Pesantezza allo stomaco, gonfiore. Cause di pesantezza nell'addome dopo aver mangiato

Pesantezza nello stomaco dopo aver mangiato

contenuto:

Pesantezza nello stomaco L'impressione del cibo più delizioso e goloso si guasta se dopo di esso si forma una sensazione di pesantezza nello stomaco. Sembra che al posto di piatti meravigliosi ci fossero delle pietre enormi che vuoi eliminare velocemente.

Un sintomo sgradevole può essere localizzato in un'area specifica (in uno degli ipocondri, nella zona epigastrica, nella regione ombelicale, nelle regioni inferiori) o sentito nell'addome. Tale gravità del medico si riferisce alle manifestazioni di dispepsia (gastrica, pancreatica, intestinale, ecc.).

La sua sensazione a breve termine si verifica in oltre l'80% delle persone (ad esempio, dopo aver assunto piatti insoliti in un ristorante esotico) e non è un problema serio. Ma se la gravità si verifica ogni giorno e cambia in modo significativo la qualità della vita per il meglio, allora può essere una manifestazione della malattia.



Cause di pesantezza nell'addome dopo aver mangiato

Molto spesso, la pesantezza nell'addome appare come conseguenza di una diminuzione temporanea o irreversibile del motore e / o della secrezione (capacità di produrre succhi digestivi che abbattono vari componenti alimentari) delle funzioni degli organi dell'apparato digerente. Accompagna gli stati ipocinetici e ipotonici. La gravità può verificarsi a causa di:

1. La lesione primaria dell'apparato digerente (patologia gastroenterologica funzionale o organica);

2. Disturbi digestivi secondari in background:

  • condizioni febbrili di varie origini (malattie infettive, disintegrazione di un tumore, ecc.);
  • avvelenamento da alcol, suoi sostituti, caffeina, nicotina, droghe;
  • inattività fisica;
  • riposo a letto prolungato;
  • disturbi circolatori gravi;
  • malattie mentali (depressione, schizofrenia, ecc.);
  • la gravidanza;
  • insufficienza renale.

Delle cause gastrointestinali e dietetiche, i colpevoli più frequenti nello stomaco dopo aver mangiato sono:

  • scarsa nutrizione;
  • dispepsia funzionale;
  • gastrite con ridotta funzione secretoria;
  • pancreatite con insufficienza esocrina (di solito cronica);
  • disfunzione del tratto biliare (biliare);
  • disbiosi intestinale con dispepsia putrida o fermentativa;
  • colite;
  • enteriti;
  • carenze di disaccaridasi (treglaznaya, lattasi, ecc.);
  • sindrome dell'intestino irritabile ;
  • invasioni elmintiche.

Di solito la pesantezza nello stomaco dipende dalla natura del cibo consumato dal paziente. Di norma, è provocato da grassi e prodotti ad alto contenuto proteico (carne, latticini, pesce, zuppe ricche, dolciumi, ecc.). Particolarmente spesso è causato da piatti con un gran numero di grassi animali refrattari, che sono spaccati per un lungo periodo, costituendo un carico serio per quasi tutti gli organi digestivi, e rallentano l'evacuazione del cibo mangiato dallo stomaco. Inoltre, la gravità può essere causata da alimenti ricchi di carboidrati semplici (porridge bianco, dolci, pasticcini, caramello, ecc.). Stimolano la riproduzione della microflora saccarolitica, che aumenta la fermentazione nell'intestino.

Considerato che un sintomo si verifica raramente da solo, di regola, è combinato con altre manifestazioni dispeptiche (nausea, perdita di appetito, vomito, eccessiva formazione di gas, disturbi delle feci, eruttazione, sbavature eccessive, brontolii, trasfusioni addominali, ecc.) O sindrome del dolore.

Diagnosi di pesantezza nello stomaco dopo aver mangiato

Dal momento che il sintomo di gravità nell'addome si verifica in una varietà di malattie, i pazienti che lo hanno dovrebbero essere sicuramente esaminati. Il trattamento "alla cieca" non solo è inutile, ma può persino essere dannoso sotto forma di reazioni allergiche, provocazione del dolore, aggravamento dei reclami esistenti e adesione a nuovi, ecc. Pertanto, è meglio apparire come un buon specialista. Le domande dettagliate, la visita medica, l'analisi delle cartelle cliniche saranno in grado di determinare quale tipo di esame deve essere eseguito per un particolare paziente.

A seconda della disponibilità delle prove, un paziente può essere prescritto:

  • fibroesofagogastroduodenoscopia (la procedura endoscopica rileva le infiammazioni, i segni indiretti di atrofia della mucosa, i disturbi della motilità e del tono dello stomaco, così come il duodeno, consente la cromoscopia e l'assunzione di frammenti di membrana mucosa);
  • analisi morfologica (è un'ispezione di una membrana mucosa presa al microscopio che stabilisce obiettivamente la sua atrofia, accompagnata dall'inibizione della produzione di enzimi gastrici e acido cloridrico);
  • Gastrocromastroscopia (la tecnica raffina l'attività di formazione degli acidi dello stomaco e la prevalenza dei cambiamenti atrofici: per fare ciò, attraverso un catetere in teflon introdotto nello stomaco attraverso un canale speciale dell'endoscopio, spruzzare uno speciale colorante di bocca di congo e analizzare il grado di colorazione);
  • pH metro intragastrico secondo Linar (a causa dei sensori di pH intragastrici, che sono collocati nella zona di produzione dell'acido e nella zona di alcalinizzazione, viene effettuata una valutazione oggettiva del potenziale di secrezione gastrica, oltre a chiarire la secrezione acida basale, il test consente di effettuare più stress test con istamina, insulina, pentagastrina, atropina per eccitare o sopprimere la produzione di acido);
  • fibroilocolonoscopia (esame endoscopico del colon e della parte inferiore dell'intestino tenue può determinare disturbi del tono intestinale e della motilità, visualizzare il processo infiammatorio, a volte lo stesso studio funge da procedura medica, dopo aver pulito e levigato le anse intestinali, il paziente rileva un significativo sollievo e l'informatività dipende in gran parte dalla qualità della preparazione);
  • enteroscopia (l'esame endoscopico dell'intero intestino tenue valuta la condizione della sua mucosa, l'attività motoria);
  • endovideocapsula (il paziente ingoia uno speciale piccolo dispositivo dotato di una videocamera miniaturizzata, passando attraverso l'intero tubo digerente, sta sparando, fornendo l'opportunità di identificare successivamente vari cambiamenti patologici della membrana mucosa, tono, attività peristaltica);
  • Esami radiografici con sospensioni di contrasto (roentgenoscopy dello stomaco, passaggio del bario attraverso l'intestino, colecistografia, irrigoscopia con la valutazione dell'intestino crasso, ecc., Chiarire l'attività locomotoria del tubo digerente e della cistifellea, rilevare i processi infiammatori);
  • Studi TC / RM degli organi digestivi;
  • epatocardiografia (il metodo del radioisotopo registra l'intero processo di passaggio della bile prodotto dal fegato in diverse parti del tratto biliare, quindi, rileva con successo sia i disordini ipocinetici che ipotonici);
  • ecografia con prove di stress per lo studio dell'attività contrattile della cistifellea, lavoro dello sfintere);
  • intubazione duodenale (in base al numero, tipo e tempo di escrezione di diverse porzioni della bile ottenuta, è possibile verificare i fenomeni discinetici, la funzione delle singole valvole muscolari - sfinteri delle vie biliari, al fine di essere più informativi, lo studio è a volte integrato con un colorante con blu di metilene);
  • coprogram (un metodo comune ed economico consente di ottenere la più primaria comprensione del lavoro delle ghiandole digestive, rileva difetti nella decomposizione di grassi, proteine ​​e carboidrati (steatorrea, creatore e amilorrea), uova e cisti parassitarie);
  • esame del sangue per gastrina e pepsinogeno;
  • valutazione del livello degli enzimi del sangue pancreatico (enzimi: elastasi, lipasi, amilasi possono diminuire quando viene inibita la produzione di succo pancreatico, ma il metodo non è sufficientemente oggettivo);
  • definizione di elastasi-1 nelle feci (la sua diminuzione indica una diminuzione clinicamente significativa della produzione di enzimi pancreatici ei risultati del test non sono influenzati in alcun modo dalla terapia sostitutiva del paziente);
  • test che stabiliscono l'insufficienza pancreatica esocrina (test di Lund food, secretin-colecistochinina, prozerina, acido cloridrico, pancreatolauri, test di iodolipolo, test con acido benzoil tirosil para-amminobenzoico, ecc.);
  • seminare le feci per la disbatteriosi (il metodo batteriologico registra la mancanza o l'eccesso di alcuni microrganismi);
  • test respiratori: con D-xilosio, idrogeno (rilevare intolleranza al lattosio);
  • test provocatori con saccarosio, trealosio, fruttosio, D-galattosio;
  • test molecolari e immunologici per la presenza di parassiti.



Eventi medici

Solo dopo un esame approfondito, puoi iniziare il trattamento. Il volume e la natura delle misure correttive dovrebbero essere determinati dal medico dopo aver scoperto la causa esatta della pesantezza nell'addome. Di solito includono:

  • dieta;
  • farmacoterapia.

dieta

Tipicamente, la nutrizione terapeutica è selezionata sulla base della patologia identificata. Per ogni malattia del sistema digestivo ha la sua dieta specializzata. Ad esempio, ai pazienti con malattia celiaca viene prescritta una tabella a / g secondo Pokrovsky (una dieta priva di glutine) con la rigorosa esclusione della maggior parte dei cereali.

Inoltre, per eliminare la pesantezza nell'addome predisponendo un diario alimentare. La registrazione scrupolosa di tutti gli alimenti mangiati, il tempo del loro uso e l'emergere di determinati problemi di salute aiuta a stabilire la relazione tra cibo e peso nello stomaco. Dopo di ciò, rimane solo per rimuoverli dall'alimentazione. Un tale metodo dietetico è chiamato eliminazione. A volte consente anche di diagnosticare una malattia (carenza di lattasi, carenza di saccaridasi, celiachia, allergie alimentari, ecc.) Causata da una certa intolleranza alimentare.

la terapia farmacologica

Naturalmente, i principali punti di applicazione dei farmaci prescritti sono la causa della malattia e i meccanismi del suo sviluppo, e non un sintomo separato, anche se molto doloroso. Tuttavia, per superare la pesantezza allo stomaco, provocata dal cibo, i medici raccomandano molto spesso:

  • farmaci per terapia sostitutiva;
  • regolatori della capacità motoria degli organi digestivi (procinetici o colecisti).

Terapia sostitutiva

I farmaci correlati alla terapia sostitutiva hanno lo scopo di compensare la ridotta o persa funzione secretoria (stomaco o pancreas).

Con un'inibizione confermata della produzione di acido, si consiglia ai pazienti di assumere tali farmaci con pepsina o acido cloridrico, come pepsidil, abomin, acidina-pepsina, succo gastrico. Il trattamento è integrato con agenti multienzimatici (panzinorm, festale, digerale, mezim-forte, enzimatico, ecc.).

Nel caso dell'insufficienza pancreatica esocrina, l'enfasi è posta sulla designazione dei potenti polienzimi moderni (Creonte, Micrasym, Pancytrate, Hermital, ecc.). Sono raccomandati ad alte dosi e talvolta per la vita.

Comandi del motore

Per stimolare la peristalsi e stabilire un'attività motoria coordinata di diverse parti del tubo digerente, i medici, di norma, prescrivono la procinetica ai pazienti. Sono metoclopramide (raglan, zirukal), itoprid (ganaton), domperidone (motonio, motilium, passengeri, motilak). Nei casi avanzati, a volte viene prescritto prozerin o ubretid (ad esempio, in caso di atonia postoperatoria).

Al fine di promuovere una maggiore contrazione della colecisti e contemporaneamente rilassare la valvola sfinteriale, i colecisti sono spesso consigliati ai pazienti. Questi includono sale di Carlsbad, sorbitolo, berberina, xilitolo, solfato di magnesio, tintura di crespino, tsikvalon.

Come metodo ausiliario, possono essere utilizzate varie procedure fisioterapiche, complessi di esercizi ginnici appositamente selezionati, trattamento con acque minerali e fitoterapia.


| 12 aprile 2014 | | 7.426 | Malattie del tubo digerente
Lascia il tuo feedback