Incontinenza urinaria: cause, trattamento Come trattare l'incontinenza urinaria

Incontinenza urinaria: cause, trattamento

contenuto:

Incontinenza urinaria L'incontinenza, o incontinenza urinaria, è un flusso urinario involontario, incontrollato e volitivo. Questo è un sintomo di un processo patologico di varia genesi, una condizione simile non è una malattia indipendente.

L'incontinenza è una delle patologie urologiche più frequentemente diagnosticate nel mondo, portando a un deterioramento della qualità della vita delle persone di diverse età. Secondo i dati statistici medi dei ricercatori nel campo dell'urologia, dal 15 al 40% della popolazione russa soffre di qualche forma di incontinenza e nel 20% delle donne la condizione è permanente. Tra i bambini, le cifre sono più alte, dal 12 al 70%.

L'incontinenza è più comune nelle persone anziane e nei bambini in età prescolare. Nella fascia di età sotto i 40 anni, l'incontinenza è prevalentemente diagnosticata nelle donne. Con l'età, la frequenza di tale condizione patologica aumenta in entrambi i sessi: nelle donne a causa dell'indebolimento degli sfinteri, del prolasso dell'utero e di altri problemi; negli uomini a causa di cambiamenti legati all'età e malattie della prostata.

La perdita spontanea di urina colpisce tutti gli aspetti della vita, portando a disturbi psico-emotivi, disadattamento sociale, professionale, familiare, familiare.



Cause di incontinenza urinaria

Le cause dell'incontinenza sono numerose. In diversi sessi a causa delle caratteristiche anatomiche sono diversi.

Cause di incontinenza urinaria nei bambini:

  • paralisi cerebrale;
  • iperattività dei bambini;
  • lesioni vertebrospinali o craniocerebrali che violano la regolazione nervosa delle funzioni degli organi pelvici;
  • infezioni - mielite, aracnoidite, ecc .;
  • malattia mentale - autismo, epilessia, schizofrenia, ritardo mentale;
  • ostruzione infravesicolare;
  • ipospadia;
  • ectopia della bocca dell'uretere;
  • ipospadia;
  • violazione della secrezione di vasopressina - ormone antidiuretico;
  • malattie allergiche - asma bronchiale, rinite allergica, dermatite atopica - contribuiscono ad aumentare l'eccitabilità della vescica;
  • malattie urogenitali - uretrite, cistite , balanoprostite nei ragazzi, vulvovaginite nelle ragazze;
  • sottolinea, esperienze psico-emotive.

Cause di incontinenza urinaria negli adulti:

  • l'obesità;
  • malattie infiammatorie croniche - cistite, endometrite, uretrite, prostatite;
  • lavoro pesante o multiplo;
  • menopausa con deficit di estrogeni nelle donne;
  • prolasso o completo prolasso della vagina e dell'utero;
  • indebolimento legato all'età dei muscoli e legamenti degli organi, che si trovano nella piccola pelvi;
  • adenoma prostatico ;
  • neoplasie maligne nella vescica, nella prostata o in altri organi;
  • interventi chirurgici - resezione transuretrale della prostata, prostatectomia radicale negli uomini;
  • duro lavoro o sport di potenza;
  • malattie del sistema nervoso - morbo di Alzheimer o di Parkinson, sclerosi multipla, ictus;
  • isterectomia nelle donne;
  • lesione perineale;
  • radiazione del basso addome, utilizzata nel trattamento del cancro;
  • costipazione cronica;
  • processi cicatriziali e adesivi dovuti a lesioni e operazioni nella pelvi;
  • farmaci farmacologici - antidepressivi, tranquillanti, alfa-bloccanti, farmaci, antipsicotici;
  • danno ai nervi che regolano la minzione, con lesioni o interventi alla colonna vertebrale.

Fattori predisponenti :

  • sviluppo anormale dell'area urogenitale;
  • predisposizione genetica;
  • genere femminile;
  • condizioni di lavoro difficili;
  • fattore razziale;
  • stato di collagene.


Meccanismo di incontinenza urinaria

La patogenesi dell'incontinenza può essere diversa a seconda del fattore eziologico che l'ha causata, ma l'aspetto di un sintomo è impossibile senza una malattia, ad esempio la prostatite o una violazione del rapporto anatomico degli organi.

Le perdite di urina possono avere due modi di verificarsi:

  • interruzione della lussazione del segmento uretrovescicale e dell'uretra dovuta alla debolezza dei legamenti;
  • patologia dell'uretra e / o degli sfinteri, che porta a una violazione della funzione del circuito.

Nel lavoro gravemente ostruito, nell'obesità e nella vecchiaia, i muscoli pelvici possono allungarsi o indebolirsi, perdendo la capacità di tenere gli organi pelvici in una posizione fisiologicamente corretta. La vescica, cadendo, inizia a esercitare pressione sulla vagina, interrompendo la contrattilità dello sfintere uretrale. La fuoriuscita di una piccola quantità di urina causa ulteriore pressione sulla vescica in caso di tosse, tensione della parete addominale in caso di stitichezza, risate, starnuti o attività fisica.

In un altro caso, la patologia del diaframma pelvico, dei legamenti o dei muscoli del pavimento pelvico provoca uno spostamento lungo la parete anteriore della vagina, che a causa della stretta connessione anatomica comporta la vescica. Di conseguenza, il fondo dell'ultima borsa erniaria si gonfia nella cavità della vagina o oltre, formando il cistocele. La posizione dell'uretra cambia spesso: si verifica un'omissione - l'uretrocele.

Classificazione per l'incontinenza urinaria

La classificazione internazionale prevede diversi tipi o forme di perdite di urina:

  1. Lo stress. Tipi: 0, 1, 2, 2a, 2b o 3.
  2. Urge.
  3. Overflow paradossale o incontinenza.
  4. Transitorio o temporaneo.
  5. Misto.

Secondo un'altra classificazione l'incontinenza è:

  1. Lo stress.
  2. Ekstrauretralnaya.
  3. Enuresi notturna
  4. Forma obbligatoria
  5. Inconscio (riflesso di incontinenza).
  6. Perdita dopo la minzione.

Incontinenza o stress da stress

Questo è il tipo di incontinenza più frequentemente rilevato. La perdita involontaria di una piccola quantità di urina viene attivata da risate, tosse, corsa, sollevamento pesi o altri sforzi fisici, che aumentano la pressione intra-addominale e intravescicale.

La ragione per lo sviluppo della patologia in questo caso è l'indebolimento dei legamenti pelvici a causa di una diminuzione del collagene. Di conseguenza, l'ipermobilità del collo uretrale e il funzionamento alterato dello sfintere uretrale, che con un aumento della pressione intravescicale, si chiude in modo incompleto, causando una parziale escrezione di urina. Urge di urinare è assente.

L'incontinenza da sforzo è diagnosticata nei fumatori, nelle donne in postmenopausa, negli uomini dopo la rimozione chirurgica o in altri interventi sulla prostata.

Incontinenza imperativa o urgente

Il flusso di urina è associato a un insopportabile desiderio di urinare, che si manifesta inaspettatamente. Una persona non può rimandare la minzione neanche per diversi minuti, sentendo il bisogno di urinare immediatamente. Spesso, i pazienti si lamentano che l'urina inizia a fluire prima che abbiano il tempo di raggiungere il bagno. A volte con incontinenza imperativa, il desiderio è lieve o assente.

La causa è un aumento dell'attività vescicale. I fattori che provocano sono: il suono dell'acqua che versa, un cambiamento nella temperatura dell'aria ambiente, alcol e sovreccitazione nervosa.

Incontinenza mista

Nella pratica urologica, la combinazione di diversi tipi di incontinenza, in particolare lo stress + urgente, è più spesso osservata. In questi casi, si tratta di una forma mista di perdita di urina, tipica delle donne anziane. I pazienti si lamentano del flusso spontaneo di urina in assenza della voglia di urinare durante la tosse, il sollevamento del peso o prima di riuscire a urinare con urgenza incontrollabile.

Incontinenza temporanea o transitoria

Si sviluppa durante l'intossicazione, costipazione, processo infiammatorio acuto della vescica, della vagina e altri fattori esterni, con l'eliminazione della quale il rilascio incontrollato di urina si arresta indipendentemente, il processo di minzione ritorna normale.

Diagnosi di incontinenza

Il problema dell'incontinenza dovrebbe essere affrontato prima dall'urologo o dal ginecologo, che prescriverà una serie di studi diagnostici volti a scoprire la causa della condizione patologica. È possibile che possano essere necessari la consultazione e il trattamento con un neurologo, psichiatra, endocrinologo, oncologo.

Esame fisico del paziente :

  • L'indagine del paziente è necessaria per raccogliere l'anamnesi. Il medico scopre la causa dell'incontinenza, i dettagli dello sviluppo della patologia, la durata, la gravità della minzione involontaria, la frequenza della minzione durante la notte e durante il giorno, se il paziente sta assumendo farmaci e quali. Raccoglie informazioni sulle malattie ginecologiche o urologiche disponibili.
  • L'esame ginecologico è necessario per valutare lo stato ginecologico. Processi infiammatori identificati, omissione o completa perdita dell'utero e della vagina, cistocele.
  • La palpazione dell'addome inferiore aiuta a identificare la localizzazione del dolore (se presente), la presenza di un tumore, ecc.
  • Auscultazione in questo caso non viene eseguita.

Diario di orinazione

Il paziente per 2 giorni dovrebbe tenere un diario in cui registrare la purezza della minzione al giorno, il volume di urina, assegnato ad ogni svuotamento della vescica, il numero di episodi di perdita incontrollata di urina.

Metodi diagnostici di laboratorio :

  • Semina l'urina sulla microflora. Dopo la semina, viene eseguita un'analisi batteriologica per identificare il microrganismo e determinarne la suscettibilità agli antibiotici o ad altri farmaci chemioterapici.
  • Analisi delle urine . Per rilevare l'infiammazione.
  • Esame istologico e citologico della biopsia eseguita chirurgicamente durante la puntura o la rimozione del tumore. La diagnosi è finalizzata ad accertare la natura del tumore, se rilevato durante un esame generale.

Metodi di diagnostica strumentale :

  • Diagnosi ecografica della vescica e di altri organi situati nella pelvi . Mira a determinare lo stato anatomico del pavimento pelvico, le malattie infiammatorie, le formazioni tumorali.
  • Cistometria retrograda - esame urodinamico della vescica. Funzione del bacino stimata del corpo determinando la pressione intravescicale durante il suo riempimento.
  • Cistografia - radiografia della vescica con un agente di contrasto.
  • Uroflowmetry : lo studio dell'urodinamica. Il metodo è ampiamente utilizzato per valutare la funzione contrattile dei muscoli del pavimento pelvico e la pervietà dell'uretra. Registra la portata del flusso di urina durante la minzione.
  • L'uretrocistoscopia è un metodo endoscopico per diagnosticare la cavità della vescica mediante un cistoscopio.
  • L'elettromiografia è un metodo diagnostico elettrofisiologico durante il quale viene registrata l'attività elettrica dei muscoli e dei nervi della vescica. Viene valutata la contrattilità di sfinteri e muscoli.
  • Tsistouretrograma - radiologia della vescica. Un'immagine a raggi X della vescica viene prelevata dopo che è stata svuotata e viene iniettato il contrasto contenente iodio.

Test urodinamici

  • Stress test della vescica . Con una vescica piena, al paziente viene chiesto di tossire o tirare. Il medico conferma il fatto del flusso spontaneo di urina.
  • Il test Bonnie è progettato per rilevare l'incontinenza da stress. La vescica è piena di liquido, dopo di che viene chiesto al paziente di tossire con forza o di sottoporre a tensione i muscoli addominali. Questo test differisce dal solito stress test sollevando il collo della vescica con uno strumento speciale o un dito che viene inserito attraverso la vagina.
  • Test pad . I cuscinetti monouso convenzionali aiutano a determinare la quantità approssimativa di urina che scorre spontaneamente e la frequenza delle perdite.

Sono possibili altri test: test di rivestimento per un'ora; Manovra Valsalva; Fermare il test con l'applicatore a tampone inserito.

Trattamento per l'incontinenza urinaria

L'incontinenza è trattata in modo conservativo (terapia non farmacologica e farmacologica) o prontamente. Il metodo di trattamento, la scelta dei farmaci e le loro dosi, così come la durata è scelta dal medico individualmente, in base alla gravità della patologia, al grado di incontinenza urinaria, all'età del paziente. La questione dell'intervento chirurgico è risolta con l'inefficacia del trattamento farmacologico.

Trattamento non farmacologico dell'incontinenza:

  • dieta: una forte restrizione di cibi e bevande che irritano la mucosa dell'uretra e della vescica;
  • combattendo chili in più e ulteriore controllo del peso;
  • esercizi speciali per allenare i muscoli della vescica;
  • minzione stimolata;
  • minzione secondo il programma individuale disegnato;
  • uso di dispositivi medici speciali, come il pessario.

Trattamento farmacologico dell'incontinenza

La terapia farmacologica è una parte integrante di eliminare qualsiasi forma di incontinenza, è particolarmente efficace per l'incontinenza urogenitale.

I farmaci sono prescritti dai seguenti gruppi farmacologici clinici:

  • antispastici;
  • bloccanti dei recettori colinergici m;
  • antiholinergitiki;
  • antidepressivi.

I dosaggi sono selezionati individualmente. Il trattamento è lungo Nella maggior parte dei casi, la durata del ciclo di trattamento non supera i 3 mesi. L'effetto del trattamento dura per diversi mesi, dopo di che è richiesto un corso ripetuto.

Trattamento chirurgico dell'incontinenza

Il tipo e la tattica di intervento sono determinati in base alla forma della patologia e al risultato del trattamento conservativo precedentemente condotto. Il trattamento chirurgico è più spesso indicato per i pazienti con una forma paradossa o stressante di incontinenza, meno spesso con uno urgente.

Tipi di interventi:

  • trattamento di iniezione: al paziente viene iniettata una pasta di teflon omega, collagene, auto-grasso;
  • Operazioni di imbracatura con materiali sintetici - protesi:
  • uretroplastica (cistouretropessi) con ansa sintetica;
  • iniezioni parauretrali con introduzione di biopolimeri;
  • installazione di uno sfintere artificiale (impianto) di una vescica.
  • colposospensione.

| 19 luglio 2015 | | 755 | Malattie del sistema genito-urinario
Lascia il tuo feedback