Istruzioni per l'uso di vancomicina, prezzo, recensioni, analoghi
medicina online

Istruzioni per l'uso di vancomicina

La vancomicina è un farmaco antibatterico del gruppo glicopeptidico che ha un effetto battericida sui batteri gram-positivi. È usato nel trattamento di forme gravi di patologie infettive, così come intolleranza o inefficacia di farmaci antibatterici di altri gruppi.

Rilascia forma e composizione

La vancomicina viene prodotta sotto forma di polvere secca (liofilizzato) per la preparazione di una soluzione per infusione, in dosaggi da 500 mg e 1000 mg, in flaconcini. Ogni bottiglia con l'istruzione è posta in una scatola di cartone. Un'altra forma di dosaggio di Vancomicina è compresse.

Il principale ingrediente attivo è la vancomicina (sotto forma di cloridrato).

Azione farmacologica

Farmacodinamica. La vancomicina appartiene ai farmaci antibatterici del gruppo di glicopeptidi (antibiotici ad alto contenuto molecolare di carboidrati). Ha un effetto battericida distruggendo la sintesi della parete cellulare, riducendo la permeabilità delle membrane citoplasmatiche e sopprimendo la sintesi degli acidi ribonucleici delle cellule batteriche.

È attivo contro batteri gram-positivi aerobici - stafilococco (inclusi ceppi che inducono penicillina e ceppi meticillino-resistenti), streptococchi, enterococchi, corinebatteri, listeria, actinomiceti, clostridi. Colpisce le cellule batteriche che si trovano in uno stadio di riproduzione. La vancomicina non ha effetti dannosi sui batteri gram-negativi, sui micobatteri e sui funghi, sui virus, sui protozoi.

Non è stata rilevata resistenza crociata di vancomicina con farmaci antibatterici di altri gruppi.

Farmacocinetica. L'effetto terapeutico ottimale della vanomicina è osservato a pH 8, a pH 6, l'effetto dell'antibiotico è nettamente ridotto. Distribuito in quasi tutti i fluidi e i tessuti del corpo. Il 55% del principio attivo è legato alle proteine ​​del sangue. Il tempo per raggiungere la concentrazione massima di vancomicina nel plasma sanguigno è di 30-60 minuti.

L'emivita di eliminazione è: nei neonati - da 6 a 10 ore, nei neonati - 4 ore, nei bambini più grandi - 2-3 ore, negli adulti - in media 6 ore (da 4 a 11), e in caso di insufficienza renale - da 6 fino a 10 giorni. La vancomicina non è praticamente metabolizzata. L'80-90% della vancomicina viene escreto dai reni, una piccola quantità - con la bile. Attraverso la barriera ematoencefalica penetra male (la permeabilità aumenta bruscamente con l'infiammazione delle meningi). Penetra nella barriera placentare.

Indicazioni per l'uso

L'antibiotico Vancomicina è prescritto per il trattamento di gravi patologie infettive e infiammatorie causate da ceppi di microrganismi che sono sensibili all'azione del farmaco. Questo è:

  • endocardite;
  • sepsi;
  • meningite e altre infiammazioni infettive del sistema nervoso centrale;
  • polmonite (polmonite);
  • ascesso polmonare;
  • patologie infettive del tessuto osseo e delle articolazioni, compresa l' osteomielite ;
  • infiammazione infettiva della pelle e dei tessuti molli;
  • colite pseudomembranosa (l'agente eziologico di Clostridium difficile) e enterocolite da stafilococco (usare la polvere all'interno o compresse).

La vancomicina viene anche utilizzata in caso di intolleranza o mancanza di un effetto terapeutico positivo durante il trattamento con altri gruppi antibiotici: penicilline e cefalosporine.

Controindicazioni

Le controindicazioni assolute all'uso di Vancomicina sono:

  • disturbi funzionali pronunciati dei reni;
  • neurite del nervo uditivo;
  • I trimestre di gravidanza e periodo di allattamento al seno;
  • ipersensibilità o intolleranza individuale ai componenti del farmaco.

Dosaggio e somministrazione

La vancomicina può essere utilizzata da sola o come parte della terapia antibiotica di combinazione.

La soluzione di vancomicina viene somministrata per via endovenosa. La concentrazione raccomandata non è superiore a 5 mg / ml. Il tempo di somministrazione è di almeno un'ora, la velocità non è superiore a 10 mg / min. (con un aumento del tasso di somministrazione aumenta il rischio di reazioni di colluttazione).

Dosaggi di vancomicina per somministrazione endovenosa

Per gli adulti, un dosaggio singolo è di 500 mg con l'introduzione ogni 6 ore o 1 g con l'introduzione ogni 12 ore. L'assunzione giornaliera massima consentita per gli adulti è di 3-4 g.

Per i neonati nella prima settimana di vita, la vancomicina viene somministrata a una dose iniziale di 15 mg / kg, quindi a 10 mg / kg ogni 12 ore. Dall'ottavo giorno della vita del bambino, l'antibiotico alla dose di 10 mg / kg viene somministrato ogni 8 ore. Per i bambini di età superiore a un mese, una singola dose deve essere di 10 mg / kg ogni 6 ore o di 20 mg / kg ogni 12 ore. La dose quotidiana massima non è più di 40 mg / kg.

Per preparare una soluzione per infusione, la polvere viene sciolta in acqua per preparazioni iniettabili: 500 mg in 10 ml, 1 g in 20 ml (concentrazione in soluzione 50 mg / ml). La soluzione risultante viene diluita con soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% o soluzione di destrosio al 5%: per 500 mg - 100 ml di soluzione, per 1 g - 200 ml. La concentrazione della soluzione preparata non deve superare 5 mg / ml.

Dosaggio per somministrazione orale (con enterocolite e colite pseudomembranosa)

Per gli adulti, la dose singola raccomandata varia da 500 mg a 2 g, per i bambini - 40 mg / kg. La frequenza di ammissione - 3-4 volte al giorno, la durata del trattamento - da una settimana a 10 giorni. Per preparare la soluzione, la dose necessaria della polvere viene diluita in 30 ml di acqua.

Effetti collaterali

Durante l'uso di Vancomicina possono verificarsi effetti indesiderati indesiderati:

  • da parte del sistema cardiovascolare - abbassamento della pressione sanguigna, vampate di calore, arresto cardiaco, shock (il più delle volte si verificano con la somministrazione endovenosa rapida di un antibiotico);
  • da parte del sistema ematopoietico - agranulocitosi (raro), eosinofilia reversibile, trombocitopenia, neutropenia;
  • da parte del sistema digestivo - una sensazione di amarezza nella cavità orale, diarrea, nausea e vomito, colite pseudomembranosa;
  • da parte del sistema escretore - nefrite interstiziale, disturbi funzionali dei reni, nefrotossicità, che possono trasformarsi in insufficienza renale;
  • da parte degli organi dell'udito - ronzio nelle orecchie, vertigini, compromissione dell'udito;
  • reazioni allergiche - rash, tra cui dermatite esfoliativa, necrolisi epidermica tossica, orticaria , vasculite ;
  • reazioni locali - necrosi del dolore o del tessuto nei siti di iniezione, tromboflebite (più spesso a causa della violazione delle regole di somministrazione della soluzione).

Con la rapida introduzione della soluzione si può osservare la "sindrome del collo rosso" (manifestata da arrossamento della pelle del viso e della parte superiore del corpo), eruzioni cutanee, spasmi muscolari alla schiena e al collo, reazioni anafilattoidi (aumento della frequenza cardiaca, febbre, broncospasmo, abbassamento della pressione sanguigna, vertigini).

In caso di sovradosaggio di Vancomicina, si nota il peggioramento degli effetti collaterali del farmaco. Agenti sintomatici sono prescritti per il trattamento, l'emoperfusione e l'emofiltrazione vengono eseguite.

Istruzioni speciali

Quando si utilizzano antibiotici, è importante considerare:

  • prima che la nomina del farmaco sia determinata dalla sensibilità dell'organismo alla sostanza attiva;
  • La vancomicina è usata con cautela in una compromissione funzionale lieve e moderata dei reni (la dose è ridotta in accordo con la clearance della creatinina) ed è controindicata in caso di insufficienza renale funzionale grave;
  • prescritto con cautela per ipoacusie;
  • durante il periodo di trattamento deve essere audiogramma, determinazione della funzione renale (analisi delle urine, determinazione della creatinina e dell'azoto ureico);
  • è richiesto il controllo del livello di vancomicina nel plasma sanguigno durante il trattamento di neonati e anziani, pazienti con funzionalità renale compromessa.

Interazioni farmacologiche:

  • La vancomicina in combinazione con anestetici generali può causare lo sviluppo di eritema, vampate di tipo istaminico, shock anafilattico;
  • la combinazione di Vancomicina con amfotercina B, cisplatino, aminoglicosidi, diuretici, ciclosporina, polimixine intensifica gli effetti collaterali dei reni e degli organi dell'udito, fino a gravi danni ai reni e perdita dell'udito;
  • la colesteramina riduce l'efficacia della vancomicina;
  • La vancomicina non è compatibile con corticosteroidi, eparina, cloramfenicolo, aminofillina, fenobarbital, pertanto il loro uso simultaneo non è raccomandato;
  • non mescolare la soluzione di vancomicina con altre soluzioni medicinali.

Gravidanza e allattamento:

  • La vancomicina è controindicata nel primo trimestre di gravidanza a causa dell'elevato rischio di effetti tossici sui reni e sul sistema uditivo;
  • nei trimestri II e III, un antibiotico può essere prescritto solo per motivi di salute, in situazioni in cui il beneficio atteso per la madre superi i potenziali rischi per il feto;
  • quando si usa il farmaco durante l'allattamento, l'allattamento al seno deve essere interrotto.

Analoghi della vancomicina

Gli analoghi strutturali del farmaco, che includono la vancomicina, comprendono: Vancoled, Teva Vancomicina, Vancotina, Vanmiksan, Vero-Vancomicina, Vancomicina Qualimed, Editsin, Vancomabol, Vankorus.

Termini e condizioni di conservazione

La vancomicina viene conservata in un luogo asciutto, al riparo dalla luce solare, a temperatura ambiente (inferiore a 25 ° C). La data di scadenza è di 2 anni. Non usare un antibiotico dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Prezzo di vancomicina

Polvere di vancomicina - 200-280 rubli.

Valutare la vancomicina su una scala a 5 punti:
1 звезда2 звезды3 звезды4 звезды5 звезд (voti: 1 , voto medio 5.00 su 5)


Recensioni di Vancomicina:

Lascia il tuo feedback