Crampi alle gambe: cause, trattamento, cosa fare con i crampi alle gambe
medicina online

Crampi alle gambe

contenuto:

Crampi alle gambe

Crampi alle gambe

Molte persone per tutta la loro vita affrontano (alcune ripetutamente) un fenomeno piuttosto sgradevole, quando i muscoli delle gambe iniziano a contrarsi spontaneamente. Tutto questo è accompagnato da un forte dolore, che è notevolmente migliorato quando si cerca di fare movimenti attivi nell'arto. È possibile che qualcuno non sappia che ha avuto un crampo.

Lo spasmo è sempre una contrazione involontaria di un gruppo muscolare o di un muscolo, accompagnato da un forte dolore. Praticamente tutti i muscoli del corpo, compresa la parete intestinale, possono contrarsi tanto, ma il termine "crampo" viene utilizzato attivamente in relazione alle estremità.

Fortunatamente, molte persone hanno a che fare con un'opzione di patologia facile, quando tutto passa in poche decine di secondi ed è raro. Per alcuni, un tale stato porta un sacco di disagi, a causa della sua forte severità e frequenza di occorrenza. Inoltre, un attacco di convulsioni può mettere a rischio la vita se supera una persona in una situazione inappropriata. Tutti a scuola erano spaventati dal fatto che un attacco di convulsioni potesse accadere in acqua fredda e sarebbe stato molto difficile rimanere a galla. Tuttavia, il pericolo può anche essere in agguato per una persona sulla terra: si può semplicemente cadere senza successo con la testa su una superficie dura e avere grandi problemi di salute in seguito.



Classificazione dei sequestri e delle loro cause

Esistono diverse classificazioni di crisi, a seconda della causa dello sviluppo, della natura delle contrazioni e di altre caratteristiche. Inizialmente, tutti gli attacchi sono divisi in due grandi gruppi:

  • epilettico - appare con l'eccitazione simultanea di un intero gruppo di neuroni nel cervello in una sola volta e un'eccessiva stimolazione dei muscoli periferici;
  • non epilettico - un grande gruppo che include tutti i tagli causati da altre cause.
  • La sovratensione fisica è la causa più comune di crampi alle gambe. Qualcuno ha visto sullo schermo televisivo come un atleta non poteva continuare la sua performance a causa di uno spasmo patologico, molti di loro stessi, dopo una dura sessione di allenamento, hanno vissuto l'intero "fascino" della loro condizione dopo il loro intenso allenamento.
  • Lesione cerebrale traumatica - come risultato di ciò, le singole strutture cerebrali non possono svolgere correttamente le loro funzioni e inviare i segnali sbagliati ai muscoli.
  • Un forte restringimento dei vasi sanguigni a causa dell'esposizione a temperature fredde è la causa principale dello sviluppo di spasmi dei muscoli del polpaccio in acqua fredda.
  • Elevata temperatura corporea - nella maggior parte dei casi provoca crampi non solo nelle gambe, ma non bisogna dimenticarsene. Le giovani madri dovrebbero ricordarlo particolarmente bene, poiché i bambini piccoli hanno un sistema imperfetto di termoregolazione e più spesso gli adulti soffrono di convulsioni febbrili.
  • Le neoplasie del cervello e del midollo spinale possono apportare modifiche significative alla salute del paziente, anche sotto forma di convulsioni.
  • La gestosi è una complicanza terribile del corso della gravidanza, che nei casi più gravi può portare a convulsioni di diversi gruppi muscolari, comprese le gambe.
  • Aumento non specifico dell'eccitabilità dei neuroni che costituiscono i segmenti del cervello. Qualche volta sono provocati da cambiamenti patologici al livello di archi riflessi nelle strutture del sistema nervoso centrale.
  • Interruzione della funzione dei neuroni con mancanza di ossigeno può provocare la comparsa di impulsi eccessivi e contrazioni incontrollate.
  • Avvelenare con veleni porta spesso all'attivazione patologica delle singole strutture cerebrali. Tali convulsioni sono chiamate tossiche e possono verificarsi quando si prende un gran numero di farmaci.
  • La violazione del contenuto nel corpo di singoli ormoni (molto spesso - la ghiandola tiroidea o le ghiandole paratiroidi) può provocare un attacco di convulsioni.
  • Una deviazione significativa del contenuto di ioni nel sangue umano (calcio, potassio, ecc.) - sono coinvolti nella riduzione del tessuto muscolare e possono avere un effetto stimolante su interi gruppi muscolari.
  • Carenza di vitamina B6 o ipoglicemia.
  • Interruzione del funzionamento dei meccanismi che sono attivamente coinvolti nell'organizzazione del sonno e del riposo del sistema nervoso centrale.
  • Malformazioni congenite del sistema nervoso centrale.
  • Malattie infettive che interessano il cervello (meningite, encefalite, ecc.).
  • Qualsiasi malattia, a seguito della quale la progressione del sangue del paziente entra in molte tossine che possono far funzionare la catena patologica.
  • Fattori psicogeni e danni cerebrali organici, in conseguenza dei quali il sistema nervoso centrale non può normalmente controllare tutte le strutture situate sotto di loro.
  • Le convulsioni iatrogene appaiono come conseguenza dell'assunzione di determinati farmaci. La convulsione in questo caso può essere uno degli effetti collaterali e può essere dovuta a un sovradosaggio. Le operazioni sugli organi del sistema nervoso per altre malattie (rimozione di un tumore cerebrale o di un nervo periferico) possono essere complicate da convulsioni, poiché le strutture cerebrali sono molto sensibili allo stress meccanico. I neurochirurghi, a loro volta, sono ben consapevoli di ciò che può accadere a un paziente e assumono tale rischio solo se giustificato. Ad esempio: un medico esegue un intervento chirurgico radicale per rimuovere un tumore, salva la vita del paziente e previene il ripetersi della malattia, ma le convulsioni diventano una complicazione.
  • Spasmi tonici - caratterizzati da un lungo, fino a diversi minuti, la contrazione muscolare, in cui il paziente ha l'impressione che ogni singolo muscolo tende a riunirsi in una piccola massa. A poco a poco, l'attacco passa e tutti gli elementi si rilassano al loro stato originale.
  • Gli spasmi clonici sono contrazioni muscolari a scatto sincrone della gamba, che si alternano a periodi di completo rilassamento. Una persona può semplicemente piegarsi o piegarsi in modo incontrollabile al piede.
  • Le convulsioni tonico-cloniche sono la variante più grave del decorso della malattia, in cui i muscoli in diverse parti del corpo si contraggono. L'attacco può durare abbastanza a lungo e in assenza di un aiuto adeguato portare alla morte di una persona.

Cause di convulsioni non epilettiche

  • La sovratensione fisica è la causa più comune di crampi alle gambe. Qualcuno ha visto sullo schermo televisivo come un atleta non poteva continuare la sua performance a causa di uno spasmo patologico, molti di loro stessi, dopo una dura sessione di allenamento, hanno vissuto l'intero "fascino" della loro condizione dopo il loro intenso allenamento.
  • Lesione cerebrale traumatica - come risultato di ciò, le singole strutture cerebrali non possono svolgere correttamente le loro funzioni e inviare i segnali sbagliati ai muscoli.
  • Un forte restringimento dei vasi sanguigni a causa dell'esposizione a temperature fredde è la causa principale dello sviluppo di spasmi dei muscoli del polpaccio in acqua fredda.
  • Elevata temperatura corporea - nella maggior parte dei casi provoca crampi non solo nelle gambe, ma non bisogna dimenticarsene. Le giovani madri dovrebbero ricordarlo particolarmente bene, poiché i bambini piccoli hanno un sistema imperfetto di termoregolazione e più spesso gli adulti soffrono di convulsioni febbrili.
  • Le neoplasie del cervello e del midollo spinale possono apportare modifiche significative alla salute del paziente, anche sotto forma di convulsioni.
  • La gestosi è una complicanza terribile del corso della gravidanza, che nei casi più gravi può portare a convulsioni di diversi gruppi muscolari, comprese le gambe.
  • Aumento non specifico dell'eccitabilità dei neuroni che costituiscono i segmenti del cervello. Qualche volta sono provocati da cambiamenti patologici al livello di archi riflessi nelle strutture del sistema nervoso centrale.
  • Interruzione della funzione dei neuroni con mancanza di ossigeno può provocare la comparsa di impulsi eccessivi e contrazioni incontrollate.
  • Avvelenare con veleni porta spesso all'attivazione patologica delle singole strutture cerebrali. Tali convulsioni sono chiamate tossiche e possono verificarsi quando si prende un gran numero di farmaci.
  • La violazione del contenuto nel corpo di singoli ormoni (molto spesso - la ghiandola tiroidea o le ghiandole paratiroidi) può provocare un attacco di convulsioni.
  • Una deviazione significativa del contenuto di ioni nel sangue umano (calcio, potassio, ecc.) - sono coinvolti nella riduzione del tessuto muscolare e possono avere un effetto stimolante su interi gruppi muscolari.
  • Carenza di vitamina B6 o ipoglicemia.
  • Interruzione del funzionamento dei meccanismi che sono attivamente coinvolti nell'organizzazione del sonno e del riposo del sistema nervoso centrale.
  • Malformazioni congenite del sistema nervoso centrale.
  • Malattie infettive che interessano il cervello (meningite, encefalite, ecc.).
  • Qualsiasi malattia, a seguito della quale la progressione del sangue del paziente entra in molte tossine che possono far funzionare la catena patologica.
  • Fattori psicogeni e danni cerebrali organici, in conseguenza dei quali il sistema nervoso centrale non può normalmente controllare tutte le strutture situate sotto di loro.
  • Le convulsioni iatrogene appaiono come conseguenza dell'assunzione di determinati farmaci. La convulsione in questo caso può essere uno degli effetti collaterali e può essere dovuta a un sovradosaggio. Le operazioni sugli organi del sistema nervoso per altre malattie (rimozione di un tumore cerebrale o di un nervo periferico) possono essere complicate da convulsioni, poiché le strutture cerebrali sono molto sensibili allo stress meccanico. I neurochirurghi, a loro volta, sono ben consapevoli di ciò che può accadere a un paziente e assumono tale rischio solo se giustificato. Ad esempio: un medico esegue un intervento chirurgico radicale per rimuovere un tumore, salva la vita del paziente e previene il ripetersi della malattia, ma le convulsioni diventano una complicazione.

Tipi di crampi nei crampi alle gambe

Il mioclono è un forte spasmo di uno o più gruppi muscolari di un paziente. Nella maggior parte dei casi, si verifica durante il sonno e colpisce i muscoli del polpaccio. Spesso, i pazienti chiamano uno spasmo, ma questo non è completamente vero.

I sintomi di crampi alle gambe

  • Nella maggior parte dei casi, una persona ha contrazioni involontarie dei muscoli delle gambe, che nelle situazioni più difficili possono provocare il movimento dell'arto nel suo complesso.
  • Sembra che tutto il muscolo entri in una pallina e possa persino rompersi in pezzi. Tutto è accompagnato da un forte dolore, che è aggravato quando si tenta di piegare una gamba o fare un altro movimento. Puoi scegliere una posizione del corpo in cui non diventa né più facile né più difficile, e il dolore si attenua con una contrazione continua.
  • A poco a poco, tutto passa, il muscolo si rilassa lentamente e rimane solo un leggero dolore, che gradualmente scompare. Allo stesso tempo, una persona può sentire che se fa un certo movimento, il crampo ritornerà.

Fortunatamente, raramente durante i crampi alle gambe, le persone devono affrontare complicazioni e sintomi più gravi. Tuttavia, devono essere ricordati da tutte le persone.

  • Leggero appannamento della coscienza o l'apparizione di allucinazioni sotto forma di suoni, odori e altri fenomeni sono tutti precursori di un attacco epilettico, in cui una persona ha convulsioni non solo nei muscoli delle gambe, ma anche in altre parti del corpo. Conoscere questo fatto può aiutare a prepararsi per un attacco ed evitare gravi conseguenze.
  • Incontinenza di urina o feci - si verifica con convulsioni tonico-cloniche pronunciate. Se stiamo parlando di semplici crampi alle gambe, allora una persona non ha nulla da temere da una tale complicazione.
  • Perdita di coscienza o annebbiamento - nella maggior parte dei casi, accompagnata da crisi epilettiche.



Regole d'azione durante le convulsioni

Le convulsioni si sviluppano abbastanza velocemente, ma non in un fulmine, il che dà a una persona pochi secondi per proteggere se stessi e gli altri. Inoltre, nella maggior parte dei casi il crampo colpisce solo una gamba e la coscienza non è disturbata.

  • Guidare una macchina è probabilmente la situazione più pericolosa per una persona. Non farti prendere dal panico in alcun modo. È necessario rimuovere immediatamente l'arto interessato dal pedale, che impedisce la pressione incontrollata su di esso. È anche importante interrompere immediatamente il movimento e, se possibile, fermarsi vicino al marciapiede.
  • Nuotare in uno stagno è anche una delle situazioni più pericolose in cui si può sviluppare il crampo. Non puoi provare a realizzare l'impresa e provare a salvare solo per conto proprio. Chiedere aiuto è il modo più sicuro per proteggersi. È importante cambiare la posizione del corpo nell'acqua: rotolare sulla schiena o sullo stomaco e sottolineare i movimenti della mano. I nuotatori esperti a volte infilano un costume da bagno in un costume da bagno per riportare il muscolo allo stato normale con un oggetto appuntito. Puoi ricorrere all'uso delle unghie e pizzicare il piede.
  • In altri casi, è necessario interrompere il movimento e attendere la ritirata dell'attacco. Puoi sederti su una panchina o sul terreno per evitare di cadere e ferirti.

Diagnosi di convulsioni

Il compito dei medici è determinare la vera causa dello sviluppo delle convulsioni del paziente. Per questo viene eseguito un esame neurologico, vengono utilizzati metodi diagnostici strumentali e di laboratorio.

Un neurologo esamina una persona, controlla lo stato dei suoi riflessi, esegue test per coordinare il movimento, ecc. Basandosi solo su questi dati, possiamo assumere la diagnosi corretta e determinare quali metodi diagnostici saranno i più rilevanti e informativi.

  • Lo studio del sangue e la determinazione del contenuto di ormoni in esso, così come alcuni ioni - consente di identificare la patologia delle ghiandole endocrine e successivamente assegnare il trattamento corretto.
  • L'elettromiografia è uno speciale metodo diagnostico altamente sensibile, in base al quale è possibile determinare quali muscoli ricevono impulsi patologici e quanto sono inclini alle contrazioni.
  • Elettroencefalografia - uno studio del cervello, che consente di studiare l'attività delle sue singole strutture e identificare i fuochi dell'attività patologica.
  • Imaging a risonanza magnetica e tomografia computerizzata: metodi diagnostici accurati e moderni. Sulla base della loro immagine di strato per strato ottenuta del corpo umano, che mostra chiaramente tutte le sue strutture. In questo modo è possibile rilevare un tumore, comprimendo il tessuto cerebrale o un singolo nervo e causando la comparsa di convulsioni.

Trattamento di convulsioni

Se un crampo alle gambe appare solo dopo un considerevole sforzo fisico o quando la gamba si trova in una posizione scomoda per un lungo periodo, allora questo non è motivo di preoccupazione. Tuttavia, se i sintomi compaiono regolarmente e sono molto pronunciati, il trattamento deve essere effettuato sulla base dei dati ottenuti durante la diagnosi.

  • Correzione del livello di ormoni o il contenuto di ioni nel sangue del paziente - a volte è sufficiente ricorrere a tale trattamento, e le convulsioni non disturberanno mai più una persona.
  • L'epilessia è una malattia separata che molti laboratori in tutto il mondo lavorano sul trattamento. Crea farmaci speciali, utilizzando i quali puoi ottenere l'eliminazione degli attacchi della malattia.
  • Trattamento di una malattia infettiva che fornisce tossine al sangue umano.
  • Massaggi e bagni caldi hanno un buon effetto sullo stato dei muscoli delle gambe e possono prevenire lo sviluppo di convulsioni. L'uso di questi metodi viene mostrato dopo una giornata intensa.
  • I tranquillanti sono indicati per crisi gravi e non vengono quasi mai usati nel trattamento dei crampi alle gambe.
  • Rimozione di neoplasie cerebrali - a volte bisogna ricorrere a questo metodo radicale.

Con la giusta attitudine alla loro salute e la ricerca tempestiva di aiuto da parte dei medici, puoi sbarazzarti della malattia e continuare a vivere una vita piena senza limitarti a nulla.


| 20 dicembre 2014 | | 1,705 | Senza categoria