Artrite reumatoide: sintomi e trattamento
medicina online

Artrite reumatoide: sintomi e trattamento

contenuto:

"Life in motion" è probabilmente l'espressione che tutti hanno sentito. Infatti, per svolgere la normale attività della vita, una persona deve muovere costantemente il suo corpo nello spazio. Nel corso dell'evoluzione, l'organismo ha acquisito elementi meravigliosi che forniscono questa funzione al più alto livello. Queste parti incredibili del corpo sono articolazioni. Tutte le ossa umane sono sorprendentemente resistenti e resilienti individualmente, il che consente loro di sopportare carichi enormi. Connettendosi, formano uno scheletro sorprendentemente mobile che consente di eseguire movimenti incredibili. Tutto ciò è ottenuto grazie al lavoro coordinato della massa delle articolazioni.

Sfortunatamente, ci sono malattie a causa della progressione di cui le articolazioni del corpo sono colpite e perdono la loro mobilità. Di conseguenza, la qualità della vita del paziente viene significativamente ridotta. L'artrite reumatoide è un problema molto urgente della moderna reumatologia. È una malattia sistemica che colpisce il tessuto connettivo. Come risultato del suo sviluppo in un paziente, sono interessate piccole articolazioni di tipo erosivo-distruttivo. In tutto il mondo, circa 60 milioni di pazienti soffrono di questa malattia, che rappresenta l'1% dell'intera popolazione.

Ancor più aggravante di tutta la situazione è che i medici non sono stati in grado di determinare la causa esatta della malattia finora. Esistono teorie e ipotesi separate, ma nessuna di esse ha trovato una conferma davvero significativa. Nel corso del tempo, tutti i sintomi della malattia sono costantemente aggravati, portando gradualmente a una perdita persistente di disabilità da parte di una persona. Circa tre volte più spesso le donne si ammalano. L'età media del paziente nel rilevare la malattia è di 30-35 anni.



Cause dell'artrite reumatoide

Attualmente, ci sono molti dei fattori eziologici più probabili della malattia. Ogni versione ha i suoi vantaggi e svantaggi. In generale, sempre più medici sono inclini a credere che l'artrite reumatoide sia una malattia multifattoriale che si sviluppa quando più fattori vengono combinati contemporaneamente.

- Predisposizione genetica - in pazienti con questa diagnosi è stata stabilita una predisposizione per compromettere l'attività del sistema immunitario a livello genetico. Già scoperto alcuni antigeni, la cui presenza può portare a cambiamenti nell'immunità umorale e cellulare a causa dell'esposizione a determinate infezioni. È inoltre possibile rintracciare la maggiore probabilità di sviluppare l'artrite reumatoide in persone i cui parenti stretti hanno avuto anche.

- Agenti infettivi che, a causa delle loro proprietà specifiche, causano cambiamenti nell'immunità umana, in conseguenza dei quali i loro fattori protettivi attaccano il loro tessuto connettivo. Per il ruolo di questi agenti patogeni sono avanzati: virus Ebstein-Bar, retrovirus, agenti patogeni da rosolia, herpes, citomegalovirus , micoplasma. I medici hanno alcune prove per questa ipotesi:

  • Otto titoli anticorpali al virus Ebstein-Bar sono rilevati nell'80% dei pazienti.
  • Nei linfociti dei pazienti con artrite reumatoide, l'Ebstein-Bar è rilevato molto più spesso che nelle persone sane.

Fattori sopra menzionati che creano i prerequisiti per lo sviluppo della malattia. Ci sono anche fattori scatenanti che provocano la sua manifestazione in un particolare paziente in un dato momento.

  • Ipotermia.
  • Aumento dell'esposizione alla luce solare (iperinsolamento).
  • Intossicazione, comprese le tossine dei microrganismi.
  • Infezione batterica
  • Accettazione di determinati farmaci.
  • Disfunzione delle ghiandole endocrine.
  • Sforzo emotivo e stress.

È interessante notare che l'allattamento al seno per due anni o più riduce la probabilità di sviluppare l'artrite reumatoide della metà.

Il meccanismo di sviluppo dell'artrite reumatoide

È stato dimostrato che, quando esposto a uno o una combinazione di fattori provocatori nel corpo del paziente, viene attivata una reazione immunitaria scorretta. Le proprie cellule producono sostanze che causano danni alla membrana sinoviale delle articolazioni. Innanzitutto, si sviluppa la sinoviite, che successivamente entra nello stadio proliferativo e causa danni alla cartilagine e alle ossa stesse.

Inoltre, il sistema immunitario produce citochine patologiche, che hanno un numero di proprietà negative:

  • provocare la produzione di un numero maggiore di fattori proinfiammatori che contribuiscono all'ulteriore progressione della malattia;
  • Attivo alcuni enzimi che possono distruggere la cartilagine che copre l'articolazione e fornisce superfici elastiche scorrevoli;
  • forniscono molecole speciali alle membrane delle cellule adipose che fanno sì che questi leucociti mostrino un effetto autoimmune;
  • essere coinvolto nel diventare cellule immunocompetenti aggiuntive, che anche in questo caso influenzano negativamente il decorso della malattia;
  • aumento dell'angiogenesi, che consente alle navi di crescere in cartilagine e rende più facile per i fattori aggressivi penetrare in profondità nel tessuto cartilagineo.



Classificazione dell'artrite reumatoide

Esistono diversi criteri in base ai quali viene classificata questa malattia.

Forme cliniche e anatomiche

  • L'artrite reumatoide (oligoartrite, monoartrite, poliartrite) è una forma della malattia in cui solo le articolazioni sono danneggiate e altri organi funzionano normalmente senza disfunzioni.
  • Artrite reumatoide con manifestazioni sistemiche - inoltre i processi autoimmuni influenzano le membrane sierose del corpo (pericardio, pleura cardiaca), polmoni, vasi sanguigni, reni, sistema nervoso, causano la deposizione negli organi interni della proteina patologica - amiloide.
  • Artrite reumatoide, associata a deformazione dell'artrosi, reumatismi.
  • Artrite reumatoide giovanile.

Caratteristica immunologica

A seconda che il fattore reumatoide sia rilevato nel sangue del paziente, tutti i casi della malattia sono divisi in sieropositivi e sieronegativi. Questo è di grande importanza per i medici durante la diagnosi e la pianificazione del trattamento imminente.

Corso della malattia

  • Progredendo lentamente - per molti anni la malattia passa lentamente alle altre articolazioni, i pazienti con articolazioni non sono gravemente danneggiati.
  • Rapidamente progressiva - la malattia è spesso esacerbata, coinvolgendo gradualmente sempre più articolazioni. Le superfici articolari subiscono cambiamenti significativi in ​​peggio. Il trattamento non dà molto effetto.
  • Senza progressione evidente - la forma più favorevole. Con il quale il paziente può vivere una vita, mantenendo una qualità della vita sufficientemente alta.

Stadio dei raggi X della malattia

  1. L'osteoporosi periarticolare è una diminuzione della densità ossea riducendo il contenuto di sali di calcio in esso.
  2. Osteoporosi, completata da una leggera diminuzione dello spazio articolare.
  3. Il restringimento dello spazio articolare e l'osteoporosi sono completati da più Uzur.
  4. L'anchilosi ossea si unisce a tutti i precedenti - la ragione principale e più persistente per la diminuzione della mobilità fino alla sua completa assenza.

Gli uzury sono profonde erosioni sulla superficie articolare della cartilagine.

Il grado di insufficienza funzionale del sistema muscolo-scheletrico

  • 0 - il paziente può eseguire tutti i movimenti per intero.
  • 1 - una persona non può eseguire completamente tutti i movimenti che gli forniscono l'opportunità di adempiere ai suoi doveri professionali.
  • 2 - il paziente non può lavorare a causa della perdita della disabilità professionale.
  • 3 - una persona non può servirsi pienamente.

Sintomi dell'artrite reumatoide

Nelle fasi iniziali, la malattia procede senza un quadro clinico vivido. Per anni, il paziente potrebbe non sospettare di avere l'artrite reumatoide. La principale manifestazione clinica della malattia è la sindrome articolare.

  • La rigidità mattutina è una manifestazione specifica della malattia sulla quale il paziente non focalizza l'attenzione. Durante il sonno, le membrane sinoviali delle articolazioni sono in qualche modo infiammate riducendo la secrezione di glucocorticoidi durante la notte. A volte i pazienti semplicemente non possono, normalmente rimuovono la coperta. Dopo circa un'ora, tutti i sintomi scompaiono e la persona può muoversi attivamente.
  • Dolore periodico alle articolazioni, perdita di appetito, affaticamento, perdita di peso - tutto questo può essere notato nel periodo prodromico.
  • Dolore acuto alle articolazioni, febbre: ecco come un paziente inizia ad avere una malattia. Il più delle volte colpisce le articolazioni di mani e piedi, polsi, ginocchia e gomiti. Altre articolazioni sono meno comuni. C'è un gonfiore attorno all'articolazione e la superficie della pelle ha una temperatura più alta rispetto al resto del corpo. Inoltre, l'area articolare è iperemica a causa della presenza di processi infiammatori.
  • La palpazione delle articolazioni è dolorosa, il movimento in esse è limitato. Con il progredire della malattia, i processi proliferativi iniziano a prevalere e potrebbe esserci una significativa limitazione della mobilità, deformità e sublussazione delle articolazioni.
  • I noduli reumatoidi sono una manifestazione specifica della malattia, in cui si possono palpare dense escrescenze sottocutanee sulla superficie dell'estensore dell'articolazione. Questo sintomo è uno dei criteri diagnostici importanti per l'artrite reumatoide.

Inoltre, il paziente può essere interessato da quasi tutti gli organi del corpo, a seconda del grado di attività del processo, ma questo è relativamente raro.

Diagnosi dell'artrite reumatoide

Test di laboratorio

  • Emocromo completo: rileva l'anemia, un aumento del tasso di sedimentazione degli eritrociti, un aumento del numero di leucociti.
  • Esame del sangue biochimico - consente di determinare il grado di attività del processo infiammatorio.
  • Esame del sangue immunologico - il fattore reumatoide può essere determinato, a volte vengono rilevati complessi immunitari.

Diagnostica strumentale

  • Esame radiografico delle articolazioni - la classificazione descrive tutti i criteri con i quali i medici sono guidati nella definizione dello stadio radiologico della malattia.
  • Ricerca sui radioisotopi: l'elemento introdotto si accumula attivamente nelle articolazioni colpite e il normale tessuto sinoviale non attrae molti atomi.
  • Puntura dell'articolazione e studio del liquido sinoviale.
  • Nei casi più gravi - biopsia della membrana sinoviale.

Trattamento per l'artrite reumatoide

Il trattamento sistemico di questa malattia comporta l'uso dei seguenti gruppi principali di farmaci:

  • sostanze antinfiammatorie non steroidei;
  • farmaci di base;
  • sostanze ormonali (glucocorticoidi);
  • agenti biologici.

Sostanze antinfiammatorie non steroidei

Questi farmaci sono stati a lungo dimostrati nel trattamento dell'artrite reumatoide e sono ancora i rimedi di prima linea. Permettono di arrestare in modo relativamente rapido le manifestazioni acute della malattia e talvolta di ottenere l'insorgenza della remissione persistente, una condizione in cui i sintomi della malattia sono assenti e il paziente può vivere una vita piena.

Se un paziente arriva a un reumatologo nel periodo acuto della malattia, allora i farmaci antinfiammatori non steroidei da soli non sono sufficienti - sono integrati con alte dosi di glucocorticoidi. Questo metodo di trattamento è chiamato terapia a impulsi.

L'effetto si ottiene bloccando la ciclossigenasi, un enzima che normalmente l'acido arachidonico si decompone per formare prostaglandine e altre sostanze biologicamente attive che sono importanti nello sviluppo della risposta infiammatoria.

I farmaci più vecchi inattivano la cicloossigenasi-1, in conseguenza del quale il sovradosaggio può compromettere la funzione dei reni, il fegato, sviluppare l'encefalopatia. I moderni farmaci usati per trattare l'artrite reumatoide hanno un'elevata selettività e non sono così pericolosi, quindi i pazienti non hanno nulla da temere.

I medici evitano di combinare tra loro farmaci antinfiammatori non steroidei, perché in questo caso la probabilità di reazioni avverse nel paziente aumenta in modo significativo, ma l'effetto terapeutico rimane pressoché invariato.

Preparati di base per il trattamento dell'artrite reumatoide

I farmaci più popolari ed efficaci per il trattamento dell'artrite reumatoide al momento attuale sono: farmaci d'oro, metotressato, leflunomide, penicillamina, sulfasalazina. Ci sono anche agenti di riserva: ciclofosfamide, azatioprina, ciclosporina - vengono usati quando i farmaci principali non producono l'effetto desiderato.

Più recentemente, i medici hanno scelto di aumentare gradualmente la dose del farmaco ricevuto dal paziente (principio della piramide). Allo stato attuale, è stato dimostrato che all'inizio del trattamento con l'uso di alte dosi è possibile ottenere risultati più impressionanti cambiando la natura del decorso della malattia. L'artrite reumatoide di recente scoperta è caratterizzata da un'assenza quasi completa di cambiamenti nelle articolazioni del paziente e un'alta probabilità di insorgenza della remissione a lungo termine.

Se durante i primi mesi della malattia il trattamento con farmaci di base non porta l'effetto desiderato, i medici li combinano con i glucocorticoidi. I farmaci ormonali riducono l'attività del processo infiammatorio e consentono di scegliere una terapia di base efficace. Si ritiene che i medici debbano trovare un trattamento efficace dell'artrite reumatoide con farmaci di questo gruppo per sei mesi.

Nel corso del trattamento, il paziente deve periodicamente sottoporsi ad una visita medica per la presenza di effetti collaterali dall'assunzione dei farmaci e valutare il grado di attività della malattia stessa.

glucocorticoidi

Questo gruppo di farmaci può essere utilizzato in diversi modi.

  • Sotto forma di terapia a impulsi, il paziente riceve alte dosi del farmaco in combinazione con sostanze della terapia di base della malattia. Ciò consente di ridurre molto rapidamente l'attività del processo e rimuovere l'infiammazione. In questo caso, il corso di assunzione del farmaco non può essere lungo a causa dell'elevata probabilità di effetti collaterali.
  • Sotto forma di un ciclo di trattamento al fine di inibire la reazione infiammatoria con l'inefficacia di altre sostanze. In questo caso, la dose è significativamente diversa e i medici cercano di sceglierla in modo tale che il paziente assuma un minimo di ormone, che nello stesso tempo avrà l'effetto necessario.
  • Terapia locale - nella composizione degli unguenti, che lubrificano le articolazioni colpite. L'indicazione nella maggior parte dei casi è l'oligoartrite o la monoartrosi delle grandi articolazioni. Possono anche essere usati se ci sono controindicazioni alla terapia ormonale sistemica e una significativa predominanza di sintomi locali rispetto a quelli generali.
  • Somministrazione intrarticolare di un gel contenente preparazioni ormonali. Ciò consente un tempo relativamente lungo (fino a un mese) per assicurare un'esposizione continua del farmaco alla superficie articolare danneggiata.

Agenti biologici

Gli anticorpi monoclonali di alcune citochine neutralizzano il fattore di necrosi tumorale, che nel caso dell'artrite reumatoide provoca danni ai suoi stessi tessuti.

Ci sono anche studi che suggeriscono l'uso di regolatori di differenziazione dei linfociti come trattamento per l'artrite reumatoide. Questo eviterà danni alle membrane sinoviali da parte dei linfociti T, che vengono erroneamente "inviati" alle articolazioni dall'immunità.

Altre misure terapeutiche

  • Procedure di fisioterapia
  • Prevenzione dell'osteoporosi.
  • Ginnastica terapeutica in remissione.
  • Correzione chirurgica della patologia articolare.

| 9 giugno 2013 | | 3,861 | Senza categoria
Lascia il tuo feedback