Morbillo negli adulti: foto, sintomi, trattamento, prevenzione
medicina online

Morbillo negli adulti: foto, sintomi, trattamento, prevenzione

contenuto:

Il morbillo è una malattia respiratoria acuta che, nonostante la vaccinazione, rimane tra le principali cause di mortalità infantile. Ciò è dovuto principalmente al fatto che il corpo umano è altamente suscettibile al virus. Cioè, il contatto con un paziente con il morbillo si tradurrà in un'infezione con una probabilità del 100% per una persona sana. Per proteggersi da questa malattia, è necessario sapere come diagnosticare, trattare e, soprattutto, prevenire la diffusione di un virus pericoloso.



Cause di malattia

Morbillo negli adulti L'infezione da morbillo si manifesta solo per una ragione: il virus del morbillo, che appartiene al gruppo dei virus dell'RNA, entra nel corpo di una persona sana. Questo agente patogeno si distingue per un basso livello di sopravvivenza al di fuori del corpo umano - cioè, è quasi impossibile per loro essere infettati, essere a una distanza dal paziente, toccare oggetti che ha toccato e così via. Ma a diretto contatto con il paziente, a condizione che la malattia sia nello stadio dagli ultimi due giorni del periodo di incubazione al quinto giorno dall'inizio dell'eruzione sulla pelle, l'infezione è quasi inevitabile.

L'eccezione alla regola sono le persone che hanno già avuto il morbillo - il sistema immunitario del corpo produce anticorpi contro il virus dell'RNA, proteggendo così la persona per tutta la vita dallo sviluppo della malattia. Inoltre, la madre, che era stata ammalata prima dell'inizio della gravidanza, trasferisce parte degli anticorpi a suo figlio. Proteggono il suo corpo fino all'età di tre mesi, dopo di che il bambino diventa sensibile al virus.

L'agente patogeno viene trasmesso dal contatto tattile - toccando la pelle - e dalle goccioline trasportate dall'aria. Salendo sulla mucosa, entra nel sangue umano, dopo di che inizia l'infezione, con sintomi caratteristici gravi.

I sintomi del morbillo negli adulti

Morbillo nelle foto degli adulti Il morbillo ha un quadro sintomatico piuttosto interessante, a causa del quale la diagnosi della malattia non richiede molto tempo e spesso non richiede un'analisi differenziale, escludendo altre infezioni respiratorie. A seconda della prevalenza di alcuni sintomi, si distinguono i seguenti periodi di malattia:

  • Periodo di incubazione Dopo che il virus è entrato nel corpo, per 1-2 settimane una persona non sente alcuna manifestazione della malattia. A volte il periodo di incubazione può richiedere fino a tre settimane, che è associato con le peculiarità del sistema immunitario in una particolare persona. Vale la pena ricordare che, nonostante ciò, la persona che trasporta il virus diventa contagiosa per tutte le persone sensibili al virus del morbillo.
  • Periodo catarrale (iniziale). Il morbillo è comunemente associato a eruzioni cutanee caratteristiche. Ma i primi sintomi della malattia, che si manifestano dopo la scadenza del periodo di incubazione, sono semplici manifestazioni del comune raffreddore: febbre significativa, tosse, naso che cola, sindrome astenica. A questo punto, potresti essere sospettato di avere un'infezione virale respiratoria acuta o respiratoria acuta, ma i segni caratteristici sotto forma di eruzione cutanea sulla pelle ti permetteranno di fare la diagnosi corretta.
  • Manifestazioni esterne Dal secondo giorno della comparsa dei sintomi, una persona appare arrossamento della mucosa degli occhi ( congiuntivite ), eruzioni cutanee sulle guance sotto forma di piccole macchie bianche, con un caratteristico bordo rosso (vedi foto). Le principali manifestazioni dermatologiche iniziano il 5 ° giorno del periodo iniziale della malattia e sono punti rossi che si uniscono in una grande macchia che copre la pelle del viso, collo, busto, braccia e gambe. Durante questo periodo, la temperatura può salire nuovamente al massimo nel corso del segno della malattia - fino a 40,5 gradi.
  • Fase di convalescenza (finale). A partire dal quinto giorno dopo la comparsa di un'eruzione cutanea rossa, la malattia regredisce e la persona inizia a riprendersi. La temperatura diminuisce gradualmente fino a raggiungere un livello normale, l'eruzione si stacca. Vale la pena ricordare che le manifestazioni cutanee possono scomparire lentamente per un periodo di due settimane, mentre durante questo periodo della malattia una persona non è più contagiosa.



Metodi diagnostici

Tra i metodi di diagnosi, il principale e più frequentemente praticato è l'esame del paziente. Per la diagnosi, i medici sono guidati dai seguenti indicatori:

  1. Naso che cola abbondante;
  2. Grave tosse;
  3. congiuntiviti;
  4. Fotosensibilità (fotosensibilizzazione);
  5. Eruzioni cutanee bianche sulla pelle delle guance, che compaiono da 4-5 giorni dall'inizio della malattia.

Informazioni molto importanti che il paziente era in contatto con una persona con il morbillo.

Ovviamente, i primi quattro sintomi non sono specifici e non possono indicare con precisione che il paziente è il morbillo, e non la scarlattina , la tubercolosi o la rosolia. Pertanto, è necessario condurre test di laboratorio, tra cui:

  • Analisi cliniche del sangue. Un indicatore importante è il cambiamento nel livello dei leucociti del sangue. Responsabili delle funzioni protettive del corpo, sono i primi a rispondere al verificarsi di un'infezione virale o di un processo infiammatorio. Tuttavia, in generale, l'analisi non è specifica, ma indica semplicemente la presenza di un'infiammazione o una reazione immunologica.
  • Esame del sangue sierologico. Lo studio del livello di anticorpi IgM e IgG verso il virus RNA. Aumentare il loro livello con una garanzia assoluta ti permette di fare una diagnosi. In futuro, verrà utilizzata la stessa analisi per determinare la presenza di immunità al morbillo, ad esempio durante la gravidanza e in altri casi.

Trattamento del morbillo negli adulti

Morbillo negli adulti trattati Il trattamento speciale finalizzato alla distruzione del virus dell'RNA, ad oggi, non esiste. Pertanto, la terapia ha lo scopo di eliminare i sintomi e, di conseguenza, alleviare le condizioni del paziente.

  • Al fine di sbarazzarsi di tosse, il medico può raccomandare l'assunzione di farmaci mucolitici. La diluizione dell'espettorato rende la tosse più produttiva ed elimina in modo efficace i bronchi e i polmoni.
  • Le gocce nasali con effetto vasocostrittore aiutano a liberarsi da un raffreddore. Puoi usarli per non più di 5 giorni per evitare la dipendenza.
  • Ad alte temperature mostra l'uso di antipiretici. Ma vale la pena ricordare che esistono informazioni secondo le quali ai bambini non è raccomandato somministrare l'aspirina come medicinale per abbassare la temperatura. L'aspirina è meglio sostituire con paracetamolo o ibuprofene.
  • Per eliminare i sintomi della congiuntivite, si consiglia di utilizzare gocce speciali, il lavaggio del tè. Con un forte gonfiore delle palpebre, puoi prendere antistaminici, che sono anche prescritti dal medico.
  • La cavità orale viene risciacquata con un decotto di fiori di camomilla, irrigati con antibiotici locali, ad esempio, spray "Bioparox", così come "Miramistin"
  • Se il prurito è presente sul corpo dalle eruzioni, il lavaggio con acqua calda dà un buon effetto. Puoi inumidire la pelle con una spugna imbevuta di un forte decotto di camomilla. È importante non pettinare l'eruzione cutanea - in questo caso, il tasso della sua scomparsa diminuirà in modo significativo. Con un forte prurito, puoi prendere sedativi leggeri, e per i bambini saranno efficaci gli anti-graffio - guanti di stoffa spessi indossati sulle mani.
  • La ribavirina, un farmaco antivirale, ha mostrato un buon effetto terapeutico nel trattamento del morbillo. Ma vale la pena ricordare che la ricerca sull'effetto di Ribavirina sul virus del morbillo è stata condotta in condizioni di laboratorio e le informazioni su quanto sia efficace nella realtà non esistono oggi. Puoi anche usare altri farmaci antivirali, tuttavia, questo dovrebbe essere fatto solo dopo aver consultato uno specialista di malattie infettive o un terapista.

I pazienti devono rispettare rigorosamente il riposo a letto. Non è necessaria una dieta speciale, ma è necessario capire che l'intossicazione che accompagna qualsiasi processo infiammatorio nel corpo viene rimossa da una grande quantità di liquido ubriaco. Puoi bere acqua, bevande alla frutta dalle bacche, fianchi di brodo. L'eccezione alla regola sono le persone con una storia di malattia renale e disturbi endocrini, accompagnata da edema. In questo regime di bere, è necessario ridurre la quantità di sale consumata a 1 grammo per 10 kg di peso corporeo. Per controllare la quantità di sale, è meglio non aggiungerlo nel processo di cottura, ma aggiungere sale per assaggiare il piatto finito. Non è consigliabile utilizzare una grande quantità di tè e caffè forti. Vale anche la pena di rifiutare bevande dolci gassate e eliminare completamente l'alcol.

La nutrizione del paziente dovrebbe essere ricca di vitamine, ma tuttavia essere facile per un organismo indebolito. Brodi di pollo e verdure, cereali, frutta fresca danno un buon effetto. È necessario mangiare spesso in piccole porzioni.

Di solito, questa terapia dà un buon effetto e il paziente si riprende dal quinto giorno dopo la comparsa di un'eruzione sulla pelle. Ma, se il recupero è ritardato, è necessario iniziare a prendere antibiotici, che il medico prescrivente prescriverà per prevenire complicanze. In condizioni stazionarie prima della nomina del farmaco viene campionata per la sensibilità a determinati gruppi di antibiotici. A casa, la scelta più comune è a favore dei preparati di benzil penicillina.

In casi eccezionali, particolarmente gravi, è richiesta la nomina di corticosteroidi. Questo gruppo di farmaci consente di arrestare rapidamente ed efficacemente qualsiasi processo infiammatorio nel corpo. Ma la nomina di questi fondi è irto di un gran numero di effetti collaterali, quindi l'appuntamento si verifica solo quando assolutamente necessario: complicanze o morbilità concomitante gravi patologie degli organi interni.

Prevenzione del morbillo negli adulti

Sebbene il virus del morbillo sia altamente contagioso, l'infezione può essere evitata. A tal fine, viene eseguito il seguente complesso di misure:

  • La vaccinazione. Oggi le iniezioni che si proteggono dal virus del morbillo vengono somministrate ad adulti e bambini in quasi tutto il mondo. Sono assolutamente sicuri e per diversi decenni sono riusciti a stabilirsi come mezzi altamente efficaci. Tuttavia, le persone che soffrono di malattie autoimmuni e altre patologie del sistema immunitario devono consultare un medico prima di consegnare il vaccino. Non è possibile vaccinare le donne incinte, le persone che soffrono di tubercolosi, leucemia, AIDS. Secondo il programma classico di vaccinazione, i bambini vengono vaccinati contro il morbillo due volte - a 1 anno ea 6 anni. Se una persona non ha ricevuto queste vaccinazioni, può consegnarle a qualsiasi età senza controindicazioni. Non temere se un paio di giorni dopo la vaccinazione non si presentano bene o una leggera eruzione cutanea - tali manifestazioni sono del tutto naturali per l'introduzione del virus del morbillo con attività debole.
  • Vaccinazione contro le immunoglobuline Dopo il contatto con il malato, al fine di evitare lo sviluppo di morbillo con l'intero quadro clinico, si raccomanda che l'immunoglobulina contro il morbillo venga introdotta nel sangue. Questo viene fatto senza alcun dubbio per i bambini di età compresa tra 0 e 3 anni, donne incinte, persone con patologie del sistema immunitario. Questo metodo è ufficialmente chiamato "immunoprofilassi passiva".
  • Evitare il contatto con i malati. Le persone che non hanno immunità al virus del morbillo non sono raccomandate per posizionare grandi concentrazioni di persone nel periodo di epidemie, ospedali e istituzioni per bambini (gabbie, scuole, piscine, impianti sportivi). Inoltre, la vaccinazione contro il morbillo è molto poco sviluppata nei paesi in via di sviluppo, pertanto, quando si acquistano buoni viaggio, è opportuno ricordare i possibili rischi di infezione. Dovrebbe essere compreso che è impossibile proteggersi completamente dal morbillo con questo metodo.

Caratteristiche del corso del morbillo durante la gravidanza

Le donne in gravidanza a rischio di infezione da morbillo sono soggette a vaccinazione obbligatoria con immunoglobulina. Ma se l'infezione è ancora avvenuta, sfortunatamente, essa minaccia di conseguenze disastrose per la salute del bambino. Pertanto, per le donne la cui età gestazionale non superi le 12 settimane, l'aborto viene mostrato categoricamente. Tuttavia, la risoluzione finale di questo problema avviene sempre individualmente, poiché dipende da molti fattori.

Nei periodi successivi, viene mostrata un'attenta osservazione del feto malato. Il fatto è che anche se la futura madre passa facilmente il morbillo, può causare lo sviluppo di varie patologie del sistema nervoso del bambino. Le moderne tecnologie ci permettono di stabilire se il cervello del feto è influenzato e quanto sia grave la patologia. Lo studio è condotto utilizzando ultrasuoni ed è assolutamente sicuro per il bambino. Nel caso critico, la gravidanza è terminata per ragioni mediche.

Insieme alla madre infetta, il feto stesso può ammalarsi di morbillo. In questo caso, il bambino nasce con i segni della malattia. Sebbene il morbillo possa essere trattato con successo, i bambini con morbillo congenito spesso muoiono.

Il morbillo può causare aborto spontaneo, parto prematuro o morte fetale. Questo è il motivo per cui la pianificazione della variabilità include la vaccinazione obbligatoria contro le malattie che la futura mamma non ha mai sofferto e, di conseguenza, non ha sviluppato l'immunità. Per quanto riguarda il decorso della malattia nelle donne in gravidanza e in terapia, si può affermare che l'immagine dei sintomi e dei farmaci prescritti durante la gravidanza differisce poco dai casi classici.

In conclusione, notiamo che il morbillo nelle donne in gravidanza, fortunatamente, è un fenomeno molto raro. La frequenza dei casi non supera le cifre dello 0,005% tra l'intera popolazione femminile del pianeta.


| 26 giugno 2015 | | 1 614 | Malattie infettive
Lascia il tuo feedback