Dolore al dente dopo aver riempito i canali, cosa fare?

Dolore al dente dopo aver riempito i canali, cosa fare?

Un dente fa male dopo un riempimento del canale La necessità di un trattamento canalare appare quando si sviluppa l'infiammazione o la necrosi del nervo dentale. Spesso questo processo avviene con un minimo di sintomi o senza di essi. Ad esempio, solo la decolorazione della corona indicherà un problema ai denti con un riempimento, anche se non ci saranno cavità visibili. Oppure un esame a raggi casuali rivelerà un'infiammazione cronica nell'area dell'apice della radice. Naturalmente, con un'attenta cura dello stato dei denti e visite tempestive al dentista, il rischio di incontrare tali problemi è ridotto al minimo.

Perché curare i canali radicolari?

La carie è la fase iniziale della carie, il principale fattore eziologico (causale) nello sviluppo di cui sono microbi. La penetrazione di microrganismi nei tessuti duri, l'effetto tossico dei loro prodotti metabolici e acidi portano al danno del nervo dentale e allo sviluppo della pulpite. Clinicamente, questo si manifesta nella comparsa di dolori mal di denti da freddo o caldo, in rari casi c'è l'assenza di sintomi.

L'infiammazione dei tessuti è sempre accompagnata da edema, necrosi tessutale, formazione di pus, solo la velocità di questi cambiamenti dipende dallo stato dell'immunità della persona, dalle medicine che assume, dalle sue cattive abitudini, dall'età e molto altro. I microbi intrappolati in un dente non andranno da nessuna parte. Continuano i loro mezzi di sussistenza, distruggendo il dente e penetrando sempre più in profondità. Il principale rischio di questo processo è l'infezione dell'osso o del flusso sanguigno. Nel primo caso, il processo patologico passa attraverso la radice del dente nel tessuto osseo, causando lo sviluppo di parodontite, la formazione di una cisti o granuloma. Nel secondo caso, il processo è in pericolo di vita. Il sistema circolatorio di tutto il corpo è uno, non ci sono vasi isolati. Questo vale anche per la polpa dei denti. Il trattamento dei canali, la rimozione del nervo o la rottura del tessuto dalla cavità del dente, gli effetti della droga sulla microflora sono necessari per mantenere la salute non solo del dente, ma dell'organismo nel suo insieme.

Perché un dente fa male dopo il trattamento canalare?

La procedura di trattamento endodontico include la rimozione della polpa, il trattamento meccanico e farmacologico dei canali e il loro riempimento con perni di guttaperca con una pasta sotto il controllo dei raggi X. In alcuni casi, puoi passare tutti i passaggi in una sola visita, in altri hai bisogno di 2-3 visite dal dentista. Le tattiche del medico dipendono dall'anatomia del dente, dal grado di infiammazione del nervo, dalle caratteristiche del paziente. Il trattamento canalare viene eseguito in anestesia locale, quindi il paziente non avverte nulla durante la rimozione dello strumento dalla parte superiore del dente, sebbene si verifichino lesioni tissutali e la formazione di un ematoma locale. Successivamente, a causa di ciò, il dente può reagire dolorosamente a stress meccanici, ingresso di cibo ad esso e compressione delle mascelle. Di solito questi sentimenti passano entro pochi giorni.

Quando si trattano i canali, è necessario osservare i requisiti della sterilità degli strumenti, un trattamento accurato della cavità per ridurre il rischio di spingere il tessuto infetto nell'osso. Se l'infezione penetra nell'osso, il dolore dopo il trattamento canalare può essere piuttosto grave. A volte è impossibile toccare un dente trattato, può apparire una sensazione di pressione interna. Il riempimento del canale consente l'uso di un minimo di dentifricio con pin guttaperca, che dovrebbe sigillare saldamente la cavità interna del dente. Rimuovere la pasta dalla parte superiore della radice nell'osso non sempre causa dolore dopo il trattamento. Tutto dipende dalla quantità di materiale che è entrato nel tessuto, dalla sua composizione e dalla presenza di allergia nel paziente.

Ci sono paste che assorbono con il tempo. Questo può aiutare la fisioterapia (UHF, microonde, laser). Se i dolori diventano più pronunciati, appare l'edema dei tessuti molli, la temperatura corporea aumenta, è necessario guarire i canali della radice. In alcuni casi, un risultato positivo è dato solo dall'asportazione dell'apice della radice (resezione) e dalla rimozione del materiale rimosso nell'osso.

Come alleviare il dolore dopo il trattamento canalare?

Vale la pena notare che la natura del dolore, il momento della sua insorgenza e la durata possono con un alto grado di probabilità aiutare il medico con la diagnosi, motivo per cui un dentista esperto chiede al paziente attentamente tutte le sfumature. Il dolore è lungo da acqua fredda e di notte parla di polpa fibrosa cronica, il dolore doloroso di caldo è di necrosi della polpa. Il dolore da pressione sul dente, chiudendo le mascelle indica l'infiammazione nell'osso.

Se, dopo il trattamento canalare, è apparso un dolore pulsante, aggravato di sera e di notte, questo indica la continuazione della necrosi tissutale. Impacchi a freddo, risciacquo con acqua fredda può ridurre il dolore. Gli antidolorifici alleviano il dolore per 2-4 ore (tempalgin, pentalgin, ketanov e altri). Se il dolore si verifica nel momento in cui il cibo sale sul dente, se le mascelle sono chiuse, puoi sciacquarti la bocca con la soluzione di soda più volte al giorno (1 tazza di acqua leggermente calda con 1 cucchiaino di soda).

Qualsiasi rimedio popolare sotto forma di impacchi sul dente dà un effetto distraente, non eliminando la causa del dolore, ea volte le ustioni chimiche devono essere trattate per un lungo periodo. Se i canali non sono sigillati, viene inserito un riempimento temporaneo nel dente, a volte un ulteriore lavaggio della cavità con una soluzione antisettica blocca l'infiammazione. In rari casi è necessaria una terapia antinfiammatoria e antimicrobica generale, che solo un medico può prescrivere correttamente. È pericoloso auto-medicare, possibili complicazioni prima o poi si faranno sentire.


| 22 marzo 2014 | | 4 182 | stomatologia
Lascia il tuo feedback