Carie superficiale, trattamento della carie superficiale
medicina online

Carie superficiale

contenuto:

Carie superficiale

Carie superficiale

La carie è un lento riassorbimento dei tessuti dei denti duri (cemento, smalto e dentina) sotto l'influenza di microrganismi patogeni. Il dente collassa formando una cavità. In assenza del corso di trattamento richiesto, il processo patologico continua a progredire e vari tipi di complicazioni si uniscono alla malattia.

Sembra che la carie sia una fossetta nera abbastanza innocua nell'area delle fessure (il recesso naturale della corona dentale), ma presenta un problema che tutti i dentisti nel mondo stanno lottando ogni giorno.



Classificazione delle carie superficiali

In alcuni casi, carie superficiali e carie nella fase delle macchie sono combinate in un gruppo, poiché non vi è alcuna differenza significativa tra di loro.

Il processo carioso superficiale o iniziale può essere localizzato in:

  • Cavità della fessura della corona del dente
  • Sulle superfici aproximali (quelle sono, sulle superfici di contatto dei denti)
  • Nell'area del collo del dente (carie cervicale)
  • In casi molto rari, un processo cariato si sviluppa sui tumuli o nell'area dei bordi incisali degli incisivi e dei canini.
  • La carie circolare è considerata separatamente, in quanto è una patologia indipendente. Ma, tuttavia, inizia con la carie di superficie.

Anche il corso di patologia è diverso. Ci sono processi cariati:

  • Flusso lento (si sviluppa molto lentamente, quasi non progredisce negli anni)
  • Stabilizzato (il processo si ferma, ma non regredisce)
  • Flusso veloce (si sviluppa molto rapidamente, nel giro di poche settimane o mesi).

I parametri anatomici possono essere identificati:

  • Carie dello smalto
  • Carie di cemento

Nel nostro caso, si parlerà solo di carie di smalto e cemento, poiché il riassorbimento di un rivestimento duro di un dente con un tipo di superficie di carie interessa solo gli strati superficiali del tessuto dentale della corona.

Le cause della cavità

Secondo gli ultimi dati di scienziati che hanno trascorso un'enorme quantità di tempo studiando i fenomeni eziologici del processo carioso, hanno scoperto che l'agente che distrugge lo smalto è l'effetto negativo degli acidi organici, che sono formati da tre tipi di microrganismi patogeni che vivono nella cavità orale:

  • Streptococcus mutans (Streptococcus mutans)
  • Streptococco salivario (streptococco salivario)
  • Streptococcus sanguis (streptococco sanguis).

Questi microrganismi sono costantemente presenti nella microflora della cavità orale e, per il loro sviluppo accelerato sulla superficie della corona e il danneggiamento dei prismi di smalto con la formazione di una cavità cariata, sono necessarie condizioni favorevoli speciali. Queste condizioni sono chiamate fattori eziologici e sono suddivise in generale e locale.

Fattori eziologici generali:

  • Mancanza di vitamine e minerali nella dieta, dieta squilibrata.
  • Quantità insufficiente di fluoro nell'acqua utilizzata per bere.
  • Diminuzione della protezione immunitaria nel periodo di inizio o maturazione della dentina e dello smalto.
  • Predisposizione genetica alle malattie cariose

Fattori eziologici locali:

  • Costante accumulo di depositi dentali morbidi e duri sui denti con insufficiente igiene orale.
  • Violazione della composizione del fluido salivare e delle sue proprietà in presenza di alcune malattie croniche.
  • Pezzi di cibo microscopici che rimangono nei solchi naturali della corona e tra i denti.
  • Violazione dell'utilità dell'insieme biochimico di elementi nei tessuti solidi
  • Violazione dell'integrità della struttura dei prismi di smalto, cemento radice e tubuli dentinali.

In alcuni casi, ci sono pazienti che trascurano l'igiene orale. Ma i loro denti rimangono sani e forti.

E viceversa: ci sono persone che osservano attentamente le misure igieniche, ma, tuttavia, soffrono di carie frequenti. Questa situazione si verifica perché un piccolo numero di persone ha una cosiddetta resistenza alla carie a livello genico. In tali pazienti, l'organismo è resistente all'insorgenza e alla progressione di questa patologia e la carie si verifica solo quando l'attività dei microrganismi supera le forze salvifiche dell'eredità.

La resistenza alla carie si manifesta non solo con mezzi genetici. Esistono diversi livelli di resistenza alla carie:

  • A seconda della composizione minerale, lo smalto combatte per preservare la sua integrità con l'azione distruttiva degli acidi organici.
  • A livello di resistenza del tessuto, la struttura dello strato di smalto gioca un ruolo cruciale. Un gran numero di difetti sulla sua superficie lo rende vulnerabile, poiché crea punti di ritenzione per agenti batterici. Più liscia è la superficie del dente, minore è il rischio di carie.
  • Anche la forma delle fessure e la loro profondità giocano un ruolo importante nella protezione contro la carie a livello del riunito. Fessure profonde e solchi inaccessibili contribuiscono al processo carioso e viceversa.
  • La resistenza agli agenti causativi della carie a livello del sistema dei denti e delle mascelle dipende dal tipo di morso e dalla struttura anatomica delle ossa facciali. Un adeguato morso ortognatico crea condizioni favorevoli per la conservazione dei denti interi.
  • A livello di forze secretorie, agiscono le ghiandole salivari. La saliva "lava" la corona dentale, rimuovendo lo strato accumulato di placca e batteri leganti. Quando la sua composizione cambia, è probabile che si creino più possibilità per lo sviluppo della carie.

Le cause della cavità sono ugualmente valide per tutti, ma nei bambini la malattia viene rilevata più spesso. Dopo l'eruzione finale, la corona del dente matura fino alla fine solo dopo 2 anni. È lo smalto dei bambini immaturi che più spesso colpisce gli streptococchi mutans, i sanguisi e i salivari.

Il meccanismo di sviluppo della carie di superficie

Per la produzione di acidi organici da parte di microrganismi patogeni, si creano condizioni favorevoli con scarsa igiene orale. Piccole particelle di cibo rimangono nella cavità orale e sono fissate nelle fosse e depressioni sulle corone dei denti, si incastrano tra i denti, si accumulano su sistemi ortopedici o ortodontici (protesi e apparecchi) nella cavità orale.

Dopo un po 'di tempo, il cibo inizia a fermentare e marcire e microrganismi patogeni si sviluppano nel suo spessore con grande velocità. Nel processo di riproduzione, producono acidi che. Impatto sul dente distruttivo (distruttivo). A poco a poco, una patina morbida diventa dura e si trasforma in tartaro . Sotto la superficie delle pietre dentali c'è un gap microscopico in cui gli streptococchi continuano a vivere ea moltiplicarsi.

Gli acidi entrano liberamente in contatto con la superficie dello smalto e sciolgono le sue cellule.

Ma il corpo umano è progettato in modo tale che, insieme alle reazioni distruttive, vi sia un restauro attivo delle aree danneggiate dello smalto. Solo nella situazione in cui il processo di rigenerazione è meno efficace del riassorbimento, appare la carie superficiale.

I sintomi della carie superficiale

I sintomi della carie superficiale sono piuttosto scarsi.

È espresso nel dolore minore e a breve termine da stimoli di temperatura (caldi e freddi) e chimici (salati, dolci, aspri).

Un certo disagio può fornire uno spazzolino da denti quando si lavano i denti, se la localizzazione della carie cade sul collo del dente, poiché lo strato di smalto in quest'area è più sottile e i nervi pulp sono più vicini.

Uno studio obiettivo della zona interessata può rilevare una piccola area di smalto, che è caratterizzata da rugosità. La carie superficiale è sempre limitata allo strato di smalto.

Nei casi in cui i cambiamenti patologici influenzano la superficie di contatto del dente, la diagnosi è difficile. La carie della sonda sonda fallisce e devi fare affidamento sull'esame a raggi X.

Carie superficiale del cemento, che rimane sempre nascosta all'ispezione visiva e all'esame strumentale sotto i tessuti parodontali. Di conseguenza, il paziente non nota i sintomi in questo caso. Solo nel caso in cui la radice del dente, interessata dal processo carioso, sia esposta durante la malattia parodontale, ci possono essere lamentele di tutti i tipi di stimoli.

Cosa può essere confuso con la carie superficiale?

Il tipo di carie di superficie ha alcune somiglianze con:

  • Carie iniziale
  • Ipoplasia dello smalto
  • erosione
  • Fluorosi endemica.

La carie iniziale è rappresentata da una macchia sullo smalto piuttosto che da un difetto, pertanto non è difficile distinguere la carie superficiale da essa.

La diagnosi è complicata dalla presenza di erosioni nella cavità orale. La principale differenza del processo carioso di superficie dall'erosione è che nel primo caso la sonda nella formazione di cavità sullo smalto è bloccata, vi è una rugosità nella zona inferiore. Nel secondo caso, la sonda scorre nella regione di incavo, poiché l'erosione ha pareti lisce e un fondo.

Nel caso di cambiamenti ipoplastici, lo smalto rimane completamente intatto, ma il suo colore cambia: parzialmente o completamente. La fluorosi endemica è caratterizzata da una disposizione simmetrica sui denti con lo stesso nome e dall'assenza di una reazione dolorosa agli stimoli. Dopo la diagnosi finale, il trattamento dovrebbe iniziare immediatamente.

Trattamento della carie superficiale

La carie superficiale, in alcuni casi, non richiede la dissezione. È sufficiente rimuovere la rugosità con l'aiuto di dischi per lucidare e punte in gomma.

Con la localizzazione della carie su una superficie piatta del dente, è sufficiente eseguire un complesso di misure rimineralizzanti per ripristinare l'integrità dello smalto.

Se la lesione cattura la cavità della fessura del dente molare, si consiglia di preparare la preparazione e applicare un materiale di riempimento. Forse il dentista ti consiglierà di attendere con il trattamento mentre la carie è nella fase iniziale della demineralizzazione. In questo caso, il trattamento viene eseguito su richiesta del paziente.

Prevenzione della carie

Raramente è possibile evitare la carie, ma vale la pena provare.

L'aderenza rigorosa al modello seguente può essere di grande aiuto nel mantenere i denti sani e integri:

  • Igiene dentale due volte al giorno con uno spazzolino e un dentifricio di qualità, oltre all'utilizzo della tecnica di pulizia appropriata
  • Usa il filo interdentale dopo ogni pasto
  • Regolare igiene orale professionale (una volta in 6 mesi).

Va ricordato che i denti sono dati gratuitamente solo due volte nella loro vita. Per il terzo devi pagare.


| 27 dicembre 2014 | | 1,032 | stomatologia