Sifilide secondaria: segni, trattamento di un periodo secondario di sifilide
medicina online

Sifilide secondaria

Foto di sifilide secondaria Questo periodo di sifilide corrisponde alla generalizzazione del processo infettivo. Persistente nei linfonodi nel periodo della sifilide primaria, il treponema pallido entra nel flusso sanguigno con il flusso sanguigno che si diffonde in nuove aree della pelle e degli organi interni. Di norma, in questa fase del processo infettivo, una persona avverte segni di malessere generale (febbre bassa, debolezza, intensità moderata del dolore nei muscoli e nelle articolazioni, specialmente di notte). I suddetti sintomi si osservano principalmente nelle donne e nei pazienti debilitati.

Lesioni specifiche nella sifilide secondaria sono osservate in tutte le aree della pelle (sifilide), nella maggior parte delle mucose e in alcuni organi interni.

I risultati della diagnosi sierologica nella fase della sifilide secondaria sono positivi. Nella pratica domestica, vengono utilizzate reazioni come l'immobilizzazione del treponema pallido (RIBT) o la reazione immunofluorescente (RIF).

Sintomi di lesioni cutanee

Tutti gli effetti secondari sulla pelle, la cosiddetta sifilide, hanno un numero di proprietà simili indipendentemente dalla loro posizione:

  • Gli elementi dell'eruzione cutanea sono densi al tatto, non accompagnati da cambiamenti ulcerativi e necrotici, che diminuiscono gradualmente di dimensioni senza formazione di cicatrici.
  • Non ci sono disagi soggettivi (prurito e formicolio).
  • Segni di alterazioni infiammatorie (dolore, arrossamento, gonfiore) sono solitamente assenti, il che rende possibile distinguere i sifilidi dalle altre malattie della pelle.
  • Gli elementi dell'eruzione cutanea non hanno la tendenza a fondersi, così come la crescita periferica, chiaramente separata dal tessuto sano.
  • Qualsiasi sifilide contiene un numero significativo di cellule pallide treponema, che possono essere utilizzate per la conferma di laboratorio della diagnosi.
  • Le sifilide possono essere rappresentate da vari elementi dell'eruzione (dal roseolo ai pustole). L'apparizione simultanea di vari elementi dell'eruzione cutanea si chiama vero polimorfismo. Nel caso di episodi ripetuti di sifilide secondaria, è possibile aggiungere gradualmente elementi dell'eruzione cutanea, cioè, gli elementi precedenti dell'eruzione si prosciugano, ne compaiono di nuovi. Questo fenomeno è chiamato falso polimorfismo.

Molto spesso nel caso della sifilide secondaria un tale elemento dell'eruzione cutanea si presenta come siringa sifilitica o sifilide maculata. Questo elemento dell'eruzione si trova negli strati superficiali della pelle. Ha una tinta rosa pallido o rosa intenso. La roseola nella sifilide secondaria appare gradualmente (per diversi giorni o settimane) simmetricamente e focalmente. Roseola non si fonde, non accompagnato da prurito. Se premuto, scompare, ma poi riappare. Solo con una pressione molto lunga, la roseola cambia colore da rosa a giallo, che è associato all'emolisi dei globuli rossi. Anche la rosa canina scompare gradualmente e nello stesso ordine in cui apparivano. In rari casi, la rosaola sifilitica è accompagnata da un peeling lamellare fine. In alcuni pazienti, dopo l'inizio del trattamento della sifilide secondaria, si verifica un peggioramento delle manifestazioni cliniche: il numero di elementi dell'eruzione e il deterioramento delle condizioni generali aumentano (reazione di Yarish-Lukashevich).

Anche una variante abbastanza comune di un'eruzione cutanea nel caso della sifilide secondaria è una papula (o sifilide papulare). Questa variante della sifilide è la più caratteristica del decorso ricorrente della sifilide secondaria (in assenza di un trattamento adeguato o del completamento dell'intero corso). Questo è un denso, sporgente al di sopra della superficie dell'istruzione della pelle, di forma ovale o rotonda, fino a 1 centimetro di dimensione. Di regola, i papule sifilitici appaiono anche più lentamente del roseola. Il completamento dell'intero ciclo di formazione e di sviluppo inverso della sifilide papulare può essere ritardato per 2-3 mesi. Come per il roseolo, è caratteristico lo spargimento periodico, cioè nuovi elementi di rash sifilitico possono comparire sulla stessa area cutanea. Per papules caratteristico colore rosso scuro: da porpora a bluastro. È tipico della variante papulosa dell'eruzione, tipica del peeling che assomiglia ad un collare: il cosiddetto colletto Bietta (le placche di epitelio desquamato non raggiungono il bordo della papula e formano un particolare bordo smerlato). Inoltre, un sintomo caratteristico di una papilla sifilitica è la sensazione che il paziente abbia un dolore acuto con forte pressione con una sonda speciale al centro della papula (un sintomo di Yadasson). Già dopo il riassorbimento della sifilide papulare, una notevole pigmentazione persiste a lungo. Questa variante di eruzione cutanea sifilitica può comparire su qualsiasi parte della pelle, comprese le suole, i palmi delle mani e persino le aree pelose della testa. In molti pazienti c'è un accumulo di papule sifilitiche sotto forma di anelli, bande o archi.

Attualmente non ci sono solo papule sifilitiche classiche, ma anche alcune altre opzioni: ampie verruche, seborroiche, nummulari, psoriasoforme, umide. Si distinguono le seguenti caratteristiche di tali varianti atipiche di papule sifilitiche:

  • La sifilide numerica ha una consistenza più densa, una tinta marrone e una superficie piatta sferica.
  • La psoriasoforma sifilide si verifica nelle aree della pelle, dove si trova il maggior numero di ghiandole sebacee (testa e faccia). Gli elementi sono coperti da squame grigie giallo-gialle, quindi assomigliano a placca psoriasica; Questa variante di sifilide è osservata nella forma della cosiddetta corona di Venere (limite della pelle della zona facciale e del cuoio capelluto).
  • Le sifilide delle palme e delle piante dei piedi sono caratterizzate da una cheratinizzazione insolita e piuttosto pronunciata, a volte si formano anche cambiamenti simili al grano.
  • La sifilide umida si forma in luoghi di maggiore sudorazione (pieghe della pelle naturale) e macerazione, al suo posto si forma rapidamente l'erosione, che tende a crescere lungo la periferia e fondersi con elementi vicini. Lieve bruciore e prurito.
  • Le verruche diffuse si formano sul sito di un'erosione a lungo esistente, caratterizzata da una crescita disomogenea e irregolare dei bordi del difetto della pelle sotto forma di "cavolfiore".
  • La milifora sifilide è caratterizzata da elementi molto piccoli (diversi millimetri) dell'eruzione, disposti a forma di anello, che circondano il follicolo pilifero.

La pustola sifilitica (o sifilide pustolosa) è un fenomeno piuttosto raro nel quadro clinico della sifilide moderna, che indica un decorso maligno. È osservato principalmente in pazienti debilitati. Accompagnato da un deterioramento delle condizioni generali di una persona. Ci sono le seguenti opzioni per le pustole sifilitiche:

  • l'acne - assomiglia a un'eruzione cutanea di acne , ha una forma conica, rapidamente trasformata in una crosta e una cicatrice;
  • A forma di Oppen - un elemento di una forma circolare con retrazione al centro (quindi il confronto con il vaiolo), il passaggio a una crosta che non cade da molto tempo; dopo che è possibile la pigmentazione;
  • impetiforme - un difetto più grande da cui si forma una crosta marrone a più strati, circondata da una zona di infiltrazione;
  • ektimatozny - molto grande, tende alla crescita periferica, l'erosione molto profonda si trasforma lentamente in una crosta nera ed è sostituita da una cicatrice estesa;
  • rupioide: grande erosione di forma che assomiglia a un guscio di ostrica; tre zone sono caratteristiche (crosta - rullo infiltrativo - zona di ulcerazione ovale).

Nelle fasi successive della sifilide secondaria (specialmente non trattata), si osserva spesso ipopigmentazione (leucoderma sifilitico). Il suo aspetto è notato sulla pelle del tronco e degli arti, la versione classica è sul collo (la collana di Venere). Molto spesso combinato con alopecia (calvizie). Dura un tempo molto lungo - fino a diversi anni.

L'alopecia sifilitica (calvizie) può essere sia diffusa che piccola-focale; coprire sia il cuoio capelluto che l'area dei baffi, della barba, delle ciglia e delle sopracciglia. Con un'ispezione visiva superficiale, ci sono molteplici piccoli punti focali di perdita di capelli che non si fondono. Un tipico tratto di Pincus è anche una diversa lunghezza di ciglia su un occhio. Forse nei casi gravi e trascurati di alopecia diffusa, quando l'aspetto dei capelli è simile alla pelliccia, che ha mangiato a fondo la talpa. Dopo il trattamento, i capelli crescono abbastanza rapidamente e la copertura pelosa ritorna al suo stato originale entro pochi mesi.

La sconfitta delle mucose nel caso di sifilide secondaria

Le sifilide possono essere rilevate, prima di tutto, sulla membrana mucosa della faringe e della laringe, così come sui genitali. Rappresentano un pericolo particolare nella via di infezione domestica, in quanto contengono una quantità significativa di agente patogeno.

Sulla membrana mucosa dell'orofaringe, la lesione sifilitica è caratterizzata dalla formazione di una specifica tonsillite eritematosa o papulare. La variante eritematosa dell'angina sifilitica è caratterizzata da iperemia congestizia, una sensazione di disagio (ma non dolore) durante la deglutizione. Quando papule sifilitiche papule hanno un aspetto caratteristico di "placche opaliche".

In entrambi i casi, gli elementi di eruzione sifilitica si sono diffusi oltre le tonsille al palato molle e duro, archi palatine, lingua e superficie interna delle guance. È questo in combinazione con la condizione generale invariata di una persona che rende possibile distinguere il processo sifilitico dalla tonsillite batterica e dalla difterite.

Macchie sifilitiche o papule si formano sulla membrana mucosa della laringe (le corde vocali proprie, lo spazio sottoglottico). Le corde vocali non si chiudono completamente, il che si manifesta con raucedine, diminuzione del volume della voce fino a completa perdita di voce. Sullo sfondo di un trattamento specifico, la voce viene ripristinata entro pochi mesi.

Altre lesioni nella sifilide secondaria

La lesione del tratto digestivo (stomaco e fegato) è funzionale e piuttosto rapidamente subisce uno sviluppo inverso sotto l'influenza di un trattamento specifico.

Disturbi più gravi nell'osso e nel sistema nervoso. Una persona con sifilide secondaria sente dolore doloroso alle ossa lunghe degli arti, articolazioni grandi, che si aggravano durante la notte e non sono praticamente arrestate dagli analgesici tradizionali. Può verificarsi una reazione infiammatoria del guscio esterno dell'osso (periostio). Le deformità di ossa e articolazioni in questa fase del processo sifilitico sono assenti.

Il danno al sistema nervoso centrale, vale a dire il cervello e le sue membrane, spesso non si manifesta clinicamente, ma può essere rilevato nello studio del liquido cerebrospinale. Il pericolo di un processo così latente è la mancanza di un trattamento tempestivo e lo sviluppo di gravi complicazioni irreversibili.

Il trattamento di sifilide secondaria, così come primario, è la nomina di corsi combinati speciali di penicillina.


| 9 maggio 2015 | | 1,295 | Malattie infettive
Lascia il tuo feedback