Malattie tiroidee nelle donne e negli uomini: sintomi, trattamento
medicina online

Malattie tiroidee nelle donne e negli uomini

contenuto:

Malattia della tiroide Tra le malattie degli organi del sistema endocrino, le malattie della ghiandola tiroidea sono ampiamente distribuite. Più spesso si verificano nelle donne, così come nella seconda metà della vita.



Anatomia e fisiologia

La ghiandola tiroide appartiene agli organi della secrezione interna e produce un numero di ormoni vitali per gli esseri umani. Si trova anteriormente alla trachea e nella versione classica consiste di due lobi, che sono interconnessi da un istmo. Nelle donne, la ghiandola normale ha un volume di circa 18 ml, e negli uomini, di solito 25 ml.

La ghiandola tiroidea produce i seguenti ormoni:

  1. Thyroxine (T4).
  2. Triiodotironina (T3).
  3. Le cellule C diffuse nella ghiandola tiroidea appartengono al sistema endocrino diffuso e producono calcitonina.

La tiroxina e la triiodotironina hanno un effetto generale sul corpo, normalizzano il suo metabolismo e l'attività neuro-psicologica. La calcitonina è importante per la regolazione del metabolismo del calcio, lo sviluppo e il funzionamento adeguati dell'apparato osseo.

Diagnosi della malattia della tiroide

Il medico che dovrebbe essere contattato per un esame dettagliato, la diagnosi e il trattamento delle malattie associate alla ghiandola tiroidea è un endocrinologo. Condurrà un esame primario, parlerà con il paziente, scoprirà la caratteristica dei disturbi di questa o quella malattia. Inoltre, nominerà un ulteriore esame di laboratorio e strumentale e, se necessario, consulterà altri specialisti.

Sebbene le malattie di questa ghiandola siano diverse, in quasi tutti i casi, i seguenti metodi di esame aggiuntivi sono usati per fare una diagnosi:

  1. Lo studio dei livelli ormonali.
  2. Stati Uniti.

Se necessario, anche nominato:

  1. Indagine sul livello degli ormoni ipofisari (ormone stimolante la tiroide - TSH) e ipotalamo (fattore di rilascio stimolante della tiroide), che controllano il funzionamento della ghiandola tiroidea.
  2. RM, TC, scintigrafia.
  3. Se necessario, può essere assegnato all'ecografia, alla radiografia, ecc.
  4. Biopsia.
  5. Altri studi

TSH

Questo è l'ormone che controlla l'attività di tutta la ghiandola tiroidea. A seconda del laboratorio e del metodo di determinazione, il suo livello varia normalmente da 0,2 a 3,2 mIU / lo da 0,5 a 5,5 mIU / l.

Aumentare la concentrazione indica una diminuzione della produzione ormonale da parte della ghiandola tiroidea, quindi cerca di "spronarlo" a lavorare, per così dire. Se la funzione della ghiandola è aumentata, il livello di TSH diminuisce di conseguenza.

T4 (tiroxina) e T3 (triiodotironina)

T4 nel fegato viene convertito nella sua forma attiva - l'ormone T3.In uno stato legato, entrambi questi ormoni circolano nel sangue, ma non hanno un effetto significativo sul corpo. Affinché questi ormoni diventino attivi, devono entrare in una forma libera. Per questo motivo, è la concentrazione di T3 e T4 liberi che viene misurata.

T4 libero: da 0,01 a 0,03 nmol / l. Aumenta con ipertiroidismo e tiroidite (durante l'attività del processo) e diminuisce con l'ipotiroidismo.

T3 libero: da 0,8 a 2,0 ng / ml.

TSH (globulina legante di tiroxina sierica)

Il TSH è la principale proteina di trasporto T4 e T3. Il suo tasso: da 2 a 4,8 mg%. Aumenta durante la gravidanza, con epatite virale, dopo l'assunzione di alcuni farmaci: metadone, clofibrato, farmaci contenenti estrogeni, compresi i contraccettivi.

Una diminuzione del TSH può anche essere osservata in alcune malattie, ad esempio: cirrosi epatica, acromegalia (fase attiva), sindrome di Cushing, deficit congenito di TSH, digiuno prolungato. Alcuni farmaci portano anche a una diminuzione di questa proteina di trasporto: aspirina, steroidi anabolizzanti, furosemide e alcuni altri.

Anticorpi contro la tireoglobulina (AkTG)

Gli anticorpi rappresentano alcune sostanze con le quali il sistema immunitario distrugge il cancro e le cellule alterate, oltre a virus e batteri. Tuttavia, in alcuni casi, il corpo inizia a produrre anticorpi contro cellule perfettamente sane e normali, causandone la distruzione (si sviluppa una malattia autoimmune).

Più alto è il livello di anticorpi contro i propri tessuti, più intenso è il danno alle cellule e più forte è l'attività del processo autoimmune. Uno studio sulla determinazione del livello di AcTG è necessario nei casi in cui è necessario confermare o rifiutare la diagnosi di tiroidite autoimmune.

Ecografia tiroidea

L'uso degli ultrasuoni determina la forma, le dimensioni, le caratteristiche strutturali, la presenza o l'assenza di nodi.

Un aumento della ghiandola è indicato nei casi in cui il suo volume è superiore a 18 ml nelle donne e più di 25 ml negli uomini.

Tentativamente, la dimensione della ghiandola tiroidea viene giudicata sulla base delle seguenti raccomandazioni dell'OMS:

0 gradi di aumento - se osservato dalla ghiandola tiroidea è determinato dalle dita, tuttavia, la dimensione delle sue parti non è superiore all'ultima (unghia) delle falangi delle dita del paziente (non la lamina ungueale, cioè le falangi delle unghie).

Il grado I è lo stesso, ma la dimensione dei lobi è più grande delle unghie delle unghie del paziente.

Grado II - l'aumento è determinato visivamente durante l'ispezione, oltre alla palpazione.

Altri studi

  1. Emocromo completo, l'urina è di serie, che il medico prescrive per tutti i pazienti che per la prima volta hanno presentato domanda per cure mediche.
  2. Definizione del metabolismo basale. Spesso questo tipo di ricerca viene eseguita in ospedale con l'aiuto di dispositivi speciali. Il metabolismo basale aumenta con tireotossicosi e rallenta con l'ipotiroidismo.
  3. Esami del sangue biochimici che caratterizzano lo stato funzionale del fegato e dei reni. Nel caso dell'ipotiroidismo, si osserva un aumento del colesterolo e, nell'ipertiroidismo, la sua diminuzione. Questo metodo è più informativo nella pratica pediatrica, poiché negli adulti il ​​colesterolo alto può essere associato allo sviluppo di aterosclerosi e non alla patologia tiroidea.

Raggi X, risonanza magnetica

Utilizzando la radiografia, è possibile determinare la dimensione della ghiandola tiroide, l'età "ossea" (nei bambini). Tomografia computerizzata, la risonanza magnetica consente di specificare la posizione e le caratteristiche delle formazioni tumorali. Con l'aiuto del contrasto, puoi studiare la struttura del sistema linfatico e dei vasi sanguigni della ghiandola.

Metodi radioimmunologici e radioisotopi

Determinare il livello di iodio radioisotopico consente di giudicare l'attività della ghiandola.

I metodi radioimmunologici consentono di determinare la concentrazione di T3, T4 e la presenza di AcTG.

biopsia

Questo tipo di ricerca viene utilizzato in caso di sospetta degenerazione maligna delle cellule tiroidee. Viene eseguita la puntura del nodo, seguita da un esame al microscopio.

Le malattie più comuni

  1. Gozzo endemico (carenza di iodio).
  2. Tireotossicosi.
  3. Ipotiroidismo
  4. Tiroidite.
  5. Tumori benigni e maligni.

Più raramente anomalie dello sviluppo congenito, nonché gozzo sporadico.

Gozzo endemico

Il motivo principale per lo sviluppo del gozzo endemico è la mancanza di assunzione di iodio da cibo e acqua. Nelle fasi iniziali, la carenza di iodio si manifesta con un graduale aumento delle dimensioni della ghiandola, che nei casi avanzati può raggiungere dimensioni enormi, schiacciando i tessuti circostanti.

Di regola, la funzione degli ormoni tiroidei non è disturbata, tuttavia, nei casi gravi, si possono osservare i sintomi di lieve ipotiroidismo: debolezza generale, aumento della fatica, sonnolenza. I bambini sono caratterizzati da un calo delle prestazioni scolastiche, dalla capacità di assorbire rapidamente materiale a scuola.

Se la tiroide raggiunge una dimensione significativa, compaiono i sintomi di compressione dei tessuti circostanti:

  • sensazione di grumo durante la deglutizione,
  • difficoltà a respirare di notte in posizione supina,
  • tosse secca ricorrente
  • raucedine,
  • i dolori
  • bloccaggio dei vasi sanguigni adiacenti con sintomi corrispondenti.

Ci sono 2 forme principali di gozzo endemico: diffuso e nodulare. Nel caso di un gozzo diffuso, tutto il ferro aumenta in modo uniforme e, nel caso di un nodulo, aumenta solo una certa parte (è possibile osservare nodi singoli o multipli). La forma nodale richiede un'attenzione speciale, poiché i nodi possono rinascere nel cancro.

Il trattamento del gozzo endemico è ridotto all'appuntamento e alla somministrazione regolare di farmaci contenenti iodio (es. Iodomarina). Inoltre, per eliminare la carenza di iodio, è necessario introdurre nella dieta alimenti ricchi di questo oligoelemento: cavolo marino, pesce di mare, noci, feijoa, sale iodato.

Nel caso dello sviluppo di enormi dimensioni del gozzo, è indicato un trattamento chirurgico.

La prevenzione del gozzo endemico consiste nell'utilizzare regolarmente alimenti ricchi di iodio, oltre a riempire periodicamente il fabbisogno di iodio con l'aiuto di corsi di farmaci contenenti iodio in dosaggio profilattico. Questo è particolarmente vero per i bambini e le donne incinte.

tireotossicosi

La tireotossicosi è una condizione caratterizzata dall'eccessiva azione degli ormoni tiroidei. Si può osservare nel gozzo tossico diffuso, nella tiroidite autoimmune (durante la fase tireotossica) e nell'adenoma ipofisario.

Le cause della tireotossicosi non sono completamente stabilite. Tuttavia, potrebbe svilupparsi a causa dei seguenti fattori:

  1. Eredità.
  2. Eccessiva iperattività della tiroide a causa dello sviluppo di un processo autoimmune, uno spostamento ormonale nel corpo.
  3. Tumori dell'ipotalamo o dell'ipofisi che sono responsabili della regolazione dell'attività della ghiandola.

I principali sintomi della tireotossicosi:

  • sentirsi caldo
  • perdita di peso
  • dita tremanti, corpo,
  • intolleranza soffocante
  • sedia instabile,
  • sudorazione eccessiva
  • irrequietezza,
  • irritabilità,
  • Disturbi dell'attenzione
  • deterioramento della memoria
  • affaticamento,
  • cardiomiopatia,
  • violazione del ciclo mestruale,
  • diminuzione della libido.

Alcuni pazienti hanno i seguenti sintomi caratteristici:

  • esoftalmo (una sorta di protrusione del bulbo oculare),
  • dilatazione della fessura palpebrale,
  • l'aspetto di una striscia bianca tra la palpebra superiore e l'iride,
  • lampi rari
  • chiudi - una violazione della capacità di fissare la vista sul soggetto.

Di norma, oltre ai sintomi della tireotossicosi, vi sono sintomi della malattia di base: ad esempio, segni di compressione dei tessuti circostanti in gozzo tossico diffuso.

Il trattamento della tireotossicosi può essere effettuato in modo conservativo (i citostatici sono prescritti in determinate dosi) o con l'aiuto dell'intervento chirurgico quando viene rimossa una parte del tessuto ghiandolare.

La prevenzione della malattia non è stata ancora sviluppata. Per prevenire il ripetersi della malattia, è necessario assumere regolarmente farmaci appropriati e sottoporsi a esami medici annuali presso l'endocrinologo.

ipotiroidismo

Questa condizione si verifica quando la funzionalità tiroidea è insufficiente. Le cause principali dell'ipotiroidismo sono:

  1. Eccessiva rimozione del tessuto tiroideo in caso di trattamento chirurgico del cancro o gozzo tossico diffuso.
  2. Tiroidite autoimmune, quando c'è una morte di una certa parte delle cellule della ghiandola.
  3. Produzione insufficiente di ormone stimolante la tiroide da parte della ghiandola pituitaria o del corrispondente fattore di rilascio da parte dell'ipotalamo.

I principali sintomi di ipotiroidismo:

  • letargia generale
  • sonnolenza,
  • letargia,
  • gonfiore del corpo, incluso il viso,
  • aumento di peso,
  • discorso lento
  • freddo,
  • impulso lento.

Si possono notare anche formicolio e dolore agli arti superiori, i capelli diventano radi e fragili, la pelle è secca, squamosa. Se l'ipotiroidismo si è verificato durante l'infanzia, il ritardo mentale può essere osservato in un modo o nell'altro.

Il principale metodo di trattamento è la terapia di sostituzione ormonale per tutta la vita sotto la supervisione di un endocrinologo.

La prevenzione della ricorrenza dell'ipotiroidismo è l'assunzione regolare di farmaci appropriati, nonché il trattamento tempestivo della tiroidite autoimmune o del gozzo endemico tossico diffuso.

tiroidite

Queste sono malattie della ghiandola tiroide di natura infiammatoria. Il gozzo autoimmune Hashimoto (Hashimoto) è meglio conosciuto per la tiroidite. Una delle cause consolidate dello sviluppo di questa malattia è un danno autoimmune al tessuto tiroideo a causa di un difetto geneticamente determinato del sistema immunitario.

Altra tiroidite autoimmune:

  1. Post-partum. Si sviluppa in presenza di predisposizione dovuta all'eccessiva attivazione del sistema immunitario dopo un lungo periodo di depressione relativa durante la gravidanza.
  2. Indolore. Le ragioni del suo sviluppo non sono state studiate. Procede come un postpartum.
  3. Indotta da citochine. Si verifica a seguito del trattamento con interferone di malattie del fegato (ad esempio, epatite C) o sangue.

I sintomi di tutte le tiroiditi sono simili e il decorso di queste malattie è caratterizzato dalla presenza delle seguenti fasi:

  1. Stadio iniziale: stato eutiroideo (normale funzione ormone tiroideo). Questa fase può durare per anni.
  2. Sviluppo di tireotossicosi distruttiva.
  3. Fase di ipotiroidismo transitorio. In media, si osserva durante tutto l'anno, ma può trasformarsi in ipotiroidismo persistente.
  4. Lo sviluppo dell'ipotiroidismo in situazioni trascurate o il ripristino della normale funzione tiroidea.

Per la natura dell'aumento della ghiandola, la tiroidite autoimmune può essere latente (gradi iniziali di aumento), con gozzo diffuso o nodulare (forma ipertrofica), e anche atrofica, quando la ghiandola si riduce di dimensioni e si osservano segni di ipotiroidismo.

Fattori che "attivano" la tiroidite autoimmune:

  • SARS,
  • focolai di infezione cronica
  • ecologia,
  • radiazioni,
  • trauma psicologico.

Sintomi principali:

Oltre all'ipotiroidite o all'ipertiroidismo o ai cambiamenti delle dimensioni della ghiandola, si possono osservare altri sintomi:

  • dolore articolare,
  • debolezza
  • facile affaticabilità
  • aumento della temperatura
  • dolore nella ghiandola tiroidea.

Il trattamento della tiroidite autoimmune è la nomina di farmaci speciali che inibiscono il sistema immunitario: glucocorticoidi e farmaci citotossici (sebbene attualmente questi ultimi non siano raccomandati). Con un aumento della frequenza cardiaca, vengono prescritti beta-bloccanti.

L'ipotiroidismo viene trattato con L-tiroxina e farmaci simili e l'infiammazione generale della ghiandola viene rimossa con farmaci antinfiammatori non steroidei: indometacina, diclofenac, metindolo e altri farmaci simili.

Se, come risultato dello sviluppo del gozzo autoimmune, si verifica la compressione degli organi mediastinici, viene prescritto un trattamento chirurgico.

Le principali misure preventive per prevenire lo sviluppo di tiroidite autoimmune sono le seguenti:

  1. Trattamento tempestivo di infezioni virali respiratorie acute, igiene di focolai cronici di infezione.
  2. Nel caso dello sviluppo della tiroidite - osservazione regolare da parte dell'endocrinologo, assunzione dei farmaci appropriati durante lo sviluppo dell'ipotiroidismo, nonché dei cicli di terapia antinfiammatoria.

Cancro alla tiroide

Il cancro di questo organo di solito si sviluppa sullo sfondo di una neoplasia benigna, ad esempio: gozzo nodulare, adenoma. I tumori maligni sono diversi, alcuni hanno un decorso più benigno, mentre altri sono aggressivi e possono portare rapidamente alla morte senza un trattamento tempestivo.

Le principali cause del cancro:

  1. Eredità.
  2. Radiazioni.
  3. La presenza di nodi nella ghiandola tiroidea, così come altri tumori.

Sfortunatamente, nelle fasi iniziali, il cancro della ghiandola tiroidea procede molto segretamente e la persona inizia a notare i sintomi quando il tumore ha già raggiunto una certa dimensione e inizia a spremere i tessuti circostanti. Quindi, i pazienti annotano:

  • disturbo della deglutizione,
  • rapida crescita dell'istruzione (ad esempio, nodo),
  • linfonodi del collo gonfio
  • raucedine,
  • ostruzione dell'esofago o dei bronchi,
  • sanguinamento periodico in questi organi,
  • il verificarsi della sindrome di Horner.

Per questo motivo, l'opzione migliore per diagnosticare la malattia in una fase precoce è l'ecografia regolare, specialmente nel caso dei nodi. La rapida crescita di cui dovrebbe essere allertato e spinto a sottoporsi a un esame più approfondito nel coinvolgimento di oncologi.

I sintomi delle fasi successive sono quasi gli stessi di altri tumori maligni:

  • metastasi,
  • perdita di peso
  • debolezza generale
  • aumento della fatica
  • la crescita del tumore principale e l'aggravamento dei sintomi di compressione degli organi circostanti,
  • sindrome del dolore.

Il trattamento del cancro dipende dal tipo e dalla natura del tumore e dallo stadio di sviluppo della malattia. Nelle fasi iniziali, si raccomanda il trattamento chirurgico con asportazione della lesione o la sua rimozione in altro modo, ad esempio: con l'aiuto della terapia gamma a distanza e alcuni altri tipi di trattamento combinato.

In parallelo, viene prescritta una terapia sintomatica che corregge il fenomeno dell'ipertiroidismo o iper- o.

Il trattamento palliativo consiste nella prescrizione di antidolorifici, nella creazione di una tracheotomia, chemioterapia o radioterapia.

Attualmente, il cancro viene trattato abbastanza bene, quindi il fattore preventivo più importante è la sua individuazione tempestiva tramite ecografia e osservazione endocrinologica nel caso di forme nodali e altre malattie della tiroide.

conclusione

Nonostante il fatto che le malattie della tiroide siano abbastanza varie, una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato aiuteranno a evitare molte complicazioni in futuro e miglioreranno significativamente la qualità della vita in generale.


| 15 marzo 2014 | | 1 494 | endocrinologia
  • | Lera | 24 aprile 2015

    Как важно следить за здоровьем щитовидной железы и проверяться. У меня после родов в эндокринной системе произошел сбой, диагностировали тиреоидит (острый), хожу теперь к эндокринологу регулярно, сдаю гормоны, делаю узи. Все эти заболевания очень коварные, начинаются незаметно, а лечатся долго…

Lascia il tuo feedback