Tachicardia: cause, sintomi e trattamento della tachicardia
medicina online

Tachicardia: sintomi e trattamento

contenuto:

tachicardia

tachicardia

Le palpitazioni cardiache quando la frequenza cardiaca al minuto è di 90 battiti o più si chiama tachicardia. La tachicardia non è una malattia indipendente, ma solo una manifestazione separata, un sintomo.



Cause di tachicardia

In medicina, convenzionalmente, ci sono due tipi di tachicardia:

  • fisiologica,
  • patologico.

Tachicardia fisiologica

La tachicardia fisiologica può essere solo una prova di forte stress emotivo o fisico. Molto spesso questa è una reazione naturale del corpo a vari stimoli esterni, contribuendo ad aumentare il flusso di sangue verso determinati organi.

Cause di tachicardia fisiologica:

  • stress emotivo - qualsiasi emozione positiva o negativa;
  • sforzo fisico: dalle semplici scale di salita agli allenamenti intensi in palestra;
  • l'uso del tonico: tè forte, caffè, alcol, bevande energetiche, fumo;
  • uso di farmaci - atropina, corticosteroidi, ecc .;
  • influenze climatiche - calore, alta umidità dell'aria, stuffiness.

Tachicardia patologica

La causa della tachicardia patologica può essere malattie cardiovascolari o disturbi funzionali di altri sistemi del corpo, ad esempio, vegetativo, endocrino.

Le principali cause "non cardiache":

  • la disidratazione,
  • grande perdita di sangue
  • l'anemia,
  • tumore della ghiandola surrenale
  • ipertiroidismo,
  • psicosi,
  • la nevrosi,
  • febbre con mal di gola, tubercolosi o qualsiasi altra malattia infettiva.

Spesso la causa dell'aumento della frequenza cardiaca sono sindromi dolorose di qualsiasi origine, febbre.

La maggior parte delle malattie cardiovascolari può anche innescare lo sviluppo di tachicardia:

  • insufficienza cardiaca cronica;
  • infarto miocardico;
  • miocardite, endocardite, pericardite e altre malattie infiammatorie del cuore;
  • difetti cardiaci - congeniti, acquisiti;
  • pacchetti di trasporto aggiuntivi.

Nel caso della tachicardia idiopatica, non è possibile stabilire cause chiare di un disturbo del ritmo.

Classificazione della tachicardia

La fonte primaria di battito cardiaco è l'eccessiva eccitazione di alcune parti del cuore. Normalmente, la formazione di un impulso elettrico si verifica nel nodo del seno, successivamente si diffonde al miocardio. In presenza di patologie, le cellule nervose nei ventricoli e gli atri diventano fonti primarie. La classificazione della tachicardia si basa sulla determinazione delle fonti primarie di contrazione cardiaca.

I medici distinguono tra diversi tipi di tachicardia:

  • del seno,
  • ventricolare,
  • atriale,
  • atrioventricolare.

Può indicare funzioni emodinamiche o endocrine, sistema nervoso autonomo e altre malattie.

Tachicardia sinusale

La tachicardia sinusale è caratterizzata da una corretta frequenza cardiaca e un graduale aumento del numero di battiti cardiaci a 220 battiti al minuto. Potrebbe essere inadeguato o adeguato. Il primo è una malattia rara di origine sconosciuta, manifestata in uno stato di riposo, accompagnata da una mancanza d'aria.

sintomi

La tachicardia sinusale può essere asintomatica o accompagnata da sintomi minori:

  • frequenti capogiri,
  • sentendo il fiato corto,
  • debolezza
  • mancanza di respiro
  • insonnia,
  • affaticamento,
  • perdita di appetito
  • palpitazioni persistenti,
  • diminuzione della capacità lavorativa e deterioramento dell'umore.

Il grado di sintomi dipende dalla soglia di sensibilità del sistema nervoso e dalla malattia di base. Ad esempio, nelle malattie cardiache, un aumento della frequenza cardiaca provoca un peggioramento dei sintomi di insufficienza cardiaca, un attacco di angina.

La tachicardia sinusale è caratterizzata da un inizio e una fine graduali. La riduzione della gittata cardiaca è accompagnata da insufficiente afflusso di sangue ai tessuti e ai vari organi. Ci possono essere vertigini, svenimento, in caso di lesione dei vasi cerebrali - convulsioni , disturbi neurologici focali. La tachicardia sinusale prolungata è accompagnata da una diminuzione della diuresi, da una diminuzione della pressione sanguigna e da un raffreddamento degli arti.

diagnostica

Lo scopo delle misure diagnostiche è la differenziazione della tachicardia sinusale e l'identificazione delle cause.

  • ECG - determinazione del ritmo e della frequenza cardiaca;
  • Monitoraggio giornaliero dell'ECG: identificazione e analisi di tutti i tipi di aritmie cardiache, cambiamenti nell'attività cardiaca durante la normale attività del paziente.
  • RM del cuore, EchoCG: identificazione delle patologie intracardiache.
  • EFI - studio della propagazione di un impulso elettrico attraverso i muscoli cardiaci per determinare i disturbi della conduzione cardiaca, il meccanismo della tachicardia

Per escludere le malattie del sangue, l'attività patologica del sistema nervoso centrale, i disturbi endocrini, vengono effettuati ulteriori metodi di ricerca: EEG cerebrale, emocromo completo, ecc.

trattamento

Il metodo di trattamento è determinato dal cardiologo e da altri specialisti, in base alle ragioni della sua insorgenza.

Con la tachicardia sinusale fisiologica, non è richiesto il trattamento farmacologico. È solo necessario eliminare i fattori che causano un aumento della frequenza cardiaca - l'uso di alcol, bevande contenenti caffeina, cibi piccanti, nicotina (fumo), cioccolato. Dovresti anche evitare un intenso stress fisico e psico-emotivo.

Nella tachicardia sinusale patologica, il trattamento è principalmente finalizzato al trattamento della malattia di base. In caso di inefficacia dei farmaci, possono essere utilizzati metodi di psicoterapia e fisioterapia o la minaccia per la vita umana, RFA del cuore (cauterizzazione dell'area interessata) o impianto di un pacemaker.

Tachicardia ventricolare

Con la tachicardia ventricolare, l'attività cardiaca può raggiungere 220 battiti al minuto. Il lavoro del cuore in una modalità antieconomica porta all'insufficienza cardiaca, che può causare la fibrillazione ventricolare - completa disorganizzazione delle funzioni cardiache, arresto della circolazione sanguigna e risultato in un esito fatale.

sintomi

Esistono due tipi di tachicardia ventricolare, diversi nei loro sintomi:

  • emodinamicamente stabile - battito cardiaco accelerato, pesantezza, compressione nel cuore, torace, vertigini;
  • emodinamicamente instabile - il paziente perde conoscenza diversi secondi dopo le prime manifestazioni di tachicardia ventricolare.

Sorge improvvisamente, nel secondo caso, la perdita di coscienza è l'unica manifestazione di un aumento della frequenza cardiaca.

diagnostica

Solitamente un ECG è sufficiente per confermare la diagnosi di tachicardia ventricolare. Secondo l'elettrocardiogramma, è possibile valutare la localizzazione della tachicardia ventricolare.

  • Il monitoraggio giornaliero dell'ECG non indica solo un fatto, ma è anche responsabile della durata degli episodi, della loro connessione con vari eventi, come lo sforzo fisico.
  • EFI - determinato dalle caratteristiche elettrofisiologiche della tachicardia ventricolare.

In alcuni casi, è possibile utilizzare i monitor a ciclo impiantabile e la telemetria cardio.

trattamento

I principali metodi di trattamento della tachicardia ventricolare sono finalizzati alla prevenzione di nuovi attacchi, trattamento della malattia di base.

In molti casi, l'ablazione con catetere (cauterizzazione) consente di sbarazzarsi degli attacchi. Non è stato ancora possibile ottenere un effetto stabile permanente utilizzando metodi di terapia farmacologica. In presenza di canalopatie ereditarie, patologie strutturali, viene impiantato un defibrillatore cardioverter.

Tachicardia atriale

La tachicardia atriale è una forma rara di tachicardia. Si verifica in qualsiasi piccola area degli atri. Può verificarsi occasionalmente o questa condizione può durare per diversi giorni, mesi. I pazienti anziani affetti da insufficienza cardiaca grave possono sperimentare numerosi focolai patologici.

sintomi

La tachicardia atriale può essere asintomatica o i pazienti sperimentano solo un forte battito cardiaco. In alcuni casi, vertigini, mancanza di respiro, dolore al petto. Le persone anziane potrebbero non prestare attenzione a un leggero aumento della frequenza cardiaca.

diagnostica

Di solito, la tachicardia atriale viene rilevata per caso - durante gli stress test con un ECG o durante una visita dal medico con disturbi del dolore al cuore e vertigini.

Diagnosticare la tachicardia atriale è possibile solo durante un attacco -
ECG. In alcuni casi, un cardiologo stimola un attacco durante uno studio elettrofisiologico.

trattamento

La tachicardia atriale di solito non rappresenta un grave pericolo per la salute umana. Ma per evitare il rischio di un aumento delle dimensioni del cuore da parte di un cardiologo, può essere raccomandata la terapia farmacologica e l'ablazione del catetere.

Tachicardia atrioventricolare

Due opzioni principali per la tachicardia atrioventricolare:

  • tachicardia nodale atrioventricolare;
  • tachicardia atrioventricolare che coinvolge percorsi aggiuntivi.

La tachicardia atrioventricolare si verifica abbastanza spesso.

sintomi

Convulsioni rare che si verificano con un'alta frequenza sono molto significative dal punto di vista clinico. Sono accompagnati da:

  • abbassare la pressione sanguigna
  • dolore angiotico,
  • soffocamento,
  • incresparsi nel collo,
  • violazione della coscienza.

Comincia improvvisamente, la durata dell'attacco - da alcuni minuti a diversi giorni. È più comune nelle donne e di solito non è associato a malattie cardiache.

diagnostica

Le misure diagnostiche includono:

  • l'assunzione della storia è sufficiente per la diagnosi preliminare della tachicardia atrioventricolare;
  • esame fisico;
  • metodi di diagnostica strumentale - ECG, CPPS, EFI, monitoraggio Holter; stress test ECG.

trattamento

La frequenza degli attacchi di tachicardia atrioventricolare può talvolta essere significativamente ridotta con l'aiuto di farmaci e fisioterapia. Il metodo è determinato dall'eziologia, dalla forma della tachicardia, dalla presenza di ulteriori complicanze, dalla frequenza degli attacchi. In alcuni casi, il metodo di ablazione.

Tachicardia nei bambini

La frequenza cardiaca normale nei bambini dipende dall'età:

  • 123-159 battiti al minuto - età 1-2 giorni;
  • 129-166 battiti al minuto - 3-6 giorni di età;
  • 107-182 - età 1-3 settimane;
  • 121-179 - età 1-2 mesi;
  • 106-186 - età di 3-5 mesi;
  • 109-169 - età 6-11 mesi;
  • 89-151 - età 1-2 anni;
  • 73-137 - età 3-4 anni;
  • 65-133 - età 5-7 anni;
  • 62-130 - età 8-11 anni;
  • 60-119 - età 12-15 anni.

La tachicardia sopraventricolare è il tipo più comune di tachicardia nei bambini. Di solito passa con l'età senza l'intervento dei medici.

Meno comune nei bambini è la tachicardia ventricolare e, se non trattata, è pericolosa per la vita.

sintomi

I sintomi della tachicardia pediatrica sono simili a quelli della tachicardia adulta:

  • dolori al petto
  • vertigini,
  • palpitazioni cardiache
  • mancanza di respiro
  • svenimento,
  • nausea,
  • pallore,
  • sudorazione,
  • debolezza.

I bambini con tachicardia sono irrequieti, capricciosi. Le vene pulsano, il bambino ha paura, può soffocare, le mucose, la pelle diventare pallida o diventare blu. L'aumento della sonnolenza è uno dei sintomi della tachicardia nei neonati.

diagnostica

La diagnosi di tachicardia nei bambini è complicata dall'età dei pazienti. Il bambino non può parlare dei propri sentimenti, quindi lo specialista dovrebbe fare affidamento solo sui dati della ricerca:

  • test di laboratorio per esami del sangue, delle urine, degli ormoni;
  • strumentale - ECG, monitoraggio giornaliero di Holter, ecografia cardiaca, risonanza magnetica, ecocardiografia, ecc.

Spesso osservato nei bambini magri con un torace stretto, muscoli non sviluppati - fisico astenico.

trattamento

Il metodo di trattamento è determinato dal tipo di tachicardia, l'età del bambino. Il trattamento medico è di solito sufficiente, ma in alcuni casi può essere necessaria l'ablazione o la chirurgia a radiofrequenza.

Tachicardia in donne in gravidanza

La tachicardia è una delle patologie più comuni nelle donne in gravidanza. La causa principale di questa condizione sono i cambiamenti nel sistema cardiovascolare. Ad oggi, diverse altre cause di tachicardia nelle donne in gravidanza sono scientificamente comprovate:

  • l'anemia,
  • obesità
  • sovradosaggio di vitamine e droghe
  • asma bronchiale,
  • infezione polmonare
  • patologia tiroidea,
  • aumento della temperatura
  • gravidanza ectopica
  • la disidratazione,
  • insufficienza cardiaca e altre malattie del sistema cardiovascolare
  • perdita di sangue
  • distacco di placenta,
  • ferita
  • sepsi.

Una costante sensazione di ansia e stress può anche provocare un attacco di tachicardia. La tachicardia nelle donne in gravidanza può essere associata a cattive abitudini: fumo, alcol, bevande contenenti caffeina.

sintomi

L'aumento della frequenza cardiaca delle donne incinte è considerato la norma fisiologica, ma è necessario consultare un medico con i seguenti sintomi:

  • dolore al cuore o al petto;
  • nausea, vomito;
  • frequenti capogiri, svenimenti;
  • stanchezza irragionevole;
  • ansia eccessiva.

Può anche verificarsi intorpidimento di parti del corpo.

diagnostica

Misure diagnostiche - studi di laboratorio e strumentali con opportune restrizioni a seconda della durata della gravidanza e dello stato di salute della donna.

trattamento

Più spesso la tachicardia passa non appena la donna si calma. In altri casi, il medico seleziona un metodo di trattamento in base al grado di tachicardia. Questo tiene conto dell'indice di massa corporea della futura madre.

Cos'è la tachicardia pericolosa?

Oltre alla stanchezza, a sensazioni spiacevoli, a volte dolorose, qualsiasi tachicardia causa scompenso cardiaco - il cuore si logora. Oltre ai disturbi della conduzione, la tachicardia del ritmo cardiaco può causare tali complicazioni come:

  • asma cardiaco,
  • shock aritmico,
  • edema polmonare
  • tromboembolismo cerebrale,
  • insufficienza circolatoria acuta del cervello,
  • embolia polmonare.

La tachicardia ventricolare in combinazione con infarto miocardico acuto può causare la morte.

Prevenzione della tachicardia

Prevenzione della tachicardia - il rifiuto delle cattive abitudini, la diagnosi precoce, il trattamento della malattia di base. Tachicardia di infiammazione gengivale, mal di denti, qualsiasi infiammazione cronica - nasofaringe, sistema urinario, ecc.


| 20 dicembre 2014 | | 15 510 | Senza categoria