Varicella negli adulti: sintomi e trattamento, foto, periodo di incubazione. Che aspetto ha la varicella nei primi giorni?
medicina online

Varicella negli adulti: sintomi e trattamento, foto

contenuto:

Tradizionalmente, la varicella è considerata una malattia infantile che si verifica in modo relativamente semplice e ha una prognosi favorevole in quasi il 100% dei casi. L'immunità a questa malattia è formata per tutta la vita, che protegge una persona dalla reinfezione nell'età adulta, quando la malattia è caratterizzata dallo sviluppo di un quadro clinico severo.

L'agente eziologico della varicella è un virus dell'herpes di tipo III o come viene anche chiamato Varicella Zoster. Questo virus è contagioso al 100% - cioè, al contatto con un bambino malato, tutti coloro che sono presenti si ammaleranno, ad eccezione di quelli che hanno già avuto questa malattia.

Il virus può causare non solo la varicella, ma anche un'altra malattia con un decorso estremamente sgradevole. Questo può verificarsi quando c'è uno stato portante lungo e asintomatico di Varicella Zoster. Non è mai possibile prevedere se una persona è portatrice di un virus o meno, perché quest'ultima può o meno rimanere nei gangli nervosi per tutta la vita del paziente. Per lo sviluppo dell'herpes zoster, è sufficiente ridurre l'immunità, che si verifica dopo una grave malattia o in preparazione al trapianto di organi, nonché ad altre lesioni sistemiche. L'herpes zoster può anche svilupparsi in una persona che incontra per la prima volta un virus, se al momento dell'infezione l'immunità è significativamente indebolita. Altrimenti, l'adulto sperimenterà i classici sintomi della varicella.



Come si ottiene la varicella?

Per ottenere la varicella, a volte basta essere in una stanza dove un malato era presente qualche tempo fa. Il virus è così piccolo e leggero da poter essere trasportato per via aerea su lunghe distanze. Ecco perché la malattia e ha preso il nome di varicella. L'unico fatto che può frenare la rapida diffusione dell'infezione è che l'agente patogeno, una volta fuori dal corpo, muore in circa 10 minuti.

Il paziente inizia a espellere l'agente patogeno nell'ambiente diversi giorni prima del debutto visivo della varicella, cioè è impossibile escludere completamente la possibilità di infezione se la persona non ha immunità al virus della varicella o non è immunizzata.

Nel caso in cui in una squadra di bambini un bambino si ammali di varicella, la quarantena viene annunciata in tutto il gruppo o classe.

Varicella negli adulti: sintomi

I sintomi clinici della malattia sono abbastanza specifici per periodi diversi.

Periodo di incubazione della varicella negli adulti

Questo periodo di tempo è caratterizzato dall'assenza di sintomi e dura dal momento dell'infezione fino ai primi segni di intossicazione. Lo sviluppo classico del quadro clinico suggerisce che il periodo di incubazione dura circa 2 settimane, tuttavia, più una persona diventa anziana, più il tempo passa dall'infezione ai primi sintomi. In un adulto, è considerato normale se la temperatura aumenta di tre settimane dopo il contatto con una persona infetta.

Periodo Prodromico

Il periodo prodromico è caratterizzato dallo sviluppo dei seguenti sintomi:

  • Febbre, febbre, brividi;
  • Nausea, vomito, dolori alle articolazioni e altri segni di intossicazione generale del corpo;
  • Mal di testa.

La temperatura può raggiungere alti indici individuali e la condizione generale del paziente è caratterizzata come più grave rispetto a come è stata diagnosticata la varicella in un bambino. Già in questo momento, il paziente diventa contagioso per le persone che non sono immuni al virus Varicella Zoster.

Stadio di eruzioni cutanee

Varicella nelle foto per adulti Una caratteristica eruzione cutanea appare bruscamente, 2-3 giorni dopo il debutto della malattia, a partire dall'addome e dalle cosce, passando al torace, alle spalle e alla testa. Le macchie rosse si trasformano rapidamente in bolle fluide (papule), che formano le vescicole quando si rompono. L'intero processo richiede da 3 a 5 giorni. Così, nel mezzo della malattia sul corpo, puoi vedere contemporaneamente tutte le manifestazioni cliniche dell'eruzione. Le eruzioni in nessun caso non possono essere pettinate, schiacciate e generalmente le toccano con le mani. Altrimenti, un'infezione può entrare nelle ferite e il processo di guarigione sarà ritardato. Inoltre, tracce visibili rimarranno sul sito di papule infette.

Con la comparsa di lesioni, la temperatura corporea non solo non cade, ma può, al contrario, aumentare. Spesso nei primi giorni di eruzione c'è un aumento dei sintomi di intossicazione. In parallelo, le condizioni del paziente peggiorano, mentre il prurito inizia a disturbarlo, che può essere parzialmente rimosso prendendo antistaminici.

Croste di essiccazione in fasi

Foto del mulino a vento negli adulti In questa fase, il paziente cessa di essere contagioso e numerose vescicole si ricoprono di croste e si seccano. Per la completa scomparsa delle lesioni, ci vogliono circa due settimane.

Oltre alla pelle, il virus può anche influenzare le mucose. Le ferite appaiono in bocca, sulle guance e sulla laringe. Spesso si possono vedere bolle caratteristiche sulla superficie dei genitali sia nelle donne che negli uomini.

Complicazioni della varicella negli adulti

Negli adulti, la varicella può verificarsi con le seguenti complicazioni:

  • La forma bollosa è caratteristica dei pazienti debilitati con gravi malattie croniche. In questo caso, ulcere non cicatrizzanti a lunga durata si formano nel sito di rash, che si trasformano in pockmarks. Questi ultimi possono rimanere sul corpo per tutta la vita e sono soggetti a correzioni solo attraverso l'uso di procedure di medicina estetica, ad esempio la lucidatura laser.
  • Forma emorragica - si sviluppa con la sconfitta della parete vascolare. In questo caso si formano papule con contenuto sanguinante.
  • Forma gangrenosa - caratterizzata dallo sviluppo di eruzioni cutanee con aree necrotiche. Dopo che le vescicole si sono asciugate, le ulcere profonde rimangono.

Inoltre, la varicella negli adulti può essere complicata:

  • Polmonite - si verifica spesso nelle donne in gravidanza, così come nei pazienti con immunità ridotta.
  • Perdita parziale della vista - se l'eruzione colpisce le palpebre superiore e inferiore, il virus può facilmente raggiungere il bianco dell'occhio. In questo caso, dopo la fase di essiccazione, si possono formare piccole cicatrici che causano il deterioramento della vista.
  • Artrite - dolore alle articolazioni di natura infiammatoria, che nella maggior parte dei casi passa dopo la fine del periodo prodromico.
  • Neurite del nervo ottico, che può causare perdita della vista.
  • Meningite o encefalite - entrambe le malattie sono caratterizzate da danno cerebrale e sono estremamente pericolose. Cominciano con un forte aumento dei sintomi - nausea, vomito, compromissione della coordinazione motoria e perdita di coscienza.
  • Laringite o tracheite - tosse o mal di gola sono un segno di forti eruzioni sulla mucosa del tratto respiratorio.
  • Stomatite - quando l'eruzione cutanea è localizzata sulle gengive e all'interno della guancia.
  • Vulvite e infiammazione del prepuzio negli uomini.

Diagnosi di varicella

La diagnosi di varicella non presenta particolari difficoltà in presenza di eruzioni cutanee caratteristiche. Se viene diagnosticata la varicella, tutti coloro che sono stati in contatto con il paziente vengono chiusi per la quarantena. La durata della restrizione è di 21 giorni. A causa dell'elevata contagiosità in quarantena, interi reparti di policlinici e ospedali, così come classi di scuole e gruppi nelle scuole materne, possono chiudere.

Il paziente può essere raccomandato di donare il sangue per la presenza di anticorpi al virus Varicella Zoster, il cui rapporto può essere dedotto sullo stadio della malattia.

Trattamento di varicella

Trattamento della varicella negli adulti I farmaci specifici che avrebbero combattuto il patogeno, non sono stati ancora trovati. La terapia scende per alleviare i sintomi e prevenire le complicanze. I seguenti gruppi di farmaci sono usati per questo:

  • Anti-infiammatorio e antipiretico, se il paziente è difficile da tollerare a temperatura elevata. Di solito vengono prescritti preparati di paracetamolo o ibuprofene.
  • Antistaminici per ridurre il prurito e alleviare le reazioni allergiche, poiché nei pazienti adulti c'è una risposta immunitaria più pronunciata, che aggrava notevolmente il decorso della malattia. Va ricordato che alcuni farmaci antiallergici hanno un effetto ipnotico pronunciato, ad esempio la suprastina.
  • Farmaci antivirali e interferoni possono essere prescritti sia per uso sistemico che per uso topico.
  • Gli antibiotici sono prescritti se i medici diagnosticano l'adesione di un'infezione secondaria, ad esempio l'infezione di pustole.
  • Antisettici. Questa classe è rappresentata da una grande varietà di farmaci da, tutti familiari, dal verde brillante al colluttorio, se l'eruzione colpiva la mucosa della gomma.

Quando si tratta un'eruzione cutanea, è molto importante non usare la stessa bacchetta con un bastoncino di cotone per diversi tipi di bolle. In caso contrario, è probabile che infetti la pelle ancora non infetta.

Durante la varicella è necessario aderire a una dieta ipoallergenica, poiché il corpo è già ipersensibile e ulteriori risposte immunitarie possono solo aggravare le condizioni del paziente.

Particolare attenzione dovrebbe essere prestata all'igiene personale. Le lenzuola e gli indumenti per il corpo devono essere tenuti puliti e cambiati regolarmente. Contrariamente al malinteso comune durante la malattia, puoi fare una doccia fredda, che allevia i sintomi spiacevoli del prurito, tuttavia, durante la procedura, non puoi strofinare con una salvietta dura. Dopo il bagno, puoi solo asciugare leggermente il corpo con un asciugamano morbido.

Prevenzione della varicella

Le persone di solito si ammalano di varicella nella prima infanzia, poiché l'agente patogeno è estremamente facile da trasmettere da persona a persona. Tuttavia, alcune persone raggiungono un'età matura e non hanno l'immunità al virus Varicella Zoster.

Per non ammalarsi, si raccomanda di sottoporsi a una vaccinazione speciale, dopo la quale si sviluppa un'immunità permanente, come se il paziente avesse sofferto di varicella. È possibile mettere radici anche se c'è stato un contatto con il paziente e non sono trascorse più di 72 ore dal suo momento.

Varicella durante la gravidanza

Se una donna non ha immunità all'agente patogeno della varicella al momento della pianificazione intenzionale della gravidanza, allora le sarà raccomandato di ricevere una vaccinazione appropriata. L'infezione durante la gravidanza è pericolosa per il feto fino a circa 20 settimane. In questo momento, il virus provoca la morte del feto, con conseguente aborto spontaneo o morte fetale. È anche possibile lo sviluppo di gravi difetti che comportano la disabilità del bambino nato.

Nei periodi successivi, l'effetto del virus sia sulla madre che sul feto si indebolisce, raggiungendo un secondo picco poco prima della nascita. L'infezione tardiva della varicella è piena di sviluppo di polmonite, che può anche portare alla morte di un bambino. In questi casi, viene effettuata una terapia speciale con immunoglobuline e anticorpi specifici.

La mancanza di immunità alla varicella in generale non è un'indicazione per l'aborto.


| 24 giugno 2015 | | 3,219 | Malattie infettive
Lascia il tuo feedback