Ureaplasmosis: sintomi e trattamento, foto di ureaplasmosi
medicina online

Ureaplasmosis: sintomi e trattamento

contenuto:

Foto Ureaplasmosis Il batterio dell'ureaplasma è un microbo unicellulare che risiede e si moltiplica costantemente nel corpo umano, ed è parte integrante della sua microflora. La deviazione, considerata una malattia, è solo una riproduzione eccessiva, che supera la concentrazione normale. La stessa caratteristica è fondamentale anche nella diagnosi di ureasplasmosi: tale diagnosi sarà fatta solo se non si riscontrano altre patologie o processi infiammatori nel sistema urogenitale.



Cause di Ureaplasmosis

Ureaplasma urealyticum - I microrganismi che fanno parte dello sfondo batterico generale delle mucose, più spesso scelgono l'ambiente vaginale, quindi l'ureasplasmosi colpisce principalmente le donne. E le statistiche di questa malattia non sono confortanti: ogni terza ragazza nasce già con un contenuto innaturalmente alto di questi batteri nel corpo, avendo ricevuto un'infezione da sua madre. I fattori che provocano la riproduzione possono essere qualsiasi cambiamento associato a sistemi immunitari compromessi, assunzione di farmaci (specialmente antibatterici) o affetti da malattie veneree o infettive. In combinazione con fattori esterni, condizioni ambientali negative o caratteristiche climatiche della regione, il comportamento dei microrganismi diventa imprevedibile e le colonie batteriche non aggressive nello stato abituale iniziano a svilupparsi attivamente, apportando significativi cambiamenti negativi nel corpo.

L'ureasplasmosi maschile è meno comune e meno comunemente diagnosticata. Ciò è dovuto non solo alle peculiarità dello sfondo ormonale e batterico del corpo maschile, ma anche al decorso asintomatico della malattia negli uomini. Molto spesso, il malessere causato da un aumento della densità di urealyticum Ureaplasma, gli uomini portano in piedi senza andare dal medico. Poiché la maggior parte delle conseguenze dell'ureaplasmosi è pericolosa per le donne, sembra che l'ureasplasmosi negli uomini non richieda il trattamento. Questa opinione è errata, in quanto un vettore maschile può diventare un mezzo per diffondere la malattia per i suoi partner.

L'Ureaplasmosis è una malattia a trasmissione sessuale e pertanto il gruppo di rischio coincide con la categoria di potenziali pazienti in una clinica di pelle e venerea: persone che hanno rapporti sessuali promiscui, che praticano sesso non protetto con frequenti cambi di partner. Il secondo dei più frequenti principi di infezione è diviso in tre tipi:

  • danno ai polmoni di un bambino nella fase di formazione dell'embrione;
  • infezione intrauterina, penetrando nel nascituro attraverso il cordone ombelicale;
  • infezione del bambino quando passa attraverso la membrana mucosa del canale del parto.

L'errata opinione che infezioni di questo tipo possano essere infettate da goccioline trasportate dall'aria o metodi domestici non ha prove. Il batterio non è adatto ad esistere al di fuori del solito ambiente. Anche l'uso di accessori sanitari e igienici comuni con una persona malata o un corriere è considerato sicuro, proprio come stare con lui nella stessa piscina.

Sintomi di ureaplasmosis

Per molto tempo, l'ureaplasma potrebbe non dare segnali su se stessa, essere inattiva per anni. Le esacerbazioni sono più spesso associate a una ristrutturazione interna del corpo, come la gravidanza o la terapia ormonale. I sintomi sono simili a molte malattie sessualmente trasmissibili, quindi non vale la pena provare a diagnosticare te stesso. La ragione per cercare l'attenzione medica dovrebbe essere uno qualsiasi dei segni delle malattie sessualmente trasmissibili.

  • Assegnazione, che indica i cambiamenti nella struttura delle mucose. Anche se lo scarico che rimane sul bucato è inodore e incolore, questo è il motivo per testare, dal momento che una serie di gravi malattie iniziano con tali riarrangiamenti degli organi genitali femminili. L'aspetto dell'odore o una tonalità verdastra nella scarica è un sintomo del processo purulento iniziale degli organi genitali interni, e non è nell'interesse del paziente raggiungere la malattia fino a questo stadio: i cambiamenti potrebbero già essere irreversibili. Lo stesso si può dire della presenza nello scarico di coaguli di sangue nel periodo intermestruale.
  • Dolore addominale, corrispondente alla posizione degli organi femminili. Oltre al passaggio eccessivamente doloroso delle mestruazioni, del dolore e dei crampi - un segnale per un trattamento urgente da parte del medico, dal momento che il loro aspetto è la prova di una distruzione infiammatoria dei tessuti dell'utero, delle appendici o del canale del parto.
  • Bruciore e prurito. Il processo infiammatorio causato da batteri, dolore manifestato o sensazione di bruciore. A seconda dell'area interessata, questa può essere l'area genitale o un altro sito di infezione, come la gola. In quest'ultimo caso, la malattia può essere scambiata per un mal di gola, poiché le macchie purulente sulle tonsille sono caratteristiche di questo gruppo di infezioni. Le lesioni del sistema riproduttivo sono accompagnate da disagio durante la minzione.
  • Rapporto doloroso anche con abbondante lubrificazione della vagina.

I sintomi dell'ureaplasma negli uomini sono simili, ma si manifestano in una forma più liscia: bruciore durante la minzione e problemi con la funzione erettile.

Va ricordato che il decorso dell'ureaplasmosi non è uniforme, vale a dire che la malattia può uscire a lungo, ricordando di nuovo se stessa con un aumento dello stress fisico o emotivo, riducendo la resistenza del corpo o durante un periodo di cambiamenti ormonali, ad esempio durante la gravidanza.

Ureaplasmosis e le sue conseguenze

L'apparente gravità della malattia è ingannevole. Le conseguenze dell'ureaplasma sono una serie di problemi che spesso causano danni irreparabili alla salute:

  • infiammazione cronica degli organi riproduttivi;
  • cistite ;
  • pielonefrite, spesso una forma cronica;
  • urolitiasi negli uomini e nelle donne;
  • infertilità di entrambi e il secondo partner;
  • disfunzione erettile e prostatite negli uomini;
  • l'impotenza;
  • varie patologie della gravidanza, incluso lo sviluppo ectopico e aborti in qualsiasi momento;
  • distruzione generale del sistema immunitario, provocando lo sviluppo di altre malattie.

Metodi e caratteristiche della diagnosi di ureaplasmosi

La diagnosi di "ureaplozmoz" è complicata dal fatto che i batteri Ureaplasma urealyticum in un corpo sano sono normali e la loro presenza non parla in alcun modo di problemi di salute. La base per l'intervento medico sarà solo l'eccesso del loro numero normale e la loro localizzazione non standard. Spesso, diverse analisi consecutive danno risultati significativamente diversi. Inoltre, la concentrazione di batteri nel corpo che non interferisce con la normale attività vitale è individuale per ogni persona. La prima ragione per considerare un aumento del livello di batteri come una malattia è la lamentela dei pazienti sui sintomi clinici rilevanti, e la conferma sono i dati dell'analisi di laboratorio. L'urologo e il ginecologo effettuano rispettivamente una serie di test prima della diagnosi finale. La prima di queste è la reazione a catena polimerica (PCR), il cui risultato è considerato condizionale e preliminare, ma l'ulteriore passaggio del decorso diagnostico dipende dai suoi risultati.

Uno dei motivi per cui il trattamento non è prescritto immediatamente dopo l'esecuzione della PCR è la sua inesattezza. Anche 2-3 settimane dopo il corso del trattamento, questo metodo mostra la presenza di ureaplasma residua nel corpo. Pertanto, come test di controllo non viene utilizzato. Ma questo metodo è considerato il più accurato con un risultato negativo, in quanto può mostrare anche la percentuale minima di patologia.

Anche dal punto di vista medico, può essere prescritto un metodo sierologico o immunofluorescente. Quest'ultimo sta diventando sempre più popolare a causa del tempo minimo richiesto per ottenere risultati e il costo relativamente basso della procedura.

Il metodo di diagnosi più accurato e basilare è la semina: collocare il materiale biologico in un ambiente ottimale per il suo sviluppo. Questo metodo è chiamato culturale. Questa tecnica, il cui materiale raschia le pareti della vagina o dell'uretra, la secrezione dell'urina o della prostata, consente non solo di determinare la presenza, localizzazione e concentrazione dei microrganismi, ma anche di determinare il loro ceppo il più accuratamente possibile, nonché la sensibilità a vari gruppi di antibiotici. Ciò è necessario per la selezione del farmaco più efficace per il trattamento, che esclude la possibilità di dipendenza e degenerazione dei batteri.

Oltre ad analizzare la presenza di urealyticum Ureaplasma nei campioni, il tecnico di laboratorio identificherà sicuramente tutti i batteri sessuali che sono simili nel loro effetto distruttivo: micoplasma, gonorrea, clamidia e altri. Ciò è necessario per il trattamento complesso dell'intero gruppo di microrganismi, la cui azione non è solo simile ai sintomi, ma si aggrava anche a vicenda.

Le principali forme della malattia

A seconda della natura del decorso della malattia, l'ureaplasmosi è solitamente divisa in acuta e cronica. La forma acuta è associata a un gran numero di sintomi e alla loro manifestazione. Il trattamento di questa forma è molto più rapido ed efficiente. I medici avvertono inoltre i pazienti che sono predisposti all'autoterapia, che è anche necessario garantire la guarigione completa con metodi di laboratorio e, non concentrandosi solo sui sintomi clinici esterni. Forma acuta smorzata - la causa più comune di abbandono della malattia. Il ritardo nel trattamento e la dose inadeguata di farmaci presi contribuisce alla degenerazione di questo tipo di malattia in una forma cronica.

Prepararsi a visitare un ginecologo con sospetta ureasplasmosi

Per massimizzare la precisione del risultato della ricerca, è necessario un certo numero di preparazioni prima di andare dal medico:

  • escludere contatti intimi in 2-3 giorni;
  • durante lo stesso periodo, non usare prodotti per l'igiene intima e preparazioni farmaceutiche vaginali;
  • eliminare la pulizia delle pareti interne della vagina: pulizia e l'uso di tamponi;
  • per un giorno di escludere sapone, gel da procedure di igiene intima;
  • Non eseguire tali procedure il giorno del trattamento.

Tutte queste misure sono finalizzate a ridurre al minimo la distorsione dell'ambiente batterico della mucosa, che offre la massima accuratezza della ricerca.

Trattamento di ureaplasmosis

Come l'intero gruppo di infezioni genitali, caratterizzato dalla massima adattabilità e capacità di mutare, l'ureaplasma viene trattato individualmente. Nel calcolo vengono prese non solo le caratteristiche del ceppo e la presenza di malattie associate, ma anche l'età del paziente. Il trattamento senza fallo comprende tre fasi principali:

  • normalizzazione del contenuto di organismi condizionatamente patogeni nella microflora;
  • eliminazione dei fattori che attivano la loro attivazione;
  • ripristino dell'immunità e stimolazione dei sistemi di difesa del corpo.

Il primo stadio, di regola, è basato sulla nomina di un corso di preparazioni antibatteriche. Il loro tipo specifico deve essere selezionato dal medico curante, poiché per molti tipi di farmaci, i singoli ceppi sono insensibili. Ad esempio, il trattamento con una serie di penicillina comune non darà risultati. Il più delle volte per i pazienti adulti vengono utilizzati fondi del gruppo di antibiotici tetracicline, in quanto la soluzione più completa è la risoluzione del problema. Per il trattamento dei bambini può essere usata l'eritromicina, come il più sicuro degli antibiotici. Tuttavia, un'immagine più accurata mostrerà la sensibilità di semina ad AB.

Determinare i mezzi specifici per il secondo e il terzo stadio del recupero non è difficile: si tratta di raccomandazioni standard sull'organizzazione di un alimento salutare sano e di uno stile di vita sano. I prodotti ricchi di bifidobatteri contribuiranno a ripristinare la microflora, i farmaci supplementari aiuteranno il medico a scegliere integratori.

Ureaplasmosis in donne in gravidanza

Le donne nella "posizione interessante" - la categoria più frequente di pazienti sottoposti a trattamento per l'ureasplasmosi. Ciò è dovuto alle peculiarità della ristrutturazione dell'organismo, preparazione per il parto ed esaurita dall'embrione emergente. L'ambiente mutato delle mucose della gravidanza è il campo più favorevole per la riproduzione di molti batteri patogeni e condizionatamente patogeni, tra cui l'ureaplasma. Il pericolo delle conseguenze dell'infezione della futura mamma non è solo nell'infezione del feto, che si manifesta in più del 50% dei casi, ma anche nella più bassa probabilità di liberare il feto prima della nascita. L'esito più frequente dell'esecuzione dell'ureaplasmosi è un aborto spontaneo.

La difficoltà di trattare le donne incinte con ureaplasmosis è l'impossibilità di usare antibiotici dopo la 22a settimana. Dopo questo periodo, tali farmaci influenzano negativamente lo sviluppo del feto. Nei periodi successivi, tutte le procedure sono mirate solo a misure preventive e misure per preservare il feto. Questo è il motivo per cui i medici delle cliniche prenatali insistono su uno studio preliminare della microflora durante una gravidanza programmata e sulla consegna obbligatoria di tutti i test alle primissime condizioni.

Nelle prime fasi della gravidanza, il trattamento e il recupero del corpo della donna incinta dopo l'ureasplasmosis sono meno associati agli effetti collaterali sia per la donna che per il feto. Ci sono prove che dopo aver subito un corso di tale trattamento, la microflora del corpo viene ripristinata artificialmente.

Prevenzione dell'ureaplasmosi

Le misure preventive non solo prevengono la malattia, ma aiutano anche a prevenire le infezioni ricorrenti. I principali fattori per evitare problemi sono:

  • costanza delle relazioni intime e dei partner sessuali;
  • screening e test regolari da parte di entrambi i partner sessuali;
  • uso di contraccettivi;
  • misure igieniche dopo il sesso non protetto e il sesso orale;
  • rafforzamento generale dell'immunità e rifiuto delle cattive abitudini.

La medicina tradizionale come aggiunta al trattamento principale

Come nel caso della maggior parte delle malattie sessualmente trasmissibili, molti infetti sono imbarazzati nel contattare una struttura medica per timore di pubblicità e reazione negativa da parte di altri. Questo è ciò che ha generato così tante richieste di metodi indipendenti e tradizionali per il trattamento di una malattia. I medici mettono in guardia dalle conseguenze del trattamento amatoriale: l'infezione può non solo degenerare in una forma cronica, ma anche ottenere resistenza a determinati tipi di farmaci, il che complicherà ulteriori cure mediche. I metodi tradizionali hanno senso solo in caso di impossibilità a condurre una terapia antibiotica a pieno titolo o come aiuto.

1. L'uso dell'aglio per trattare molti tipi di malattie basate sull'attività dei microrganismi è noto da tempo. Nel trattamento delle malattie sessualmente trasmissibili, in particolare l'ureaplasmosis, l'aglio è incluso in varie ricette:

  • "L'acqua all'aglio" è utilizzata per il lavaggio e il lavaggio, infusa durante il giorno su spicchi, ma non tritati, per 6-10 ore;
  • la semplice aggiunta di aglio fresco al cibo ha un effetto positivo non solo sulla microflora, ma anche sullo stato del sistema immunitario;
  • l'infuso di spirito di aglio, diluito fino al 10%, viene usato quando si pulisce la vagina e la cavità orale, e non si diluisce per l'ingestione di 1 cucchiaino 3 volte al giorno.

2. Quando si prude e si brucia, un decotto di corteccia di quercia viene utilizzato per il lavaggio, questo rimedio allevia il disagio e contribuisce alla distruzione dei batteri.

3. L'aggiunta di carotenoidi alla dieta aiuta a normalizzare l'ambiente batterico. Le fonti più accessibili di questa sostanza nella corsia centrale sono le carote e l'olio di olivello spinoso. Quest'ultimo può essere utilizzato non solo all'interno, ma anche per assorbire i tamponi vaginali.

4. Un certo numero di erbe medicinali, che per lungo tempo nella medicina tradizionale sono state chiamate femminili, dà anche un risultato positivo per il trattamento dell'ureaplasmosi. Questo è il wintergreen, la pineta, il goldenrod, wintergreen. Sono utilizzati per la preparazione di collezioni di tè e per uso esterno.

5. Uno dei rimedi naturali più efficaci è l'olio dell'albero del tè. La sua struttura volatile ne consente l'utilizzo sia nei bruciatori a gasolio che per l'aggiunta ai bagni di lavaggio. L'unica condizione per l'uso è l'attenta osservanza delle istruzioni sulla concentrazione del farmaco, poiché la forma concentrata può causare reazioni allergiche se viene a contatto con la pelle.


| 17 marzo 2014 | | 5,057 | Senza categoria
Lascia il tuo feedback