Emorroidi esterne, trattamento di emorroidi esterne (esterne)
medicina online

Emorroidi esterne

contenuto:

Emorroidi esterne chiamate vene varicose situate nell'ano. La ragione - stasi del sangue, causando la protrusione, la formazione di emorroidi. Questo forma una sorta di "frangia" coriacea, che circonda costantemente l'ano. I noduli sono di dimensioni diverse, ma in uno stato calmo, senza esacerbazioni della malattia, non disturbano affatto la persona.



Cause di emorroidi esterne

Affinché questa patologia appaia, deve esserci una certa predisposizione, che risiede nella debolezza delle pareti venose. A proposito, il fenomeno è molto comune - più della metà della popolazione mondiale soffre di emorroidi esterne, secondo le stime più approssimative.

È difficile nominare statistiche esatte - credendo che questo problema sia abbastanza intimo, molte persone non vanno da un medico che cerca di cavarsela da soli, con l'aiuto di rimedi popolari o raccomandazioni "vicine". In questo caso, la malattia può temporaneamente attenuarsi, creando un'ingannevole illusione di benessere, in modo che se possibile, possa riprendere con una nuova forza.

Come fattore provocatorio per l'aspetto (esacerbazione) delle emorroidi esterne, le seguenti cause di solito si distinguono.

  • Le più significative sono le violazioni della normale attività del tratto gastrointestinale. La prima menzione della stitichezza, dal momento che in questo stato l'atto di defecazione richiede molto tempo - una persona è costretta a fare grandi sforzi, a tendere. Ma vale la pena considerare che con la diarrea regolare si possono anche formare emorroidi. Allo stesso modo, la cattiva abitudine di passare più tempo in bagno di quanto sia necessario, ad esempio, leggere i giornali. E anche - l'abuso di tutti i tipi di clisteri (incluso - con l'obiettivo di perdere peso).
  • Il sollevamento pesi contribuisce al manifestarsi della malattia - il disturbo più spesso si annida in uomini che sono impegnati in un intenso lavoro fisico, così come in atleti, sollevatori di pesi.
  • Per le donne, il problema è diverso. Molto spesso le emorroidi iniziano ad allarmarli durante la gravidanza e dopo il parto. Ciò è dovuto a cambiamenti ormonali nel corpo e un carico aggiuntivo sulle navi nel periodo di trasporto di un bambino. Inoltre, il parto naturale è accompagnato da tentativi, durante i quali i nodi nella regione ano possono cadere.
  • Disturbi acuti nell'ano, prurito, dolore e rigonfiamento delle vene portano a cibi non troppo sani - consumo regolare di cibi piccanti e fritti, sottaceti, marinate piccanti a scapito di frutta e verdura fresca. Anche l'alcol in qualsiasi forma è considerato un fattore stimolante - è severamente vietato per le emorroidi.
  • Il lavoro di seduta è un altro fattore di rischio, soprattutto se la persona non è coinvolta nella ginnastica e non ama camminare. La congestione venosa, che si forma nella zona pelvica, può portare a emorroidi.

Di regola, la malattia si manifesta in età cosciente - le persone sono più sensibili a questo dopo trenta o quarant'anni.

Segni di emorroidi esterne

Al di fuori di un aggravamento questa malattia può procedere, sembrerebbe, completamente impercettibilmente. Mentre la persona non è disturbata dal disagio, è improbabile che presti attenzione alla comparsa di noduli vicino all'ano. Ma nel tempo, compaiono i seguenti sintomi.

  • Nella zona dell'ano (specialmente dopo un atto di defecazione) si avverte una sensazione di prurito e bruciore doloroso e le procedure igieniche possono essere estremamente scomode.
  • Le stesse emorroidi non sanguinano, ma si danneggiano facilmente quando si svuotano le viscere e il sangue può filtrare da queste microfessure. Le goccioline scarlatte sulla carta igienica dovrebbero essere un motivo per consultare un proctologo, anche se gli altri sintomi non sono ancora disturbanti.
  • Nella fase acuta, i nodi intorno all'ano si infiammano, è semplicemente impossibile non prestare attenzione a loro. Qualsiasi contatto con questi "dossi" gonfiati e gonfiati causa un dolore lancinante. Questo è particolarmente evidente dopo ogni atto successivo di defecazione.
  • Con emorroidi acute, il disagio persiste tutto il tempo - anche se la persona si siede su una sedia. Sono aggravati dallo sforzo fisico, movimenti improvvisi, risate, tosse, starnuti.

Anche nella fase acuta, le emorroidi possono causare non solo l'inconveniente locale, ma anche un generale deterioramento della condizione fisica - un aumento della temperatura corporea, la comparsa di intossicazione. Le complicazioni più spiacevoli sono l'infiammazione purulenta (inclusa la comparsa di fistole) e la trombosi emorroidaria. Di norma, si verificano se il paziente non ha ricevuto un trattamento adeguato per un lungo periodo di tempo.

Trattamento di emorroidi esterne - conservative o operative?

La decisione su come trattare con le emorroidi, dovrebbe essere presa da un medico. Il più delle volte si tratta di metodi abbastanza conservativi. Vale la pena considerare che tutti i metodi e le procedure utilizzati in questo caso sono abbastanza indolore. La nomina del farmaco necessario consente di eliminare il disagio acuto in un solo giorno, un miglioramento completo avviene in 3-4 giorni.

I farmaci usati per curare le emorroidi sono disponibili sotto forma di compresse, supposte rettali e unguenti (gel). Di solito sono utilizzati nel complesso, combinando farmaci di azione locale e generale.

Il più delle volte, all'interno delle compresse prescritte Detraleks, Flebodia, Chemoroidin (e altri come loro), mirava a ridurre il ristagno venoso, a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni e ad avere un'azione anti-infiammatoria. Infatti, trattano la causa alla base della malattia.

I rimedi per uso locale sono più sintomatici, cioè concentrati sulla rimozione del dolore, prurito, bruciore, sanguinamento. In caso di emorroidi esterne, è più conveniente usare i preparati di gel: sono più facili da applicare sulla zona interessata.

Molti proctologi raccomandano Sollievo o Proctosedil. Nel primo caso, il principio attivo attivo è l'estratto dal fegato di squalo, nel secondo caso viene utilizzato il potere curativo delle sostanze ormonali. Lubrificando le emorroidi con questi agenti, vengono contemporaneamente ripristinati, per così dire, verso l'interno con movimenti morbidi e cauti.

Di norma, il trattamento combinato dà rapidamente il risultato: scompaiono i sintomi spiacevoli, l'infiammazione e il gonfiore si attenuano, i nodi si ritraggono. In futuro, per prevenire le recidive, dovresti seguire tutte le raccomandazioni del medico, condurre uno stile di vita sano, evitare uno sforzo fisico eccessivo e una cattiva alimentazione.

Chirurgia per emorroidi esterne

L'intervento chirurgico in questa patologia è usato abbastanza raramente, solo nei casi più gravi - in caso di complicanze o esacerbazione regolare della malattia.

Con una trombosi emorroidaria, può essere eseguita una speciale manipolazione - trombectomia, in cui il nodo viene inciso e viene rimosso il coagulo di sangue risultante. Questo non risolve completamente il problema, ma rende possibile l'utilizzo di metodi di trattamento conservativi con grande successo in futuro. L'operazione viene eseguita in anestesia locale e non richiede il ricovero in ospedale.

Al contrario della trombectomia, l'escissione del nodo stesso è una soluzione più radicale al problema. Questa manipolazione consente non solo di facilitare lo stato corrente del paziente, ma anche di rimuovere completamente il problema. Questo metodo viene utilizzato nel caso in cui la malattia si manifesti con forme protratte con ricadute private, accompagnate da trombosi costante, sanguinamento dei nodi.

L'operazione viene eseguita in anestesia locale o spinale in un ospedale, impiega un totale di circa venti minuti. La preparazione preliminare è minima, consiste nella pulizia dei clisteri la sera prima e il giorno dell'emorroidectomia. Esecuzione della manipolazione a stomaco vuoto. Il secondo o il terzo giorno il paziente viene trasferito in modalità ambulatoriale. Una cura completa è di solito indicata in un paio di settimane.

Altri metodi, come la coagulazione laser, possono essere utilizzati per rimuovere le emorroidi esterne. Sta nel fatto che la "frangia" che cade è letteralmente tagliata via da un raggio laser, mentre l'effetto del sanguinamento è assente - come se i tessuti fossero saldati.

Ci sono molti vantaggi a questa operazione - non richiede preparazione, può essere eseguita anche nel periodo più acuto, accompagnata da infiammazione (a differenza della chirurgia convenzionale), viene eseguita rapidamente e senza dolore, non richiede il ricovero in ospedale, e anche qualche cambiamento significativo nella modalità di vita. Solo due svantaggi, ma sono piuttosto pesanti:

  • la coagulazione laser è una procedura costosa;
  • con un gran numero di nodi, è possibile una "potatura" incompleta, in questo caso la recidiva della malattia è abbastanza reale.

Rimedi popolari e suggerimenti "nonne"

Le emorroidi non sono il problema più piacevole, quindi non si dovrebbe ritardare il trattamento. Sarà efficace solo se è prescritto da un proctologo dopo un esame completo. Il fatto è che la maggior parte dei sintomi (dal dolore e dal prurito al sanguinamento) possono essere causati da altre malattie che richiedono un approccio completamente diverso.

Ma nel processo puoi alleviare le tue condizioni con l'aiuto di noti metodi popolari e rimedi naturali.

  • Dopo ogni atto di defecazione con emorroidi esterne, dovresti essere lavato con acqua fredda (ma non ghiacciata!) Con sapone alcalino - per questo scopo, di solito ne prendi uno domestico.
  • Un buon risultato dà il bagno con le erbe, come la camomilla. Il suo decotto può anche essere usato per la lisciviazione ordinaria. Adatto anche per questi scopi sono timo, calendula, celidonia.
  • Indipendentemente, unguento emorroidi è fatto da propoli, miele e catrame di betulla. A volte con questo scopo usano l'argilla medica, la mummia, le carote o le barbabietole grattugiate.

La cosa principale da ricordare è che il trattamento domiciliare non può contraddire le prescrizioni del medico e deve essere coordinato con lui!


| 18 gennaio 2014 | | 3 508 | Malattie del tubo digerente
Lascia il tuo feedback