Bassa emoglobina nel sangue, cause di bassa emoglobina nel sangue

Emoglobina bassa nel sangue

Emoglobina bassa nel sangue L'emoglobina è un composto complesso costituito da una proteina combinata con eme (quest'ultima ha il ferro bivalente nella sua struttura). Il livello di emoglobina nelle donne sane è 120-140 g / l, negli uomini - 130-150 g / l.

Normalmente, negli adulti sani, diversi tipi di molecole di emoglobina circolano nel sangue: A1, A2, A3 e F. In questo caso, la quota della variante A1 rappresenta circa il 97-98% dell'emoglobina totale. Con alcune patologie congenite, la cui diagnosi è piuttosto difficile, la percentuale di altre forme di questa molecola può aumentare.

L'emoglobina bassa nel sangue spesso si correla con un basso contenuto di globuli rossi e si trova nell'anemia. Le ragioni della diminuzione del numero del principale trasportatore di ossigeno possono essere suddivise in 3 gruppi principali:

  • Violazione della sintesi di emoglobina con una mancanza di molecole richieste per questo processo. Molto spesso questo è osservato nelle malattie dell'apparato digerente, accompagnato da una violazione dell'assorbimento di ferro e proteine. Un altro motivo sono le diete severe e il digiuno. Occasionalmente, la sintesi dell'emoglobina è compromessa quando c'è una mancanza di ferro nella dieta quotidiana. Inoltre, un basso livello di emoglobina è abbastanza tipico per i pazienti che hanno subito un'operazione di rimozione gastrica o duodenale. In quest'ultimo caso, l'anemia è causata dall'assenza di un vettore specifico per le molecole di ferro e una violazione del suo assorbimento.
  • Violazione della sintesi dell'emoglobina con un numero sufficiente di componenti strutturali. Questa situazione è nella maggior parte dei casi causata da varie anomalie genetiche (ad esempio, talassemia).
  • Aumento della distruzione dei globuli rossi nel sangue. Come è noto, la vita media di un eritrocita è di 120-125 giorni. In questo caso, le cellule del sangue vengono distrutte molto prima, il che è causato da influenze esterne o dall'attacco dei globuli rossi da parte delle proprie cellule del sistema immunitario.

È molto importante ricordare che in tutti i casi in cui la concentrazione di emoglobina è inferiore a 120 g / l, è necessario condurre un esame ematologico dettagliato del paziente con la determinazione della conta totale dei globuli rossi, le loro caratteristiche morfologiche (volume medio dei globuli rossi) e un indice cromatico che caratterizza la concentrazione media dell'emoglobina in una cellula del sangue. Nei pazienti adulti sani, dovrebbe essere 0.85-1.05.

Con una diminuzione del valore dell'indice di colore al di sotto del limite inferiore della norma, a una persona viene diagnosticata l'anemia ipocromica, che è più comune in tali patologie:

  • Perdita di sangue cronica (per esempio, sanguinamento gastrointestinale causato da gastrite erosiva, vari tumori, ulcera peptica, morbo di Crohn, emorroidi, ernia dell'orifizio esofageo del diaframma, ecc.).
  • Malattie dello stomaco, accompagnate da una diminuzione della quantità di acido cloridrico (cancro gastrico, gastrite atrofica cronica).
  • Enterite e duodenite.
  • Gravidanza e allattamento.

In tutti i casi sopra elencati, oltre a un livello ridotto di emoglobina e una diminuzione del valore dell'indice cromatico, saranno osservate microcitosi (presenza di piccoli globuli rossi) e anisocitosi (molti globuli rossi di varie forme). Possibile riduzione del numero totale di globuli rossi e piastrine.

Tuttavia, una diminuzione della quantità totale di emoglobina non è sempre accompagnata da microcitosi. In caso di carenza di vitamina B12 e / o acido folico in uno striscio di sangue, saranno rilevati i globuli rossi ingranditi con un colore brillante (ipercromico). Le cause cliniche più comuni di questa condizione sono:

  • Gastrite atrofica, achilia, acloridria, gastrectomia.
  • Infestazione da vermi, in cui vi è un consumo competitivo di B12 (parassitosi nell'intestino di una tenia larga). Una situazione simile si osserva con un'eccessiva crescita della microflora intestinale, ad esempio con la malattia diverticolare.
  • Celiachia, enterite, morbo di Crohn, condizione dopo resezione intestinale, tumore cieco.
  • Gravidanza.
  • Cirrosi o grave epatite, che portano a compromissione del metabolismo dell'acido folico.

In tutti i casi sopra citati, la concentrazione di emoglobina è marcatamente ridotta nell'analisi del sangue generale. Questo fenomeno di laboratorio è accompagnato da una diminuzione del numero di eritrociti, un aumento del valore dell'indice cromatico, la comparsa di megaloblasti e megalociti, macrocitosi, corpi di Jolly e Kebot, una diminuzione del numero di eritrociti, piastrine, molociti.

Come menzionato sopra, una diminuzione della quantità di emoglobina nel sangue può verificarsi a causa di una maggiore disintegrazione (emolisi) dei globuli rossi. Ad esempio, questa situazione si verifica quando:

  • Anomalie congenite nello sviluppo di globuli rossi (anemia di Minkowski-Chauffard);
  • Effetti esterni su eritrociti (ustioni gravi, avvelenamento da veleni emolitici, malaria, sepsi, malattia emolitica del neonato, trasfusione di sangue incompatibile, ingrossamento della milza).

Emocromo completo di emocrisi degli eritrociti ha le sue caratteristiche: diminuzione del livello di emoglobina, diminuzione del numero di eritrociti, indice di colore normale, aumento del numero di reticolociti, poikilo- e anisocitosi (un gran numero di eritrociti di diverse forme e diametri).

Oltre ai cambiamenti nell'analisi generale del sangue nell'anemia emolitica, i prodotti del metabolismo dell'emoglobina si trovano anche nelle urine. Nel sangue, la concentrazione di bilirubina aumenta principalmente a causa della frazione indiretta. L'ultimo sintomo è abbastanza patognomonico per questo gruppo di malattie.

In alcuni casi, una diminuzione del livello di emoglobina nel sangue è dovuta all'inibizione dei germogli di emopoiesi, incl. eritrociti. L'effetto di radiazioni ionizzanti, benzene, trattamento con citostatici, cloramfenicolo, sulfonamidi e barbiturici può portare a tale stato. Inoltre, nell'analisi generale del sangue, oltre a un livello ridotto di emoglobina, sarà rilevato un piccolo numero di quasi tutte le cellule del sangue (compresi i reticolociti), un normale indice di colore, linfocitosi.

Una diminuzione dei livelli di emoglobina è anche caratteristica della leucemia acuta. In questo caso, si nota anche una diminuzione del numero di eritrociti, un forte aumento dei leucociti, la comparsa di un gran numero di cellule esplosive. L'indicatore di colore nello stesso momento, di regola, rimane normale.


| 24 marzo 2014 | | 2 829 | Esame del sangue
Lascia il tuo feedback


Fabrizio Agazzi: Cara professoressa per prima cosa perche si rivolge solamente alle donne ? E' un problema comune anche negli uomini. Quello che invece poi mi ha veramente shoccato e' il rimedio che lei da alla fine del video. Veramente demenziale

Antonio Nigro: Siamo alle solite.Più che di cibi carenti di ferro, mi soffermerei sugli alimenti dannosi per l'intestino che causano infiammazione ed aumento della permeabilità intestinale.CARBOIDRATI e ZUCCHERI!

Raffaella Colabella: Buonasera Dottoressa sono hanni che soffro di ciclo lungo e troppo abbondante prima mestruazione a 11 anni oggi ne ho 45.Essendomi operata di fibroma 15 anni fa poi due figli con cesareo oggi ho nuovamente piccoli fibromi e la ginecologa non vuole darmi la piccola cosa faccio mi vedo invecchiata sia nella pelle che nei capelli che ho sempre avuto bellissimi grazie aspetto al più presto notizie

Rosaria Megna: Buongiorno egregissima dottoressa Graziottin, ho quasi 44 anni e vivo in germania, da molti anni spiego a quasi tutti i dottori il mio stato di salute ma nessuno fino ad ora è riuscito a spiegare in modo cosi semplice ed esaustivo la condizione fisica e psicologica di cui sono affetti le persone che presentano questa patologia. Mi piacerebbe contattarla privatamente per poterle fare alcune domande. Nel suo video, lei parla di una pillola anticoncezionale ma io purtroppo non ho capito il nome, inoltre ho provato qualche anno fa ma con scarsi risultati. Il mio ginecologo ha provato a prescrivermi la pillola per diversi motivi uno tra i quali: la carenza di ferro e l'ovaio policistico. Ho fatto qui in germania anche trasfusioni di ferro (Cosmofer), ma io grandi miglioramenti non ne ho mai riscontrati. Io soffro di talassemia minore, microcitemia e forte carenza di ferro, è anche vero che non mi nutro adeguatamente, se lei è cosi gentile da darmi qualche suggerimento, le sarei veramente grata. Sono disposta ha dirle telefonicamente i risultati degli esami del sangue e inviarle un bonifico bancario per la sua consulenza. Distinti saluti Rosaria

maffy: Buon giorno Dottoressa le volevo fare i miei complimenti per il video  sono una donna di 47 anni che soffre di anemia sideropenica da moltissimo ho visto il suo video  finalmente ho trovato un medico che descrive in maniera semplice e allo stesso tempo tecnico questa patologia e i suoi sintomi Grazie

Amedeo Giordano: Buongiorno Dottoressa complimenti per la chiarezza :-) gradirei sapere avendo l anemia mediterranea portatore sano se posso mangiare i fiocchi di riso arricchiti con ferro grazie mille

Marco Fael: Ascoltate mozzi.provare non e un costo e ' solamente un sacrificio ma serve credetemi....ci vuole costasnza dai possiamo farcela. ..

Laura Paternicola: Buonasera dott.Mozzi, da quando seguo la sua dieta, ho risolto il problema della stanchezza dettata dalla anemia. Sono decisamente più energica! Grazie dottore!😃