Mancanza di respiro: cause, trattamento. Cosa fare se si ha una grave mancanza di respiro
medicina online

Mancanza di respiro: cause, trattamento della mancanza di respiro

contenuto:

La dispnea è una combinazione di sintomi che è soggettivamente caratterizzata da una sensazione di mancanza d'aria. A volte questo si esprime nel fatto che una persona prende un respiro in più e talvolta è costretta a compiere sforzi muscolari per espirare di nuovo.

Normalmente, la dispnea può verificarsi in una persona durante la sua permanenza in zone di alta quota, cioè in un mezzo di scarico. La conseguente carenza di ossigeno induce una persona a respirare più a fondo e più spesso. È considerato normale avere mancanza di respiro con uno sforzo fisico significativo, specialmente in una persona in sovrappeso non allenata. In questo caso, vi è un aumento del flusso sanguigno nei muscoli, che richiedono più ossigeno rispetto a riposo. Di conseguenza, il centro respiratorio nel cervello è eccitato e ci fa respirare più spesso del solito. Tuttavia, tali condizioni patologiche sono abbastanza comuni in cui i disturbi del ritmo respiratorio si verificano anche a riposo, il che dà al paziente molti disagi. Inoltre, tali malattie rappresentano una vera minaccia per la vita umana. Ecco perché quando si manifesta la dispnea, i medici raccomandano di contattare la clinica senza indugio per stabilire la causa del terribile sintomo.



Perché si ha mancanza di respiro?

Mancanza di respiro Oltre alle normali cause fisiologiche già descritte, il ritmo respiratorio può essere disturbato a causa di:

1. Insolvenza del sistema respiratorio:

  • Ostruzione bronchiale;
  • Cambiamenti patologici nel tessuto polmonare;
  • Patologia vascolare;
  • Malattie che colpiscono i muscoli respiratori o altri organi del torace.

2. Insufficienza cardiaca (cronica o acuta);

3. Malattie e sindromi neurologiche;

4. Disturbi metabolici.

A seconda delle cause dei disturbi respiratori, esistono diversi tipi di dispnea.

Dispnea polmonare

Uno dei criteri per la classificazione della mancanza di respiro è il fatto che si verifichi durante l'inspirazione o l'espirazione.

La dispnea inspiratoria o restrittiva si verifica a causa di una diminuzione dell'elasticità del tessuto polmonare o della deformità toracica. In questi casi, i polmoni non possono espandersi abbastanza per accogliere tutta l'aria con un maggiore bisogno di esso.

La dispnea espiratoria è anche detta ostruttiva. In questo caso, il problema sta nel restringimento del lume dell'albero bronchiale, che crea una notevole resistenza all'aria durante l'espirazione. La ragione di questo potrebbe essere le seguenti malattie:

  • Compressione delle vie aeree da un aneurisma o tumore di un organo vicino.
  • Tumori situati direttamente nei polmoni e nel tronco dell'albero bronchiale.
  • Inalazione di un corpo estraneo.
  • Malattie infiammatorie che causano la fibrosi della cartilagine.
  • Cicatrici della trachea o del tessuto polmonare.

A seconda della natura della malattia sottostante, la dispnea può apparire improvvisamente e la sua gravità progredirà rapidamente o si svilupperà nel corso degli anni. Nel primo caso, sarebbe logico assumere la presenza di una lesione polmonare - pneumotorace - o pleurite (accumulo di liquido nella pleura, che interferisce con la normale funzione polmonare).

Un prolungato aumento dei sintomi dell'insufficienza respiratoria suggerisce una malattia polmonare ostruttiva cronica, che può svilupparsi a causa di una serie di ragioni.

Dovremmo anche menzionare una malattia così grave come l'asma bronchiale. Durante l'attacco, il lume dei bronchi si restringe, il che si manifesta con una espirazione difficile dopo una rapida inalazione. Questa condizione è fermata con l'uso di preparazioni speciali - bronhomimetikov - nella forma di aerosol bene.

La dispnea costante, che aumenta leggermente con il tempo, può essere un sintomo di un tumore polmonare. È importante ricordare che nelle prime fasi il tumore si sviluppa in modo assolutamente asintomatico, pertanto un esame clinico annuale profilattico svolge un ruolo importante nella diagnosi oncodiagnostica, che deve necessariamente includere la fluorografia.

Disturbi del ritmo respiratorio possono anche accompagnare malattie polmonari acute come bronchiti e polmoniti. I loro sintomi sono ampiamente conosciuti:

  • Aumento della temperatura corporea a velocità elevate individualmente;
  • La comparsa di sintomi di intossicazione generale - debolezza, sonnolenza, dolori muscolari;
  • Una tosse che, a seconda della presenza di espettorato, può essere secca o produttiva.

Spesso, polmonite e bronchite si sviluppano come complicanze dopo un'infezione respiratoria. Per evitare ciò, è necessario monitorare attentamente le condizioni del paziente e sottoporsi periodicamente ad una visita medica.

In casi molto rari, la mancanza di respiro può essere dovuta alle seguenti condizioni patologiche:

  • La tubercolosi è una malattia infettiva estremamente pericolosa che colpisce il tessuto polmonare.
  • Lesioni fungine dei polmoni
  • L'enfisema è una condizione in cui vi è un'espansione patologica degli alveoli con una perdita di elasticità, che porta ad un aumento della rigidità del tessuto polmonare.
  • La silicosi è un gruppo di malattie derivanti da rischi professionali, in cui si accumula polvere sottile nei tessuti del polmone.
  • Violazioni della forma anatomica del torace, che crea ostacoli meccanici al normale funzionamento dei polmoni.



Dispnea dovuta a malattie cardiache

La dispnea può verificarsi in un paziente a causa dello sviluppo di insufficienza cardiaca cronica. In questo caso, il cuore non affronta la sua funzione di pompa, che porta alla stagnazione nella piccola circolazione. Tale mancanza di respiro si sviluppa per un lungo periodo, tuttavia, come risultato, diventa un compagno costante del paziente, non passando nemmeno in uno stato di riposo.

Un frequente compagno di cardiopatologia è il cosiddetto asma cardiaco. Questo è un attacco soffocante notturno che porta al risveglio. I medici la chiamano dispnea parossistica.

Mancanza di respiro a causa di un esaurimento nervoso

Spesso, un ritmo anormale della respirazione fa parte di un complesso di sintomi che accompagnano gli attacchi di panico o lo stress grave. I pazienti lamentano una sensazione soggettiva di mancanza d'aria o incapacità di respirare. Quest'ultimo può essere associato a sindrome da iperventilazione, che spesso si sviluppa nelle persone affette da nevrosi, aumentata eccitabilità, suscettibile di attacchi di panico e paure irragionevoli.

Disturbi endocrini e mancanza di respiro

Spesso, l'insufficienza respiratoria è un sintomo indiretto della disfunzione tiroidea. Quando la tireotossicosi - un aumento del livello degli ormoni tiroidei - il metabolismo accelera, con conseguente tutti i tessuti e gli organi richiedono più ossigeno di prima. Il cuore potrebbe non sopportare un carico maggiore, il che si traduce in mancanza di respiro.

Il deficit di ormone tiroideo tra le altre malattie può causare sovrappeso. La deposizione di grasso negli organi interni, incluso il cuore, può influire negativamente sulle sue funzioni.

La dispnea può anche indicare la presenza di diabete mellito nel paziente, in cui le patologie vascolari sono comuni. Mancanza di nutrizione di organi e tessuti, compresa la fornitura di ossigeno, il corpo cerca di compensare con l'aiuto della respirazione forzata. Lo sviluppo della nefropatia diabetica aggrava solo la situazione, riempiendo il sangue di metaboliti tossici.

Mancanza di respiro durante la gravidanza

Fortunatamente, l'insufficienza respiratoria non è sempre una manifestazione di patologia. Durante la gravidanza, la dispnea è abbastanza normale e per ragioni puramente fisiologiche. Man mano che il feto cresce, l'utero aumenta e preme sul diaframma, che a sua volta inizia a limitare significativamente l'ampiezza dei polmoni.

Inoltre, durante la gravidanza, il volume di sangue circolante aumenta in modo significativo, il che aumenta significativamente il carico sul cuore. Questo non può influenzare il lavoro dei polmoni. L'anemia - un frequente compagno di donne in gravidanza - provoca anche il lancio di meccanismi compensatori, uno dei quali è la mancanza di respiro.

Se i disturbi respiratori sono osservati continuamente, cioè non scompaiono nemmeno durante il riposo, allora è necessario consultare immediatamente uno specialista per escludere l'eventuale ipossia fetale.

Gravità di mancanza di respiro

A seconda dell'intensità dei sintomi, la mancanza di respiro è:

  • 1 grado di gravità - si verifica quando si scala una scala o in salita, così come durante la corsa;
  • Grado 2 - mancanza di respiro fa rallentare il paziente rispetto al ritmo di una persona sana;
  • 3 gravità - il paziente è costretto a fermarsi costantemente per prendere un respiro;
  • 4 gradi di gravità - la sensazione di mancanza d'aria preoccupa il paziente anche a riposo.

Se i disturbi respiratori si verificano solo durante un esercizio abbastanza intenso, allora dicono di gravità zero.

Misure diagnostiche per dispnea

Per determinare quale malattia si trova dietro questo sintomo, i medici prescrivono test generali e specifici metodi diagnostici strumentali. L'elenco esatto delle procedure è determinato direttamente da uno specialista dopo aver esaminato il paziente e prendendo anamnesi. A seconda del risultato delle analisi precedenti, possono essere prescritti ulteriori studi.

Trattamento per mancanza di respiro

Poiché la dispnea non è un sintomo specifico di una particolare malattia, i metodi per la sua eliminazione possono essere molto diversi. La più efficace, ovviamente, è l'eliminazione della malattia di base, che è stata la causa della mancanza di respiro. Se ciò non è possibile, i medici prescriveranno una terapia di supporto e sintomatica volta a ripristinare il normale ritmo respiratorio (ad esempio, nell'asma o nel cancro).

Prevenire la dispnea

La prevenzione primaria è ridotta all'eliminazione di fattori negativi che possono influire sulla funzione del sistema respiratorio. Tali fattori possono includere sovrappeso, inattività fisica, fumo, rischi professionali e così via. È necessario rivedere la dieta per ottenere una riduzione graduale del peso a numeri individualmente confortevoli. Il rifiuto di cattive abitudini, come l'abuso di alcool e il fumo, può migliorare significativamente le condizioni del paziente e in alcuni casi liberarlo completamente dagli attacchi debilitanti.

È estremamente importante sottoporsi a un esame annuale da parte di un terapeuta e di altri specialisti per escludere la progressione delle malattie croniche e lo sviluppo di nuove patologie.

La prevenzione secondaria della dispnea è più focalizzata. Con ciò intendiamo la totalità delle misure per il trattamento della malattia di base.

Risultati eccellenti in alcuni casi mostrano un trattamento balneologico. Oggi, ci sono un gran numero di case di cura-resort e centri sanitari, che, utilizzando una combinazione unica di fattori naturali, si specializzano nel trattamento di malattie cardiovascolari e broncopolmonari accompagnate da mancanza di respiro.


| 31 maggio 2015 | | 2 290 | Sintomo del manuale
Lascia il tuo feedback