Carie cervicale: cause, trattamento
medicina online

Carie cervicale

contenuto:

Carie cervicale

Carie cervicale

La carie cervicale è una delle soluzioni più pericolose per lo smalto dei denti. Questa malattia è anche chiamata carie della radice. Questa patologia è caratterizzata dalla formazione di danni nel punto di contatto del dente con la gomma o sotto la gomma. L'astuzia della carie cervicale è che la malattia non si manifesta clinicamente per molto tempo, e dopo la diffusione del processo patologico e lo sviluppo di complicazioni, si fa sentire come se ci fosse un forte dolore.

La dentina è molto più sottile nella parte cervicale del dente rispetto alla parte superiore, pertanto la carie si diffonde molto più rapidamente nella polpa e colpisce gli strati profondi del dente e dei suoi canali. Nella maggior parte dei casi, il dente non può essere salvato e alla persona viene offerta la rimozione.

La carie radicale è localizzata solo nello spazio interdentale vicino alle gengive, più spesso sulla superficie interna del dente. Talvolta la carie basale può diffondersi in un circolo della parte cervicale del dente, in questo caso si parla di una lesione circolare dello smalto.



Cause della carie cervicale

La ragione principale della formazione di carie nella zona cervicale è che la dentina in questa zona è molto più sottile che in altri punti, inoltre la parte radicolare del dente è difficile da pulire. A causa di un'igiene orale inadeguata, la placca si accumula rapidamente nella zona cervicale, nelle forme del tartaro e nell'ulteriore distruzione dello smalto. I fattori predisponenti alla formazione della carie cervicale sono:

  • Carenza di vitamine - a causa della carenza di vitamina nel corpo, il paziente sviluppa le cosiddette sacche di gomma, dove entrano particelle di cibo, che fungono da terreno fertile favorevole per i batteri.
  • Demineralizzazione dello smalto - a seguito della proliferazione dei batteri, la composizione della saliva cambia. Nel corso della loro rapida attività vitale, i batteri secernono grandi quantità di acido lattico, che ha un effetto distruttivo sullo smalto dei denti.
  • Ignorando i punti gessosi sullo smalto, l'aspetto delle macchie biancastre sullo smalto dei denti è il primo sintomo della carie. Se il trattamento viene eseguito in questa fase, la parte radicolare del dente non è interessata ed è possibile conservarla, ma pochissime persone rilevano la carie allo stadio del punto gessoso.


Fasi di sviluppo della carie cervicale

Nella fase iniziale della malattia, il paziente non sente dolore, quindi raramente vede un medico. Man mano che la carie progredisce e passa al livello intermedio, il paziente lamenta un aumento della sensibilità dei denti a freddo, caldo, acido, dolce. Di norma, la maggior parte dei pazienti va dal medico in questa fase e il trattamento della carie cervicale può avere un discreto successo. Ci sono quelli che continuano a ignorare ostinatamente il mal di denti e non si affrettano a visitare il dentista. In questo caso, le complicanze si sviluppano rapidamente e il dente più spesso non può essere salvato.

I sintomi della carie cervicale

  • La fase iniziale - non ci sono cambiamenti visibili nello smalto e nelle gengive dei denti, ma durante un esame di routine da parte di un dentista, il medico può rilevare punti gessosi nella zona cervicale. La diagnosi di carie in questa fase di sviluppo viene effettuata utilizzando metodi speciali di colorazione dei denti con una soluzione di blu di metilene.
  • Lo stadio intermedio: aumenta la sensibilità dei denti alle variazioni di temperatura e all'impatto degli alimenti dolci e acidi.
  • Stadio profondo - dolore acuto nell'area della lesione in ingresso di cibo, getti d'aria, incapacità di masticare, danni ai denti nell'area gengivale.
  • Complicato stadio - pulpiti con insopportabile dolore, gengivite , parodontite, fondenti, ascessi e cellulite sono aggiunti ai sintomi di cui sopra.

Tali complicazioni sono pericolose non solo per la salute, ma a volte per la vita del paziente, perché con lo sviluppo di un ascesso, il tessuto molle del collo e della testa può essere coinvolto nel processo patologico.

Trattamento della carie cervicale

Quando rileva una carie cervicale diffusa in tutta la cavità orale, il paziente deve sottoporsi ad un esame dettagliato da parte di un endocrinologo, poiché tale malattia si riscontra spesso durante il diabete latente o anomalie nella ghiandola tiroidea.

Di per sé, il trattamento della carie radicolare non è molto diverso dal trattamento della carie ordinaria - il dentista pulisce i canali dei denti e poi li sigilla. In presenza di gravi complicanze e coinvolgimento nel processo infiammatorio della polpa, sorge la domanda sull'estrazione di un dente.

prevenzione

Come ogni altra malattia, la carie cervicale è più facile da prevenire che curare. Per fare ciò, una persona deve seguire le regole più semplici:

  • Una volta in 6 mesi visita il dentista per prevenire.
  • Lavati i denti regolarmente (almeno 2 volte al giorno).
  • Risciacquare la bocca dopo aver consumato bevande gassate zuccherate, succhi, caramelle e caramello.
  • Dieta completa ed equilibrata
  • Rafforzare l'immunità.

| 18 dicembre 2014 | | 979 | stomatologia