Candele di mazzolino, candele economiche ed efficaci per mughetto
medicina online

Candele di mughetto

contenuto:

Candele di mughetto Il modo più conveniente di trattamento locale delle candidosi vaginali nelle donne sono le candele. I principali vantaggi di questo metodo di trattamento della candidosi sono:

  • facile introduzione della supposta all'interno della vagina e alta efficacia dei farmaci antifungini, grazie alla sua profonda penetrazione nella membrana mucosa del tratto genitale femminile;
  • la rapida eliminazione di sintomi spiacevoli (disagio, prurito, bruciore, dolore durante il rapporto sessuale e scarico di formaggio) come risultato della distruzione dell'agente causativo del processo infettivo e dell'eliminazione dell'infiammazione;
  • la possibilità di utilizzare determinati tipi di candele per il mughetto in donne in gravidanza e l'allattamento al seno, che è associato con i suoi effetti antifungini mirati e minimi sul corpo della donna incinta e del feto.

Ad oggi, la rete di farmacie nazionali offre una vasta gamma di varie supposte vaginali antifungine per il trattamento locale del mughetto, che sono utilizzate per la monoterapia della candidosi acuta e fanno parte della terapia combinata con farmaci orali per mughetto cronico o ricorrente, nonché per forme gravi di candidosi. Ma è importante ricordare che questa è una malattia molto insidiosa e difficile da trattare e solo un medico può determinare quali candele per mughetto saranno più efficaci in ogni caso. Ciò è dovuto al rapido sviluppo della resistenza ai farmaci (resistenza) negli agenti fungini, quindi prima di iniziare il trattamento dovresti sottoporti a un esame completo, che aiuterà lo specialista a determinare il tipo di agente patogeno, la sensibilità dei funghi e la resistenza di questo agente patogeno in base al risultato della coltura batterica. Il medico aiuterà a determinare i fattori predisponenti specifici per un particolare paziente e spesso contribuisce allo sviluppo e alla progressione della candidosi (squilibrio ormonale, dieta, malattie somatiche concomitanti, somministrazione simultanea di supposte antifungine con altri farmaci) e la loro eliminazione è spesso un aspetto positivo aggiuntivo nel trattamento della candidosi.

È anche importante attenersi strettamente ai regimi di trattamento e ai dosaggi dei farmaci antifungini prescritti dal medico - spesso la riduzione delle dosi di questi farmaci spesso porta all'attivazione della moltiplicazione e progressione del processo infiammatorio di Candida o alla formazione di L - forme resistenti alla maggior parte dei farmaci antifungini.

Oggigiorno si verificano spesso patogeni multipli di infezioni trasmesse sessualmente ( micoplasmosi , clamidia , gonorrea , tricomoniasi) e / o lo sviluppo di vaginosi batterica causata da E. coli, Proteus, Klebsiela o dallo sviluppo della gardnerellosi. Pertanto, a seconda dell'intensità dei sintomi del processo infiammatorio, il trattamento differisce per il corso della terapia e il tipo di supposte o il loro uso combinato con farmaci antifungini orali o l'aggiunta di farmaci antibatterici e antinfiammatori.

Punti importanti nel trattamento della candidosi è il trattamento simultaneo del partner sessuale, che nella maggior parte dei casi è un portatore asintomatico di agenti infettivi e ri-infetta il loro partner dopo il successo del trattamento del mughetto (effetto ping-pong).

Durante terapia con supposte vaginali da mughetto è necessario rifiutare rapporti sessuali o usare preservativi. Inoltre, non indossare indumenti intimi e / o sintetici, seguire le regole dell'igiene intima con il cambio giornaliero degli asciugamani e della biancheria, non utilizzare prodotti per l'igiene intima, pasticche e carta igienica aromatizzati o chimizzati, che peggiorino le condizioni del paziente e contribuiscano alla progressione dell'infiammazione.

È importante usare farmaci di alta qualità e prima del loro uso specificare la data di scadenza, i possibili effetti collaterali, le controindicazioni, la composizione di questo tipo di candele dal mughetto (per escludere l'intolleranza individuale ai componenti principali o ausiliari della supposta).

Molti pazienti praticano attivamente vari doppi per mughetto nella maggior parte dei casi senza prescrizione medica, che viola la microflora vaginale e provoca l'ulteriore progressione della malattia.

È importante ricordare che qualsiasi manifestazione di auto-trattamento nello sviluppo di questa patologia porterà solo a conseguenze negative:

  • lo sviluppo della resistenza dei funghi e lo sviluppo della candidosi ricorrente cronica;
  • immunità locale compromessa del tratto genitale mucoso;
  • disbiosi vaginale;
  • la progressione dell'infiammazione e lo sviluppo della generalizzazione del processo con focolai nell'intestino, cavità orale e altri organi);
  • l'aggiunta di altri agenti patogeni patogeni (microrganismi, virus, protozoi) o specifici processi infiammatori;
  • disturbi ormonali;
  • progressione di malattie somatiche concomitanti.

Le candele per il trattamento del mughetto sono divise:

  • a seconda della composizione e del principio attivo principale (candele con fluconazolo, nistatina, clotrimazolo);
  • candele complesse dal mughetto:

- Polygynax (neomicina, nistatina, polimixina B)

- Terzhinan (ternidazolo, prednisone, neomicina, nistatina);

  • a seconda del contingente di pazienti:

a) candele consentite per l'uso in donne in gravidanza e in allattamento;

b) candele vaginali per bambini;

c) per i pazienti con varie malattie degli organi interni.



Candele per mughetto con natamicina

(Pimafutsin, Primafungin, Natamicina)

Si tratta di supposte vaginali antifungine moderne con il principale componente attivo dell'antibiotico macrolidico della serie poliene - natamicina. L'attività antifungina di queste supposte di Primafungina, Pimafucina e Natanomicina è dovuta all'interruzione attiva dei processi metabolici nelle membrane cellulari dei funghi di lievito, che inibisce la loro crescita e porta alla distruzione delle pareti cellulari dei microrganismi patogeni.

Pimafucin è disponibile in una comoda forma di dosaggio sotto forma di supposte vaginali che agiscono localmente nel tratto genitale femminile. Non è controindicato durante la gravidanza e l'allattamento. Ma con l'uso prolungato e incontrollato di questo farmaco, così come di altri farmaci antibatterici, è possibile la normale microflora della vagina e lo sviluppo di disbatteriosi. Pertanto, per un trattamento efficace della candidosi, è necessario aderire ai regimi di trattamento, osservando la dose, la durata della terapia e la frequenza di somministrazione.

Nella vulvite candidosa, nella vaginite e nella vulvovaginite, una supposta viene somministrata in un corso da tre a sei giorni. Le supposte sono somministrate in posizione supina, il più profondamente possibile nella vagina durante la notte.

Quando un processo recidivante di processi patologici, l'agente causale di cui è Candida albicans, un farmaco aggiuntivo è prescritto con natanomicina per via orale per la riabilitazione della fonte di infezione nell'intestino e in altri organi. Per il trattamento o la prevenzione della candidosi in un partner, utilizzare il farmaco con natanomicina sotto forma di crema (Pimafucin, Natanomycin).

Controindicazioni all'uso di supposte vaginali sono considerate intolleranti agli antibiotici macrolidi o alla natamicina o ad altri componenti ausiliari delle supposte (acido adipico, sego, sorbitolo).

A volte (nei primi giorni di utilizzo del farmaco) si verificano effetti collaterali - nausea e diarrea, che scompaiono da soli.

Questo farmaco nelle candele può essere usato nei bambini per il trattamento del tordo (vulvite e vulvovaginite) - la dose e la frequenza d'uso prescritte da un medico.

Candele di mazzetto con clotrimazolo

(Clotrimazolo, Candide B6, Candibene, Antifungolo, Candizol, Kanesten, Yenamazolo 100)

Farmaci antifungini per uso intravaginale con un principio attivo attivo del gruppo di derivati ​​dell'imidazolo - clotrimazolo. Sotto l'influenza di questo farmaco, la struttura e le proprietà della membrana cellulare dei funghi simili a lieviti cambiano, causando lo sviluppo del mughetto, che porta alla morte del patogeno. L'ampio spettro d'azione di queste supposte vaginali è usato per trattare i processi infiammatori vaginali che sono causati da diversi patogeni patogeni o forme croniche di mughetto (vulvite candidosa, vulvovaginite), e anche per la riabilitazione del canale del parto delle donne prima del parto.

Per prevenire il ripetersi del mughetto, è necessario trattare il parenchre genitale usando la crema di clotrimazolo.

Spesso, per aumentare l'efficacia del trattamento del tordo severo, l'uso di supposte è combinato con la somministrazione simultanea di una crema, una soluzione o un unguento con clotrimazolo.

Con la tricomoniasi viene usato l'uso di supposte vaginali con clotrimazolo e metronidazolo.

Il farmaco è controindicato per l'uso:

  • in caso di ipersensibilità al clotrimazolo o ai componenti ausiliari delle supposte vaginali;
  • nel periodo mestruale;
  • nelle fasi iniziali della gravidanza.

Gli effetti collaterali possono manifestarsi come:

  • manifestazioni locali sotto forma di iperemia, prurito, bruciore o gonfiore della mucosa, perdite vaginali e disagio durante i rapporti sessuali;
  • reazioni allergiche;
  • disturbi sistemici - dolore addominale, minzione frequente, mal di testa).

L'efficacia delle supposte intravaginali con clotrimazolo diminuisce con l'uso simultaneo di farmaci con nistatina, amfotericina B e natamicina per il trattamento qualitativo della candidosi mentre l'uso simultaneo di questi farmaci richiede un aggiustamento della dose e la durata dell'uso dei farmaci.

Supposte intravaginali con fluconazolo

(Diflucan, Fluconazole, Flucostat, Mikosist, Forkan, Futsis, Tsiskan, Flyusak, Fungolon, Flukonorm Funzol, Nofung, Medaflukon)

Si tratta di supposte vaginali per il trattamento del mughetto causato da funghi simili a lieviti (Microsporum, Candida e Trichophyton).

Il fluconazolo è un farmaco antifungino triazolico. Il suo meccanismo d'azione si basa sulla violazione della sintesi di stireni nelle cellule dei funghi, distruggendoli e causandone la morte.

Possono verificarsi effetti collaterali quando si utilizzano supposte vaginali con fluconazolo: dolore addominale spastico, flatulenza (aumento della formazione di gas), emicrania, letargia, alterazione della coordinazione, alterazioni del sangue periferico (trombocitopenia, leucopenia, agranulocitosi). Tutte queste manifestazioni si verificano quando viene superata la dose giornaliera, l'uso prolungato e incontrollato di supposte o in pazienti con patologia somatica concomitante, pazienti anziani e nei bambini.

La terapia con fluconazolo è controindicata:

  • con intolleranza individuale ai componenti delle candele;
  • durante la gravidanza in qualsiasi periodo;
  • durante l'allattamento (a causa della possibile manifestazione di effetti collaterali in un bambino sotto forma di flatulenza pronunciata, ansia, letargia e cambiamenti nel sangue periferico);
  • bambini di età inferiore ai tre anni;
  • con l'uso simultaneo di astemizolo, cisapride e terfenadina;
  • con malattie del cuore e dei vasi sanguigni con fibrillazione atriale e flutter ventricolare.

Con cautela, questi farmaci intravaginali sono prescritti per le malattie funzionali e organiche del fegato e della cistifellea (possono causare iperbilirubinemia, progressione dell'epatite e sviluppo dell'ittero), per le malattie autoimmuni, nell'età anziana e senile.

Candele per tordi con nistatina

(Nystatin, Polygynax, McMiror complex, Terzhinan)

Questo farmaco appartiene alle sostanze antifungine, che ha un effetto fungistatico in relazione ai funghi simili al lievito del genere Candida. Queste sono le candele più efficaci per le forme croniche di candidosi, poiché i funghi raramente producono resistenza ai componenti principali delle candele vaginali, che agiscono localmente sulla mucosa vaginale. L'uso prolungato di farmaci con nistatina può portare a violazioni della microflora benefica della vagina e può svilupparsi dysbacteriosis . Fondamentalmente, questi farmaci sono ben tollerati da tutti i pazienti e non hanno effetti collaterali.

Candele con nistatina controindicate:

  • con intolleranza individuale ai componenti delle candele (specialmente quelli con composizione complessa);
  • durante la gravidanza (a causa del possibile sviluppo di malformazioni nel feto con un uso locale prolungato, o quando si usano farmaci complessi all'inizio della gravidanza (Terzhinan) può causare cambiamenti nei livelli ormonali);
  • nelle malattie del tubo digerente.

Candele di ketoconazolo

(Livarol, ketoconazolo)

Queste supposte antifungine sono per uso topico con ketonazolo, una preparazione dal gruppo di derivati ​​di imidazoldioxolan. Ha un effetto fungistatico e fungicida, che consiste nel modificare la composizione lipidica della membrana dei funghi con l'inibizione della biosintesi dell'ergosterolo.

Le candele con ketonazolo vengono prescritte solo dopo dodici settimane di gravidanza, poiché possono causare alterazioni patologiche nel feto di organi non formati e sistemi di organi.

Il corso del trattamento può durare da tre a dieci giorni - la durata del trattamento dipende dalla complessità del processo patologico.

Gli effetti collaterali sono rari, ma possono manifestarsi come vertigini, prurito, irritazione, bruciore nella vagina, eruzione cutanea o scarico giallo dal tratto genitale del paziente.

È anche efficace contro gli stafilococchi e gli streptococchi e può essere usato su vaginiti, vulviti e vulvovaginiti, che sono causate da associazioni batteriche fungine.

Supposte di tordi contenenti iodio

(Betadine, Iodoxide, Povidone-Iodio)

Si tratta di supposte con proprietà antisettiche pronunciate e un ampio spettro di azione antimicrobica contro batteri, funghi del genere Candida, protozoi e virus. A contatto con le membrane mucose durante la dissoluzione delle supposte, lo iodio viene assorbito gradualmente, fornendo un efficace effetto antimicrobico, ma non viene praticamente assorbito nella circolazione sistemica.

Questi farmaci sono ampiamente utilizzati nelle vaginiti acute e croniche causate da flora mista, infezioni vaginali dopo il trattamento con antibiotici o farmaci ormonali steroidei e come agenti profilattici prima di procedure diagnostiche o interventi chirurgici nella vagina.

Controindicazioni all'uso di questo gruppo di candele intravaginali sono:

  • adenoma tiroideo;
  • ipertiroidismo;
  • intolleranza individuale a preparazioni di iodio o componenti ausiliari supposte;
  • insufficienza renale;
  • gravidanza e allattamento.

Gli effetti collaterali si manifestano sotto forma di reazioni allergiche o iperemia locale. Queste candele possono essere usate durante le mestruazioni.

Candele sertaconazolo (Zalain)

Il sertaconazolo è un agente antifungino efficace derivato dal benzothiofene e dall'ididazolo. Ha un'azione fungicida e fungistatica attiva - inibendo la sintesi dell'ergosterolo e aumentando la permeabilità della membrana cellulare del fungo, che porta alla morte dell'agente patogeno - il fungo o il microrganismo. Le candele sono utilizzate nel trattamento della vaginosi causata da funghi del genere Candida e batteri gram-positivi (streptococco e stafilococchi).

Consentito per l'uso durante le mestruazioni. Durante la gravidanza e l'allattamento, può essere prescritto solo sotto la costante supervisione di un medico con indicazioni vitali, poiché non sono stati condotti studi di questo farmaco.

Controindicazioni all'uso di supposte vaginali sono l'ipersensibilità ai loro componenti principali o ausiliari.

Effetti collaterali - prurito e bruciore nella vagina, reazioni allergiche.

Si consiglia di lavare i genitali esterni con un sapone neutro prima dell'uso.


| 11 settembre 2014 | | 16 966 | Malattie nelle donne
Lascia il tuo feedback