Nefroptosi: sintomi, trattamento della nefroptosi del rene destro (sinistro)
medicina online

Nephroptosis

contenuto:

Nephroptosis La nefroptosi è una condizione caratterizzata da un'aumentata mobilità patologica del rene. È normale che il corpo si muova verticalmente entro 1-2 cm. Con lo sviluppo della nefroptosi, il rene può muoversi liberamente dallo spazio retroperitoneale nello stomaco o pelvi, ritornando al suo posto da solo.



Cause di nefroptosi

I medici identificano una serie di fattori predisponenti che portano allo sviluppo della nefroptosi:

  • perdita di peso rapida e drastica;
  • lesioni alla parte bassa della schiena o all'addome. Durante la corsa, i legamenti che tengono il rene nello spazio retroperitoneale possono essere danneggiati;
  • gravidanza e parto nelle donne. Durante la gestazione, il corpo della donna subisce cambiamenti costituzionali, caratterizzati da un indebolimento dei muscoli della parete addominale;
  • obesità e rapido aumento di peso.

Le donne più spesso degli uomini soffrono di questa patologia. Molto spesso, la nefroptosi è osservata sul lato destro.

Pericolo per il corpo

Ogni rene comprende grandi vasi sanguigni - l'arteria renale e la vena, e gli ureteri lasciano il rene. Le navi sono quasi larghe e corte nella struttura. Con lo spostamento del rene dal suo spazio fisiologico, gli organi del corpo devono restringersi e allungarsi. Di conseguenza, la normale circolazione sanguigna nel rene è gravemente compromessa. Inoltre, lo spostamento del rene porta alla flessione dell'uretere, che minaccia la ritenzione acuta di urina nel corpo. Tutte queste deviazioni dalla norma creano i presupposti per lo sviluppo di un serio processo infiammatorio del rene - pielonefrite.

Sintomi di nefroptosi

Il quadro clinico della malattia dipende dallo stadio di nefroptosi. Gli urologi distinguono tre fasi di nefroptosi:

  • La nefroptosi di grado 1 è caratterizzata dall'assenza di disturbi e sintomi clinici. Alla palpazione dell'addome, il medico può sentire un rene lì.
  • La nefroptosi di grado 2 è caratterizzata dalla comparsa di dolore nella regione lombare di un carattere tiratore e dolente. A volte i dolori si verificano sotto forma di attacchi, aumentando con un cambiamento nella posizione del corpo del paziente. All'esame di un medico, il rene può essere sentito liberamente nell'ipocondrio. Nell'analisi delle urine hanno rivelato proteine ​​e livelli elevati di globuli rossi. L'urina è torbida.
  • La nefroptosi di grado 3 è caratterizzata da un forte dolore. Il disagio e il dolore disturbano il paziente quasi costantemente. In parallelo, ci possono essere manifestazioni di dispepsia - nausea, vomito, aumento della salivazione, feci alterate. Il paziente diventa irritabile, lamenta grave affaticamento e ansia. Il rene può cadere nell'area pelvica. L'analisi clinica delle urine mostra anomalie, mentre l'urina stessa è torbida e ha un forte odore.

La nefroptoz è unilaterale e bilaterale. Molto spesso in urologia si verifica una nefroptosi laterale unilaterale destra. Lo spostamento di entrambi i reni è molto raro ed è più spesso causato da un'anomalia congenita dell'apparato legamentoso dei reni. Il dolore in questa malattia può verificarsi dopo un intenso sforzo fisico o sollevamento pesi. Nel corso degli anni, le condizioni del paziente peggiorano. La sindrome del dolore può essere innescata anche da una normale tosse o starnuti. Spesso, sullo sfondo della nefroptosi, i pazienti sviluppano coliche renali, durante le quali il paziente diventa irrequieto, non può assumere una postura confortevole, diventa coperto di sudore freddo. Un attacco di colica renale provoca una contrazione dei muscoli riflessi e può portare a vomito, minzione involontaria e defecazione. La pelle del paziente con un attacco diventa pallida, c'è una diminuzione della pressione sanguigna e delle palpitazioni cardiache.

Nefroptosi durante la gravidanza

Molto spesso, questa patologia si verifica nelle donne durante la gravidanza. Se la donna aveva avuto nefroptosi anche prima dell'inizio della gravidanza, ma non si manifestava clinicamente, allora le condizioni del paziente sono solo aggravate dopo il parto. Anche se prima non era presente nefroptosi, dopo il parto, questa condizione può svilupparsi sullo sfondo dello stiramento dell'apparato legamentoso dei reni e dell'indebolimento dei muscoli addominali.

Per evitare questa malattia durante la gravidanza e dopo il parto, la donna incinta dovrebbe fare semplici esercizi fisici ogni giorno, volti a rafforzare i muscoli degli organi pelvici e la parete addominale anteriore. Naturalmente, prima dell'inizio delle lezioni, è necessario ottenere il permesso dal ginecologo locale che conduce la gravidanza. Se una donna è a rischio di aborto, allora tutta l'attività fisica è esclusa.

Inoltre, è importante capire che di per sé la proliferazione del rene non rappresenta una minaccia per la vita del feto in crescita, ma gli effetti di uno spostamento di organi possono influire negativamente sul decorso della gravidanza nel suo complesso. Questo è il motivo per cui tutte le donne in gravidanza regolarmente sottoposti a un esame completo, che comprende necessariamente un'ecografia degli organi pelvici e spazio retroperitoneale, esami delle urine e del sangue. Questo approccio consente di identificare eventuali deviazioni dalla norma nella fase iniziale del loro sviluppo e il trattamento prontamente iniziato elimina il rischio di complicanze che rappresentano una minaccia per il feto. La progressione della patologia del sistema urinario è un'indicazione per il ricovero urgente di una donna incinta, poiché con lo sviluppo dell'insufficienza renale la gestazione e la consegna naturali sono impossibili.

Complicazioni renali

In assenza di cure mediche tempestive, la progressione della nefroptosi può portare allo sviluppo di gravi complicanze:

  • La pielonefrite - si sviluppa sullo sfondo del ristagno nei reni, creando un ambiente favorevole alla riproduzione della microflora patogena, che a sua volta causa un processo infiammatorio nel sistema pelvico renale.
  • Idronefrosi - si sviluppa a causa delle violazioni del flusso di urina dovuto all'inflessione dell'uretere o alla sua torsione.
  • Ipertensione arteriosa secondaria - si sviluppa a causa di alterata circolazione sanguigna fisiologica nel rene. Con lo sviluppo di questa complicanza, l'ipertensione è scarsamente suscettibile di correzione con farmaci.

Diagnosi di nefroptosi

Quando viene fatta una diagnosi, la raccolta della storia del paziente è di fondamentale importanza. Alla reception, il paziente deve comunicare al medico i traumi e le lesioni della regione lombare, le malattie infiammatorie e virali, il benessere, la frequenza e l'intensità del dolore. Assicurati di menzionare il rafforzamento o attenuazione del dolore quando si cambia posizione del corpo e durante l'esercizio.

Il medico conduce un esame generale del paziente - palpando la regione lombare e la parete addominale anteriore. La palpazione deve essere effettuata non solo nella posizione orizzontale del corpo del paziente, ma anche in quella verticale. Spesso è in questo modo che può essere rilevata la nefroptosi.

Al fine di chiarire la diagnosi, il medico prescrive al paziente di sottoporsi a esami aggiuntivi - radiografie e esame strumentale. Il modo più semplice e accurato per determinare la nefroptosi è l'ecografia e la radiografia dello spazio retroperitoneale e della cavità addominale con l'introduzione di un mezzo di contrasto per via endovenosa.

Ulteriori metodi per la diagnosi di nefroptosi sono l'urografia escretoria, l'angiografia e la pielografia. Questi studi sono effettuati in posizioni verticali e orizzontali del corpo. Grazie a moderni apparati e metodi diagnostici, è possibile non solo confermare il prolasso renale, ma anche determinare con precisione il grado di sviluppo della malattia.

Trattamento di nefroptosi

I metodi conservativi e chirurgici di trattamento sono usati per trattare il prolasso renale. Il trattamento conservativo della nefroptosi è possibile nella fase iniziale dello sviluppo della patologia e consiste nell'eseguire esercizi fisici, aderire ad una dieta speciale, indossare una benda e un corso di massaggio. La benda va indossata ogni giorno, vestendola al mattino, in posizione prona, dopo aver fatto un respiro profondo. Per ogni paziente, la benda viene scelta rigorosamente individualmente e può essere realizzata specificamente per l'ordine.

Controindicazioni per indossare una benda sono processi adesivi nella cavità addominale, in cui il rene spostato è fissato in un posto.

La terapia fisica per lo spostamento del rene è un complesso di esercizi che mirano a rafforzare i muscoli della parete addominale anteriore e della regione lombare. Questi esercizi contribuiscono alla creazione di una pressione normale nella cavità addominale, grazie alla quale il rene può rimanere in una posizione fisiologica. L'esercizio fisico deve essere eseguito al mattino, a stomaco vuoto, dopo aver bevuto un bicchiere di acqua pura senza gas. La parte principale degli esercizi viene eseguita in posizione supina, quindi il paziente deve prima preparare un luogo per esercitarsi e stendere un tappeto morbido. Tutti gli esercizi dovrebbero iniziare con un esercizio di respirazione. La durata totale della terapia fisica non deve superare i 20 minuti.

Oltre all'esercizio del paziente viene mostrata l'aderenza a una dieta speciale. Il cibo dovrebbe essere ricco di calorie e contenere una piccola quantità di sale. La dieta di ogni paziente è firmata individualmente, a seconda del grado di prolasso renale, del fisico del paziente e di una serie di altri fattori.

L'intervento chirurgico è necessario nel caso in cui la nefroptosi si verifica con complicazioni. Le complicanze del prolasso renale comprendono le seguenti condizioni:

  • dolore lungo e intenso che interferisce con il normale stile di vita del paziente;
  • lo sviluppo di pyelonephritis cronico;
  • interruzione del sistema urinario;
  • l'aspetto di un gran numero di globuli rossi nell'analisi delle urine;
  • idronefrosi;
  • aumento persistente della pressione sanguigna.

Per il funzionamento del paziente viene preparato per 10-14 giorni. Durante questo periodo, al paziente vengono prescritti farmaci anti-infiammatori per prevenire la diffusione del processo patologico e della microflora patogena con il flusso sanguigno in tutto il corpo. Alcuni giorni prima dell'intervento, si raccomanda al paziente di occupare una posizione a letto con un piede sollevato. Questa è la posizione che il paziente dovrebbe occupare per diversi giorni dopo l'operazione.

Durante l'operazione, i chirurghi fissano il rene spostato in una posizione normale, che allo stesso tempo mantiene la sua mobilità fisiologica. Dopo l'operazione, il paziente viene prescritto farmaci lassativi leggeri nelle prossime 2 settimane del periodo di riabilitazione, al fine di evitare un'eccessiva tensione dei muscoli della parete addominale anteriore durante un atto di defecazione. Di norma, l'esito dell'operazione è sempre favorevole. In un numero maggiore di pazienti, c'è una guarigione completa. Entro sei mesi dall'intervento, il paziente è limitato dallo sforzo fisico.

Ad oggi, la laparoscopia viene utilizzata per il trattamento chirurgico della nefroptosi. Tale operazione è più facilmente tollerata dai pazienti, in contrasto con l'intervento addominale. Inoltre, la laparoscopia riduce significativamente il periodo di riabilitazione.

Lezioni di yoga per la caduta dei reni

Nel corso della ricerca è emerso che le lezioni di yoga hanno un effetto benefico sui muscoli addominali e sulla regione lombare. Molti esercizi sono in grado di rafforzare l'apparato legamentoso del rene, riportandolo così al suo posto. Naturalmente, questo è rilevante nelle fasi iniziali dello sviluppo della patologia.

Prevenzione del prolasso renale

Per prevenire lo sviluppo della nefroptosi, devi considerare attentamente la tua salute. Questo è particolarmente vero per le donne in gravidanza che sono a rischio. La registrazione tempestiva per la gravidanza, gli esami regolari da parte di un ginecologo aiuteranno a identificare la malattia nella fase iniziale di sviluppo, il che aumenta le possibilità di un esito positivo del trattamento e previene lo sviluppo di complicanze.

Se una persona è ferita nell'addome o nella regione lombare, allora è imperativo consultare un medico!


| 4 dicembre 2014 | | 1 802 | Senza categoria