Neurodermite: sintomi e trattamento della neurodermite
medicina online

neurodermatite

contenuto:

neurodermatite

neurodermatite

La neurodermite è una malattia cronica della pelle di tipo neurogenico-allergico, che si manifesta con periodi di remissione ed esacerbazione.

Nella terminologia medica, il termine "neurodermite" fu usato per la prima volta nel 1891. A quel tempo, questo nome caratterizzava il processo patologico, accompagnato da prurito della pelle primaria e graffi.

Attualmente, la neurodermite è una malattia che rappresenta circa il 40% del numero totale di tutte le lesioni cutanee.

Il più delle volte viene rilevato durante l'infanzia, ma nel periodo della pubertà (pubertà), in assenza di altre patologie, scompare indipendentemente. Tuttavia, i genitori dovrebbero stare molto attenti, dal momento che in assenza di un adeguato trattamento della neurodermite, possono insorgere complicazioni (cambiamenti nella struttura della pelle, formazione di foche e probabilità di infezione aggiunta).

Come prevenzione della neurodermite nell'infanzia, gli esperti raccomandano di attenersi strettamente alle regole di igiene generale e dell'allattamento al seno. Allo stesso tempo, per prevenire lo sviluppo del processo patologico negli adulti, occorre osservare l'igiene professionale (mentale) e quella psicologica.



Le cause dello sviluppo e dello sviluppo della neurodermite

  1. Predisposizione ereditaria
  2. Stress, disturbi nervosi ed emozioni negative a lungo termine.
  3. Fattori di produzione nocivi.
  4. Stress mentale prolungato e pesante lavoro fisico.
  5. Patologia dell'apparato digerente.
  6. Violazione sistematica del regime del giorno.
  7. Cibo, droghe e altri tipi di intossicazione.
  8. Fattori ambientali che provocano lo sviluppo di reazioni allergiche (cibo secco per pesci d'acquario, peli di animali, vestiti di lana, polvere di casa, alcuni cosmetici, cuscini e coperte imbottiti, polline, conservanti alimentari e alcuni alimenti).
  9. Farmaci.

Solo dopo che la causa della neurodermite è stata chiarita, può essere avviato il trattamento della malattia.

Tipi di neurodermite

La neurodermite è una malattia che ha diversi tipi che causano l'estensione del processo patologico nella pelle del paziente.

Neurodermite limitata

Con lo sviluppo di forme focali di neurodermite, i pazienti lamentano la comparsa di eruzioni cutanee in uno spazio ristretto. Di regola, in questo caso, placche composte da piccole formazioni papulari sono localizzate nel collo, nella parte posteriore delle ginocchia, così come nelle fossi ulnare, nell'ano e nei genitali. Molto spesso, queste placche sono disposte simmetricamente e hanno una forma ovale regolare. Il loro colore può variare dal rosa al marrone. Nelle lesioni colpite, la pelle è secca, infiltrata, con caratteristica lichenificazione (pattern cutaneo). La parte periferica della lesione interessata è pigmentata. Si trasforma gradualmente in una pelle sana e invariata. Al centro del focus durante l'esame, è possibile identificare un'area composta da papule grandi come una capocchia di spillo (o leggermente più). Papule hanno una superficie lucida e forme irregolari.

Con neurodermite focale (come con le sue altre forme) non si osserva alcun ristagno. I focolai patologici sono solitamente coperti da croste emorragiche o scaglie grigio-bianche. Dopo che cadono, restano macchie iper- o depigmentate. Durante lo sviluppo della malattia, i pazienti lamentano prurito, che è aggravato da fattori irritanti, così come di notte.

Dermatite atopica diffusa

La dermatite atopica diffusa, o, come viene anche chiamata dai medici, la dermatite atopica , è una forma più grave di patologia, che è caratterizzata dall'insorgenza di lesioni multiple. Di regola, sono localizzati sugli arti superiori e inferiori (nelle cavità e nei gomiti poplitea) e sul tronco. Tuttavia, la dermatite atopica diffusa colpisce spesso il collo, i genitali, l'ano e il viso. In questo caso, le lesioni sono siti di pelle confluenti, lichenificati e infiltrati. In alcuni punti, oltre alla lichenificazione, appaiono noduli lucidi e piatti. A volte i pazienti dopo aver grattato, c'è un breve pianto. Di conseguenza, le lesioni possono essere infette, complicate da linfoadenite o piodermite. I pazienti affetti da diffusa dermatite atopica, distingue gonfiore e arrossamento della pelle, spesso coperta da piccole squame.

Nel caso in cui la malattia si sviluppa durante l'infanzia, le lesioni possono anche verificarsi sul cuoio capelluto e intorno agli occhi. Durante la pubertà, le manifestazioni patologiche nei bambini spesso diminuiscono.

Neurodermite ipertrofica

Neurodermatite Ehrmann è una rara forma di patologia in cui le lesioni si trovano sulla superficie interna delle cosce e nelle pieghe inguinali-femorali. In questo caso, i pazienti hanno una pronunciata infiltrazione e lichenificazione della pelle e un pronunciato prurito, con carattere parossistico. Spesso il processo patologico è accompagnato dalla comparsa di formazioni simili a verruche (dermatite atopica di Kreibich verrucosa).

Dermatite atopica lineare

Questa è una patologia in cui le lesioni si trovano principalmente sulle superfici estensorie delle braccia e delle gambe e sono sotto forma di strisce, a volte con una superficie verrucosa o traballante.

Neurodermatite follicolare spinosa

Con lo sviluppo di questa forma di malattia, le papule si trovano lungo la bocca dei follicoli piliferi e hanno una forma appuntita.

Neurodermite depigmentata

Questa forma della malattia è caratterizzata dalla comparsa di una grave depigmentazione (perdita parziale o completa del pigmento da parte dei tessuti) nelle aree colpite.

Neurodermite dekalviruyuschy

Di norma, il processo patologico colpisce le aree del corpo coperte da peli lanuginosi ed è accompagnato dalla loro perdita.

Neurodermite psoriasiforme

In questo caso, le lesioni sono sigilli rossi, ricoperti da piccole squame bianco-argento. Più spesso si trovano sulla testa e sul collo.

I sintomi della neurodermite

Sintomi di neurodermite

Sintomi di neurodermite

I segni più tipici della malattia includono prurito, eruzione cutanea, desquamazione, arrossamento della pelle e disturbi nevrotici. Il sintomo più caratteristico della neurodermite è il verificarsi di prurito grave prima della comparsa di un'eruzione cutanea. Quindi, piccoli noduli cutanei con una superficie lucida si formano gradualmente sulla pelle. Inizialmente, non si differenziano per colore dalla pelle normale, e quindi acquisiscono un colore marrone-rosato. Dopo un po 'di tempo, le formazioni nodulari cominciano a fondersi, formando una crosta solida, squamosa o emorragica, messa a fuoco con confini sfocati. L'area della pelle interessata diventa bluastra o viola. Allo stesso tempo, le aree depigmentate sono spesso osservate nei vecchi fuochi.

Va sottolineato che con il neurodermite l'area di distribuzione del processo patologico è diversa e dipende dal suo tipo. Molto spesso, le lesioni si trovano nella zona inguinale, la piega tra i glutei, nello scroto, sulle grandi labbra, nelle pieghe poplitee e del gomito e anche sul collo. Con lo sviluppo della malattia c'è una significativa diminuzione della funzione delle ghiandole surrenali, in relazione alla quale la pelle del paziente si scurisce. Allo stesso tempo, i pazienti spesso perdono peso corporeo, il che ha un effetto molto negativo sulle condizioni generali del loro corpo. C'è anche una diminuzione della pressione sanguigna, ci sono lamentele di affaticamento, debolezza, apatia e aumento dell'irritabilità nervosa. Nel condurre uno studio diagnostico di laboratorio, c'è una diminuzione del livello di glucosio nel sangue e una diminuzione della secrezione di succo gastrico.

In alcuni casi, la dermatite atopica può causare lo sviluppo di linfadenite (infiammazione dei linfonodi), e questo, a sua volta, porta ad un deterioramento nel lavoro di molti organi.

Di norma, le recidive della malattia si verificano durante la stagione fredda, e nel periodo estivo, al contrario, i pazienti mostrano miglioramenti significativi nel loro stato di salute.

Va notato che le persone le cui lesioni si trovano sulle mani sono soggette alla più grande sofferenza. Ciò è dovuto al fatto che le mani sono più suscettibili all'influenza dell'umidità e dello stress meccanico, aggravando il corso del processo patologico.

Diagnosi di dermatite atopica

Prima di tutto, quando si fa una diagnosi, vari tipi di neurodermiti si differenziano da prurito, lichen planus, eczema cronico, micosi fungiforme, eritroderma linfatico, kraurosis vulvare, ecc.

Inoltre, i dati di anamnesi (inclusa la storia familiare) sono necessariamente presi in considerazione. Il paziente viene esaminato visivamente, viene effettuato un esame del sangue (per determinare il livello di immunoglobulina E nel siero) e campioni dalla zona interessata (se ci sono pustole, il bacposus viene portato alla microflora). Va notato che nelle persone che soffrono di neurodermite, il livello di immunoglobuline di classe E nel siero sanguigno è elevato e questi pazienti presentano difetti significativi nell'immunità cellulare, una diminuzione del numero di linfociti T e un aumento del numero di eosinofili è rilevato nel sangue periferico.

Trattamento di neurodermite

Le tattiche terapeutiche per la neurodermite mirano ad eliminare i disturbi che hanno provocato lo sviluppo del processo patologico, nonché a prevenire ricadute e prolungare le remissioni.

Attività terapeutiche generali

  1. Una dieta rigorosa che prevede una restrizione completa di marinate, spezie, cioccolato, prodotti piccanti e affumicati, agrumi, cacao, latte vaccino intero, uova, brodi di carne forti, ecc.
  2. Il divieto di presenza nel soggiorno di animali domestici, pesci d'acquario e piante da fiore (soprattutto se viene rilevata la sensibilizzazione).
  3. Pulizia giornaliera con acqua, così come il rifiuto del tappeto, che potrebbe essere un acaro della polvere.
  4. Se possibile, l'abbigliamento di un paziente affetto da dermatite atopica dovrebbe essere ampio per eliminare possibili attriti e pressioni. Le cose sintetiche e di lana in questa situazione sono controindicate.
  5. Un prerequisito per il paziente: un sonno completo, la completa eliminazione della fatica e situazioni stressanti.
  6. Restrizione delle procedure idriche.

L'uso di sedativi e farmaci psicotropi

Per ridurre la probabilità di sviluppare reazioni nevrotiche, i pazienti vengono trattati con farmaci psicotropici e sedativi, tranquillanti e antidepressivi. Vorrei sottolineare che dai preparati a base di erbe, gli esperti raccomandano l'uso di tintura di radice di valeriana o tintura di peonia.

Risanamento dei focolai di infezione cronica

Questa è una delle condizioni più importanti che devono essere soddisfatte durante il trattamento complesso della neurodermite.

Normalizzazione del tratto gastrointestinale

Nel caso in cui un paziente affetto da neurodermite abbia una disfunzione dell'apparato digerente, durante il trattamento viene mostrato assumere preparazioni enzimatiche (mezim forte, festale, digestivo, pancreatina, ecc.). Nella disbiosi intestinale vengono prescritti i probiotici e nelle forme croniche gravi di neurodermite vengono prescritti epatoprotettori.

Farmaci sistemici utilizzati nel trattamento della neurodermite

Il ruolo principale nel trattamento di questa patologia è svolto dagli antistaminici (bloccanti dell'istamina H).

I farmaci della prima generazione includono clapyramine, mebhydrolin, chlorpheniramine, promethazine, difenidramina.

Terfenadina, astemizolo e fexofenadina sono farmaci di seconda generazione.

La terza generazione di farmaci comprende ebastina, cetirizina e loratadina.

Tuttavia, nel trattamento della neurodermite, i pazienti hanno dimostrato di ricevere chetotifene (stabilizzatore della membrana mastocitaria) e ciproeptadina (bloccante del recettore dell'istamina con attività antiserotoninergica).

Attualmente, i farmaci più popolari della seconda e della terza generazione, hanno un'azione prolungata e non hanno effetti collaterali sul sistema nervoso centrale (compromissione della velocità di reazione e coordinamento dei movimenti, sonnolenza, letargia, ecc.).

Durante l'esacerbazione del processo patologico, ai pazienti viene mostrata la somministrazione per via endovenosa di una soluzione al 10% di gluconato di calcio o di sodio tiosolfato al 30%. Nel caso in cui si verifichi un'infezione batterica secondaria che si unisce alla forma acuta di neurodermite e foruncolosi, la terapia antibiotica viene prescritta a pazienti con l'uso di antibiotici ad ampio spettro.

Nei casi gravi, in violazione delle condizioni generali e del verificarsi di grave essudazione per un breve periodo di tempo e con molta cautela, viene prescritta la terapia ormonale.

Tuttavia, non molto tempo fa, i preparati immunitari che stimolano i linfociti T (levamisolo, timalin, timogeno, t-activina) sono stati utilizzati nella complessa terapia della neurodermite e la mielopid è stata utilizzata per supportare l'immunità delle cellule B. Inoltre, molti esperti e pazienti parlano bene della ciclosporina. È un immunosoppressore, indicato per il trattamento di forme molto gravi di neurodermite, che non sono soggette al trattamento con farmaci tradizionali.

È inoltre obbligatorio durante il periodo di trattamento che al paziente venga somministrata la terapia vitaminica utilizzando le vitamine A, B ed E.

Preparati per il trattamento locale della neurodermite

Per il trattamento topico della neurodermite nella pratica dermatologica, vengono utilizzate varie lozioni (borico, resorcinolo, tannino), nonché le paste con catrame, ichthiolo, naftalano, ecc. Nei casi gravi vengono applicati sulla pelle colpita pomate corticosteroidali non alogenate che non causano atrofia e assottigliamento. tegumento della pelle. Questi farmaci hanno un minimo di effetti collaterali e quindi possono essere utilizzati anche nel trattamento di bambini piccoli.

fisioterapia

Una procedura come la fototerapia (utilizzando una lampada al quarzo, l'irradiazione ultravioletta o la fototerapia selettiva) si è dimostrata molto utile nel trattamento della neurodermite. La fototerapia selettiva, che prevede l'uso di raggi UV con una lunghezza d'onda di 315-320 nm, è indicata per i pazienti affetti da neurodermite solo durante il periodo di remissione della malattia. La durata del trattamento è di 15-20 procedure.

Inoltre, come trattamento fisioterapico per la neurodermite, i dermatologi raccomandano il criomassaggio (l'uso di azoto liquido) e l'irradiazione delle lesioni con un laser medicale.

Allo stesso tempo, il trattamento sanatorio-resort (la costa del Mar Nero e del Mar Morto) ha un effetto molto benefico sul corpo del paziente.

Emocorrezione extracorporea

Questa è una procedura che prevede il trattamento di componenti del plasma sanguigno del paziente o la rimozione di prodotti nocivi che innescano lo sviluppo del processo patologico.

Prevenzione neurodermite

Al fine di prevenire lo sviluppo di neurodermite, gli esperti raccomandano di effettuare un trattamento tempestivo dell'eczema da bambini e della diatesi atopica, nonché di mantenere costantemente il normale benessere fisico e mentale. La pelle deve essere costantemente protetta dal surriscaldamento o dall'ipotermia, dall'esposizione a sostanze aggressive e altre sostanze irritanti. Allo stesso tempo, le persone che sono inclini a sviluppare reazioni allergiche si consiglia di escludere dalla loro dieta alimenti che possono innescare lo sviluppo e l'esacerbazione del processo patologico, oltre a limitare il consumo di carboidrati e sale.


| 1 gennaio 2015 | | 11 198 | Senza categoria