Aumento dei livelli di ferro nel sangue: cause

Aumento dei livelli di ferro nel sangue

Aumento dei livelli di ferro nel sangue Nel corpo umano ci sono 2 tipi principali di ferro. Uno di questi è associato a uno speciale portatore di proteine, che viene chiamato transferrina. Tale ferro non partecipa alla costruzione della molecola dell'eme, e quindi è chiamato non emeano. È usato dal corpo con una carenza di questa sostanza. La maggior parte del ferro nel siero del sangue forma la gemina, che è coinvolta nella formazione di vari enzimi ed emoglobina.

Come regola generale, nel lavoro clinico di routine, gli ematologi usano la definizione della frazione non eme, poiché questo indicatore descrive meglio lo stato di saturazione del corpo con il ferro. Inoltre, viene eseguita anche la determinazione della capacità totale di legame del ferro nel siero del sangue. Questo indicatore consente di stimare la quantità massima di ferro che può essere associata alle proteine ​​del siero.

Negli uomini sani adulti il ​​contenuto di ferro non eme è 13-30 μmol / l. Per quanto riguarda le donne, hanno questo indicatore di circa il 12-15% in meno.

Va notato separatamente che quando si prende il sangue per determinare il livello di ferro, vengono imposti seri requisiti al metodo di analisi, dal momento che la distruzione di un certo numero di eritrociti durante la puntura di una vena porta ad un aumento del ferro libero nel siero, che può avere un impatto significativo sul risultato dell'analisi e, quindi, complicare la sua interpretazione.

È anche importante che, nel determinare questo indicatore nel sangue, la somministrazione di ferro debba essere interrotta almeno 2 settimane prima dell'analisi.

Per quanto riguarda la capacità totale di legare il ferro del siero, il suo valore è normalmente di 50-84 μmol / l.

In tali condizioni può verificarsi un aumento del contenuto di ferro nel sangue:

  • . Trattamento eccessivo dell'anemia con preparazioni di ferro .
  • (чаще всего эритроцитарной массы). Trasfusioni ripetute di sangue e dei suoi componenti (più spesso massa di globuli rossi).
  • (гепатолентикулярная дегенерация или болезнь Вильсона-Коновалова). Emocromatosi (degenerazione epatolenticolare o malattia di Wilson-Konovalov). Con questa patologia, vi è un eccessivo accumulo di molecole di ferro negli organi interni, che porta ad una marcata compromissione della loro funzione. Il sistema nervoso centrale è particolarmente colpito: il paziente ha demenza progressiva, numerosi disturbi neurologici. Molto spesso, una diagnosi viene fatta casualmente quando viene esaminata da un oftalmologo, poiché la deposizione di molecole di ferro lungo il bordo dell'iride forma un sintomo estremamente specifico per una data malattia. Il trattamento di questa patologia è abbastanza complicato e non completamente sviluppato.
  • . Anemia sideroachrestic . La base della sua patogenesi è una violazione a livello biochimico della sintesi di porfirine ed eme. Questa situazione è dovuta alla carenza di alcuni enzimi nel midollo osseo, a seguito della quale un accumulo attivo di ferro inizia a verificarsi nel corpo. In generale, l'esame del sangue mostra un basso numero di emoglobina, ma l'uso di supplementi di ferro non ha successo. Per conferma finale della diagnosi è necessario condurre una puntura di midollo osseo. Nello studio del materiale ottenuto al microscopio, viene rilevato un gran numero di sideroblasti. Alcune forme di anemia sideroachrestic danno una buona risposta clinica quando si usa la piridossina.
  • . Anemia aplastica In questa malattia, c'è una cessazione quasi completa della formazione non solo di globuli rossi, ma anche di altri elementi formati sotto l'influenza di fattori esterni o interni: radiazioni ionizzanti, intossicazione da benzene, uso di barbiturici, cloramfenicolo, sulfonamidi, citostatici, malattie infettive acute. Allo stesso tempo, nell'analisi generale del sangue, il numero di eritrociti e di emoglobina diminuisce, l'indice di colore rimane normale, il numero di leucociti e piastrine è ridotto. In alcuni casi, può verificarsi linfocitosi.
  • . Anemia emolitica In questo caso, l'aumento di ferro nel sangue è dovuto al suo rilascio dai globuli rossi distrutti. Questo processo può essere acuto (anemia tossica, malattia emolitica del neonato, emoglobinuria marcia, emoglobinuria fredda) o cronica, che è più spesso causata da disturbi autoimmuni. I livelli elevati di ferro sono caratteristici di tali anemie croniche: limfogranulematoz, collagenosis e tumori maligni. In questo caso, nell'analisi generale del sangue, ci sarà una diminuzione dell'emoglobina e dei globuli rossi, un indice di colore normale, un alto numero di reticolociti, ankotsiopoiosi kiloioi. L'indice di resistenza osmotica di erythrocytes diminuisce. Nell'analisi biochimica del sangue, oltre ad un alto livello di ferro, viene determinato un alto contenuto di γ-globuline.
  • . Anemia da carenza di B12 . Il più delle volte, è causato da una condizione dopo gastrectomia, quando l'assorbimento di vitamina B12 è impossibile a causa della mancanza di fattore interno Castle. A causa di ciò, c'è una violazione della sintesi dell'emoglobina, il tipo di alterazione del flusso ematico. Nell'analisi generale del sangue, vengono rilevati grandi globuli rossi (megaloblasti), l'indice del colore aumenta (oltre 1,05), leucopenia, neutropenia e trombocitopenia sono caratteristiche.

Come accennato in precedenza, con un aumento del livello di ferro nel sangue, è consigliabile determinare la capacità totale di legame del ferro nel siero del sangue. Con una mancanza del microelemento descritto, il suo indice aumenta, e con un eccesso - diminuisce. Per evitare errori diagnostici, si dovrebbe notare che questo valore può anche diminuire con perdita significativa o uso attivo di molecole proteiche (ustioni, insufficienza renale cronica, infiammazione attiva nel corpo, tumori maligni, gravi patologie epatiche, infezioni croniche).


| 24 marzo 2014 | | 9 927 | Esame del sangue
Lascia il tuo feedback