Rosacea: foto, sintomi e trattamento

Rosacea: sintomi e trattamento

contenuto:

Foto di rosacea La rosacea è una patologia cutanea cronica di natura non infettiva, che colpisce prevalentemente i pazienti maturi. Il processo infiammatorio procede con un graduale aumento dei sintomi, frequente arrossamento della pelle, teleangectasie (dilatazione persistente dei piccoli vasi sanguigni), eritema persistente, formazione di papule, pustole e, in rari casi, nodi.

La rosacea è una malattia che può essere trovata in pazienti con qualsiasi colore della pelle. Tuttavia, colpisce principalmente i caucasici. Molto spesso le donne di età compresa tra 40-50 anni soffrono di questa patologia, ma allo stesso tempo, iperplasia delle ghiandole sebacee e del tessuto connettivo si trova solo negli uomini.

Secondo le statistiche, il 10% della popolazione mondiale soffre di rosacea.



Cause della rosacea

Sfortunatamente, fino ad oggi, l'eziologia di questa malattia non è nota alla scienza, ma ci sono molte teorie sulla sua origine. Secondo gli esperti, il ruolo principale nello sviluppo del processo patologico è giocato da patologie vascolari, disturbi del tratto digestivo, fattori endocrini, disordini immunitari e psicosomatici. Tuttavia, la medicina nega la suscettibilità genetica alla rosacea.

Fattori che innescano la rosacea

Fattori esogeni

1. Spezie, alcol, agrumi, cibi troppo caldi e bevande, stimolando la mucosa gastrica, provocano una reazione riflessa e provocano l'espansione dei piccoli vasi sanguigni sul viso.

2. Il danno fotodinamico alla pelle del viso può essere innescato da un aumento del contenuto di porfini nella secrezione delle ghiandole sebacee.

3. Demodecosi della pelle del viso - una malattia che si verifica quando la pelle è danneggiata dall'acaro microscopico Demodex folliculorum.

4. Radiazioni ultraviolette, stress, caldo o freddo, sforzi fisici inadeguati, bagni caldi e cosmetici possono anche innescare lo sviluppo del processo patologico.

Fattori endogeni

Quasi il 90% dei pazienti con rosacea ha segni di gastrite e un terzo ha cambiamenti patologici nella mucosa rettale, uno stato ipo o anacido.

Anche molto spesso nelle persone con rosacea, Helicobacter pylori, epatopatia o colecistopatia viene rilevata.

Nel 15% dei pazienti con acne rosa, la secrezione di lipasi è ridotta, il metabolismo è disturbato, o c'è diabete o insufficienza surrenalica nella storia.

Un ruolo speciale nella patogenesi della rosacea è giocato dalle patologie vascolari. Quando la regolazione cerebrale è disturbata nei vasi sanguigni situati nell'area facciale, la ridistribuzione del flusso sanguigno rallenta e si forma congestione venosa nell'area di deflusso della vena facciale. Molto spesso gli occhi sono coinvolti nel processo patologico, poiché la congiuntiva è anche inclusa nell'area di deflusso.

Secondo gli esperti, la base della patogenesi della rosacea è l'angioneurosi, che colpisce i vasi del viso.

L'orientamento vasoattivo dei peptidi a basso peso molecolare (chinine), che riducono e rilassano la muscolatura liscia, così come la loro capacità di aumentare la permeabilità vascolare anche in concentrazioni minuscole, può anche innescare cambiamenti vascolari caratteristici della rosacea. Gli esperti ritengono che il processo patologico è localizzato principalmente sul viso per il motivo che qui sono i recettori bradykininovye coinvolti nella riduzione o il rilassamento della muscolatura liscia.

Nei pazienti con segni di rosacea, il livello di tutte e tre le classi di immunoglobuline è aumentato, il che dimostra il coinvolgimento del sistema immunitario nello sviluppo del processo patologico.

Tuttavia, la rosacea può essere associata a sindrome carcinoide, teleangectasie, vampate di calore, emicrania, seborrea, malattie delle ghiandole sebacee e dei follicoli.

Fisiologia patologica

Rosacea si riferisce alle patologie pelle-vascolari. Nella fase iniziale del processo patologico sul viso del paziente, c'è un forte arrossamento della pelle, che è provocato dall'espansione dei capillari (eritema). A poco a poco, la sua intensità aumenta. Negli individui con tali sintomi, c'è una varietà di segni della malattia da severa teleangiectasia delle palpebre a grave ipertrofia del tessuto connettivo. Con un forte eritema, si sviluppa rapidamente una rosacea progressiva. Nelle donne che soffrono di vampate di calore, si verifica una forma lieve del processo patologico.

Il secondo stadio della malattia è la rosacea vascolare. Sotto l'influenza di stimoli esterni nello strato superficiale del derma si accumula il fluido extravascolare. Quando il viso diventa rosso, che può essere attivato da vari fattori, la quantità di liquido intercellulare aumenta, poiché si accumula molto più velocemente di quanto non sia rimosso dal sistema linfatico. Tuttavia, se i vasi linfatici sottocutanei sono danneggiati, può svilupparsi edema infiammatorio.

Il primo segno di rosacea vascolare è l'eritema. Nei casi più gravi, può essere esacerbata dalla pronunciata telangiectasia. Molto spesso, il processo patologico è localizzato in aree con muscoli facciali relativamente inattivi ed è accompagnato da edema persistente.

La fase successiva della rosacea è la telangiectasia, che si verifica a causa dell'indebolimento dell'integrità meccanica del tessuto connettivo lasso sottocutaneo. Di norma, ciò porta all'espansione del sangue e dei vasi linfatici. Tuttavia, lo sviluppo della telangiectasia può contribuire alla formazione dei vasi sanguigni dall'esistenza (angiogenesi).

Forme cliniche di rosacea

  1. Una condizione patologica caratterizzata da temporaneo arrossamento della pelle (iperemia ed eritema transitorio) è chiamata prerosaca.
  2. Con lo sviluppo di eritema persistente e teleangiectasia, viene diagnosticata la rosacea vascolare.
  3. La comparsa di papule e pustole è caratteristica della rosacea infiammatoria.
  4. Il Rhinophyma (naso pineale o vino) viene trattato successivamente come rosacea.

Fasi e gradi della malattia

Nella pratica clinica, ci sono 4 fasi di rosacea: eritematosa, papulare, pustolosa, infiltrativa-produttiva. La rosacea cistica è considerata una variante della fase pustolosa.

I grado - eritematoso-telangiectasico. È caratterizzato da moderato rossore e rare teleangiectasie.

Grado II, papulopustular, accompagnato da eritema persistente e un gran numero di capillari dilatati, papule e pustole.

Grado III, pustoloso-nodulare, procede sullo sfondo di un profondo eritema persistente, abbondante telangiectasia, e anche placche e nodi infiammatori compaiono sulla pelle durante questo periodo.

Sintomi di rosacea

rosacea Alle prime fasi del processo patologico, il paziente ha un eritema delle maree, innescato da vari fattori non specifici. Inizialmente durano per diversi minuti (meno spesso per diverse ore), accompagnati da una sensazione di calore, e quindi scompaiono senza lasciare traccia. Tuttavia, dopo un po 'appaiono di nuovo, essendo localizzati nella zona del naso e delle labbra. Va notato che questa condizione può durare per lunghi mesi e anni.

Inoltre, nel sito di arrossamento, si verificano moderata infiltrazione e telangiielectasia. L'eritema, diventando più intenso, acquista una tinta bluastra. Molto spesso il processo patologico si estende alle guance, alla fronte e al mento.

In una fase successiva, si verifica un ispessimento diffuso dell'area cutanea interessata, e su di essa compaiono o raggruppate papule rosa-rossastro, coperte da squame sottili. Possono essere lì da un bel po 'di tempo. Inoltre, la maggior parte dei papuli subiscono suppurazione, trasformandosi in pustole e papulopustule.

A poco a poco, il processo patologico si diffonde alla fronte, l'area dietro le orecchie, la superficie anteriore del collo e l'area presternale.

Con lo sviluppo di un decorso progressivo cronico della malattia, sulla pelle del paziente si formano nodi infiammatori, infiltrati e crescite simili a tumori. Questa condizione è una conseguenza dell'iperplasia delle ghiandole sebacee e del tessuto connettivo e un'espansione persistente dei vasi sanguigni sottocutanei. Prima di tutto, i cambiamenti patologici colpiscono le guance e il naso, poi la fronte, il mento e le orecchie, sfigurando il volto del paziente al di là del riconoscimento. Molti esperti chiamano questo stadio rosofaringeo.

Nota: questa forma di patologia si trova solo negli uomini. Allo stesso tempo, il naso diventa asimmetrico, la pelle assume un colore bluastro stagnante e numerose telangiectasie appaiono sulla superficie. Quando si preme sulla bocca dei follicoli sebacei, un segreto biancastro e pastoso comincia a distinguersi da loro. In alcuni pazienti, il gonfiore della pelle può formarsi sul mento, sui lobi delle orecchie, sul naso o sulla fronte. In rari casi, il processo patologico si estende per sempre. Rinofima è considerata la forma più severa di rosacea.

Forme cliniche speciali della malattia

Forma steroidea di rosacea . Questa forma di patologia si sviluppa in pazienti che hanno a lungo usato pomate di corticosteroidi fluorinati, che sono indicati nel trattamento delle dermatosi. Di conseguenza, una persona sviluppa il fenomeno della pelle steroidea subatrofica, accompagnata da un intenso eritema intenso, teleangectasie, papule e pustole.

La rosacea granulomatosa è più spesso localizzata nella zona del naso e della bocca. In questo caso, piccoli noduli o papule bruno-rosse appaiono sulla pelle arrossata. Adiacenti l'un l'altro, formano una superficie irregolare ruvida.

La rosacea conglobata è una condizione patologica che si verifica nel sito di una malattia esistente, più spesso dopo l'assunzione di preparati di bromo o di iodio. I pazienti sulla pelle appaiono grandi nodi sferici e fistole indotte.

La rosacea fulmini è la modifica più grave della rosacea conglobata di eziologia sconosciuta. È diagnosticato in giovani donne. Gli elementi cutanei della malattia sono localizzati solo sul viso, apparendo, come si suol dire, alla velocità della luce. Si uniscono rapidamente in conglomerati, formando fistole, seni e bolle.

La rosacea Gram-negativa è accompagnata dal verificarsi di un gran numero di pustole contenenti batteri gram-negativi. Molto spesso, una tale condizione patologica si verifica dopo un trattamento inadeguato a lungo termine con antibiotici tetracicline. Nella pratica clinica, ci sono due tipi di questa forma gram-negativa di rosacea. Con la malattia del primo tipo, provocata da un bastone piocianico e da enterobatteri, piccoli elementi pustolosi compaiono sulla pelle. Il secondo tipo di rosacea gram-negativa, causata dal batterio Proteus, è caratterizzato dalla comparsa di nodi edematosi e papule.

Il linfodema della rosacea è una forma rara e non sempre correttamente diagnosticata della malattia. Colpisce il terzo medio della faccia. Allo stesso tempo, sullo sfondo di elementi tipici della malattia, c'è un edema molto persistente che non lascia buche sotto pressione. Si forma a causa della fibrosi dovuta alla proliferazione del tessuto connettivo che si verifica sullo sfondo di linfostasi e infiammazione cronica. Il viso dei pazienti diventa rosso scuro con una tinta viola, i contorni notevolmente più grossi.

Diagnosi della rosacea

La diagnosi tiene conto del quadro clinico della malattia, dei dati storici e dei parametri morfologici. Va tenuto presente che il tipico luogo di localizzazione del processo patologico è l'area del viso (naso, mento, guance e fronte). Nelle donne questa patologia si sviluppa 4 volte più spesso che negli uomini e quasi il 90% dei pazienti con rosacea soffre di demodicosi e malattie del tratto gastrointestinale (solitamente gastrite cronica).

Attualmente, nel corso della diagnostica, viene utilizzata la registrazione video digitale, che consente di studiare attentamente gli elementi dell'eruzione sotto la lente di un microscopio. Tuttavia, deve essere condotto un esame obbligatorio per la presenza del segno di spunta sottocutaneo Demodex.

Per escludere le infezioni da stafilococco, al paziente vengono assegnati i baccapes e la diagnostica microbica cutanea (metodo impronta di impronta), che consente di determinare quali microbi sono presenti sulla pelle, determinarne il numero e determinare la sensibilità agli antibiotici.

Se necessario, si consiglia ai pazienti di consultare un endocrinologo e un gastroenterologo (se esiste una connessione tra la comparsa di un'eruzione sul viso e disturbi ormonali o disturbi dell'apparato digerente).

È obbligatorio effettuare diagnosi differenziale della rosacea con lupus, volgare acne , malattia Pirlinga Bourneville, syphilides Bugorkova, fotodermatosi, melkouzelkovym sarcoidosi, follicoliti, dermatite seborroica, micosi fungoide, infiltrazioni leucemiche, e così via.

Metodi di trattamento delle rosacee

Prima di tutto, gli sforzi dei medici dovrebbero essere diretti a fermare i sintomi della malattia. Al fine di prevenire il suo sviluppo, viene prescritta una terapia patogenetica e per prevenire il verificarsi di ricadute - trattamento etiotropico.

Dovrebbe essere chiaro che la rosacea è una malattia piuttosto grave e non una semplice infiammazione della pelle o un difetto estetico, quindi non sperare in una cura completa.

Quando prescrivere il trattamento prende in considerazione le cause della malattia. Viene eseguito in un complesso e la combinazione di farmaci viene scelta in base allo stadio e alla forma della malattia, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente.

La rosacea classica prevede il trattamento con farmaci antibatterici macrolidici, agenti topici e metronidazolo. Nel periodo di esacerbazione, vengono prescritti antistaminici.

I retinoidi sintetici che influenzano la cheratinizzazione e la differenziazione delle ghiandole sebacee e delle cellule epidermiche sono raccomandati per i pazienti con forme gravi di rosacea.

Come trattamento locale, le lozioni fredde con una soluzione antisettica, così come una crema o una pasta con azione antidemodica, si sono dimostrate efficaci.

Aumentare significativamente l'efficacia del trattamento è diventato possibile attraverso l'uso di metodi terapeutici combinati che combinano trattamento farmacologico e fisioterapico (elettroforesi, crioterapia, dermoabrasione, elettrocoagulazione).

Tuttavia, secondo gli esperti, il modo più efficace per combattere la rosacea è la radiazione laser a bassa ed alta energia. Praticamente tutte le forme del processo patologico sono trattate con esposizione laser a bassa energia, e nella fase infiltrativa-produttiva, il paziente viene mostrato ablazione laser, che comporta la rimozione di tessuto ipertrofico al livello stesso delle ghiandole sebacee.

Naturalmente, come per ogni tecnica, i dispositivi laser hanno alcune limitazioni e controindicazioni, ma, tuttavia, al momento sono considerati il ​​modo migliore per trattare le patologie vascolari della pelle.

Prevenzione dell'esacerbazione della malattia

Al fine di prevenire le persone che hanno una predisposizione allo sviluppo del processo patologico, è necessario attenersi scrupolosamente alle regole della speciale cura della pelle del viso igienica. La composizione dei cosmetici non deve includere alcol, oli, acetone e altre sostanze irritanti. È severamente vietato l'uso di creme contenenti supplementi ormonali, nonché mezzi naturali di azione vasodilatatrice (maschere al miele, bodyaga). L'acqua per il lavaggio deve essere calda, non calda (o molto fredda). Per la pelle dovrebbe scegliere un asciugamano molto morbido.

Per non provocare un aggravamento del processo patologico, è necessario evitare il sole aggressivo e le forti gelate. Se ciò non è possibile, prima di uscire dall'esterno, indossare sul viso agenti di protezione speciali dal gelo o dalle radiazioni UV.


    | 12 agosto 2014 | | 7.262 | Malattie della pelle
    Lascia il tuo feedback