroidismo:

  • primario (thyrogenic),
  • secondaria (ipofisi),
  • terziario (ipotalamico),
  • periferiche.

L'ipotiroidismo primario si verifica quando i cambiamenti patologici si sviluppano inizialmente nella ghiandola tiroidea stessa, ad esempio la sua ipoplasia congenita o ipotiroidismo conseguente alla rimozione del gozzo.

L'ipotiroidismo secondario è quando tutto è a posto con la ghiandola tiroidea, tuttavia, si manifesta una carenza di tireotropina, che viene prodotta nella ghiandola pituitaria e normalmente dovrebbe innescare la sintesi degli ormoni tiroidei nella ghiandola tiroidea stessa. Le cause dello sviluppo dell'ipotiroidismo secondario possono essere emorragie nella ghiandola pituitaria, tumori o processi infiammatori in una determinata area del cervello, mancanza di ossigeno nelle cellule a causa della perdita di sangue. Inoltre, la produzione di tireotropina nella ghiandola pituitaria può essere inibita da alcuni farmaci, ad esempio: apomorfina, reserpina, farmaci antiparkinsoniani.

Ipotiroidismo terziario - in questo caso c'è una carenza di tireoliberina, che viene prodotta nell'ipotalamo e innesca la produzione di tireotropina nella ghiandola pituitaria, che controlla direttamente l'attività della ghiandola tiroidea.

L'ipotiroidismo periferico è caratterizzato da una diminuzione della sensibilità dei tessuti corporei e dei recettori cellulari all'azione degli ormoni tiroidei. Le ragioni per lo sviluppo di questo stato non sono ben comprese.



Ipotiroidismo acquisito

L'ipotiroidismo acquisito in vari gradi, è più comune tra le malattie della ghiandola tiroidea. Il più delle volte si sviluppa a causa di tiroidite autoimmune cronica o risulta dalla rimozione di una grande quantità di tessuto tiroideo durante l'intervento chirurgico.

Cause dell'ipotiroidismo acquisito

Nella maggior parte dei casi, l'ipotiroidismo persistente si sviluppa a causa di tiroidite autoimmune cronica, rimozione di una parte della ghiandola tiroidea o trattamento con iodio radioattivo.

L'ipotiroidismo transitorio (temporaneo, transitorio) si osserva quando si assumono farmaci tireostatici o grandi dosi di iodio. L'ipotiroidismo acquisito può essere osservato nei neonati e nelle donne in gravidanza a causa di una grave carenza di iodio, quando questo elemento praticamente non viene fornito con il cibo (queste condizioni sono solitamente definite ipertrofotropinemia neonatale transitoria e ipoossinemia gestazionale).

L'ipotiroidismo secondario acquisito è una conseguenza dei processi distruttivi osservati nei microadenomi ipofisari o nelle strutture soprasellari, nonché dopo interventi chirurgici in quest'area.

Cosa succede nel corpo?

Una carenza di ormoni tiroidei influisce sul funzionamento di quasi tutti gli organi e sistemi del corpo:

  • il consumo di ossigeno diminuisce (la sofferenza cellulare soffre effettivamente),
  • produzione di energia ridotta
  • C'è una carenza di un numero di enzimi, la cui produzione dipende dalla risorsa energetica della cellula,
  • Il mixedema appare - edema mucinoso (l'acido ialuronico si accumula nel tessuto connettivo, che "tira" il liquido su se stesso),
  • violato quasi tutti i tipi di metabolismo.

Gruppi di rischio

Le seguenti categorie di popolazione sono a rischio di sviluppare ipotiroidismo:

  • in presenza di malattie della tiroide, compresa la tiroidite;
  • soffre di anemia perniciosa, diabete;
  • utilizzare alcuni farmaci (sali di litio, amiodarone, preparati di iodio radioattivo, ecc.);
  • Se ci sono cambiamenti negli esami del sangue biochimici: un alto indice aterogenico, iponatriemia, aumento della CPK (creatina fosfochinasi) e LDH (lattato deidrogenasi), nonché un aumento della prolattina.

I principali sintomi di ipotiroidismo acquisito

La diagnosi di ipotiroidismo acquisito in alcuni casi può essere difficile, dal momento che alcuni sintomi di ipotiroidismo possono essere osservati nel 15% degli adulti affetti da malattie mentali o somatiche, ma con una ghiandola tiroidea normalmente funzionante.

Ipotiroidismo primitivo classico

L'ipotiroidismo classico è caratterizzato dai seguenti sintomi e sindromi:

1. Scambia la sindrome ipotermica : giallo della pelle, obesità, sviluppo precoce dell'aterosclerosi, colesterolo alto, sensazione di freddo, diminuzione della temperatura corporea.

2. Tessuto connettivo - edema mixedematoso:

  • gonfiore del viso, incluso nell'area periorbitale,
  • le mucose del tubo e del naso uditivo (perdita dell'udito, difficoltà di respirazione attraverso il naso),
  • lingua (denti visibili),
  • corde vocali (raucedine),
  • meningi, pleura, pericardio (polyserositis).

3. Sistema nervoso:

  • perdita di memoria
  • sonnolenza,
  • sviluppo dell'adenoma ipofisario secondario,
  • tensione muscolare e rilassamento lento,
  • polineuropatia.

4. Sistema cardiovascolare:

  • cuore di myxedema (impulso lento, aumento della dimensione del cuore),
  • sviluppo di insufficienza cardiaca.

5. Organi digestivi:

  • fegato ingrossato
  • propensione a sviluppare calcoli biliari,
  • costipazione,
  • sviluppo della discinesia biliare.

6. Sistema circolatorio:

  • Anemia di vario tipo (megaloblastica, carente di ferro, ipo-o normocromica).

7. Sistema riproduttivo:

  • violazione della funzione mestruale fino alla sua completa scomparsa,
  • infertilità,
  • galattorrea (secrezione del latte dalle ghiandole mammarie).

8. Pelle e suoi derivati:

  • fragilità e ottusità dei capelli,
  • la loro maggiore perdita e crescita lenta,
  • pelle secca
  • unghie sottili, esfoliate e scarabocchiate.

coma

Se l'ipotiroidismo rimane senza un trattamento appropriato per un lungo periodo, può svilupparsi coma di miksedema (ipotiroidismo). Le sue manifestazioni principali sono:

  • ipotermia (fino a 30 0 С),
  • respirazione ridotta e frequenza cardiaca,
  • ipotensione,
  • ipoglicemia,
  • ostruzione intestinale a causa di una forte diminuzione della peristalsi,
  • cambiamento di coscienza (stupore, coma).

Senza un trattamento tempestivo, la mortalità arriva fino all'80%.

Caratteristiche del corso di ipotiroidismo secondario acquisito

L'ipotiroidismo secondario può verificarsi senza obesità concomitante, grave gonfiore. Inoltre, non vi sono praticamente sintomi di insufficienza cardiaca, polisosite, epatomegalia o anemia.

Diagnosi di Ipotiroidismo acquisito

Nella diagnosi di ipotiroidismo è possibile distinguere diversi punti principali:

1. Primario e riesame di un medico che identifica i sintomi e i sintomi caratteristici dell'ipotiroidismo, e analizza anche i risultati dell'esame e svolge la diagnosi differenziale di varie malattie che hanno una manifestazione simile.

2. Esame di laboratorio e strumentale:

  • emocromo completo (diminuzione dell'emoglobina, natura dell'anemia),
  • analisi del sangue biochimiche (colesterolo alto, ipoproteinemia, ecc.),
  • ECG,
  • studio del livello degli ormoni tiroidei (tiroxina, triiodotironina) e della tireotropina ipofisaria in condizioni normali e con l'ausilio di un test alla tiroliberina, quando 500 μg di tireoliberina viene somministrato per via endovenosa,
  • Ecografia tiroidea,
  • determinazione dell'età ossea (per i bambini).

Trattamento dell'ipotiroidismo acquisito

L'ipotiroidismo viene trattato da un endocrinologo che, se necessario, può attrarre altri specialisti. L'automedicazione dell'ipotiroidismo è inaccettabile a causa del possibile deterioramento della salute.

Se possibile, è necessario eliminare la causa dello sviluppo di ipotiroidismo, ad esempio:

  • abrogare i farmaci che causano una diminuzione dell'attività dell'ormone tiroideo,
  • trattare la tiroidite,
  • normalizzare l'assunzione di iodio nei prodotti alimentari.

La stessa deficienza degli ormoni tiroidei viene riempita mediante terapia sostitutiva con levotiroxina e farmaci simili. Gli ormoni tiroidei per tutta la vita sono prescritti in caso di sviluppo di ipotiroidismo a causa della sua rimozione, irradiazione o se è impossibile ripristinare la sua funzione per altri motivi. Il trattamento sintomatico viene condotto anche in base alla prevalenza di alcuni disturbi (ad esempio, la prescrizione di farmaci che riducono il colesterolo).

Il trattamento del coma ipotiroideo viene spesso effettuato in condizioni di rianimazione e comprende misure intensive volte a correggere e garantire le funzioni vitali ed eliminare la carenza di ormoni tiroidei.

prospettiva

La prognosi per l'assunzione giornaliera di ormoni tiroidei è favorevole: i pazienti conducono una vita normale. Nei casi in cui non vi è alcun trattamento per l'ipotiroidismo, le manifestazioni cliniche possono peggiorare fino all'insorgere del coma mexedematoso.

Ipotiroidismo congenito

L'insorgenza di ipotiroidismo congenito può essere dovuta a vari motivi, ma tutti portano alla manifestazione della malattia e alla sua diagnosi anche alla nascita.

Le principali cause di ipotiroidismo congenito

Le cause principali dell'ipotiroidismo congenito sono:

  1. Assenza o ipoplasia del tessuto tiroideo (sua agenesia, ipoplasia, distopia).
  2. L'effetto sulla ghiandola tiroide del bambino di anticorpi materni che circolano nel sangue di donne che soffrono di tiroidite autoimmune.
  3. Difetti ereditari nella sintesi di T4 (difetti nella perossidasi tiroidea, tireoglobulina, ecc.).
  4. Ipotiroidismo ipotalamo-ipofisario congenito.

In alcuni casi, le cause dell'ipotiroidismo congenito rimangono sconosciute.

Cosa succede nel corpo con ipotiroidismo congenito?

Mentre il feto si trova nell'organismo materno, l'assenza dei suoi ormoni tiroidei è compensata dall'azione di quelli materni, tuttavia, immediatamente dopo la nascita, il loro livello nel corpo del bambino inizia a diminuire bruscamente.

Se durante il periodo neonatale la deficienza di questi ormoni non viene compensata, si verificano cambiamenti irreversibili nel cervello e in altre parti del sistema nervoso, portando a demenza di vario grado. Se il trattamento con ormoni tiroidei viene iniziato durante la prima settimana di vita di un bambino, lo sviluppo neuropsicologico non ne risente praticamente.

Sintomi di ipotiroidismo congenito

I sintomi dell'ipotiroidismo congenito non contribuiscono alla diagnosi precoce della malattia e si manifestano pienamente a partire dal terzo mese di vita. Tuttavia, uno specialista esperto può rilevare i seguenti segni di ipotiroidismo in una fase precoce:

  • termini di nascita tardivi (da 40 settimane in su),
  • ittero prolungato (più di 7 giorni),
  • gonfiore,
  • peso elevato (alla nascita),
  • un aumento della lingua (bocca semiaperta con una lingua "allargata") e ghiandola tiroidea,
  • scarica tardiva di meconio,
  • ipotensione,
  • voce profonda quando piange piangendo
  • gonfiore sotto forma di guanciali-cuscini sulle superfici posteriori dei piedi, delle mani e nelle fosse fiacce succlavia,
  • gonfiore del viso, delle labbra, delle palpebre,
  • fontanella posteriore allargata,
  • ernia ombelicale.

A 3-4 mesi senza trattamento adeguato compaiono:

  • scarso aumento di peso,
  • costipazione,
  • ipotermia (mani e piedi freddi al tatto),
  • perdita di appetito
  • flatulenza,
  • pelle secca
  • maggiore fragilità e secchezza dei capelli,
  • difficoltà a deglutire
  • ipotonia muscolare.

Dopo 5-6 mesi di vita:

  • segni di crescita sproporzionata (chiusura tardiva delle fontanelle, naso largo e affossato),
  • ritardo nello sviluppo fisico e psicomotorio.

Diagnosi e trattamento dell'ipotiroidismo congenito

Poiché il quadro clinico può essere cancellato inizialmente, viene eseguito uno screening neonatale per diagnosticare l'ipotiroidismo congenito. Per fare ciò, il livello di TSH è determinato in macchie di sangue essiccato su carta da filtro prelevata dal tallone del bambino nel 4-5 ° giorno della sua vita (lo screening pre-termine viene eseguito dal 7 ° giorno al 14 ° giorno). Una diagnosi precoce (il 2 °, 3 ° giorno) porta a risultati falsi positivi.

La terapia sostitutiva è prescritta in base ai risultati del livello di TSH:

  • fino a 20 mCU / ml - la norma, nessuna misura terapeutica viene eseguita;
  • 20-50 uU / ml è un risultato dubbio che richiede la ri-conduzione di uno studio, che include la determinazione di TSH e T4: L-tiroxina è prescritta a T4 inferiore a 120 nmol / l, e TSH superiore a 20 μE / ml;
  • 50-100 μU / ml - sospetto di ipotiroidismo, il trattamento è prescritto immediatamente e può essere annullato con un risultato positivo al momento del riesame;
  • più di 100 mCU / ml - alta probabilità di ipotiroidismo, la terapia sostitutiva è prescritta anche in assenza di manifestazioni cliniche della malattia.

Dopo 2 settimane e 1-1,5 mesi dall'inizio della terapia, viene condotto uno studio di controllo su TSH e T4 e, all'età di 1 anno, la diagnosi viene chiarita cancellando L-tiroxina per 2 settimane e quindi misurando i livelli di TSH e T4. Se, come risultato, si ottengono risultati normali, il trattamento viene interrotto.

Per chiarire la causa dell'ipotiroidismo congenito, viene prescritta un'ecografia della tiroide.

prospettiva

Con un trattamento tempestivo iniziato (nella prima o seconda settimana di vita), la prognosi è favorevole, ma senza un'adeguata terapia sostitutiva, i segni di un ritardo nello sviluppo neuropsichico fino a forme gravi di progressione della demenza.


| 30 novembre 2014 | | 14 932 | Senza categoria