Vene varicose del bacino: sintomi, trattamento nelle donne e negli uomini
medicina online

Vene varicose del bacino: sintomi, trattamento

contenuto:

Vene varicose del bacino Le vene varicose del bacino colpiscono principalmente le donne in età fertile. Questa patologia è spesso confusa con la varicosità uterina, sebbene sia diversa nell'origine e nelle sue manifestazioni della malattia.

Tale malattia di solito si sviluppa durante la gravidanza, ma ci sono casi della sua insorgenza e comparsa asintomatica anche nell'adolescenza.

Le vene varicose del bacino, che si estendono al perineo e alla vulva, durante la gravidanza sono osservate nel 30% delle donne. La ragione principale di questo fenomeno è la diminuzione delle proprietà elastiche delle pareti venose, che si verificano sullo sfondo di aumentare i livelli ormonali. Nelle condizioni di compressione delle grandi vene dello spazio retroperitoneale, si verifica la formazione di tratti di deflusso collaterali, anche attraverso il sistema delle vene gonadiche. Le vene ingrandite della vulva e del perineo dopo il parto sono di solito sottoposte a inversione inversa.

Al di fuori della gravidanza, le vene varicose di tale localizzazione si osservano solo nel 2-10% dei casi. Il passo più importante nella formazione del dolore in questo caso è la riduzione della velocità del flusso sanguigno nel sistema di microcircolazione.



motivi

Come accennato in precedenza, la causa più comune della malattia è la gravidanza, o meglio il flusso di ritorno del sangue (reflusso) attraverso la vena ovarica, che a sua volta è causata dalla compressione dei vasi pelvici o dai cambiamenti dei livelli ormonali durante la gravidanza.

Inoltre, le cause della patologia possono essere:

  • lavoro sedentario sedentario;
  • numerosi generi;
  • patologie congenite del tessuto connettivo;
  • esercizio eccessivo;
  • malattie ginecologiche infiammatorie;
  • aumento della produzione di estrogeni;
  • disfunzione sessuale.

Tra i fattori avversi si annoverano caratteristiche quali la sessualità come frequente interruzione del rapporto sessuale, l'assenza di orgasmo. Negli ultimi anni, gli esperti dicono sugli effetti dannosi della terapia ormonale sostitutiva e della contraccezione. Ciò è supportato dal fatto che nel periodo post-menopausale le manifestazioni della sindrome sono significativamente ridotte.

classificazione

Nello sviluppo di questo processo patologico, ci sono 3 fasi:

  • il primo stadio, per il quale il diametro caratteristico delle vene è compreso tra 5 e 7 mm con la localizzazione del processo lungo il bordo superiore dell'ovaio sinistro;
  • il secondo stadio, con un diametro delle vene di 8-9 mm, il processo patologico si estende a tutto l'ovaio sinistro, le vene dell'ovaio destro e dell'utero sono anche ingrandite;
  • il terzo stadio, in cui si osserva un diametro delle vene da 10 a 13 mm, e sulle ovaie sinistra e destra sono quasi identiche, le vene dell'ovaio sinistro in questo caso si trovano sotto il bordo inferiore.



I sintomi delle vene varicose del bacino

Ci sono due opzioni per il verificarsi di questa malattia - pletora venosa degli organi pelvici e vene varicose del perineo. I sintomi di queste condizioni sono approssimativamente uguali alle loro cause. La maggior parte dei pazienti ha i seguenti reclami:

  • dolore nell'addome inferiore;
  • forte scarico dalla vagina;
  • sindrome premestruale pronunciata;
  • disturbi mestruali;
  • disturbi della minzione.

Questi sintomi in diversi pazienti possono manifestarsi in varie combinazioni. Alcuni pazienti annotano quasi tutti, e alcuni di loro ne hanno solo uno o due. Il segno più caratteristico della malattia è la presenza di dolore estenuante nell'addome inferiore, non spiegato da eventuali cambiamenti visibili. Un altro sintomo predominante nella maggior parte dei pazienti è una mucosa abbondante.

I sintomi di questa patologia delle vene sono più pronunciati dopo l'esercizio, così come alla fine del ciclo mestruale. Le vene varicose esistenti delle gambe possono suggerire la presenza di questa particolare malattia. Dopotutto, gli stessi fattori diventano le cause dello sviluppo di entrambe le malattie.

All'esame, viene generalmente rilevato un cambiamento nelle vene superficiali nell'area dei glutei, nell'area perineale e sulla superficie esterna posteriore della coscia.

diagnostica

I sintomi della malattia somigliano in molti modi alle manifestazioni di altre malattie ginecologiche: fibromi e prolasso uterino, endometriosi. Pertanto, quando si effettua una diagnosi, è necessario escluderli, qual è la difficoltà di diagnosticare questa malattia. Inoltre, per confermare le vene varicose, è necessario rilevare la localizzazione del reflusso, cioè il luogo da cui il sangue viene restituito alle vene perineali.

Per questo motivo, l'esame richiesto per la diagnosi include:

  • esame vaginale;
  • ultrasuoni;
  • doppler vascolare;
  • flebografia transaddominale;
  • laparoscopia;
  • tomografia computerizzata.

L'esame ecografico deve essere eseguito utilizzando non solo sensori addominali, ma anche transvaginali. Le vene varicose si trovano sotto forma di molteplici conglomerati e lacune, il cui flusso sanguigno è debole e multidirezionale.

Lo studio Doppler dei vasi sanguigni aiuta a identificare le sfumature esistenti della circolazione sanguigna nelle formazioni vascolari di quest'area. Utilizzando la flebografia, viene valutata la capacità funzionale delle vene e vengono identificate le caratteristiche esistenti del flusso sanguigno locale.

La tomografia computerizzata è prescritta solo nei casi che richiedono una diagnosi approfondita. Prima di tutto, è necessario escludere altre malattie localizzate in quest'area.

Un numero così elevato di procedure diagnostiche rende affidabile la diagnosi ed elimina la possibilità di un trattamento errato. Ad esempio, nell'adolescenza, le vene varicose pelviche vengono spesso scambiate per una colpite banale e invece di curare una malattia venosa viene trattata la mucosa vaginale. Pertanto, se un paziente si sta rivolgendo con dolori di eziologia poco chiara, allora si dovrebbe, prima di tutto, scoprire quali fattori contribuiscono al loro rafforzamento e condurre un esame completo con tutta la cura.

Trattamento delle vene varicose del bacino

Anche il trattamento di massima qualità non consente di curare completamente le vene varicose del bacino. Tuttavia, una terapia adeguata consente di eliminare la maggior parte delle manifestazioni cliniche e migliorare significativamente le condizioni del paziente. Aiuta a risolvere i seguenti compiti:

  • normalizzazione del tono venoso;
  • prevenzione dei processi stagnanti nei vasi pelvici;
  • miglioramento della nutrizione tissutale.

Gli esperti consigliano la terapia farmacologica combinata con la terapia fisica e l'uso della biancheria intima da compressione. Il complesso di esercizi fisici raccomandati include "Betulla", "Bicicletta", "Forbici". È anche possibile migliorare il deflusso di sangue dai plessi venosi con l'aiuto di esercizi di respirazione, che consistono nell'alternare respiri lenti ed espiratori lenti. Una doccia in crescita è consigliata per l'area del cavallo. Indossare collant a compressione di classe II per tali pazienti è obbligatorio.

A causa della posizione interna delle vene malate, i farmaci vengono prescritti per via orale, non è possibile utilizzare gel venosi e unguenti. Sono usati i seguenti mezzi:

  • venoso;
  • migliorare la reologia del sangue;
  • antinfiammatorio non steroideo;
  • ormonale;
  • vitamine.

La rimozione della pletora venosa riduce il grado di vene varicose degli organi pelvici. A tal fine, le prescrizioni del corso sono prescritte per phleboprotectors come Detralex, Venoruton, Ginkor-for. Quando vengono espressi, vengono usati farmaci antinfiammatori non steroidei. Questo tipo di terapia viene solitamente prescritta per le esacerbazioni della malattia. Di conseguenza, la dilatazione delle vene e del plesso pelvico diminuisce, il flusso venoso aumenta e il drenaggio migliora.

Con le vene varicose delle ovaie, il trattamento chirurgico è giustificato, è anche raccomandato al 3o stadio della malattia. Lo scopo dell'intervento è quello di superare il reflusso patologico. Il metodo ottimale è, prodotto sotto il controllo dell'angiografia, l'embolizzazione delle vene ovariche. Al fine di aumentare l'efficacia dell'intervento, viene eseguita la somministrazione aggiuntiva di un farmaco flebosclerante in uno stato di schiuma fine. Questo metodo è chiamato embolizzazione con il metodo "sandwich".

Recentemente, sono stati introdotti nella pratica metodi minimamente invasivi per il trattamento chirurgico di questa patologia.

Metodi tradizionali di trattamento

Oltre alla medicina tradizionale per malattie di questo tipo si possono usare rimedi popolari. I più efficaci sono i seguenti:

  • tintura di ippocastano;
  • infuso di tè;
  • tintura di radici di tarassaco;
  • hirudotherapy.

Quando si trattano con le sanguisughe, vengono posizionati sulla regione dell'osso sacro o del coccige.

Un ruolo importante è svolto da una dieta equilibrata, che dovrebbe contenere una quantità sufficiente di fibre vegetali e proteine ​​animali. Aiuta a mantenere il tono vascolare e il metabolismo dei tessuti nelle carote. Pertanto, si raccomanda di introdurlo nella dieta sotto forma di insalate e succhi.

complicazioni

Le complicazioni più frequenti di questa malattia sono:

  • malattie dell'utero e appendici infiammatorie;
  • malattia della vescica;
  • sanguinamento uterino.

In condizioni di fuoriuscita venosa alterata vi è il rischio di trombosi venosa pelvica. Ma la frequenza di questo tipo di complicanze non supera il 3-5%.

Caratteristiche della malattia negli uomini

Sebbene la maggior parte dei pazienti siano donne, anche gli uomini sono suscettibili a questa malattia. L'essenza della malattia nella versione maschile è una violazione delle valvole, che si trovano nelle vene del cordone spermatico. Normalmente, questo apparato valvolare impedisce il flusso inverso del sangue attraverso le vene. Quando si verifica un allargamento delle vene, le valvole diventano insostenibili e il sangue esegue i movimenti del pendolo. Il risultato è un rallentamento del flusso sanguigno, l'equalizzazione della temperatura corporea e dei testicoli e, di conseguenza, l'inibizione della funzione testicolare. La conseguenza più difficile è l'infertilità maschile completa.

I motivi che causano l'aspetto di questa patologia includono:

  • la presenza di ernie inguinali;
  • la presenza di tumori nella zona genitale;
  • frequente stitichezza;
  • nefroptosi del rene sinistro;
  • disfunzione del tessuto connettivo.

Come risultato di queste patologie, la pressione idrostatica aumenta e il flusso inverso di sangue entra nella rete venosa del testicolo.

I fattori familiari che contribuiscono al verificarsi di questo problema sono:

  • duro lavoro fisico;
  • mancanza di piena vita sessuale;
  • frequente mancanza di sonno in combinazione con alta attività motoria.

Una causa separata di questa malattia è la struttura non standard dei testicoli, in cui si nota la loro espansione congenita.

Durante il corso della malattia, si distinguono 4 fasi. Segni notevoli cominciano ad apparire già sul secondo di essi. Consistono in una leggera espansione delle vene sul pene. I sintomi che si presentano dopo sono i seguenti:

  • dolore nel pene al momento dell'eccitazione;
  • cambiare le dimensioni e la forma dello scroto;
  • tirando i dolori nel basso addome.

All'ultimo stadio, il dolore diventa permanente e incessante, lo scroto aumenta più volte, la minzione diventa difficile. La conseguenza più pericolosa di tutto questo è l'infertilità.

Per il trattamento con un processo debolmente espresso, vengono offerti farmaci venotonici e antinfiammatori. Con un varicocele pronunciato, si raccomanda un trattamento chirurgico, il cui scopo è quello di intersecare e bendare tutte le vene dilatate attraverso le quali avviene il flusso di sangue inverso.

Esistono diversi tipi di interventi chirurgici da diversi punti di accesso. Sono possibili operazioni laparoscopiche in cui la vena testicolare viene ligata attraverso un'incisione nelle regioni iliache e inguinali.

Dopo un'operazione riuscita, il numero di spermatozoi nel liquido seminale aumenta e la loro qualità viene migliorata.

Il modo migliore per prevenire questa malattia negli uomini è evitare carichi eccessivamente pesanti e problemi con la sedia, che portano ad un aumento della pressione intra-addominale.


| 17 maggio 2015 | | 3,231 | chirurgia
  • | Oksana | 27 agosto 2015

    Ho riscontrato un notevole miglioramento dei risultati del sondaggio dopo aver ricevuto Phlebodia 600. Non pensavo nemmeno che le pillole sarebbero state in grado di raggiungere tali risultati e rimuovere l'operazione per un periodo indefinito.

Lascia il tuo feedback