Leucoplachia del cavo orale: trattamento, foto

Leucoplachia orale

contenuto:

Trattamento della leucoplachia orale La leucoplachia è una malattia cronica del bordo rosso delle labbra o della mucosa orale con cheratinizzazione dell'epitelio e infiammazione della mucosa.

La malattia non è limitata a una cavità orale. In rari casi, può comparire sulla mucosa:

  • vescica,
  • naso,
  • retto,
  • esofago,
  • Organi genitali,
  • Trachea.

La leucoplachia colpisce principalmente le persone anziane o di mezza età. Nei bambini, se si verifica, è solo in casi isolati.

Va tenuto presente che la leucoplachia è una di quelle malattie che colpiscono il cancro.



Cause di leucoplachia

Il ruolo principale nella comparsa della malattia è assegnato alle sostanze irritanti locali (meccaniche, termiche, chimiche).

Le cause più comuni di leucoplachia sono:

1. Fumare Quando si fumano le membrane mucose si comportano come stimoli termici e chimici (composti di ammoniaca e fenolo, derivati ​​del catrame, nicotina).

2. stimoli deboli ma duraturi:

  • consumo regolare di cibi molto freddi, piccanti o molto caldi,
  • bevande alcoliche,
  • uso della NASA,
  • masticare tabacco o betel,
  • effetti negativi di fattori naturali.

3. Lesione meccanica:

  • spigoli vivi o strutture ortopediche di bassa qualità,
  • con la posizione sbagliata di singoli denti o patologie del morso.

4. Correnti galvaniche che si verificano nella bocca a causa di otturazioni e corone metalliche.

5. fattori professionali avversi:

  • lavorare con vernici e vernici all'anilina,
  • diversi tipi di resine
  • fenoli,
  • benzina,
  • alcuni composti benzenici.

6. Ridurre le proprietà protettive della mucosa delle labbra, che possono essere dovute a:

  • violazione del tratto digestivo,
  • esposizione a fattori di stress
  • mancanza di vitamina A,
  • predisposizione genetica alla leucoplachia,
  • squilibrio ormonale.


I sintomi della leucoplachia orale

Trattamento della leucoplachia orale I principali cambiamenti che accompagnano la malattia rimangono spesso invisibili al paziente.

La leucoplachia inizia con la formazione di aree irregolari dell'epitelio (fuochi di colore grigio con strato superiore cheratinizzato). Luogo di localizzazione - la linea di chiusura dei denti all'interno della guancia, il bordo rosso del labbro inferiore, gli angoli della bocca, la parte posteriore della lingua o le sue superfici laterali. I fumatori sono influenzati dal cielo.

Ci sono i seguenti tipi di leucoplachia:

  • Piatto (semplice);
  • verrucoso;
  • erosiva;
  • Fumatori di leucoplachia Tappeiner.

Forse una combinazione di diverse forme di leucoplachia in diverse parti della mucosa orale in un paziente, così come la trasformazione di un tipo di malattia in un altro.

La leucoplachia inizia sempre con l'apparizione di una forma piatta.

Flat (semplice) leucoplachia

Questa forma della malattia è più comune delle altre e non è accompagnata da sensazioni soggettive. Rilevato per caso, se visto dal cavo orale da un dentista per altri motivi.

In rari casi, vi è una sensazione di bruciore o oppressione al sito della lesione e il paziente può essere disturbato da un cambiamento nell'aspetto della mucosa.

Con la comparsa di grandi lesioni sulla lingua, è possibile un indebolimento della sensibilità del gusto.

La lesione è definita come un punto di ipercheratosi (crescita eccessiva dello strato corneo) - una macchia di epitelio opacizzato con chiari confini. Le forme e le dimensioni delle macchie leucoplachiche possono essere diverse, ma si trovano sullo stesso livello dei tessuti circostanti. La consistenza della lesione assomiglia alla carta da sigarette o al burnout della membrana mucosa del lapis lupus, e anche con raschiatura vigorosa, la placca non viene rimossa.

Il colore delle macchie può variare dal grigio pallido al bianco latteo, poiché il grado di cheratinizzazione è di intensità variabile. La superficie della mucosa sul sito della lesione è secca e leggermente ruvida al tatto. Alla palpazione dei fuochi della compattazione non viene rilevato, e non ci sono segni visibili di infiammazione, quando esaminati visivamente.

Va notato che esiste una relazione tra colore, forma, dimensione e posizione della lesione.

L'ipercheratosi agli angoli della bocca è simmetrica e ha la forma di un triangolo.

Sulla mucosa buccale, i punti si trovano sotto forma di linee allungate, che possono essere continue o con lacrime in diversi punti.

Sul bordo rosso delle labbra, la leucoplachia sembra una carta velina bianca grigiastro incollata di forma indeterminata.

Sulla lingua, sul cielo e nella regione del pavimento della cavità orale, le macchie della lesione assomigliano a bande larghe o catturano una vasta area nel sito di localizzazione.

Fumatore di Leukoplakia

I focolai di leucoplachia si trovano su un palato duro e, in parte, in aree adiacenti del palato molle. In rari casi, la porzione marginale (marginale) della gomma è coinvolta nel processo patologico.

Le membrane mucose nell'area delle aree colpite spesso si piegano e acquisiscono una tinta grigiastro-bianca. Sullo sfondo del punto luminoso, i punti rossi dei dotti estesi cistici delle ghiandole salivari, che hanno l'aspetto di noduli, risaltano chiaramente. I noduli si formano a causa del blocco dei dotti salivari da parte delle cellule sottoposte a ipercheratosi. La leucoplachia del fumatore è spesso combinata con altre forme della malattia che colpiscono il labbro inferiore, le guance o gli angoli della bocca.

Un fattore importante è la leucoplachia Tappeiner: un processo patologico facilmente reversibile. Dopo aver smesso di fumare, le macchie di ipercheratosi scompaiono, mentre gli stimoli permanenti scompaiono, causando cambiamenti nei tessuti molli della cavità orale.

Leucoplachia verrucosa

La leucoplachia verrucosa è considerata la fase successiva dello sviluppo della leucoplachia semplice. Il suo aspetto è facilitato dalle sostanze irritanti locali:

  • Lesioni dovute a spigoli vivi del dente o della protesi;
  • Mordenzatura costante delle aree della mucosa affetta da semplice leucoplachia;
  • Irritazione frequente di macchie di ipercheratosi con cibi piccanti e caldi;
  • il fumo;
  • Correnti galvaniche

Il sintomo principale di questa forma della malattia è la cheratinizzazione pronunciata, in cui lo strato superiore della mucosa della cavità orale si ispessisce notevolmente.

Il sito di leucoplachia verrucosa si eleva al di sopra del livello dei siti vicini e si distingue nettamente per il suo colore.

Alla palpazione, c'è una compattazione superficiale.

I reclami nei pazienti di solito hanno una sensazione di oppressione e asprezza nel sito di formazione di punti patologici, dolore e bruciore durante il pasto.

La leucoplachia verrucosa, a sua volta, è divisa in:

  1. Una forma di placca in cui placche di colore bianco latte o paglierino-giallastro si formano con chiari confini, che sovrasta il livello dei tessuti circostanti.
  2. Forma verrucosa, caratterizzata da formazioni verruche o semplicemente sconnesse di consistenza densa e colore bianco-grigiastro. Le verruche crescono fino a 2-3 mm di altezza.

Alla palpazione, le verruche e i tubercoli sono densi, mobili e indolori.

Questa forma di leucoplachia ha una maggiore tendenza a trasformarsi in un tumore maligno.

Leucoplachia erosiva

Quando sorgono complicazioni, le forme semplici e verruche della malattia diventano erosive. Questo accade sotto l'influenza di fattori traumatici che influenzano costantemente la lesione.

La leucoplachia erosiva provoca disturbi del dolore, che sono esacerbati dall'esposizione a qualsiasi tipo di irritante.

All'esame della cavità orale, si osservano erosioni, crepe o addirittura ulcere contro le macchie biancastre del leucoplaky semplice e verrucoso. L'erosione è trattata con difficoltà e ha una tendenza alla recidiva permanente.

Crepe e ulcere, che si trovano sul bordo rosso delle labbra, causano la più grande ansia. Sono aperti agli effetti di fattori esterni e sotto la loro influenza aumentano di dimensioni, senza mostrare una tendenza alla guarigione. Più grande è la lesione, più forte è il dolore del paziente.

Quali malattie possono confondere la leucoplachia orale?

È possibile confondere la leucoplachia con una serie di altre malattie orali:

  1. Le lesioni della leucoplachia differiscono dal lichene piatto rosso per la natura degli elementi che si formano nel sito della lesione: nel caso del lichene piatto rosso, si formano bolle multiple sulla membrana mucosa della cavità orale, che si fondono in un modello. E quando li privano, le macchie sono piatte o hanno la forma di placche, isolate e limitate. Inoltre, le macchie di ipercheratosi non passano mai sulla pelle del paziente e non presentano segni di infiammazione, come nel caso della privazione.
  2. La leucoplachia differisce dal lupus eritematoso in assenza di forti arrossamenti e atrofia della pelle.
  3. Con la sifilide secondaria, ci sono differenze nel fatto che non ci sia vescicola nella leucoplachia. Inoltre, le macchie ipercheratosiche durante la raschiatura non vengono staccate e la fioritura bianca formatasi durante la sifilide viene facilmente rimossa, esponendo macchie erosive sulla mucosa.

La reazione di Wasserman, come altre reazioni sierologiche, è positiva nella sifilide secondaria e negativa nella leucoplachia.

Nella sifilide, vi è infiltrazione nelle lesioni e nell'ipercheratosi non si osserva alcuna scarica da focolai patologici.

  1. Nella candidosi iperplastica cronica, una placca biancastra si forma sulla superficie della mucosa, che viene facilmente rimossa, e le macchie di leucoplachia rimangono invariate durante la raschiatura.
  2. Il processo di guarigione dell'epitelio nelle erosioni e ulcere è accompagnato da annebbiamento degli strati superiori delle mucose, che può essere scambiato per leucoplachia. Ma dopo il completamento della rigenerazione, l'annebbiamento epiteliale scompare e l'ipercheratosi rimane invariata per molto tempo.
  3. La malattia di Bowen, in contrasto con la leucoplachia, è caratterizzata dalla fioritura, che, una volta rimossa, rivela una superficie stagnante-rossa e vellutata dopo la valutazione visiva. Ci sono segni di infiammazione intorno alla lesione (edema, iperemia).

La malattia di Bowen è localizzata nel palato molle, archi palatine e lingua, dove la leucoplachia si verifica molto raramente.

  1. In caso di leucoplachia molle, le lesioni non sono causate da ipercheratosi, ma da paracheratosi (cheratinizzazione incompleta della membrana mucosa, in cui si formano le squame). Pertanto, l'incursione in luoghi di sconfitta parte quando si raschia.
  2. Il cancro squamoso di Hornous può essere riconosciuto dalla presenza di un sigillo alla base, che non è osservato in leucoplachia. Inoltre, l'esame istologico delle cellule tumorali non può essere confuso con le cellule ipercheratosiche.
  3. La differenza tra ipercheratosi precancerosa limitata e leucoplachia è che il precancro è coperto da squame e lavandini al centro della lesione.

Trattamento della leucoplachia orale

Le misure terapeutiche adottate in caso di malattia da leucoplachia dipendono da:

  • Forme della malattia;
  • La velocità di sviluppo del processo patologico;
  • La dimensione della lesione.

La leucoplachia piatta può regredire (passare attraverso il processo inverso del recupero) fino a quando i fuochi dell'ipercheratosi non scompaiono completamente, ma solo a condizione che i fattori irritanti, che si tratti del fumo o del bordo affilato del dente, siano completamente eliminati.

Il trattamento conservativo della leucoplachia piatta consiste in due fasi:

  1. Eliminazione di sostanze irritanti locali:
  • Igiene della cavità orale
  • Levigando i bordi taglienti delle corone dentali,
  • Protesi razionali
  • Sostituire le otturazioni in amalgama,
  • L'uso di agenti fotoprotettivi per lubrificare il bordo rosso delle labbra,
  • Smettere di fumare
  1. Normalizzazione dei processi metabolici nell'epitelio con l'aiuto di vitamine complesse, principalmente vitamina A:
  • Appuntamento all'interno della vitamina A sotto forma di soluzioni di 10 gocce 3 volte al giorno per 1-2 mesi;
  • Applicazione locale di soluzioni oleose con vitamina A 2-4 volte al giorno;

Queste attività portano alla completa scomparsa delle manifestazioni di leucoplachia o alla sua stabilizzazione.

Quando viene rilevata la candidosi (infezione fungina) che accompagna la malattia sottostante, nel complesso di trattamento sono inclusi agenti antifungini.

Il trattamento delle forme verruche ed erosive della malattia inizia allo stesso modo del trattamento della leucoplachia piatta.

Se non vi sono dinamiche positive nel processo di trattamento, viene prescritto un trattamento chirurgico - l'escissione del focus patologico all'interno del tessuto sano circostante. L'operazione può essere eseguita mediante elettrocoagulazione o criodistruzione.

Le ulcere e le erosioni, che si formano nei luoghi di affetto, richiedono un'attenzione speciale, poiché possono trasformarsi in un tumore maligno.

La leucoplachia erosiva richiede l'inclusione nel complesso di farmaci per le misure terapeutiche che stimolano il processo di rigenerazione e di epitelizzazione. Con dolori concomitanti, si raccomanda la nomina di antidolorifici.

In assenza di risultati positivi entro due settimane di trattamento continuo, l'erosione e le ulcere sono soggette ad escissione chirurgica.

I pazienti affetti da questa o quella forma di leucoplachia dovrebbero essere costantemente monitorati dal dentista in modo che, in caso di minimo sospetto sulla transizione del processo a una neoplasia maligna, debbano avere il tempo di prendere le misure necessarie.

Leucoplachia lieve

La leucoplachia lieve deve essere considerata separatamente dagli altri tipi di questa malattia, in quanto è un tumore benigno della mucosa orale. Periodicamente, la superficie della lesione è soggetta alla desquamazione (esfoliazione), che è un segno caratteristico della malattia.

Molto spesso, la leucoplachia lieve si osserva nei bambini e nei giovani, la cui età è entro 30 anni.

La malattia si trova principalmente durante la riabilitazione della cavità orale o durante gli esami di routine.

I pazienti hanno lamentele di desquamazione e rugosità delle membrane mucose e una sensazione di ispessimento nei luoghi di sconfitta. Alcuni cercano di mordere gli strati superiori delle aree torreggianti, il che non favorisce la normalizzazione del processo, ma si trasforma in una cattiva abitudine.

Le cause della leucoplachia morbida non sono state ancora chiarite. Alcuni associano il suo aspetto all'effetto costante degli irritanti sulla mucosa orale nei pazienti con depressione nevrotica o nevrastenia, così come negli adolescenti durante la pubertà e nelle donne con menopausa.

Il quadro clinico è caratterizzato dalla presenza di aree leggermente edematose e squamose della mucosa pastosa di colore grigiastro, con confini non definiti, ma senza segni di compattazione e infiammazione.

Le macchie di lesione sono spesso localizzate all'interno della guancia lungo la linea di chiusura della dentizione, sulle labbra e meno spesso sulle gengive e sulla lingua.

I focolai di leucoplachia molle possono essere sia limitati che diffusi (diffusi).

Nei pazienti con malattie neurologiche, se hanno l'abitudine di mordere o succhiare le loro guance, lingua o labbra, lo strato epiteliale nell'area di focolai patologici è squilibrato in modo non uniforme e ha l'aspetto di una frangia.

Lo scurfing viene eliminato e, nei casi più gravi, sotto di esso viene rilevata l'erosione.

La diagnosi viene effettuata sulla base di un tipico tipo di membrana mucosa con tracce di morsi costanti dei denti.

La diagnosi differenziale viene eseguita con:

  • Gru appiattita;
  • Leucoplachia piatta;
  • Stomatite medica;
  • Candidosi.

Il trattamento consiste nell'eliminazione di tutti i fattori traumatici, nella prescrizione di farmaci con vitamina A, B e C e nella riorganizzazione della cavità orale (trattamento di tutte le malattie dei denti e delle mucose).

Ma va tenuto presente che il trattamento raramente porta al pieno recupero. Spesso c'è un miglioramento temporaneo della condizione delle mucose nell'area delle lesioni.


| 22 marzo 2014 | | 15 750 | stomatologia
Lascia il tuo feedback