I linfociti nel sangue sono ridotti, le cause dei linfociti abbassati in un bambino

I linfociti sono abbassati nel sangue.

I linfociti sono abbassati nel sangue. Il numero di linfociti nel sangue periferico è uno degli indicatori più importanti per valutare lo stato del sistema immunitario del corpo. Normalmente, il numero di queste cellule è del 20-40% del pool totale di leucociti.

È obbligatorio valutare il numero assoluto di linfociti, evitando così molti errori diagnostici. Pertanto, una diminuzione del loro numero (linfocitopenia) è indicata nel caso in cui nel sangue si rilevi meno di 1,2x10 9 / l.

Di regola, questa situazione indica una mancanza di funzionamento del componente T dell'immunità (cioè immunodeficienza umorale). Ciò richiede un esame approfondito del paziente con l'implementazione di un immunogramma dettagliato, che indica gli indici di immunità umorale, cellulare e fagocitaria.

Nella pratica clinica, le cause più comuni di bassi livelli di linfociti nel sangue periferico sono:

  • . Tubercolosi miliare Questa malattia è caratterizzata da molteplici lesioni focali polmonari, accompagnate da grave intossicazione del corpo. Linfocitopenia in questo caso è dovuta all'esaurimento del sistema immunitario. Sfortunatamente, la malattia ha una prognosi sfavorevole e spesso termina con la morte. La diminuzione del numero di linfociti nella tubercolosi miliare è dovuta alla sua combinazione piuttosto frequente con l'infezione da HIV, che blocca il funzionamento dell'immunità delle cellule T.
  • . Tubercolosi delle ghiandole bronchiali . Questa malattia è abbastanza comune tra i bambini e il loro status sociale non ha un ruolo decisivo. Recentemente, la crescita di questa malattia tra i bambini di famiglie benestanti. Di norma, la malattia viene diagnosticata a caso con una radiografia dei polmoni, in cui vengono rilevati i linfonodi ingranditi. I segni più frequenti della malattia sono sudorazioni notturne, frequenti tosse secca e aumenti periodici della temperatura fino a 38 ° C. La prognosi in questo caso è abbastanza favorevole. Sotto l'influenza della terapia, il livello dei linfociti può essere riportato alla normalità.
  • . Linfoma, linfosarcoma . In queste condizioni, in molti pazienti si osserva una duplice situazione: all'inizio della malattia, il livello dei linfociti può aumentare, ma man mano che le riserve del midollo osseo si esauriscono, inizia gradualmente a declinare. Relativamente spesso tra i bambini c'è il linfoma di Burkitt, la cui patogenesi non è ancora completamente compresa. Tuttavia, la prognosi per linfoma e linfosarcoma rimane insoddisfacente. Le radiazioni e la chemioterapia forniscono un effetto estremamente instabile e di breve durata.
  • . Malattia da radiazioni acuta e cronica . Questa malattia è causata dall'esposizione degli esseri umani ad alte dosi di radiazioni ionizzanti. La malattia acuta da radiazioni è caratterizzata dalla soppressione di tutti i tipi di emopoiesi del midollo osseo, che porta al frequente sviluppo di varie infezioni batteriche e virali nei pazienti colpiti. Per quanto riguarda la malattia da radiazioni croniche, è causata dall'esposizione prolungata a dosi relativamente piccole di radiazioni ionizzanti. Ciò porta al fatto che il livello dei globuli rossi diminuisce gradualmente, con il tempo che il midollo osseo viene sostituito con il tessuto connettivo e si verifica una pancitopenia.
  • . Mieloma. Questa malattia appartiene alla classe di tumore. Per lo più le donne ne soffrono. È abbastanza difficile da sospettare, dal momento che non ha sintomi specifici. Questa diagnosi può essere sospettata dal medico se il paziente ha una grande quantità di proteine ​​nelle urine. Per confermare la diagnosi di mieloma nell'urina quotidiana, viene determinata la proteina Bens-Jones. Se viene rilevato, viene eseguita una radiografia delle ossa del cranio, che rivela molteplici focolai di diluizione ("sintomo punch"). Infine, la diagnosi viene impostata sulla base della puntura pleurica.
  • . Stati aplastici . Questo include un gruppo di malattie che portano a una ridotta produzione e differenziazione delle cellule del midollo osseo. Di conseguenza, il numero di globuli rossi diminuisce e nella maggior parte dei casi si nota la pancitopenia. Il trattamento di tali condizioni è abbastanza complicato, in molti casi è richiesto un costoso trapianto di midollo osseo.

Pertanto, le malattie manifestate da linfocitopenia, nella maggior parte dei casi sono piuttosto pericolose e determinano la prognosi sfavorevole per il paziente. Tuttavia, la valutazione dei livelli dei linfociti deve essere effettuata solo in combinazione con altri indicatori di formazione del sangue, nonché insieme alla presenza di determinati sintomi in un paziente. Spesso, la diagnosi corretta può essere stabilita solo da un ematologo quando conduce studi speciali, come la puntura sternale. Di norma, viene eseguito una volta e in seguito viene utilizzato un emocromo completo per monitorare l'efficacia della malattia.

L'indicazione diretta per una ricerca approfondita delle cause della bassa conta dei linfociti sono le malattie infettive frequenti, che spesso richiedono un ciclo prolungato e richiedono una terapia a lungo termine.


| 24 marzo 2014 | | 30 875 | Esame del sangue
Lascia il tuo feedback