Pertosse: foto, sintomi, trattamento della pertosse
medicina online

Pertosse: foto, sintomi, trattamento della pertosse

contenuto:

La pertosse è una patologia infettiva acuta causata dalla parassitizzazione di un batterio specifico nel tratto respiratorio umano e caratterizzata da attacchi di tosse secca pronunciata. I casi di questa infezione sono registrati ovunque, più spesso i bambini, soprattutto all'età di 3-6 anni, sono suscettibili al suo sviluppo. Oggi, l'incidenza della pertosse è ridotta quasi al minimo, grazie alle vaccinazioni introdotte nel programma obbligatorio di vaccinazione umana nella maggior parte dei paesi del mondo.



motivi

Il batterio, Bordetella pertussis, che ha una forma piccola a forma di bastoncino, porta allo sviluppo della pertosse. Questo batterio non forma spore e capsule, quindi è instabile nell'ambiente esterno e muore in esso entro poche ore. La principale caratteristica del batterio del patogeno della pertosse è la produzione di un numero di sostanze biologicamente attive che determinano il decorso caratteristico della malattia:
Pertosse

  • La tossina della pertosse (fattore stimolante la linfocitosi) - svolge un ruolo importante nello sviluppo della tosse parossistica.
  • Gli agglutinogeni sono composti specifici sulla superficie di una cellula batterica che contribuiscono alla sua adesione (attaccamento) alla mucosa delle vie aeree.
  • Tossina adenilato ciclasi - blocca un numero di sistemi enzimatici di cellule epiteliali del sistema respiratorio, questo composto determina la virulenza (la capacità di portare allo sviluppo della malattia) sottospecie di pertosse batteri.
  • La citotossina tracheale è un composto proteico specifico che porta alla distruzione delle cellule epiteliali della trachea e dei bronchi con la successiva desquamazione.
  • L'emolisina è una tossina batterica che è in grado di provocare la morte dei globuli rossi ed è principalmente coinvolta nello sviluppo di una reazione infiammatoria nell'area del parassitismo dei batteri della pertosse nel tratto respiratorio.
  • L'endotossina è un lipopolisaccaride che viene rilasciato durante la morte di una cellula batterica e provoca lo sviluppo di intossicazione generale del corpo.
  • Il fattore sensibilizzante dell'istamina è una sostanza che porta all'attivazione di reazioni allergiche durante lo sviluppo dell'infezione da pertosse.

Tutte queste sostanze e composti determinano la patogenicità (la capacità di condurre allo sviluppo della malattia) dell'agente patogeno della pertosse.


epidemiologia

Pertosse si riferisce alle infezioni antropotiche. Il principale serbatoio del patogeno in natura e la fonte di infezione è il corpo umano. In termini epidemiologici, più pericolose sono le persone con una forma atipica del decorso dell'infezione, in cui non ci sono sintomi specifici, la persona non è isolata e continua a rilasciare attivamente il patogeno nell'ambiente. Il batterio della pertosse è un agente patogeno altamente contagioso, il che significa che è in grado di diffondere rapidamente e infettare un gran numero di persone. Questa caratteristica epidemiologica può spesso causare un'epidemia in gruppi di bambini organizzati (scuola materna, scuola). L'indice di contagiosità di bordetella raggiunge il 75-100% - cioè, se c'è una fonte di infezione, una persona di contatto (che non assume alcuna immunità) si ammala nel 100% dei casi. L'incidenza della pertosse è più elevata nell'infanzia (3-6 anni), con la stagionalità autunno-inverno e un aumento periodico dell'incidenza con una frequenza di 2-4 anni. La via dell'infezione è dispersa nell'aria - il batterio viene rilasciato da una persona malata o da un portatore (persona infetta, senza manifestazioni cliniche di pertosse) nell'ambiente durante la tosse con minuscole goccioline di espettorato sospese fino a diverse ore (fino a diverse ore). Quando inspira una tale aria, bordetella entra nel tratto respiratorio di una persona sana e porta alla sua infezione.

Meccanismo di sviluppo di pertosse

Il cancello d'ingresso (il punto di ingresso nel corpo) dell'infezione è la mucosa del tratto respiratorio superiore. I batteri si attaccano alle cellule epiteliali (cellule superficiali della mucosa) e poi scendono attraverso i bronchi verso il tratto respiratorio inferiore, dove si moltiplicano con il rilascio di tossine e prodotti di scarto. Il principale fattore nella patogenesi del processo infettivo e della malattia è la tossina esogena della pertosse, che causa lo sviluppo di un numero di reazioni nel corpo:

  • Aumento della pressione arteriosa sistemica dovuta allo spasmo delle arterie e dei vasi della microvascolarizzazione.
  • Inibizione dell'attività funzionale del sistema immunitario (immunodeficienza secondaria) - le tossine batteriche della pertosse inibiscono principalmente l'immunità cellulare (linfociti T).
  • Irritazione costante delle terminazioni nervose della mucosa del tratto respiratorio, che è il collegamento principale del riflesso della tosse - questa irritazione porta alla formazione di un fuoco dominante persistente di eccitazione nel centro della tosse del midollo, che causa lo sviluppo di tosse caratteristica.

La caratteristica principale della patogenesi della pertosse è lo sviluppo di un focus dominante di eccitazione nel centro della tosse, che è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:

  • Sommatoria - lo sviluppo della tosse quando esposto alle membrane mucose delle vie respiratorie, anche irritanti minori (aria secca).
  • La risposta del centro della tosse a sostanze irritanti che non sono specifiche: un attacco di tosse può svilupparsi a seguito di esposizione ad un suono forte, irritazione tattile o dolorosa della pelle;
  • Irradiazione (distribuzione) dell'impulso nervoso ai centri vicini del cervello - vasomotore (aumento della pressione sanguigna), vomito (sviluppo del vomito) e scheletrico (comparsa di convulsioni) al centro all'altezza di un attacco di tosse.
  • Persistenza dell'eccitazione - la conservazione della concentrazione nel centro della tosse dopo il rilascio del corpo dai batteri della pertosse.
  • Inerzia: il focus formato può periodicamente scomparire (senza episodi di tosse), seguito da un rinnovo.
  • La possibilità di transizione allo stato di parabiosi - estrema eccitazione nel centro della tosse porta alla cessazione della formazione di impulsi nel centro respiratorio, che spiega i casi di insufficienza respiratoria nei bambini all'altezza di un attacco di tosse.

La patogenesi della pertosse, associata principalmente agli effetti della tossina della pertosse sul corpo umano, determina le manifestazioni cliniche della malattia.

Sintomi della pertosse

Foto di pertosse A seconda della presenza e della gravità dei sintomi caratteristici, viene isolata una forma tipica e atipica di pertosse. Perché il decorso clinico della pertosse è caratterizzato da periodi che differiscono nelle loro manifestazioni. Questi includono:

  • Periodo di incubazione
  • Periodo pre-convulsivo.
  • Il periodo di attacchi di tosse convulsa.
  • Il periodo dello sviluppo inverso dei sintomi.
  • Il periodo di recupero (recupero).

Periodo di incubazione

Questo è il periodo di tempo dal momento dell'infezione di una persona con pertosse, fino a quando compaiono i primi sintomi della malattia. La sua durata in questo caso è da 3 a 14 giorni (in media, circa una settimana). Nel periodo di incubazione, non ci sono praticamente sintomi della malattia, la persona si sente normale e non presenta alcun reclamo.

Periodo di pre-convinzione

Il principale sintomo di questo periodo di pertosse è l'apparizione e l'aumento graduale della tosse secca, sullo sfondo della normale temperatura corporea e l'assenza di segni di intossicazione generale e altri fenomeni che accompagnano la malattia respiratoria acuta (rinite, secrezione nasale, mal di gola). Nel periodo pre-convulsivo, una persona raramente cerca aiuto medico, ma i tentativi di trattare sintomaticamente la tosse secca con farmaci espettoranti o mucolitici non portano risultati. La durata di questo periodo è 3-14 giorni.

Periodo di tosse parossistica

Questo è un picco clinico e patogenetico della malattia, in cui si forma un centro dominante di eccitazione nel centro della tosse del midollo allungato. La principale manifestazione di questo periodo è lo sviluppo di un attacco di tosse, che ha diverse caratteristiche principali:

  • Reprise è una condizione all'altezza di un attacco di tosse, caratterizzata da una serie di diversi tremiti di tosse sull'espirazione seguita da un respiro sibilante. Riprendere è un sintomo caratteristico che indica lo sviluppo della pertosse.
  • Scarico di una grande quantità di espettorato viscoso chiaro alla fine di un attacco di tosse. A volte un attacco di tosse convulsa finisce con il vomito (il risultato dell'irraggiamento dell'eccitazione si concentra sul centro emetico del midollo allungato).
  • Lo sviluppo di un attacco è solitamente preceduto da un'aura, che è accompagnata da una sensazione di ansia, paura, starnuti o mal di gola.
  • Durante un attacco di tosse, una persona ha un aspetto caratteristico - arrossamento del viso con conseguente cianosi (colore bluastro dovuto al deterioramento del deflusso venoso), gonfiore delle vene giugulari, lingua che sporge durante tutta la sua lunghezza e la punta della lingua si solleva verso l'alto.
  • Una lacrima o un'ulcera del frenulo della lingua è caratteristica solo per il sintomo di pertosse (patognomonica).

La durata della tosse con pertosse è di 2-4 minuti, man mano che la patologia si sviluppa, la durata dell'attacco potrebbe essere più lunga. Durante il periodo interictale, il viso della persona diventa gonfio, a causa del gonfiore dei suoi tessuti, la pelle diventa pallida con cianosi intorno alla bocca. Sulla sclera possono sviluppare piccole emorragie sotto forma di macchie rosse. La durata della tosse parossistica convulsa va dalle 2-3 alle 6-8 settimane, a seconda della gravità della pertosse. Il numero e la durata della tosse convulsa aumentano con grave patologia fino a 25-30 volte al giorno.

Il periodo di sviluppo inverso di pertosse

Questo periodo è anche chiamato convalescenza precoce (recupero). Dura da 2 a 6 settimane. Allo stesso tempo, la frequenza e la durata degli attacchi di tosse convulsa diminuiscono gradualmente. L'attacco in sé è più facile, anche le condizioni generali e il benessere della persona migliorano.

Il periodo di recupero (recupero)

Questo è il periodo più lungo nel decorso clinico della pertosse, che dura da 2 mesi a sei mesi. In questo momento, la tosse è praticamente assente, ma è possibile un ritorno periodico degli attacchi di tosse convulsa, a causa della conservazione della messa a fuoco dell'eccitazione nel centro della tosse del midollo allungato.

Sintomi di pertosse atipica

La forma atipica della pertosse è caratterizzata da sintomi aspecifici della malattia o dalla sua assenza. A seconda di questo, ci sono diversi tipi di forme atipiche di pertosse:

  • Vista abortiva - il periodo di attacchi di tosse convulsa non è lungo, in media, dopo una settimana entra in un periodo di recupero precoce.
  • La forma usurata - durante tutta la malattia è presente una tosse forte e secca, ma lo sviluppo delle convulsioni convulsive è assente.
  • Forma asintomatica - caratterizzata da assenza completa o sviluppo minimo di tosse durante il corso di tutti i periodi di pertosse.
  • Portatore batterico - entrare nel tratto respiratorio superiore dei batteri senza sviluppare la malattia e la successiva distruzione da parte del sistema immunitario.

Lo sviluppo di una forma atipica di pertosse è tipico delle persone vaccinate contro la pertosse, quando una quantità significativa del patogeno della pertosse entra nel sistema polmonare.

diagnostica

La diagnosi di pertosse è fatta solo sulla base di un risultato positivo di uno studio specifico, che include:

  • Studio batteriologico piantando materiale su un mezzo nutritivo con la successiva coltivazione e identificazione dell'agente patogeno.
  • Diagnosi sierologica basata sulla determinazione di un aumento del titolo anticorpale sui batteri della pertosse utilizzando una reazione di agglutinazione (RA) o un saggio immunoenzimatico (ELISA).

Per determinare i cambiamenti strutturali e la presenza di ipossia (insufficiente apporto di ossigeno al sangue e ai tessuti corporei), vengono utilizzati ulteriori metodi di ricerca strumentali e di laboratorio:

  • Radiografia dei polmoni o tomografia computerizzata.
  • Determinazione della saturazione di ossigeno nel sangue (determinazione della presenza di ipossia).
  • Prove generali di sangue e urine.
  • Analisi biochimiche del sangue.

Tali metodi diagnostici consentono di valutare il grado di disturbi strutturali e funzionali nel corpo, che contribuirà a determinare le ulteriori tattiche di trattamento.

Complicazioni di pertosse

La pertosse è una patologia con un decorso grave e lo sviluppo di una serie di complicanze specifiche e non specifiche che spesso si sviluppano in forma grave di patologia con attacchi frequenti e prolungati di tosse convulsa. Complicazioni specifiche correlate direttamente alla patogenesi della pertosse includono:

  • Enfisema polmonare - è caratterizzato dall'allungamento degli alveoli a causa della tosse e dalla loro maggiore ariosità.
  • Enfisema del mediastino o tessuto sottocutaneo nel petto - il risultato della rottura delle vie aeree con l'accumulo di aria nei tessuti.
  • Insufficienza respiratoria grave con ritardo fino a 30 secondi o arresto (apnea) per un periodo di tempo superiore a 30 secondi.
  • Sanguinamento dal naso, emorragie nella pelle del viso e della testa, la sclera degli occhi, il cervello e il midollo spinale possono svilupparsi a seguito di un flusso di sangue disturbato dalla metà superiore del corpo durante un attacco di tosse convulsa.
  • Ernia della parete addominale anteriore (ombelicale, ernia inguinale) o prolasso rettale, associata ad un aumento della pressione intra-addominale durante la tosse.

Le complicanze non specifiche della pertosse si sviluppano a seguito dell'aggiunta di un'infezione batterica secondaria sullo sfondo di una diminuzione dell'attività funzionale del sistema immunitario. Allo stesso tempo, possono svilupparsi polmonite (polmonite), bronchite , tracheite, tonsillite , linfoadenite (un processo infettivo nei linfonodi) o otite (infiammazione dell'orecchio medio). Inoltre, anche senza lo sviluppo di complicazioni, dopo aver sofferto pertosse, i residui (effetti residui) possono persistere sotto forma di bronchite cronica o polmonite, vari disturbi del linguaggio, i bambini possono sviluppare enuresi (incontinenza notturna), disturbi della vista e dell'udito, paralisi di alcuni gruppi muscolari.

Trattamento per la pertosse

Con il decorso grave e moderato della malattia, il trattamento della pertosse viene eseguito solo in un ospedale medico, nel quale è possibile garantire l'impatto minimo di vari fattori che provocano lo sviluppo di un attacco di tosse convulsa. Inoltre, i bambini dei gruppi organizzati dovrebbero essere ricoverati in ospedale per prevenire la diffusione dell'infezione. La terapia con la pertosse comprende diversi gruppi obbligatori di misure terapeutiche: regime delicato, terapia etiotropica, terapia patogenetica e sintomatica.

Trattamento di spargimento e attività generali

Durante il trattamento, gli effetti sul corpo di fattori che possono provocare un attacco di tosse convulsa - rumore, suoni aspri, aria secca e stress emotivo - sono limitati. Inoltre, le raccomandazioni generali includono una dieta ricca di proteine, carboidrati e vitamine. Mangiare cibi grassi non è raccomandato. L'umidità relativa dell'aria al livello del 60% è richiesta per essere conservata all'interno.

Terapia etiotrope

Questa terapia ha lo scopo di distruggere l'agente patogeno della pertosse, per il quale gli antibiotici del gruppo macrolidico (azitromicina, roxithromycin) o penicilline semi-sintetiche ( amoxicillina ) vengono prescritti dai primi giorni dopo la diagnosi. Il corso di terapia antibiotica dura circa 7-10 giorni. Nel caso di un decorso grave della malattia con frequenti attacchi di tosse e vomito, gli antibiotici vengono introdotti nel corpo parenteralmente - per via intramuscolare o endovenosa sotto forma di iniezioni.

Terapia patogenetica

Il gruppo principale di misure terapeutiche che vengono eseguite al fine di ridurre la gravità del focus di eccitazione nel centro della tosse del midollo allungato. I farmaci del gruppo di neurolettici (aminazina) e farmaci anticonvulsivanti (seduxen, fenobarbital) sono utilizzati in dosi di età. Inoltre è stato utilizzato un gruppo di farmaci antitosse (pertussina, pakseladina), antispastici (senza spa). Nella terapia patogenetica comprende la disidratazione (rimozione del fluido dal corpo) per ridurre l'edema (furosemide).

Terapia sintomatica

Questo è un trattamento aggiuntivo che riduce la gravità delle principali manifestazioni della patologia. Include la rimozione del muco dal tratto respiratorio superiore, aerosolterapia, respirazione dell'aria umidificata, ossigenoterapia (aria respirabile satura di ossigeno umidificato). Immunomodulatori (metacile, sodio nucleinato, eleuterococco) vengono utilizzati per la prevenzione dell'infezione batterica secondaria.

prevenzione

L'ingestione di antigeni batterici della pertosse causa la formazione di un'immunità resistente (conseguente immunità alla reinfezione). Pertanto, per la prevenzione della malattia, in tutti i paesi è stata introdotta la vaccinazione obbligatoria contro la pertosse (l'introduzione di antigeni della parete batterica nel corpo al fine di indurre la formazione di immunità). La vaccinazione contro la pertosse viene eseguita più volte nella vita, dà un risultato elevato in termini di immunità alle infezioni. Anche nel caso dello sviluppo di un processo infettivo, nelle persone vaccinate, la malattia procede in una forma lieve senza sviluppare attacchi di tosse.

Актуальность коклюша на сегодняшний день остается значительной, что связано с его тяжелым течением, периодическим подъемом заболеваемости через 2-4 года и преимущественным поражением детей в возрасте 3-6 лет.


21 Июнь 2015 | 4 002 | Инфекционные заболевания
Lascia il tuo feedback