Tromboflebiti venose profonde degli arti inferiori: sintomi, trattamento, foto
medicina online

Tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori: sintomi, trattamento

contenuto:

Tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori La tromboflebite venosa profonda (TVP) degli arti inferiori è caratterizzata dalla formazione di coaguli di sangue (coaguli di sangue) nella loro cavità, accompagnata dall'infiammazione delle pareti vascolari. Questa potenziale minaccia alla vita è il risultato di processi settici che si sviluppano attorno alla vena colpita.



Cause di malattia

Le cause esatte dello sviluppo della tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori per ogni caso specifico non possono essere sempre stabilite. I medici identificano diversi importanti fattori di rischio per il suo sviluppo.

  • Età. Il rischio di formazione di coaguli di sangue e lo sviluppo di complicazioni raddoppia dopo che una persona raggiunge l'età di 40 anni. Ciò è dovuto al rallentamento del flusso sanguigno e della sclerosi (compattazione, indurimento) delle pareti dei vasi sanguigni.
  • Le varici degli arti inferiori sono una delle cause più comuni di tromboflebite. In questo caso, le navi hanno già tutti i prerequisiti per il suo sviluppo: rallentamento del flusso sanguigno, espansione e deformazione delle pareti.
  • Sindrome antifosfolipidica. La condizione è caratterizzata da grave ipercoagulazione (aumento della coagulazione del sangue), che porta alla formazione di coaguli di sangue nel sangue.
  • Sindromi ipercoagulabili Anche in assenza di coaguli di sangue, c'è una maggiore prontezza di sangue per la coagulazione.
  • Fratture delle ossa delle gambe. Accompagnato dallo sviluppo della trombosi nel 60-70% dei casi.
  • Intervento chirurgico Come risultato dello stress, il rilassamento muscolare a lungo termine sotto l'influenza dell'anestesia, lesioni tissutali, alterata microcircolazione, il rilascio di tromboplastina nel sangue viene attivato, l'attività fibrinolitica (indice di coagulazione) del sangue diminuisce. Il rischio di complicanze trombotiche è direttamente proporzionale alla durata dell'intervento.
  • Sovrappeso. Quasi tutti i casi di obesità sono accompagnati da complicanze tromboemboliche. Il rischio del loro sviluppo aumenta 5 volte con il III - IV grado di obesità.
  • Gravidanza e parto. In presenza di patologie delle vene profonde, i carichi statici prolungati sulle gambe sono particolarmente pericolosi.
  • Insufficienza circolatoria, accompagnata da gonfiore delle gambe e mancanza di attività motoria (ipocinesia).
  • Danni ai vasi sanguigni in varie lesioni in casa, al lavoro, in caso di incidente stradale, ferite da arma da fuoco.
  • Disidratazione, ipotermia
  • Disturbi del sistema autoimmune, così come vasculite , endarterite, ischemia cardiaca e altre malattie associate.
  • Infezioni batteriche e virali che causano danni tossici a un singolo strato di cellule che rivestono le superfici interne dei vasi sanguigni (endotelio)
  • Malattie oncologiche La diagnosi di tromboflebite è la ragione per ulteriori esami per la presenza di tumori maligni - il tratto gastrointestinale, i polmoni, le ovaie. Potrebbe essere dovuto a leucemia, un tumore al cervello.
  • Abuso di alcuni farmaci, come i contraccettivi.
  • L'inconveniente posizione delle gambe durante i lunghi viaggi in autobus, in auto, in aereo, immobilità forzata con riposo a letto.
  • Fumare, bere alcolici.

Provocare lo sviluppo di tromboflebiti delle vene profonde degli arti inferiori può causare danni alle navi a causa di incidenti stradali, industriali, domestici, da fuoco. I precursori della malattia possono essere esacerbazioni di allergie, tonsilliti.

Il gruppo di rischio include:

  • persone di età superiore a 40 anni;
  • persone in sovrappeso;
  • donne incinte;
  • impiegati di professioni "sedentarie" - autisti, impiegati;
  • fumatori attivi;
  • alcolisti.

Il gruppo di rischio comprende persone che devono trascorrere i loro lunghi anni a causa della natura delle loro attività professionali. Nell'Europa occidentale esiste una "tromboflebite televisiva", una malattia che si sviluppa negli amanti di molte ore sedute di fronte a uno schermo "blu".

Il decorso della tromboflebite venosa profonda sulle gambe può essere privo di manifestazioni cliniche acute. Spesso i sintomi della malattia compaiono solo dopo 10 anni, a condizione del benessere esterno dello stato generale di salute. Uno studio dettagliato dello stile di vita rivela le violazioni dei regimi quotidiani e nutrizionali, nonché altri fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia.

Il meccanismo di sviluppo della tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori

La localizzazione primaria della trombosi delle vene pelviche principali e le vene della coscia sono spesso vene localizzate nella regione ileo-femorale e nelle vene profonde della gamba. Inizialmente, da piastrine depositate in aree con integrità alterata dello strato endoteliale e sulla superficie delle valvole delle vene profonde della gamba. La separazione del trombo "bianco" è possibile nel periodo della sua debole fissazione alle pareti del vaso - nei primi 3-4 giorni dopo la formazione. Il risultato potrebbe essere il tromboembolismo dei rami dell'arteria polmonare. Dopo l'adesione del trombo "bianco" alla parete venosa e il rilascio di tromboplastina tissutale, si forma un trombo "rosso". L'attaccamento dell'infiammazione intimale (il rivestimento interno delle pareti dei vasi sanguigni) dopo 5-6 giorni ne assicura il fissaggio.

I collegamenti principali nel meccanismo della tromboflebite venosa profonda sono ipercoagulazione e flusso sanguigno più lento. Il flusso sanguigno è disturbato e l'intero sistema di microcircolazione è sconvolto. Il flusso sanguigno cambia direzione, che è accompagnato da un sovraccarico del sistema venoso superficiale, che non è adatto a ricevere il sangue dalle vene profonde. Allo stesso tempo, le valvole nelle vene perforanti, che collegano i vasi superficiali con quelle profonde, cambiano. La lesione vascolare trombotica copre le vene principali.

La trombosi può svilupparsi indipendentemente in due aree della vena o isolata in uno dei segmenti della vena, così come diffusa lungo la continuazione, oppure i coaguli di sangue venoso possono spostarsi, migrare, parzialmente collassare o addirittura risolversi completamente. La trombosi venosa profonda della gamba può diffondersi al popliteo e quindi alla vena femorale.

Forme tromboflebite

La classificazione della tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori è determinata dal decorso della malattia.

  • La tromboflebite acuta della vena profonda si manifesta bruscamente, spesso senza una ragione apparente. È caratterizzato da dolore muscolare intollerabile, gonfiore rapido delle gambe. La cura della forma acuta della tromboflebite venosa profonda è completamente possibile. Nella maggior parte dei casi, la malattia diventa la causa dell'insufficienza venosa cronica - per la vita.
  • La tromboflebite venosa cronica - può interessare solo le vene profonde o sviluppare sullo sfondo di tromboflebite superficiale.

La tromboflebite delle vene profonde degli arti inferiori può essere accompagnata dallo sviluppo di ascessi, ulcere.

Sintomi di tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori

Le manifestazioni cliniche della tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori si verificano solo nel 50% dei casi:

  • gonfiore delle gambe e dei piedi;
  • infiammazione, "scoppiando" dolore acuto nei muscoli del polpaccio;
  • cianosi cutanea (blu);
  • Il sintomo di Lowenberg è la tenerezza dei muscoli del polpaccio quando un bracciale dello sfigmomanometro viene schiacciato (80-100 mmHg);
  • Sintomo di Mosè: dolore nella parte inferiore della gamba quando schiacciato;
  • un segno di Louvel: tosse, starnuti accompagnati da dolorose sensazioni alla gamba;
  • Sintomo di Homans - quando il piede si flette verso l'interno, il dolore aumenta.

La trombosi della vena poplitea è accompagnata da un aumento del volume della tibia di 3 cm o più. La tromboflebite dell'edema venoso femorale si estende fino alla coscia, che è simultaneamente accompagnata dall'apparizione di sensazioni dolorose lungo il corso del fascio vascolare.

Allo stesso tempo, la tromboflebite venosa profonda può essere accompagnata da segni generali di infiammazione asettica:

  • leucocitosi - un aumento del livello dei leucociti nel sangue;
  • adynamia - diminuzione o cessazione dell'attività motoria;
  • dolore nella colonna lombare e sacrale;
  • dolore addominale inferiore;
  • debolezza generale;
  • febbre moderata.

La natura e la gravità dei sintomi è determinata dal tasso di sviluppo della malattia, dalla sua lunghezza, dal grado di prevalenza nel senso prossimale (al centro del corpo) e distale (dal centro del corpo). La più pericolosa è la prima variante della direzione di sviluppo della tromboflebite - il rischio di tromboembolia polmonare. Un movimento è sufficiente per aumentare il flusso sanguigno e innescare una lacerazione del trombo "fluttuante", con la parte prossimale che si attacca liberamente nel lume della nave.

I sintomi della tromboflebite venosa profonda spesso richiedono una diagnosi differenziale con artrite, artrite, distorsioni muscolari, lesioni del tendine di Achille e altre malattie caratterizzate da sintomi simili.

diagnostica

Un flebologo esperto ha più probabilità di fare una diagnosi preliminare basata sulla storia e sull'esame fisico. Il medico usa test funzionali per rilevare la tromboflebite venosa profonda venosa.

  • Mosè di esempio. Flebologo stringe leggermente la parte bassa della schiena e le palme anteriori del paziente.
  • Sintomo di Homans. Il paziente giace sulla schiena su un divano con le gambe piegate sulle ginocchia e cercando di ruotare il piede.
  • Test Opitz-Ramines: un bracciale sphingmanometer viene applicato sopra il ginocchio ed è pompato fino a 150 mmHg. Art.
  • Prova Lovenberg - polsino sovrapposto alla parte centrale della gamba.

Allo stesso tempo, vengono eseguite analisi di laboratorio sulla composizione del sangue e sulla diagnostica strumentale - studi ecografici:

  • Ecografia Doppler - rivela la localizzazione della trombosi;
  • angiografia duplex - utilizzata per determinare la natura della trombosi, i confini del trombo, per valutare la permeabilità delle vene perforanti e il grado di infiammazione dei tessuti circostanti.

Nei processi trombotici nella vena cava inferiore e nelle vene ileali, viene eseguito ileokawagrafiya retrogrado.

La pletismografia ad impedenza consente di diagnosticare il GWT sopra il ginocchio con una precisione del 90%.

Per identificare le cause della malattia e determinare il regime di trattamento, il flebologo può prescrivere una risonanza magnetica o TC, così come consultare altri specialisti: un allergologo, un ginecologo, un gastroenterologo.

Trattamento della tromboflebite venosa profonda delle gambe

A causa dell'alto rischio di separazione tromatica, si raccomanda il trattamento ospedaliero della tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori. Nelle forme gravi della malattia, il riposo a letto è prescritto per 7-10 giorni. Durante questo periodo, il trombo viene fissato sulla parete venosa. Per alleviare il dolore, ridurre il gonfiore e migliorare il flusso sanguigno, l'estremità inferiore del letto si alza leggermente. Quindi si consiglia al paziente la modalità motore. La permanenza verticale statica è limitata.

Allo stesso tempo, vengono prescritti esercizi fisici - piegatura dei piedi e delle dita, camminando nel reparto. Un buon complesso ginnico eseguito in posizione supina ha un buon effetto riabilitativo.

L'esercizio stimola il deflusso venoso dagli arti e compensa l'attività del sistema cardiovascolare nel suo complesso. Allo stesso tempo, grazie alla contrazione muscolare, è garantita la crescita del plasminogeno tissutale. Tutti gli esercizi per le gambe vengono eseguiti solo in condizioni di compressione elastica con bende, prodotti speciali di calze dai piedi alle pieghe inguinali.

Il trattamento a compressione aiuta a ridurre la "capacità" venosa delle gambe, accelera il deflusso venoso e migliora anche la capacità funzionale dell'apparato valvolare. L'edema diminuisce, l'attività fibrinolitica del sangue aumenta.

Per migliorare l'efficienza della compressione elastica, la pelle nelle aree dei processi trombotici viene attivamente lubrificata con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), unguenti flebotropici attivi.

Successivamente, i pazienti sono incoraggiati a nuotare, fare jogging, sciare, andare in bicicletta. Si raccomanda anche l'uso di attrezzature sportive appropriate.

Unguenti, gel possono ridurre l'infiammazione, alleviare il dolore, ridurre il livello di coagulazione del sangue. Ma in caso di tromboflebite delle vene profonde degli arti inferiori, sono inefficaci, pertanto, sono prescritti anche farmaci in compresse e iniezioni.

Grande importanza per il trattamento della tromboflebite è una corretta alimentazione. La medicina tradizionale dovrebbe essere utilizzata solo previa consultazione medica.

Fisioterapia profonda delle vene per tromboflebiti

Esistono diversi metodi di trattamento fisioterapico utilizzati nella TVP delle gambe.

  • Elettroforesi: i farmaci vengono iniettati attraverso la pelle utilizzando una corrente elettrica.
  • UHF - sotto l'influenza di campi elettrici ad alta frequenza nelle aree colpite ha stimolato il flusso linfatico, la circolazione sanguigna, i processi di rigenerazione in generale.
  • Le applicazioni di paraffina sono utili in caso di minaccia di formazione di ulcere trofiche. La tecnica non è utilizzata in tromboflebite acuta.
  • Terapia magnetica - sotto l'influenza di un campo magnetico, le caratteristiche del sangue sono migliorate.

Nella tromboflebite acuta delle vene profonde degli arti inferiori può essere utilizzata l'irudoterapia (terapia della leech). L'infiammazione viene rimossa, il flusso sanguigno migliora e il rischio di nuovi coaguli è ridotto. La procedura esteticamente poco attraente è un buon strumento per le persone che non tollerano la droga, riducendo il tetto.

Intervento operativo

Con la minaccia di tromboembolismo polmonare, tromboflebite ascendente, nonché nel caso di movimento di un coagulo del sangue reciso per la saggezza safeno-femorale, è indicato l'intervento chirurgico. La possibilità di monitorare lo stato di avanzamento dell'operazione con l'ausilio di attrezzature speciali consente di ridurre al minimo la sua invasività - la lunghezza del taglio è di circa 1 cm.

  • Installazione di un filtro kava. Un filtro metallico è installato all'interno della vena inferiore, che ritarda i grossi coaguli di sangue.
  • Trombectomia: la cavità della vena viene eliminata dai coaguli di sangue con l'aiuto di uno speciale tubo flessibile stretto (catetere).
  • Vene lampeggianti La nave è cucita o bloccata con una clip speciale. Per il passaggio del sangue, il chirurgo lascia stretti canali.

Lo schema e la tecnica dell'intervento chirurgico sono selezionati in base alle condizioni delle vene, i risultati degli ultrasuoni, le caratteristiche del paziente. È possibile condurre operazioni combinate o completare la rimozione dell'area interessata del vaso sanguigno.

Tromboflebite venosa profonda in donne in gravidanza

Il tempo dall'inizio del concepimento, il parto e il periodo postpartum sono accompagnati da molteplici processi fisiologici e biochimici che hanno un grave impatto sul sistema venoso.

Le cause più comuni di TB degli arti inferiori nelle donne durante la gravidanza e dopo il parto sono:

  • la presenza di patologie delle vene sottocutanee o profonde;
  • ipertensione;
  • malattie cardiache;
  • in sovrappeso;
  • la presenza di vene varicose, tromboflebiti nei parenti;
  • fattori autoimmuni che influenzano la coagulazione del sangue.

Aumento della pressione venosa, dilatazione fisiologica delle vene, una diminuzione naturale del tono delle loro pareti è la compressione dei vasi venosi pelvici fetali da parte della testa del feto. Durante la nascita, sono quasi completamente bloccati, rallentando drasticamente il flusso di sangue.

Nelle donne in gravidanza e nel periodo postpartum, la malattia inizia in modo acuto:

  • dolore acuto alla gamba;
  • rapida formazione di edema;
  • impulso rapido - circa 120 battiti al minuto.

La complessità del trattamento è dovuta all'incapacità di utilizzare alcuni metodi che possono danneggiare la salute del bambino, causare complicazioni del travaglio, provocare sanguinamento uterino.

Quando il dolore alla gamba, il suo gonfiore, arrossamento, è necessario chiamare un medico. Per evitare la separazione di un coagulo di sangue formato in una vena o nelle sue particelle, dovrebbe essere adottata una posizione sdraiata. In questo caso, la gamba interessata viene posizionata su una leggera elevazione.

La misura preventiva "d'oro" per la tromboflebite venosa profonda nelle donne in gravidanza e dopo il parto indossa la maglieria a compressione - vengono selezionate solo da un medico. Nelle vene compresse dalle calze, la formazione di coaguli di sangue è significativamente complicata. Allo stesso tempo, la compressione è una buona prevenzione di affaticamento, edema e crampi muscolari alle gambe, che garantisce una "alta qualità della vita" durante la gravidanza e il periodo postparto. Consigliati anche lunghe passeggiate, una serie speciale di esercizi.

Fluidificanti del sangue attivi e praticamente innocui si trovano in frutta e verdura. I medici raccomandano vivamente di abbandonare l'automedicazione e gli integratori, indipendentemente dalla pubblicità, garantendo la loro sicurezza per la salute della donna e del feto.

Complicazioni di tromboflebite venosa profonda degli arti inferiori

Il risultato di una tromboflebite venosa profonda può essere l'insufficienza venosa cronica. La patologia è accompagnata da gonfiore delle gambe e da un disturbo del trofismo (un insieme di processi di alimentazione cellulare). Si sviluppa la lipodermatosclerosi (degenerazione fibrosa del tessuto cutaneo), compaiono ulcere trofiche.

L'embolia polmonare è la complicazione più pericolosa della TVP. Piccoli pezzi di coaguli di sangue o coaguli di sangue che sono usciti dalle pareti dei vasi, muovendosi lungo la rete di vasi sanguigni, entrano nella cavità dell'arteria polmonare e la ostruiscono (embolia). Il risultato dell'embolia diventa respiratorio acuto e insufficienza cardiaca, che può causare un esito fatale. Quando il blocco di piccoli rami dell'arteria polmonare sviluppa infarto (necrosi, necrosi) del polmone.

Prevenzione della tromboflebite venosa profonda

Particolarmente importante è l'osservanza delle misure preventive per le persone a rischio. Il rimedio più semplice è quello di mantenere uno stile di vita sano.

  • Indurimento - una doccia, nuotare, camminare a piedi nudi.
  • Il complesso di esercizi fisici - "forbici", "betulla", "bicicletta" e altri.
  • Indossare maglieria a compressione - golf, collant, calze, collant.
  • Dieta - prevenzione della disidratazione (almeno 2,5 litri di liquidi al giorno), rifiuto di alimenti ricchi di carboidrati, grassi.
  • Controllo del peso
  • Trattamento tempestivo di focolai di infezione.
  • Evitare le gambe da ipotermia.
  • Smettere di fumare, bere alcolici (compresa la birra).

Ai primi segni della malattia, è necessario consultare un medico. L'automedicazione e gli additivi alimentari per la prevenzione possono esacerbare la situazione sviluppando ulteriori complicazioni.


| 10 maggio 2015 | | 4,137 | chirurgia
  • | Oksana | 27 agosto 2015

    Non avevo alcun senso negli unguenti. Quando le vene superficiali si sono infiammate - allora sì, c'è stato un effetto, il dolore non si è fermato a lungo. E quando si infiamma profondamente - gli unguenti non hanno aiutato. Fu prescritto Phlebodia, dissero lo stesso effetto degli unguenti, ma più forti e dall'interno. Sì, infatti, è diventato più facile. Pertanto, penso che siano necessari unguenti flebotropici quando la vena è in superficie e quando sono necessari i venotonici profondi.

  • | Lena | 28 settembre 2015

    Sì, gli unguenti, per definizione, non possono aiutare, non raggiungeranno le vene, si depositeranno sulla pelle. Inoltre, unguento ti spalma su un brandello della gamba, e le vene, di regola, soffrono anche dentro. I flebotonie sono comunque necessari.

  • | Daria | 25 ottobre 2015

    Anche il fleboton deve essere in grado di scegliere. La gamma è enorme, tutti consigliano che è più redditizio. Personalmente, per il prezzo e la qualità, mi è piaciuto soprattutto il phlebodia 600. Inoltre, ho bisogno di berlo solo una volta al giorno.

Lascia il tuo feedback